Quantcast
Database Italia

Arendt Hannah nel 1973: “Le origini del Totalitarismo”

“È stato spesso osservato che il terrore può governare in modo assoluto solo su uomini isolati gli uni contro gli altri e che, quindi, una delle principali preoccupazioni di ogni governo tirannico è creare questo isolamento.

L’isolamento può essere l’inizio del terrore; è certamente il suo terreno più fertile; è sempre il suo risultato. Questo isolamento è, per così dire, pretotalitario; il suo segno distintivo è l’impotenza in quanto il potere proviene sempre da uomini che agiscono insieme, “agendo di concerto”; gli uomini isolati sono impotenti per definizione. L’isolamento e l’impotenza, cioè la fondamentale incapacità di agire, sono sempre stati caratteristici delle tirannie.
I contatti politici tra uomini sono interrotti nel governo tirannico e le capacità umane di azione e potere sono frustrate. Ma non tutti i contatti tra gli uomini vengono interrotti e non tutte le capacità umane vengono distrutte. L’intera sfera della vita privata con le capacità di esperienza, fabbricazione e pensiero viene lasciata intatta. Sappiamo che la fascia di ferro del terrore totale non lascia spazio a tale vita privata e che l’auto-coercizione della logica totalitaria distrugge la capacità di esperienza e di pensiero dell’uomo altrettanto certamente della sua capacità di azione.


Ciò che chiamiamo isolamento nella sfera politica, si chiama solitudine nella sfera del rapporto sociale. L’isolamento e la solitudine non sono la stessa cosa. Posso essere isolato – cioè in una situazione in cui non posso agire, perché non c’è nessuno che agirà con me – senza essere solo; e posso essere solo – cioè in una situazione in cui io come persona mi sento abbandonato da ogni compagnia umana – senza essere isolato.
L’isolamento è quell’impasse in cui gli uomini sono spinti quando la sfera politica della loro vita, dove agiscono insieme nel perseguimento di una preoccupazione comune, viene distrutta “.



Segui Database Italia su Google News: Database Italia

Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

I commenti sono chiusi.

Ti è piaciuto questo articolo?

Continua a seguirci sui nostri social per restare sempre aggiornato!