Home Bersaglio Mobile ATTACCHI 11 SETTEMBRE: DESECRETATA MEMORIA FBI, SOSPETTI SUI SAUDITI. Ma Silenzio su...

ATTACCHI 11 SETTEMBRE: DESECRETATA MEMORIA FBI, SOSPETTI SUI SAUDITI. Ma Silenzio su Israele e Coperture CIA

5

di Fabio Giuseppe Carlo Carisio

ENGLISH VERSION HERE

Fonte originale: articolo di Gospa News

Alcune settimane fa abbiamo pubblicato un’inchiesta in cui non solo veniva ribadito il presunto ruolo del Regno di Arabia Saudita nell’attentato dell’11 settembre al World Trade Center, come sostenuto già da alcuni anni dal Senior Editor di Veterans Today Gordon Duff nel suo reportage “The Secret History of 9/11”, ma anche una probabile connessione con l’omicidio del giornalista del Washington Post, Jamal Khashoggi.

Oggi dagli Usa arriva la conferma che la pista saudita è assolutamente fondata. A portare nuovi indizi a tale tesi è un documento desecretato dal Federal Bureau of Investigation su ordine del presidente Joseph Biden come promesso ai familiari delle 2996 vittime rimaste uccise nel crollo delle Twin Towers.

E sono proprio loro a ribadire che a questo punto ogni dubbio sul coinvolgimento dell’intelligence saudita viene cancellato. Perciò anche l’ipotesi che Khashoggi sia stato ucciso nel Consolato Saudita di Istanbul perché sapeva troppo sui registi dell’11 settembre viene ulteriormente accreditata.

Tutto ciò contribuisce sicuramente a fare un po’ di luce sulla verità ma lascia aperti altri interrogativi grossi almeno quanto la voragine del Ground Zero.

Se ci sono voluti 20 anni per confermare l’ipotetico coinvolgimento dei Sauditi negli attacchi aerei del 2001 quanto ci vorrà perché venga a galla anche il coinvolgimento degli israeliani, ben evidenziato sempre dall’inchiesta di Gordon Duff?

Quanto ci vorrà perché la tesi degli aerei killer sia affiancata da quella degli ordigni esplosivi, nucleari secondo l’inchiesta di Veterans Today, piazzati alle basi delle torri e del World Trade Center Building 7, quello misteriosamente crollato con fantasiose motivazioni che fanno ridere, per non piangere, ingegneri ed architetti?

Ma non è tutto. Il documento dell’FBI, come ben spiegato dall’articolo di Russia Today che riportiamo qui sotto, fa riferimento alle relazioni dei sauditi con i due dirottatori del volo 777 dell’America Airlines, Nawaf al-Hazmi and Khalid al-Mihdhar.

Proprio di loro abbiamo parlato nella nostra ultima inchiesta che ha messo in luce le informazioni occultate dalla Central Intelligence Agency agli agenti dell’anti-terrorismo dell’FBI guidati dall’esperto John O’Neill, morto proprio nell’attentato alle torri perché diventato pochi giorni prima dell’attacco responsabile della sicurezza del WTC. (continua a leggere)

L’ARTICOLO COMPLETO PROSEGUE SU GOSPA NEWS

Previous articleNO PAURA DAY: LA SFIDA DELL’INTELLIGENZA ALLA PROTERVIA DI STATO. “Pandemia manipolata come l’11 Settembre”.
Next articlePERCHÉ VOGLIONO VACCINARE TUTTI?
Fabio Giuseppe Carlo Carisio, classe 1967, è giornalista pubblicista dal 1991. Ha diretto vari giornali locali piemontesi ed è stato corrispondente per i quotidiani Il Giornale e Libero. Nel 2018 ha fondato il webmedia di informazione giornalistica cristiana Gospa News. Dal 2019 è autore sul sito americano di gepolitica ed intelligence militare Veterans Today. Le sue investigazioni internazionali sono state pubblicate su Reseau International, Sputnik Italia, Maurizio Blondet e altri portali di contro-informazione. Alcune inchieste sono state tradotte in varie lingue e pubblicate su siti cinesi, russi, bulgari, mediorientali e latino americani. https://gospanews.net
0 0 votes
Article Rating
5 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Giovanni

E molto importante chiedere e investigare, se non l’hanno fatto ancora le agenzie di legge…… . Se ci sono stati due collegamenti sauditi basta investigare i famigliari di questi due collegamenti sauditi… cioe di conti correnti e di proprieta di loro dagli anni 1999-2002 e cosi via. Se ci sono stati dei profitti da transazzioni finanziarie e beni mobili e semplice solvere la questione……

paolo

Ah…che lavoro per mettere un file al 90% oscurato e con dei nomi di cui nessuna sa nulla. Questo sarebbe l’affidabile Biden e di tutta la sua ciurmaglia?

il ficcanaso

Chiaramente da quando i sauditi hanno fatto pulizia in casa e hanno allontanato i rami marci che erano accoppiati con il Deep State, ora diventano nemici e si possono esporre, invece, israele e CIA sono ancora sotto egemonia DS, non trapela nulla. Ecco la nuova testa di ponte per il DS in medio oriente…i sauditi..chissà cosa si inventeranno adesso…