CoronavirusPolitica

APPROFONDIMENTO – L’Austria riattiva i lockdown COVID-19, questa volta per i non vaccinati

Nella giornata di domenica abbiamo pubblicato questo articolo relativo al ripristino del lockdown in Austria ma questa volta solo per i non vaccinati. Dopo la pubblicazione abbiamo ricevuto moltissimi messaggi, tra questi un numero non indifferente di critiche e di accuse nei confronti della redazione di Database Italia.

Le accuse? Essere dei “venduti” o di essere bugiardi, gatekeeper, etc.

La colpa? Nella maggior parte dei casi il cugino del fratello dell’amico del commentatore che vive in una regione vicina all’Austria nega che le restrizioni siano reali.

Non diamo mai importanza a questo genere di commenti o di messaggi ma a questo punto ci teniamo a essere più precisi e riportiamo esattamente la notizia dall’ agenzia Reuters.

Con buona pace dei cugini dei fratelli degli amici dei commentatori – (Commento dell’editore)

  • L’Austria ha uno dei tassi di vaccinazione più bassi dell’Europa occidentale
  • Il governo vuole evitare ulteriori restrizioni sui vaccinati
  • Solo in alcuni casi il terzo della popolazione (non vaccinati) può uscire di casa

VIENNA, 14 novembre (Reuters) – L’Austria metterà in isolamento milioni di persone non completamente vaccinate contro il coronavirus da lunedì per far fronte a un aumento delle infezioni a livelli record e alla crescente pressione sulle unità di terapia intensiva, lo ha comunicato domenica il governo. .

L’Austria è il primo paese europeo a ripristinare le stesse restrizioni sugli spostamenti quotidiani che si applicavano durante i blocchi nazionali prima dell’introduzione dei vaccini, sebbene questa volta colpiscano solo una minoranza della popolazione.

“Non stiamo facendo questo passo alla leggera, ma è necessario”, ha detto il cancelliere Alexander Schallenberg in una conferenza stampa annunciando la nuova misura, in base alla quale i non vaccinati possono lasciare le loro case solo per un numero limitato di motivi, come andare al lavoro o fare la spesa per l’essenziale.

Circa il 65% della popolazione austriaca è completamente vaccinata contro il COVID-19, uno dei tassi più bassi dell’Europa occidentale. Molti austriaci sono scettici sui vaccini, una visione incoraggiata dal Partito della Libertà, il terzo più grande in parlamento.

Le misure di lunedì estenderanno quelle introdotte una settimana fa che hanno bandito i non vaccinati da luoghi come ristoranti, hotel, teatri e impianti di risalita. Per saperne di più

Mentre i Paesi Bassi stanno affrontando l’aumento dei casi imponendo un blocco parziale che si applica a tutti, il governo austriaco guidato dai conservatori vuole evitare di imporre ulteriori restrizioni a coloro che sono completamente vaccinati. Per saperne di più

“In realtà abbiamo detto a un terzo della popolazione: non lascerai più il tuo appartamento per determinati motivi. Si tratta di una massiccia riduzione dei contatti tra vaccinati e non vaccinati”, ha detto Schallenberg.

In Germania, il governo federale e i leader dei 16 stati tedeschi si incontreranno la prossima settimana per discutere le misure di inasprimento. La Germania ha già classificato l’Austria come area ad alto rischio, il che significa che le persone che arrivano da lì devono andare in quarantena, un duro colpo per l’industria del turismo invernale austriaco. Per saperne di più

Di recente sono state introdotte misure mirate in Australia, dove l’83% delle persone di età pari o superiore a 16 anni è stato completamente inoculato. Alcuni stati hanno imposto vaccinazioni per alcune occupazioni e hanno vietato ai non vaccinati di svolgere attività come cenare fuori, o partecipare a manifestazioni.

Singapore, dove l’85% della popolazione è stata completamente vaccinata, ha affermato che coloro che sono rimasti non vaccinati per scelta dovranno pagare le spese mediche dal prossimo mese. Per saperne di più

Il blocco dell’Austria, che non si applica ai minori di 12 anni o alle persone che si sono recentemente riprese dal COVID-19, durerà inizialmente 10 giorni, ha affermato il ministro della Sanità Wolfgang Mueckstein.

CONTROLLI DI POLIZIA, MULTE RIGOROSE

Molti funzionari, anche all’interno del partito conservatore di Schallenberg e della polizia, hanno espresso dubbi che questo blocco possa essere applicato correttamente poiché si applica solo a una parte della popolazione.

Il ministro dell’Interno Karl Nehammer ha affermato che ci saranno controlli di polizia approfonditi e multe fino a 1.450 euro ($ 1.660) per violazioni, e tutte le interazioni con la polizia includeranno il controllo dello stato di vaccinazione delle persone.

“Da domani, ogni cittadino, ogni persona che vive in Austria deve essere consapevole che può essere controllato dalla polizia”, ​​ha detto Nehammer alla conferenza stampa.

Mostrare un pass COVID ufficiale che dimostri che sei stato vaccinato, guarito da COVID-19 o testato di recente è stato richiesto per mesi in vari luoghi tra cui ristoranti, teatri, bar e parrucchieri.

Tali permessi continuano ad essere richiesti in quei luoghi;  Da lunedì i negozi non essenziali, dove non sono richiesti tali pass, saranno vietati ai non vaccinati, ma gli unici controlli saranno controlli a campione da parte della polizia, ha detto Nehammer.

FONTE

Davide Donateo

Fondatore e Direttore Responsabile di Database Italia.
5 1 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Paolo

Siamo alla follia e purtroppo la sensazioni è che peggiorerà sempre di più se non si prendono provvedimenti seri!

Izabela

Si sapeva che dovevano inventare ancora qualche cosa per spaventare la gente. Ma questa oppressione fa ammalare le persone, e questo che vogliono? Che tristezza. E un film di fantascenza🤕

Back to top button

Database Italia ha bisogno di te!

Database Italia è finanziato da te, per te. Questo significa  che
ci affidiamo al tuo supporto. Se ti piace
quello che facciamo puoi scegliere di effettuare una sottoscrizione per evitare di visualizzare pubblicità durante la lettura degli articoli.
In alternativa puoi effettuare una donazione tramite debit card o carta di credito.

Le donazioni non sono obbligatorie. Puoi continuare tranquillamente la lettura chiudendo questo popup.

ABBONATI! Con un piccolo contributo di 3 € al mese potrai leggere tutti gli articoli senza fastidiose pubblicità.

Adblock Detected

Caro Utente, stai utilizzando AdBlock... e ti capiamo! Anche noi lo usiamo. Ma il nostro sito ha bisogno di queste pubblicità per rimanere in vita. Disattiva Ad-Block oppure sottoscrivi un Abbonamento a Database Italia a soli 3€ al mese per rimuovere tutte le pubblicità!