Database Italia

Brasile, Il governatore di San Paolo promette vaccini obbligatori, Bolsonaro lo frena: “Sarà una libera scelta”

Il capo dello stato più popoloso del Brasile ha promesso che la vaccinazione per Covid-19 sarà obbligatoria per i suoi residenti. La dichiarazione ha portato rapidamente a uno scontro con il presidente del paese.

Il governatore di San Paolo Joao Doria ha detto ai giornalisti che l’immunizzazione inizierà una volta che il vaccino sarà autorizzato dall’Agenzia nazionale di sorveglianza sanitaria (ANVISA).

“A San Paolo sarà obbligatorio, ad eccezione di quelli con una dispensa medica e un certificato che attesti che non possono prendere il vaccino” , ha detto Doria, spiegando che lo Stato adotterà le norme necessarie per la misura.

I media locali hanno riferito che il governo di San Paolo spera che il vaccino cinese CoronaVac sia approvato dal regolatore in tempo per iniziare la vaccinazione del personale medico a dicembre. Le prove dovrebbero essere completate questo fine settimana, con i risultati pronti lunedì.

Reagendo ai commenti di Doria, il presidente Jair Bolsonaro ha scritto sui social media che il ministero della Salute provvederà alla vaccinazione “senza renderla obbligatoria”, citando due leggi che affermano che sia compito del governo federale determinare se rendere la vaccinazione obbligatoria.

Bolsonaro, che si è ripreso dal Covid-19 a luglio, in precedenza aveva affermato che “nessuno può obbligare le persone a farsi vaccinare”. I critici lo hanno accusato di minimizzare l’entità della pandemia, con Doria che mette in guardia il presidente contro la “politicizzazione” del vaccino.



Segui Database Italia su Google News: Database Italia

Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

I commenti sono chiusi.