Database Italia

ADESSO SIAMO TUTTI CANI PAVLOV


Gli uomini sono disturbati, non dalle cose, ma dai princìpi e dalle nozioni che si formano riguardo alle cose.” “E ovunque andrò, là troverò sempre il Sole, la Luna e Stelle; troverò sogni, e presagi, e converserò con gli dei!”

Epitteto

Nel libro “The White Nights: Pages from a Russian doctor’s notebook” (1956), il dott. Boris Sokoloff descrive un resoconto di un’incredibile visita al laboratorio del dottor Ivan Pavlov (1849-1936), il famoso fisiologo russo che è principalmente noto per il suo lavoro sul condizionamento classico che ha infornato molte riflessioni sul comportamentismo in psicologia. Si legge una sezione affascinante e sinistra del libro (da pagina 205/6, edizione 2018 pubblicata da Bowen Press:

“Cosa c’è che non va in queste povere creature?” Ho   chiesto (Sokoloff) . “Cosa hai dato loro per renderli così nervosi?”

Zelenyi rise. “Questo è il nostro progetto premio. Ivan Petrovitch (Pavlov) gli attribuisce grande importanza. Come sapete, ha dimostrato che il sistema nervoso centrale dirige e controlla tutte le funzioni del corpo, sia nell’uomo che negli animali. Ma ora vuole che stabiliamo, attraverso una serie di esperimenti, che malattie come il cancro sono influenzate anche dal sistema nervoso centrale. O che le persone nevrotiche, il cui sistema nervoso è sovraccarico, sono molto più predisposte al cancro rispetto alle persone con un sistema nervoso normale e ben bilanciato “.

Un progetto ambizioso “, ho  osservato io  (Sokoloff) .

“Abbastanza … Ma speriamo di dimostrare che l’eziologia del cancro è nelle alterazioni del sistema nervoso centrale … Bene, questo è il primo passo in quella direzione. Ho reso questi cani nevrotici. “

“Come?” Sono rimasto affascinato.

“Utilizzando la tecnica dei riflessi condizionati. In primo luogo, formandoli con una campana o una luce e poi inibendoli. Questa tecnica può indurre uno stato di estrema nevrosi nei cani normali. Puoi vedere te stesso che sono nevrotici. “

E lo erano, davvero.

“Adesso”, continuò Zelenyi, “vedremo se si sviluppa un tumore maligno in questi cani. Potremmo saperlo tra un anno o due “.

Tuttavia, ci vollero più di vent’anni per completare le indagini. Solo dopo la morte di Pavlov e Zelenyi i risultati furono pubblicati dalla dottoressa Maria Petrova e da altri studenti di Pavlov, confermando parzialmente la teoria del loro maestro “.

È ormai noto che lo stress, la paura e l’ansia indotti sono legati a una miriade di disturbi fisici e psicologici; questo è inconfutabile. Le iniziative di salute pubblica spesso ci implorano di condurre una vita sana e senza stress per il bene della nostra salute fisica e psicologica.

Potrebbe quindi essere una sorpresa che il governo del Regno Unito e le amministrazioni delegate, su consiglio degli psicologi di SPI-B di SAGE e del Behavioral Insights Team (Cabinet Office) stiano utilizzando metodi derivati ​​da Pavlov nella risposta al COVID19 che stanno rendendo tutti noi psicologicamente e fisicamente malati: deliberatamente.

Le loro motivazioni e tattiche sono esplicite; per renderci deliberatamente più timorosi e farci vergognare (e indurre le persone a vergognarsi a vicenda) attraverso la propaganda e la pressione sociale / interpersonale o richieste per indurci a sottometterci / conformarci ai regolamenti e ai dettami COVID19.

Queste tattiche non vengono dal nulla. SPI-B e il governo del Regno Unito non li hanno inventati solo ai fini del COVID-19. I collegamenti alla teoria pavloviana sono chiari.

Quando si guarda all’uso della psicologia utilizzata nei regimi totalitari, in particolare nei regimi comunisti totalitari dei paesi comunisti del vecchio blocco orientale e dell’Unione Sovietica (il panorama politico formativo che ha modellato le idee di Pavlov), vediamo chiaramente che la tattica di SPI-B e il governo del Regno Unito non sono una coincidenza.

Lavrentiy Beria era un politico bolscevico e sovietico georgiano, maresciallo dell’Unione Sovietica e amministratore della sicurezza dello stato, capo della sicurezza sovietica e capo del Commissariato popolare per gli affari interni (NKVD) sotto Joseph Stalin durante la seconda guerra mondiale, e promosso a vice premier sotto Stalin dal 1941. Successivamente entrò ufficialmente a far parte del Politburo nel 1946.

Un testo presumibilmente attribuito a lui, “Il lavaggio del cervello: una sintesi del libro di testo comunista di politica”, un discorso agli studenti dell’Università Lenin, spiega gran parte delle origini e dei metodi di SPI-B / Behavioral Insights team / UK tattiche psicologiche del governo e ciò che sta accadendo nel Regno Unito attualmente.

C’è polemica sulla validità della paternità di Beria di questo discorso e su come il testo possa essere stato fabbricato dagli americani anticomunisti per diffondere la propaganda anticomunista. Tuttavia, gran parte del materiale all’interno dell’introduzione e del testo effettivo corrobora altri scritti; ad esempio, “Nuove bugie per vecchi” di Anatoliy Golitsyn, un ex ufficiale del KGB; Il “Collettivo dell’Unione europea: nemico dei suoi stati membri” di Christopher Story, uno studio sulla strategia russa e tedesca per completare la rivoluzione mondiale di Lenin; i colloqui dell’ex agente del KGB Yuri Bezmenov; Dissidenti / autori russi contro il comunismo totalitario Vladimir Bukovsky e Alexander Solzenicyn; gli scritti dei dissidenti contro il comunismo in Cecoslovacchia Václav Havel (cioè, Il potere dei deboli) e Václav Benda (cioè, “La lunga notte del guardiano”);

Pertanto, la psicopolitica o la psicologia comportamentale applicata e sperimentata dalla popolazione del Regno Unito oggi, non è venuta dal nulla.

(Come nota a margine, non è passato inosservato che uno dei principali protagonisti altamente influenti di SPI-B, il team di psicologia applicata di SAGE, è la professoressa Susan Michie, un  membro del Partito Comunista Britannico .)

Nell’introduzione a “Lavaggio del cervello”, Eric D Butler evidenzia le basi della sovversione psicopolitica, che è stata influenzata da Pavlov, come questo sia stato un esperimento nel tentativo di standardizzare il pensiero e il comportamento umano, e come questo doveva essere usato per infiltrarsi e influenzare l’Occidente, ideologicamente e politicamente. Questo è stato sviluppato per decenni prima del COVID19. Come ci ricorda Butler:

In un discorso alla BBC l’11 novembre 1953, un dottor Sargent ha indicato che l’attacco alla mente è il problema più grave che minaccia oggi la civiltà occidentale. Il discorso del dottor Sargent ha affrontato il tema dell’indottrinamento e ha delineato gli sviluppi delle teorie di Pavlov nel mondo politico moderno. Pavlov è, ovviamente, uno dei fondatori della psicopolitica.

Butler sottolinea una citazione diretta del dottor Sargent:

Ora noi della medicina britannica stiamo cercando di imparare tutto ciò che possiamo su questi metodi terribili ed efficaci per cambiare i pensieri e le convinzioni degli uomini su larga scala, perché credo che alla fine il destino del mondo dipenderà dalla conversione dei maestri in un’unica idea. della vita o un altro.

Una citazione sorprendente di Butler nella sua introduzione è del senatore americano Jack Tenny, un militante patriota cristiano che ha diretto le indagini ufficiali sulla cospirazione comunista in California. Una citazione dal suo rapporto su “Il lavaggio della mente in America” ​​Tenny scrive:

In circostanze normali, gli sforzi di una piccola, quasi infinitesima frazione della società per fare il lavaggio del cervello alla stragrande maggioranza dei suoi cittadini o costruire manicomi per loro sarebbero incredibili e straordinariamente divertenti. Ma queste non sono circostanze ordinarie o tempi ordinari. Siamo nell’era delle Grandi Delusioni – quando il nero appare bianco e il bianco appare nero – quando i sani di mente vengono fatti apparire pazzi e i pazzi agiscono come gli psichiatri del mondo …

La citazione sopra incarna lo spirito del diluvio di propaganda e tattiche psicopolitiche da parte del governo del Regno Unito: un piccolo numero di persone (ad esempio, gli psicologi di SPI-B / Behavioral Insights Team) sono motivati ​​a rendere il maggior numero di persone irrazionalmente timorose del COVID- 19 possibile.

Come sottolineato nel mio articolo “Psicoterapia etica contro psicologia applicata non etica di SPI-B e del governo del Regno Unito”, le tattiche psicologiche applicate sono progettate per indurre le persone ad aderire all’illogicità rispetto al rischio reale e alla minaccia per loro da COVID-19; per far apparire il nero bianco e bianco come il nero.

In altre parole, un tentativo di far temere quante più persone possibile a un rischio statistico insignificante di COVID-19. Se si rifiuta una tale trasformazione verso la paura, si è considerati pazzi (ad esempio, un negazionista Covid).

La logica degli psicologi del governo adotta l’illusione illogica del rischio di COVID-19 e chiede alla gente comune di adottare questa delusione senza dubbio.

Questo era abbastanza chiaro nella limitazione del danno propagandistico derivante dallo sfortunato incontro di Sir Keir Starmer con il proprietario del pub, Rod Humphreys a Bath.

Starmer (e il team di stampa del partito laburista) ha letteralmente cambiato le parole del padrone di casa e ha respinto qualsiasi nozione sulla natura logica dell’argomento di Humphreys (ad esempio, che Humphreys era illuso e che il suo argomento che statisticamente, il rischio di COVID-19 e un l’analisi dei dati ONS non ha richiesto il blocco della società, era una sciocchezza).

Questo tipo di propaganda, in sostanza, è la stessa usata nell’Unione Sovietica; la psicopatologizzazione dei dissidenti e l’uso nefasto della scienza, della psichiatria e della psicologia per fini non etici.

Si noti l’uso diffuso di termini come “teorico della cospirazione” e “covidiot” sui manifestanti e la recente protesta anti-lockdown a Londra, utilizzati dai media mainstream e dagli utenti dei social media.

Come ho  scritto altrove , i media mainstream, la sinistra politica e gli attivisti / organizzazioni per la salute mentale, prevalentemente a sinistra, hanno adottato alla cieca l’egemonia culturale della salute mentale; la psicopatologizzazione della vita quotidiana e il rispetto per la cultura terapeutica.

Molti hanno già avvertito che questo  “virus” proveniente dai regimi comunisti totalitari avrebbe già  infettato l’Occidente (ad esempio, Alexander Solzhenitsyn, Vladimir Bukovsky). Infatti, nell’introduzione del lavaggio del cervello, AK Chesterton scrive sulla psicopolitica della guarigione mentale che infetterà l’Occidente:

La metà occidentale del previsto Stato di polizia mondiale sembra preparare la strada per mettere a tacere i suoi oppositori politici. Il suo metodo sarà un po ‘più sottile di quello impiegato dagli assassini e dagli schiavi del Cremlino. Cito dalla lettera di uno dei miei corrispondenti canadesi più affidabili: Il Dipartimento della Salute è ancora lì, cercando di rendere tutti consapevoli della salute mentale, in modo che non pensino a nulla di essere mandati da uno psichiatra, quindi in un manicomio.

Come ribadisce Butler, le tattiche psicopolitiche comuniste nella produzione del salutismo mentale in Occidente tentano anche di distruggere il valore delle parole, nel modo in cui si percepiscono e comprendono le parole rispetto alla realtà reale (ad esempio, si pensi alla narrativa COVID-19 mainstream e all’inflazione di rischio da COVID-19). In effetti, Pavlov attribuiva grande importanza alle parole come mezzo della realtà.

Nel 1896, il filosofo francese Gustave Le Bon, nel suo libro “The Crowd, sottolineò come la maggior parte delle rivoluzioni vengono create cambiando il significato delle parole. La psicopolitica comunista, derivata dalla teoria pavloviana, ha creato una scienza per cambiare il significato delle parole con il risultato di una confusione di idee.

Il risultato desiderato di un tale processo è ottenere che un gran numero di persone tramite la propaganda e il mezzo delle iniziative di salute pubblica dello stato adotti e ripeta frasi, nozioni e idee accuratamente elaborate senza rendersi conto delle loro vere implicazioni.

Come citato da Butler nell’introduzione a “Il lavaggio del cervello”, Charles Morgan, citando un amico psichiatra nel suo libro “Libertà della mente”, scrive:

… Siamo tutti condizionati ad accettare una limitazione della libertà. . . Temo che, inconsciamente, anche se siamo pronti ad accettare questa nuova infezione che non avrebbe potuto danneggiarci prima del 1937. Non esiste una tale immunità nella grande massa della nostra gente e nessuna consapevolezza del pericolo … Si possono pensare a molti modi in che la popolazione nel suo insieme viene condizionata o preparata per questo cambiamento mentale, questa perdita di individualità e identità.

Alla luce degli scritti di Morgan e Chesterton, si possono pensare alle restrizioni riguardanti COVID19, gli slogan utilizzati dal governo britannico: “Stay at home, Protect the NHS, Save lives”, “Stay at home, Control the virus, Save lives”, “Hands, Face, Space” e l’orribile governo del Regno Unito temono annunci pubblicitari (dal loro account Twitter):

È inconfutabile che questi slogan e annunci pubblicitari di paura, insieme alle tattiche esplicite di spavento di SPI-B di SAGE, siano intenzionali. Dal documento SPI-B di marzo 2020  :

Un numero considerevole di persone non si sente ancora sufficientemente minacciato personalmente.

E:

Il livello percepito di minaccia personale deve essere aumentato tra coloro che sono compiacenti, utilizzando messaggi emotivi incisivi.

Gli psicologi di SPI-B e del governo del Regno Unito utilizzano anche la promozione dell’approvazione sociale per i comportamenti desiderati (ricompensa), per prendere in considerazione la promulgazione di una legislazione per obbligare i comportamenti richiesti (punizione) e per considerare l’uso della disapprovazione sociale (punizione) per il mancato rispetto di soddisfare.

Hanno usato i principali media e social media, insieme a false “verifiche dei fatti” e censura, per instillare e rafforzare il loro messaggio di paura, punizione, ricompensa, confusione per indurre nevrosi / malattie mentali nella popolazione del Regno Unito; direttamente dal libro pavloviano della psicologia comportamentale.

I lettori scettici potrebbero pensare che il suggerimento che la deliberata manipolazione e coercizione pavloviana da parte del nostro governo stia spingendo troppo le cose nel regno della cospirazione. Tuttavia, il lavoro di Jacques Ellul e il suo libro del 1965, “Propaganda: la formazione degli atteggiamenti degli uomini”, descrive il funzionamento di tale propaganda; come manipola le persone e il suo libro cattura e rispecchia meravigliosamente la narrativa di COVID-19 e il suo programma.

Ellul, era ben consapevole degli scettici che dubitavano che le masse potessero essere manipolate attraverso la propaganda e che persino gli psicologi fossero in disaccordo sulla sua efficacia. Scrisse:

Alcune persone obiettano a questo  (l’efficacia della propaganda ) … dopo uno sguardo attento alla propaganda stalinista … si arriva a questa conclusione: la propaganda stalinista era in gran parte fondata sulla teoria di Pavlov del riflesso condizionato … non dimentichiamo che se questa teoria, messa a disposizione dal propagandista, porta risultati e si rivela efficace…. la critica dottrinale non può più dimostrare la sua inesattezza “.  (Propaganda: La formazione degli atteggiamenti maschili, edizione 1978, pagina 5-6).

Guardando gli effetti della macchina dell’informazione / propaganda del governo del Regno Unito e dei suoi effetti sulla popolazione per quanto riguarda la minaccia percepita di Covid19 (vedi  HART sulla salute mentale e fisica), non induce a soffermarsi a essere consapevoli di questi effetti reali durante l’era COVID-19; ad esempio, persone che sbandano in un supermercato per mantenere le distanze da un altro; abbracciarsi attraverso la plastica; lavarsi la spesa e partire per tre giorni prima di toccarsi di nuovo; proprietari di negozi che lavano contanti fisici in un acquario; vivere nella paura costante nonostante abbia un tasso di sopravvivenza del 99,999% se si ottiene COVID-19; cogliere l’opportunità di prendere un vaccino mRNA sperimentale sviluppato nel giro di pochi mesi (quando di solito ci vogliono anni); e dove gli effetti collaterali a lungo termine del farmaco sperimentale sono sconosciuti (p. es., sulla fertilità / gravidanza). Questi sono tutti esempi reali di ciò che è accaduto.

Come descrive Ellul, il genio della propaganda comunista di derivazione pavloviana fu quello di creare una minaccia di guerra, mentre allo stesso tempo conduceva la propaganda di pace.

La costante minaccia di guerra, l’uso di slogan e l’annuncio di pace o speranza di pace spezza l’indifferenza della popolazione; penetra nel loro conscio / inconscio come proiettili.

Incarnando queste idee, il vice direttore medico del governo del Regno Unito, il professor Van Tam, ha implorato le persone di farsi il vaccino se volevano indietro le loro libertà ed è  stato citato come se stesse dicendo :

Se vuoi che quel sogno si avveri il più velocemente possibile, allora devi prendere il vaccino ” .

Ellul sostiene che la propaganda funziona attraverso l’alienazione e abbatte il giudizio critico e personale di una persona. Limita il campo di pensiero del propagandista in quanto gli fornisce pensieri e stereotipi già pronti (irreali).

Gli effetti della propaganda di guerra / pace utilizzata nell’assalto propagandistico COVID19 del governo del Regno Unito, concordano con la descrizione di Ellul (citando Karen Horney a pagina 168 di Propaganda: La formazione degli atteggiamenti degli uomini, edizione 1978) di come tale propaganda trasforma le persone nevrotiche o mentalmente malato. Il ciclo nevrotico come descrive Horney è uno di:

Ansia, ostilità, riduzione del rispetto di sé … ricerca del potere … rafforzamento dell’ostilità e dell’ansia … tendenza a ritirarsi di fronte alla concorrenza, accompagnata da tendenze all’auto-deprezzamento … fallimenti e sproporzione tra capacità e risultati … rafforzamento dei sentimenti di superiorità … rafforzamento delle idee grandiose … aumento della sensibilità con un’inclinazione al ritiro … aumento dell’ostilità e dell’ansia.

Il nevrotico e la vittima della propaganda COVID-19 hanno sintomi comportamentali speculari; il ciclo vittima-nemico-capro espiatorio che si sviluppa in proporzioni epiche; il bisogno straordinario di auto-giustificazione, proiezione di motivazioni ostili al mondo esterno. Il nevrotico sente che gli impulsi distruttivi non provengono da lui, ma da una minaccia nel mondo esterno.

L’impostazione di questo ciclo nella popolazione è abbastanza chiara nelle tattiche di psicologia applicata di SPI-B di SAGE. Per rendere le persone deliberatamente più paurose di quanto dovrebbero essere, per far sentire alle persone che sono in pericolo da se stesse e dagli altri, ad esempio, “Agisci come se avessi il virus”, e l’incoraggiamento della disapprovazione sociale e persino di spiare gli altri se loro stanno infrangendo le regole (ad esempio, auto-giustificazione, lotta per il potere, ostilità, sentimenti di superiorità, ecc.). Questo può essere visto chiaramente nella rabbia della maschera, nella rabbia del vaccino, nella rabbia di allontanamento sociale quando si verificano violazioni / non conformità / rifiuto di questi. Può anche essere visto nelle lamentele rabbiose delle persone su coloro che si sono riuniti per protestare contro il blocco (ad esempio, marcia anti-blocco a Londra del 24 aprile).

Ellul sottolinea che la vittima della propaganda o della psy-op pavloviana non può più giudicare da solo perché i suoi pensieri, valori e pregiudizi sono plasmati dalla propaganda. Gli sono stati dati giudizi di valore preconfezionati su se stesso, sugli altri e sulla minaccia del mondo.

Spaventosamente, ciò che l’individuo perde a causa degli effetti della propaganda e dell’alienazione, non è facile da riparare.

Una volta che il giudizio personale e le facoltà critiche sono scomparse o atrofizzate, non riappariranno al termine della propaganda. In effetti, la vittima della propaganda bramerà effettivamente un’altra narrazione per dargli una base per orientarsi verso se stesso, gli altri e il mondo; quindi, questo è il motivo per cui stanno preparando la narrativa della “crisi” climatica per diventare più prominente quando / se la narrativa del COVID-19 diminuisce.

Gli effetti durevoli della propaganda e dei meccanismi di alienazione attraverso il condizionamento pavloviano di paura, punizione, ricompensa, contraddizione (dei messaggi del governo), il ciclo del caos e della confusione si prestano alla proiezione e / o all’identificazione con un eroe o un leader e / o fusione con una massa (prospettiva psicologica).

Questo descrive perfettamente il culto di Nicola Sturgeon in Scozia; non può sbagliare nonostante le crescenti prove di incompetenza e corruzione durante e fuori dalla situazione COVID19.

Pensa anche alla fede cieca e robotica come l’obbedienza a segnalidi allontanamento sociale nei negozi dove le persone si mettono in fila e non si parlano o non si guardano l’un l’altro. Pensa alla mancanza di domande critiche tra le persone e i media mainstream quando i supermercati sono aperti e le persone possono frugare gli scaffali di un supermercato pieno, ma le biblioteche universitarie sono chiuse e / o non si possono frugare gli scaffali a causa del “rischio” di COVID19.

Come ho discusso nel ” Culto del coraggioso New Normal “, la natura simile al culto dei diktat delle regole COVID-19 e l’adesione delle masse ha tutte le caratteristiche del lavaggio del cervello.

Attraverso l’isolamento sociale tramite ordini casalinghi e l’interruzione della normale interazione umana (p. Es., Maschere per il viso, allontanamento sociale, riunioni familiari / sociali interrotte, scuola, università e lavoro online e a casa) e l’approvazione delle notizie tradizionali e l’etichettatura di notizie alternative come disinformazione (e una censura attiva di essa), le persone sono private dei loro consueti supporti.

Le persone che vivono così vivono una situazione di inferiorità, di umiliazione allo scopo (da parte dello Stato) di ricostruirle sotto una nuova veste; “The New Normal“, “Build Back Better”; proprio come una setta opera scomponendo le persone e ricostruendole in un nuovo modo di essere.

Non è un caso che questi metodi di psicologia applicata (ad esempio, salute mentale, teoria queer, crisi climatica), derivati ​​da metodi pavloviani e ideologie totalitarie, vengano utilizzati anche per prendere di mira bambini e scuole nel Regno Unito.

Questo sta accadendo da un po ‘di tempo attraverso l’inculcazione del salutismo mentale e la creazione della scuola come clinica di salute mentale, con lezioni di “Benessere” o “Resilienza”, insegnando ai bambini come patologizzare la loro mente, i pensieri, le emozioni, tutto all’interno di un alta pressione dei pari per conformare l’impostazione di gruppo / confessionale di gruppo in classe. Ne ho discusso  sulla Scottish Review .

C’è anche l’introduzione confusa e altamente inappropriata per l’età della sessualità adulta e della teoria queer (ad esempio, interrogare l’eteronormatività) nelle scuole, che di nuovo induce i bambini a essere confusi sul loro “genere” e sessualità.

Questo è un tentativo di “liberare la motilità sessuale” dei bambini, che avrà effetti a catena dannosi: una domanda e una confusione riguardo al genere, alla sessualità e al comportamento sessuale, e un’esposizione inappropriata alle idee sessuali prima che siano state raggiunte le tappe fondamentali dello sviluppo. .

Per quanto riguarda COVID-19, i bambini sono attualmente inculcati nel culto della paura. Distanziatori sociali, maschere per il viso, disinfettante per le mani, segregazione dei parchi giochi, controlli della temperatura, ecc.

Ai bambini vengono date lezioni per pensare ai rischi del COVID-19 su se stessi e sulle famiglie e persino sottoposti a programmi per bambini della BBC come Newsround per ottenere la loro dose quotidiana di allarmismo COVID19.

Alcune scuole, ad esempio Baldragon Academy a Dundee, in Scozia, hanno fatto realizzare ai loro alunni maschere per il viso da vendere al pubblico.

Inoltre, i bambini vedono che i loro genitori non sono autorizzati a entrare nei locali della scuola, i loro genitori devono indossare maschere fuori, i genitori sono invitati a non chiacchierare con gli altri genitori al ritiro da scuola e solo un genitore alla volta può entrare alla scuola per andare a prendere i loro figli.

John Taylor Gatto ha messo in guardia sull’uso delle scuole per scopi così nefandi. Ha sostenuto che la funzione della scuola pubblica è quella di “ridurre la capacità di pensare dei bambini”, per cui la mente e il comportamento del bambino vengono ricostituiti per adattarsi ai progetti degli interessi governativi o statali. Per raggiungere questi obiettivi, la scuola utilizza effettivamente l’ideologia pavloviana e la psicologia applicata per scopi di ingegneria sociale.

Il dottor Ivan Pavlov pose le basi per le operazioni sovietiche per standardizzare il pensiero e il comportamento umano – l’essenza e l’origine del flagello contemporaneo della “correttezza politica” e l’ispirazione per la campagna a lungo termine dei leninisti per sviluppare la “mente comune”. A pagina 293 di “White Nights”, il dottor Sokoloff ha riportato:

Il comunismo russo è generalmente considerato come una lotta contro il capitalismo, la cui sconfitta è il suo obiettivo principale. In realtà, naturalmente il regime sovietico, essendo una forma estrema di capitalismo di stato, non sta combattendo il capitalismo in quanto tale, ma l’industria e il commercio privati. Ma molto più importante è il fatto che il neocomunismo è un movimento diretto contro l’individualizzazione e verso la standardizzazione di tutte le attività dell’uomo. È il tentativo più lontano mai fatto in questa direzione. Con costanza e perseveranza, il regime sovietico sta guidando verso il suo obiettivo finale: il controllo del comportamento umano. Dichiara ufficialmente che l’uomo può trascendere la sua eredità e trasformare il suo ambiente e quindi raggiungere la piena uniformità di comportamento. In questo gigantesco esperimento sociale e biologico, condotto in gran parte attraverso la [cattiva] educazione di bambini e giovani,  Meccanismo (pavloviano) riflesso condizionato su larga scala. Dichiarano apertamente che questo è essenziale per il loro scopo, che attraverso tale standardizzazione si può ottenere una presa completa sui loro popoli soggiogati.

Si spera che il lettore possa apprezzare, la psy-op COVID-19 è un tentativo deliberato del governo britannico di inculcare la paura, costringere e manipolare il comportamento su larga scala.

I collegamenti con la storia, altri regimi e tattiche collaudate sono chiari. L’attacco psicologico al Regno Unito e gli effetti di esso stanno diventando più chiari: molte persone sono state danneggiate psicologicamente, si sono verificati molti suicidi e molti bambini sono stati danneggiati psicologicamente.

Adesso siamo tutti i cani di Pavlov.

DR BRUCE SCOTT

L’informazione libera e indipendente ha bisogno del tuo aiuto. Ora più che mai… Database Italia non riceve finanziamenti e si mantiene sulle sue gambe. La continua censura, blocchi delle pubblicità ad intermittenza uniti agli ultimi attacchi informatici non ci permettono di essere completamente autosufficienti.
Fai una donazione seguendo il link sicuro qui sotto
SOSTIENI DATABASE ITALIA



Segui Database Italia su Google News: Database Italia

Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

I commenti sono chiusi.