Database Italia

AstraZeneca di Bill Gates utilizzerà l’IA per produrre farmaci grazie al nuovo computer di Nvidia da 50 MLN di dollari

La società tecnologica californiana Nvidia sta investendo 40 milioni di sterline (51,7 milioni di dollari) per costruire uno dei supercomputer più potenti al mondo e AstraZeneca e GSK saranno tra i primi a utilizzarlo.

La macchina, denominata Cambridge-1, fa parte del piano generale di Nvidia per aprire un “centro di eccellenza” nell’hub tecnologico europeo. Il computer comprenderà più di 400 petaflop di prestazioni di intelligenza artificiale, che potrebbero essere utilizzati per semplificare la scoperta di farmaci, ha affermato il CEO Jensen Huang. Un petaflop misura la velocità di elaborazione di un computer.
“Penso che possiamo essere tutti d’accordo sul fatto che siamo in un momento senza precedenti nell’assistenza sanitaria”, ha detto Kimberly Powell, VP e direttore generale dell’assistenza sanitaria di Nvidia, durante una teleconferenza lunedì pomeriggio. I ricercatori stanno gareggiando contro la pandemia globale, ha aggiunto. Inoltre, gli scienziati stanno generando più dati biomedici che mai.
“Questa è una tempesta perfetta per catalizzare l’uso dell’IA nella scoperta di farmaci”, ha detto Powell.

Il CSO di GSK e il presidente della ricerca e sviluppo Hal Barron hanno descritto l’AI come un “nuovo microscopio che aiuterà gli scienziati a vedere cose che altrimenti non potrebbero vedere”.
Si prevede che Cambridge-1 prenderà vita entro la fine dell’anno. Nvidia afferma che la macchina sarà la più veloce del Regno Unito, alimentata da 80 sistemi collegati da una rete.
Il supercomputer sarà disponibile per gli accademici e le comunità di startup grazie alla collaborazione con Nvidia, ha affermato Powell. Anche i ricercatori del Guy’s and St Thomas ‘NHS Foundation Trust, del King’s College di Londra e di Oxford Nanopore Technologies avranno accesso alla macchina, che secondo Huang potrebbe aiutare ad affrontare le sfide portate dalla pandemia.

Secondo Nvidia, Cambridge-1 si collocherebbe al 29 ° posto nell’elenco Top500 dei supercomputer più potenti al mondo e diventerebbe il terzo supercomputer più efficienti dal punto di vista energetico.
“L’uso di big data, supercomputer e intelligenza artificiale hanno il potenziale per trasformare la ricerca e lo sviluppo; dall’identificazione del target alla ricerca clinica e fino al lancio di nuovi farmaci “, ha dichiarato James Weatherall, capo della scienza dei dati e AI di AstraZeneca.

L’anno scorso, AstraZeneca ha stretto un accordo con BenevolentAI per collaborare a nuovi farmaci per la malattia renale cronica e la fibrosi polmonare idiopatica. “La grande quantità di dati a disposizione dei ricercatori sta crescendo in modo esponenziale ogni anno”, ha affermato Mene Pangalos, leader di ricerca e sviluppo di AstraZeneca.

Anche altre biotecnologie si stanno rivolgendo all’IA, che secondo gli scienziati potrebbe accelerare lo sviluppo analizzando centinaia di geni contemporaneamente o esaminando rapidamente miliardi di molecole.
Il mese scorso, GSK ha stabilito piani per incrementare le operazioni globali di IA, con una base di ricerca da 10 milioni di sterline (oltre 13 milioni di dollari) a Kings Cross, Londra. L’hotspot AI ospita anche DeepMind di Google e gli istituti di ricerca Francis Crick e Alan Turing.
“GSK si concentra sulla ricerca di medicinali e vaccini migliori, non solo di prodotti migliori, ma anche di trovarli in modi migliori, quindi stiamo usando la genomica funzionale, la genetica umana, l’intelligenza artificiale e l’apprendimento automatico”, ha annunciato la società.

Oltre a costruire Cambridge-1, Nvidia ha comunicato l’inizio di una collaborazione con GSK nel suo laboratorio di Londra per “ricostruire la prossima generazione del processo di scoperta di farmaci” e accelerare il tempo per nuove terapie, ha detto Powell.

Può interessarti anche:



Segui Database Italia su Google News: Database Italia

Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

I commenti sono chiusi.