Database Italia

70 vittime di Epstein nel Regno Unito si sono fatte avanti, ne mancano ancora molte, afferma l’avvocato statunitense.

“Molte” vittime inglesi del defunto Jeffrey Epstein devono ancora farsi avanti, ha affermato l’ avvocato statunitense annunciando un fondo per il risarcimento delle vittime.

Epstein, ex amico del Duca di York , trascorse diverso tempo a Londra negli anni ’90, quando presumibilmente abusò di ragazze minorenni di appena 14 anni.

Lo scorso agosto, il disgustoso finanziere americano si è ucciso prima di affrontare un processo per traffico sessuale e svariate accuse di cospirazione.

Giovedì,la dama dei salotti inglesi Ghislaine Maxwell è stato accusato negli Stati Uniti di facilitare tale sfruttamento sessuale delle ragazze.

Nel frattempo, le vittime possono ora presentare reclami contro i beni di Epstein valutati intorno ai $ 630 milioni attraverso il Programma di indennizzo delle vittime di Epstein .

L’avvocato statunitense Jordana Feldman, ideatore del programma, ha incoraggiato altre donne britanniche a farsi avanti.

Ha detto: “Crediamo che ci siano molte vittime nel Regno Unito ancora che devono farsi avanti”.

Jill Greenfield, responsabile al Fieldfisher di Londra, ha fornito consulenza su potenziali procedimenti contro la tenuta di Epstein per accuse di violenza sessuale.

Ha detto: “Questo fondo è un’ottima notizia per le vittime di Epstein sia negli Stati Uniti che nel Regno Unito.

“Tutto ciò che facilita il processo di sostegno finanziario alle vittime di violenze sessuali è estremamente positivo.

“Nel Regno Unito, abbiamo un sistema controverso di gestione di questo tipo di richieste, che di per sé può causare ulteriori danni alle vittime.

“Mi piacerebbe che il Regno Unito replicasse questi schemi statunitensi per offrire ricorso senza mettere le persone in estrema angoscia nel perseguire un ricorso in tribunale”.

Ha aggiunto: “Sto lavorando con il fondo delle vittime per garantire che la riservatezza del Regno Unito che è integrata in questo processo sia sufficiente per proteggerle.

“Ciò è particolarmente importante dato che alle vittime inglesi di aggressioni sessuali viene concesso l’anonimato automatico, che non è automatico negli Stati Uniti.”

Il programma è stato istituito per funzionare indipendentemente dalle proprietà di Epstein e ha lavorato ad oggi con oltre 70 vittime.

Il termine per la presentazione di tutti i reclami è il 25 marzo 2021.

Maxwell, figlia del defunto magnate dei media Robert Maxwell , ha precedentemente negato qualsiasi illecito o conoscenza di cattiva condotta sessuale da parte del suo ex fidanzato Epstein.

All’inizio di questa settimana, una fonte vicina al Duca di York ha dichiarato di essere “sconcertato” dalle affermazioni fatte dalle autorità statunitensi le quali sostengono che si sia rifiutato di cooperare sul caso Epstein .

Ulteriori informazioni sul programma di compensazione sono disponibili sul sito www.epsteinvcp.com .

Intanto Alexandria Ocasio-Cortez ha insistito affinché la polizia garantisse la sicurezza di Ghislaine Maxwell alla luce del suicidio di Jeffery Epstein l’anno scorso.

“L’arresto di Maxwell è uno sviluppo significativo”, ha twittato AOC.

“Spero che l’SDNY e tutte le parti interessate abbiano condotto una revisione approfondita del perchè sia potuto succedere quello che è successo ad Epstein per garantire la sicurezza di Maxwell”.

“Ogni singola persona nel dipartimento di giustizia – dal personale del quartier generale della giustizia fino al carceriere del turno di notte – sapeva che quest’uomo era a rischio di suicidio e che i suoi oscuri segreti non potevano essere lasciati morire con lui” Ha aggiunto.

Da allora l’FBI ha aperto un’indagine formale su come Epstein sia stato in grado “uccidersi.”

Leggi anche:



Segui Database Italia su Google News: Database Italia

Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

I commenti sono chiusi.