CybersecurityEight O’Clock in the MorningSaluteScienza e Tecnologia

441.449 satelliti in orbita bassa terrestre, operativi, approvati e proposti.

Mentre l’attenzione di un mondo terrorizzato è stata concentrata su un virus e mentre la preoccupazione per le radiazioni si è concentrata sul 5G a terra, l’assalto al cielo ha raggiunto proporzioni astronomiche. Negli ultimi due anni, il numero di satelliti in orbita intorno alla Terra è aumentato da 2.000 a 4.800 e una marea di nuovi progetti ha portato il numero di satelliti operativi, approvati e proposti ad almeno 441.449. E quel numero include solo i satelliti a bassa orbita terrestre (LEO) che risiederanno nella ionosfera.

Leggi anche: SpaceX di Elon Musk: già 420 satelliti in orbita, saranno 30.000. Ionosfera a rischio?

I progetti satellite includono quelli elencati di seguito. Le società hanno sede negli Stati Uniti se non diversamente indicato.

17.270 satelliti già approvati dalla Federal Communications Commission degli Stati Uniti:

Amazon (Kuiper) – 3.236 satelliti
Astro Digital – 30 satelliti
Black Sky Global – 36 satelliti
Boeing – 147 satelliti
Capella Space Corp. – 7 satelliti
Globalstar (attivo dal 2000) – 48 satelliti
Hawkeye 360 ​​– 80 satelliti
ICEYE – 6 satelliti (FINLANDIA)
Iridium (operativo dal 1998) – 66 satelliti
Kepler Communications – 140 satelliti (CANADA)
Loft Orbital – 11 satelliti
OneWeb – 720 satelliti (REGNO UNITO)
Planet Labs (operativo) – 200 satelliti
R2 Space, LLC – 8 satelliti
Spire Global – 175 satelliti
SpaceX – 11.943 satelliti
Swarm – 150 satelliti
Telesat – 117 satelliti (CANADA)
Theia Holdings – 120 satelliti
Umbra Lab – 6 satelliti
Viasat – 24 satelliti

Gli scienziati hanno già iniziato a pubblicare articoli che analizzano l’effetto che tutti questi satelliti avranno, non solo sull’astronomia, ma sull’aspetto del cielo notturno e sulla visibilità delle stelle a tutti sulla terra. Un articolo pubblicato online il 29 marzo 2021 su Monthly Notice of the Royal Astronomical Society da scienziati in Slovacchia, Spagna e Stati Uniti è intitolato “La proliferazione di oggetti spaziali è una fonte in rapido aumento di luminosità artificiale del cielo notturno”. La dispersione della luce solare da tutti gli oggetti nello spazio, hanno scritto gli autori, sta causando un “nuovo bagliore del cielo” durante l’inizio e la fine di ogni notte che ha già illuminato il cielo notturno naturale di circa il 10 percento. Gli autori sono preoccupati che “il contributo aggiuntivo delle nuove mega-costellazioni satellitari” rovinerebbe il cielo notturno in misura molto maggiore.

Un gruppo di astronomi canadesi ha pubblicato un articolo nel numero di gennaio 2022 di The Astronomical Journal. “Megacostellazioni da migliaia a decine di migliaia di satelliti artificiali (satcon) vengono rapidamente sviluppate e lanciate”, scrivono. “Questi satcon avranno conseguenze negative per la ricerca astronomica osservativa e sono pronti a interferire drasticamente con l’osservazione delle stelle a occhio nudo in tutto il mondo”. Hanno analizzato quale sarà l’effetto sull’astronomia se verranno lanciati 65.000 nuovi satelliti a bassa orbita. A 40 gradi di latitudine (metà degli Stati Uniti; Mediterraneo; metà della Cina; Giappone; Buenos Aires; Nuova Zelanda), affermano questi autori, più di 1.000 di questi satelliti saranno illuminati dal sole e visibili nel cielo in estate anche a mezzanotte. A latitudini più elevate (nord degli Stati Uniti; Canada; la maggior parte dell’Europa; Russia).

Un altro documento, intitolato Report on Mega-Constellations to the Government of Canada and the Canadian Space Agency, è stato commissionato dalla Canadian Astronomical Society e presentato al governo canadese il 31 marzo 2021. È un documento commovente. Questi astronomi scrivono:

“Nei tempi antichi, gli umani di tutto il mondo avevano accesso a cieli completamente bui. In netto contrasto, oggi l’80% dei nordamericani non riesce a vedere la Via Lattea da dove vive a causa dell’inquinamento luminoso. La mancanza di oscurità che molte persone ora sperimentano a causa dell’inquinamento luminoso urbano è stata collegata a molti problemi di salute fisica e mentale, sia nell’uomo che nella fauna selvatica. Ma ci sono ancora sacche di oscurità in cui gli abitanti delle città possono sfuggire all’inquinamento luminoso e vivere cieli bui quasi quanto quelli visti dai nostri antenati. Sfortunatamente, l’inquinamento luminoso dei satelliti sarà un fenomeno globale: non ci sarà più nessun posto sulla Terra per sperimentare cieli liberi da satelliti luminosi in orbita.

“Chiunque abbia mai trascorso del tempo in un luogo veramente oscuro fissando le stelle comprende la potente sensazione di connessione e insignificanza che questo atto ispira. Le nostre vite, le nostre preoccupazioni, persino il nostro intero pianeta sembrano così irrilevanti su queste scale – un sentimento che ha plasmato la letteratura, l’arte e la cultura in tutto il mondo. Vedere il cielo notturno rende immediatamente evidente che facciamo parte di un vasto e meraviglioso universo pieno di innumerevoli stelle… Connettersi al cielo fa parte della nostra umanità, e tutti nel mondo corrono il vero pericolo di perderlo…

“Ad occhio nudo, osservare le stelle da una posizione di cielo scuro ti permette di vedere circa 4.500 stelle… Una volta che Starlink si avvicinerà a 12.000 satelliti in orbita, la maggior parte delle persone in Canada vedrà più satelliti che stelle nel cielo”.

Articoli correlati

LA PIU’ GRANDE DISCARICA DEL MONDO

E non solo migliaia di interi satelliti minacciano il cielo, ma una quantità fenomenale di detriti orbitanti attorno alla terra a causa della collisione, dell’esplosione o della distruzione dei satelliti nello spazio. Durante i 64 anni in cui gli umani hanno lanciato razzi, le coperte protettive della ionosfera e della magnetosfera sono diventate la più grande fossa di immondizia della Terra.

Secondo l’Agenzia spaziale europea ci sono oggi in orbita intorno alla Terra 7.790 satelliti intatti, di cui 4.800 funzionanti. Dal 1957, ci sono state più di 630 rotture, esplosioni, collisioni e altri eventi di distruzione di satelliti. Ciò ha portato alla creazione di oltre 9.700 tonnellate di detriti spaziali. Ci sono, oggi in orbita:

30.430 oggetti detriti attualmente monitorati
36.500 oggetti maggiori di 10 cm di dimensione
1.000.000 oggetti da 1 cm a 10 cm di dimensione
330,000,000 oggetti da 1 mm a 1 cm di dimensione che causano EFFETTI sull’ozono, terremoti e TEMPORALI

Ozono

In un documento del 2020 intitolato “L’impatto ambientale delle emissioni dai lanci spaziali: una revisione completa”, Jessica Dallas e i suoi colleghi dell’Università del New South Wales hanno scritto che “l’esaurimento dell’ozono è una delle maggiori preoccupazioni ambientali relative ai lanci di razzi dalla Terra. ”

Nel 2021, ci sono stati 146 lanci di razzi orbitali per mettere nello spazio 1.800 satelliti. A quel ritmo, per mantenere e sostituire continuamente 100.000 satelliti a bassa orbita, che hanno una vita media di cinque anni, sarebbero necessari più di 1.600 lanci di razzi all’anno, o più di quattro ogni giorno, per sempre nel futuro.

Il 2020 e il 2021 sono stati testimoni di due dei più grandi buchi dell’ozono antartico dall’inizio delle misurazioni nel 1979. Il buco del 2020 è stato anche il più duraturo mai registrato e il buco del 2021 è stato solo di pochi giorni più corto; più grande del continente dell’Antartide, è iniziata alla fine di luglio 2021 e si è conclusa il 28 dicembre 2021. Tutti ancora danno la colpa ai clorofluorocarburi (CFC), che sono stati banditi dal Protocollo di Montreal nel 1978. Nessuno sta guardando i lanci di razzi, di cui sono stati più nel 2020 e nel 2021 rispetto a qualsiasi anno precedente. Oltre ai 146 lanci orbitali nel 2021, ci sono stati 143 lanci suborbitali di razzi a oltre 80 chilometri di quota, per un totale di 289 lanci ad alta quota all’anno, ovvero quasi uno al giorno.

Terremoti e Temporali

Nel 2012, Anatoly Guglielmi e Oleg Zotov hanno esaminato le prove che l’uso globale dell’elettricità ha un effetto sia sull’attività sismica che sui temporali. In particolare, il consumo globale di energia elettrica aumenta ogni ora, così come il numero medio di terremoti nel mondo. Nel 2020 un gruppo di scienziati italiani ha fornito ulteriori informazioni: l’attività solare è correlata anche ai terremoti, e sembra farlo aumentando il voltaggio della ionosfera. Poiché questo deve aumentare il flusso di corrente nel circuito elettrico globale, aumenterebbe le correnti elettriche che fluiscono sempre attraverso la crosta terrestre, il che aumenterebbe lo stress sulle faglie sismiche facendo aumentare la frequenza dei terremoti.

È indubbio che 100.000 satelliti, pur emettendo potenti onde radio, aumenterebbero la tensione ionosferica. Tuttavia, lo scarico del razzo di ogni lancio emette tonnellate di vapore acqueo, che è più conduttivo dell’aria secca. La stratosfera è secca e contiene pochissima acqua, e l’acqua che l’uomo vi mette vi rimane per anni e si accumula. Lanci multipli giornalieri di razzi, in perpetuo, riempiranno la stratosfera di vapore acqueo, ne aumenteranno la conduttività e aumenteranno la corrente che scorre nel circuito elettrico globale. La corrente che scorre attraverso la crosta terrestre aumenterà, forse aumentando la frequenza dei terremoti.

Ipotizzo anche che ciò aumenterebbe la frequenza e la potenza dei temporali in tutto il mondo. Se non fosse per i temporali, la tensione ionosferica, che in media è di 300.000 volt, si scaricherebbe in circa 15 minuti. Circa 100 fulmini al secondo, da qualche parte sulla Terra, lo ricaricano continuamente. Aumentare il flusso di corrente nel circuito elettrico globale scaricherebbe la ionosfera più rapidamente, e poiché sono i temporali che ricaricano la batteria della Terra, la frequenza e la violenza dei temporali dovrebbero aumentare.

ALTERAZIONE DELL’AMBIENTE ELETTROMAGNETICO DELLA TERRA

Quello a cui tutti sono completamente ciechi è l’effetto di tutta la radiazione dei satelliti sulla ionosfera, e di conseguenza sulla forza vitale di ogni essere vivente. La relazione dell’elettricità con il qi e il prana è sfuggita all’attenzione degli umani moderni. Fisici dell’atmosfera e medici cinesi devono ancora condividere le loro conoscenze l’uno con l’altro. E in questo momento, tale condivisione è cruciale per la sopravvivenza della vita sulla Terra.

“Il puro Yang forma il cielo e il torbido Yin forma la terra. Il Qi della terra sale e si trasforma in nuvole, mentre il Qi del cielo scende e si trasforma in pioggia”. Quindi il Classico di Medicina Interna dell’Imperatore Giallo descriveva il circuito elettrico globale 2.400 anni fa, il circuito che è generato dalla ionosfera e che scorre perennemente tra il cielo Yang (positivo) e la terra Yin (negativo). Il circuito che ci collega alla terra e al cielo e che scorre attraverso i nostri meridiani donandoci vita e salute. Un circuito che non deve essere inquinato con frequenze emesse da centomila satelliti, alcuni dei cui raggi avranno una potenza effettiva fino a dieci milioni di watt. Questa è pura follia, e finora nessuno sta prestando attenzione. Nessuno si chiede nemmeno se i satelliti abbiano a che fare con il profondo e simultaneo declino, a livello planetario, del numero di insetti e uccelli, e con la pandemia di disturbi del sonno e stanchezza che tanti stanno vivendo. Tutti sono così concentrati su un virus, e sulle antenne a terra, che nessuno sta prestando attenzione all’olocausto che scende dallo spazio.

Arthur Firstenberg
Autore, The Invisible Rainbow: A History of Electricity and Life
Administrator, International Appeal to Stop 5G on Earth and in Space
Caretaker, ECHOEarth.org (End Cellphones Here On Earth)
PO Box 6216
Santa Fe, NM 87502
USA
telefono: + 1 505-471-0129
[email protected]
5 gennaio 2022

Davide Donateo

Fondatore e Direttore Responsabile di Database Italia.

Articoli correlati

Vedi anche
Close
Back to top button

Adblock Detected

Caro Utente, stai utilizzando AdBlock... e ti capiamo! Anche noi lo usiamo. Ma il nostro sito ha bisogno di queste pubblicità per rimanere in vita. Disattiva Ad-Block oppure sottoscrivi un Abbonamento a Database Italia a soli 3€ al mese per rimuovere tutte le pubblicità!