Quantcast
Database Italia

Bill Gates rivela la sua strategia per convincere Donald Trump sui vaccini

Bill Gates è ossessionato dai vaccini.

La sua fondazione ha combattuto a lungo per eradicare la poliomielite e recentemente ha promesso 12 milioni di dollari per aiutare a sviluppare un vaccino antinfluenzale universale . Forse il suo risultato più grande, é quello di essere riuscito ad attirare le attenzioni del più potente del mondo sulla salute pubblica: Donald Trump.

Un vaccino antinfluenzale potrebbe arricchire i produttori di farmaci statunitensi ma il presidente degli Stati Uniti è sempre stato scettico sui vaccini . All’inizio della sua amministrazione, Trump ha promesso di creare una commissione sulla sicurezza dei vaccini per esaminare qualsiasi potenziale legame con l’autismo e ha suggerito al crociato anti-vaccino Robert Kennedy di guidarlo.

Ciò non ha impedito a Gates, che ha incontrato Trump il mese scorso nello Studio Ovale, di lanciare un’offensiva di fascino. Secondo la sua intervista con STAT , i due sono riusciti ad avere “la più lunga conversazione sul vaccino antinfluenzale universale che il presidente abbia mai avuto”.

Un approccio “America first” per risolvere un problema globale

Anticipando le prospettive di Trump “America First”, Gates ha presentato il vaccino in termini di interesse degli Stati Uniti: “Non importa quale sia il tuo quadro, anche se i benefici umani al di fuori del paese contano zero, fermare le pandemie è una cosa intelligente”, ha raccontato Gates spiegando al presidente. “Anche in un contesto totalmente nazionalistico, non vuoi che molti americani muoiano di influenza, vaiolo o qualche nuovo agente patogeno”.

Adulazione, poi il vaccino antinfluenzale universale

Per coinvolgere Trump, Gates lo ha anche adulato direttamente. Ha detto a STAT che ha chiesto al presidente degli Stati Uniti: “Non ti piacerebbe che il vaccino antinfluenzale universale fosse qualcosa che è stato davvero avviato e stimolato da te?”

Trump era “super interessato”, dice Gates, e ha chiamato il commissario della Food and Drug Administration (FDA) Scott Gottlieb in vivavoce durante la riunione per saperne di più sul vaccino antinfluenzale universale.

Gates osserva che la strategia per conquistare Trump richiederà “una varietà di voci che tornano da lui e dicono: Ehi, potresti aver sentito parlare di questo argomento, ecco un piano che è concreto e che si adatta alle risorse che abbiamo”, ha detto a STAT. “Quindi l’oggetto dell’azione spetta a me o alla comunità a cui interessano queste cose parlare con i funzionari federali, sia della difesa che della non difesa”, ha aggiunto Gates, accennando all’inclinazione di Trump a dare la priorità ai consigli di assistenti e funzionari stretti.

Evita un’offerta di lavoro come consulente scientifico della Casa Bianca

Per oltre un anno, il governo degli Stati Uniti non ha avuto un consulente scientifico a guidare l’Ufficio per la politica della scienza e della tecnologia, ed è stato infatti lasciato a occuparsi della più recente epidemia di influenza mortale sotto la guida ad interim di Michael Kratsios , il giovane ex vice assistente dell’ufficio. Il suo presunto capofila per il posto è  David Gelernter .

Gates ha sollevato la preoccupazione della comunità scientifica nei confronti di Trump, dicendo: “Ho detto: ‘Ehi, forse dovremmo avere un consulente scientifico'”.

Secondo quanto riferito, Trump ha risposto invitando lo stesso magnate della tecnologia a essere il prossimo consigliere scientifico della Casa Bianca. Gates ha rifiutato, dicendo che il posto “non sarebbe stato un buon uso del mio tempo”.

“Non so se fosse una cosa seria o no”.



Segui Database Italia su Google News: Database Italia

Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

I commenti sono chiusi.