CoronavirusDeep StateEight O’Clock in the MorningSalute

Caccia all’uomo in Australia. Tre adolescenti Covid-negativi fuggono da campo di quarantena

Tre adolescenti sono fuggiti dal campo di quarantena di Howard Springs nel Territorio del Nord dell’Australia alle 4:30 di mercoledì mattina arrampicandosi sulle recinzioni intorno alla struttura. La polizia del Territorio del Nord ha immediatamente lanciato una massiccia caccia all’uomo, predisponendo posti di blocco su tutte le strade in uscita dall’area.

I tre ragazzi di 15, 16 e 17 anni, provengono da una comunità aborigena chiamata Binjari sono stati collocati nel campo dopo essere stati contrassegnati come contatti stretti di casi positivi al “COVID” nella zona. Tutti e tre erano risultati negativi al Covid il giorno prima della fuga, ma la polizia era ancora determinata a trovarli.

Apparentemente i tre ragazzi hanno programmato la loro fuga aspettando che passassero le pattuglie di guardia prima di scavalcare la recinzione e attraversare la strada di contenimento fuori dalla struttura. Tuttavia, sono stati monitorati dalle telecamere a circuito chiuso e le descrizioni sono state immediatamente inviate agli agenti che hanno allertato il pubblico.

Agenti mascherati hanno fermato i cittadini ai posti di blocco e hanno perquisito i loro veicoli alla ricerca degli adolescenti in fuga che alla fine sono stati catturati e arrestati.

Il commissario di polizia del Territorio del Nord Jamie Chalker ha suggerito che il motivo alla base della fuga fosse “l’isolamento”. Ha detto: “Mi affretterei ad aggiungere che la realtà è che si tratta di giovani, che si spostano da comunità remote dove il sovraffollamento è molto presente all’essere collocati in una stanza singola e all’isolamento che possono provare”.

Potrebbe interessarti: Governo australiano: faremo in modo che i non vaccinati facciano una vita”misera” e siano”soli” per tutta la vita. Video

Tuttavia, i ragazzi “alla fine affronteranno una sanzione” per il loro comportamento poiché la violazione della quarantena comporta una multa di $ 5000. Chalker ha affermato che statisticamente sono stati rilevati “livelli schiaccianti di conformità”. Ora potrebbero dover rimanere in quarantena ancora  più a lungo. 

Il primo ministro del Territorio del Nord,  Michael Gunner  , ha dichiarato: “La fuga da Howard Springs non è solo pericoloso, è incredibilmente stupido. Perché ti prenderemo e ci saranno conseguenze”.

Possiamo fermarci un secondo e ricordare a noi stessi che questi giovani ragazzi non sono criminali, ma sono stati messi in isolamento, non sono malati, non sono nemmeno “positivi al COVID-19” ma la loro fuga ha giustificato una massiccia caccia all’uomo televisiva in tutto il mondo ?

Australia, polizia interroga i cittadini sui post sui social media a sostegno delle proteste contro i lockdown. VIDEO

Abbiamo già riferito  della spaventosa violazione dei diritti umani che si stava verificando a Binjari, agli indigeni australiani il 22 novembre quando dopo essere risultati positivi al COVID con un test che non distingue un virus, l’esercito australiano ha iniziato a trasferire i contatti dei Casi COVID-Positivi, ai campi di quarantena.

Poi abbiamo riferito due giorni dopo che un gruppo di indigeni australiani ha fatto una richiesta di aiuto internazionale a causa della forza del governo del Territorio del Nord che vaccinava le persone nella comunità. Secondo il loro rappresentante David, il governo starebbe “usando l’esercito, l’esercito straniero, gli ufficiali di polizia stranieri, l’esercito locale e gli ufficiali di polizia locale per fare pressione sul nostro popolo affinché prenda questa arma biologica”.

David ha detto: “Non stanno informando la gente, li stanno mettendo in fila”. Stanno dicendo loro che non possono mangiare nei ristoranti, non possono mangiare nella comunità, non possono mangiare altrove. Coloro che fuggono per procurarsi cibo vengono multati di $ 5.000 per aver lasciato la comunità. Questa è la legge marziale, questo è un crimine di guerra, questo è un crimine contro l’umanità, e tutti i crimini contro l’umanità sono stati praticati sui popoli tribali di questo continente.

Anche se sembrerebbe che i poteri forti stiano insinuando che tutti gli interventi sono ben accetti. Il mese scorso il primo ministro Gunner ha dichiarato ai cittadini del Territorio del Nord  : “Siamo grati per il supporto di circa 20 membri del personale dell’ADF, così come i camion dell’esercito per assistere con il trasferimento di casi positivi e stretti contatti – e per sostenere le comunità”.

Tuttavia, non sembra essere così, poiché l’   Australia ha bisogno del nostro aiuto  e “l’Australia non è più la terra dei giovani e liberi. Ora è una terra di divisione, ricatto, coercizione, discriminazione e apartheid medico”  Continuando con “Una terra dove movimento, parola, religione e opinione non sono più libere. Protestare è illegale, la polizia deve applicare politiche corrotte per mantenere il proprio posto di lavoro. La polizia spara alle spalle dei manifestanti mentre scappano”.

C’è qualcosa di così terribilmente sbagliato che sta accadendo e se permettiamo che questo livello di tirannia accada in Australia, lo permetteremo ancora quando sarà alle nostre porte?

FONTE

Articoli correlati

Back to top button

Adblock Detected

Caro Utente, stai utilizzando AdBlock... e ti capiamo! Anche noi lo usiamo. Ma il nostro sito ha bisogno di queste pubblicità per rimanere in vita. Disattiva Ad-Block oppure sottoscrivi un Abbonamento a Database Italia a soli 3€ al mese per rimuovere tutte le pubblicità!