Quantcast
Database Italia

ASTRAZENECA AVVERTE: PLAUSIBILE SVILUPPO MALATTIA AUTOIMMUNE


Rettifica: Questo articolo inizialmente attribuiva in maniera errata ad AstraZeneca delle percentuali variabili tra l’1% e il 10% di Trombocitopenia tra le possibili reazioni avverse al vaccino Covid-19. Tali percentuali sono in realtà una deduzione del  Dr. Christian Steidl. AstraZeneca ci tiene a precisare, in una e-mail chiarificatrice: “Secondo le analisi condotte dalle Autorità regolatorie europee, un’associazione tra le vaccinazioni con Vaxzevria e il verificarsi di trombosi in combinazione con la trombocitopenia è stata considerata al momento solo plausibile, ma sono ancora in corso ulteriori studi e la raccolta di dati per determinare la situazione di rischio, come anche indicato nella lettera.”

Una lettera della Red Hand inviata da AstraZeneca avverte che la vaccinazione potrebbe portare a trombocitopenia indotta dal sistema immunitario.

Con la trombocitopenia, non ci sono abbastanza piastrine nel sangue. La coagulazione del sangue è influenzata e vi è un aumento del sanguinamento e della trombosi nel corpo, che può essere pericoloso per la vita se, ad esempio, il cervello ne viene colpito. La vaccinazione con AstraZeneca potrebbe provocare trombocitopenia immuno-indotta, il che significa che le piastrine vengono distrutte dagli anticorpi. La lettera di AstraZeneca afferma:

Secondo le informazioni degli esperti, si può presumere che un disturbo simile alla trombocitopenia atipica indotta da eparina (aHIT) sia l’ipotesi più plausibile, date le somiglianze nel profilo sierologico nonché nei sintomi clinici e decorso nei pazienti affetti. Si ritiene probabile che la sindrome, che assomiglia a un HIT, sia innescata da un autoanticorpo con un’elevata affinità di legame per PF4 [fattore piastrinico 4]. Si ritiene che l’anticorpo possa alterare la struttura di PF4, in modo simile a quanto è stato dimostrato per aHIT. È stato anche riscontrato che sono stati osservati titoli elevati di anticorpi anti-PF4 in tutti i pazienti il ​​cui siero è stato analizzato, il che supporta questa ipotesi.

I meccanismi descritti da AstraZeneca sono già stati dimostrati dagli scienziati dell’Università di Greifswald .

Sugli esiti di questo studio, AstraZeneca ci tiene a farci sapere che:

Il vaccino è prodotto secondo i più elevati standard possibili e ogni lotto è sottoposto a più di 40 diversi test di controllo qualità. Tutto il materiale cellulare utilizzato nella produzione del vaccino viene rimosso durante il processo di produzione attraverso diverse fasi di filtrazione. Questi includono la normale filtrazione a flusso in cui la coltura viene fatta passare attraverso una serie di membrane contenenti filtri di diverse misure per filtrare le diverse dimensioni dei detriti cellulari e prodotti di scarto, consentendo la rimozione di qualsiasi altro materiale. Test come la cromatografia liquida ad alta pressione (HPLC) vengono poi utilizzati per valutare la purezza e per confermare la rimozione di tutto il materiale cellulare.
L’EDTA è utilizzato in molti medicinali e in diversi vaccini, oltre ad essere un conservante alimentare. I livelli di EDTA trovati nel vaccino sono conformi alle linee guida per l’uso di tali eccipienti.
AstraZeneca lavora secondo i più elevati standard possibili per garantire l’alta qualità di tutti i prodotti, incluso il vaccino.

Tutti possono essere colpiti

Related Posts

FACT CHECK: TUTTI I VACCINI COVID SONO SPERIMENTALI. ANCHE…

“VACCINO ASTRAZENECA CORRELATO A TROMBOSI”. L’EMA rinnega…

VACCINO SOSPESO PER GLI UNDER 60 IN CANADA E GERMANIA.…

Anticorpi PF4 fortemente elevati sono rilevabili in tutti i soggetti vaccinati con sintomi di trombocitopenia. Il biochimico Dr. Christian Steidl osserva tuttavia che i vaccinati senza sintomi non sono stati esaminati.

Il rischio per le persone vaccinate può aumentare costantemente

Sottolinea inoltre che le malattie autoimmuni peggiorano di anno in anno e quindi il rischio che la trombocitopenia rappresenta per le persone colpite potrebbe aumentare costantemente: “Forse chi sorride oggi perché ha” tollerato bene la vaccinazione “, avrà mal di testa il prossimo anno e una vena sinusale fatale e trombosi l’anno dopo il prossimo. ” In generale, le reazioni autoimmuni possono improvvisamente perdere il controllo a causa di vari stimoli.

Chi ne è colpito potrebbe, secondo il Dr. Secondo Steidl, avere bisogno di essere trattato con farmaci immunosoppressori. Se si utilizzano inibitori del TNF-alfa, ad esempio, ciò significherebbe costi annuali di oltre 15.000 euro per paziente.

AstraZeneca promette ulteriori studi

L’unica risposta di AstraZeneca a questi risultati finora è stata l’aggiornamento delle informazioni sul prodotto di Vaxzevria. Inoltre, devono essere effettuati ulteriori studi per “definire l’esatta entità del rischio”. Non si parla ancora di divieti di vaccinazione, ad eccezione di alcuni paesi scandinavi . Qualche giorno fa in Norvegia è stato dichiarato che il potenziale danno supera il beneficio. Tuttavia, non si sapeva nulla dell’avvertimento di AstraZeneca.

Bhakdi aveva previsto dei rischi

Il problema non si limita al vaccino AstraZeneca, ma si verifica anche con gli altri vaccini. Il professor Sucharit Bhakdi aveva messo in guardia contro questi meccanismi mesi fa .

L’informazione libera e indipendente ha bisogno del tuo aiuto. Ora più che mai… Database Italia non riceve finanziamenti e si mantiene sulle sue gambe. La continua censura, blocchi delle pubblicità ad intermittenza uniti agli ultimi attacchi informatici non ci permettono di essere completamente autosufficienti.
SOSTIENI DATABASE ITALIA



Segui Database Italia su Google News: Database Italia

Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

3.4 5 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments