Bersaglio MobileCoronavirusDeep State

CACCIA AI NO VAX. In Italia Poliziotti e Medici nel Mirino. In Austria Vigilantes per Stanare chi non si Vaccina

«Ogni mattina in Italia un poliziotto si sveglia e sa che dovrà correre più veloce della pattuglia che lo insegue. Ogni mattina in Italia due poliziotti di pattuglia si svegliano perché sanno che dovranno correre più veloci del poliziotto non vaccinato al quale devono notificare la diffida».

Con una «nota goliardica» nel sarcastico riferimento al famoso proverbio africano sul leone e la gazzella, allegoria della legge della Savana, Sergio Scalzo, segretario nazionale del COSAP (Coordinamento Sindacale Appartenenti Polizia), ha segnalato al Capo della Polizia l’inizio della “caccia al poliziotto”.

Nel mentre agenzie e giornali di mainstream danno grande risalto ai blitz dei Carabinieri dei NAS contro i medici No Vax che hanno continuato ad esercitare ignorando l’obbligo di vaccinazione antiCovid.

Nell’Italia dove la mafia, dal Sud al Nord, spadroneggia in quartieri difficilmente accessibili alle stesse forze dell’ordine e gli immigrati irregolari dei Clubs nigeriani spacciano, picchiano e stuprano ogni volta che ne hanno occasione, grazie al governo di Mario Draghi i tutori dell’ordine sono impegnati primariamente a reprimere i loro colleghi o gli operatori sanitari che in virtù dell’articolo 32 della Costituzione rifiutano di diventare cavie di sieri genici sperimentali.

«Sembrerebbe che molti operatori di Polizia che usufruivano di congedo ordinario siano stati addirittura inseguiti dai loro stessi colleghi d’ufficio manco fossero dei pericolosi pregiudicati» aggiunge Scalzo nella sua allarmante missiva.

Ma ciò appare persino nulla al confronto di quanto sta avvenendo in una città dell’Austria dove le autorità stanno reclutando dei “vigilantes” appositamente per stanare i cittadini non vaccinati quando dal primo febbraio scatterà l’obbligo di vaccinazione per tutta la popolazione, con multe salatissime e persino il rischio di alcune settimane di carcere. Vediamo nel dettaglio le tre differenti questioni.

LA CACCIA AL POLIZIOTTO SEGNALATA DAL COSAP

«Ai sensi del Decreto-legge 26 novembre 2021 n° 172, che ha introdotto nel testo del decreto-legge 1°aprile 2021, n° 44, convertito con modificazioni dalla legge 28 maggio 2021 n° 76, l’art 4 –ter, dal 15 cm l’obbligo vaccinale per la prevenzione dell’infezione da SAR COV 2 è stato esteso a tutto il personale del Comparto sicurezza, difesa e soccorso pubblico» scrive il segretario generale del COSAP.

«Nella circolare “de qua”, ci si sofferma sulla disciplina concernente la verifica dell’adempimento dell’obbligo vaccinale, individuando tra i responsabili delle strutture, il personale deputato ad assicurare il rispetto di tale obbligo ai sensi del comma 3 dell’Art 4-ter.  Al riguardo giova sottolineare l’increscioso e mortificante teatrino in cui il poliziotto corre il rischio di esserne protagonista» aggiunge il sindacalista Scalzo che ha in precedenza segnalato “vessazioni psicologiche” agli agenti per costringerli a vaccinarsi.

«Dal 15 c.m. sono giunte numerose segnalazioni a questa Segreteria Nazionale COSAP che delineano una sorta di “caccia al poliziotto”; una moltitudine di colleghi sembrerebbe essere stata sottoposta a forzature da altri appartenenti al medesimo ufficio/reparto. Addirittura qualcuno adombra l’idea di pedinamenti, appostamenti ed incursioni serali domiciliari, per non parlare delle numerose telefonate improprie tese a calcare la mano sulla sottoposizione alla pratica vaccinale. Se quanto sopra corrispondesse al vero tutto ciò sarebbe indecente ed inaccettabile!».

Pertanto il sindacato dei poliziotti invita il Capo della Polizia  a rammentare «con cortese urgenza, agli Uffici periferici l’adeguato e calibrato utilizzo degli strumenti appositamente previsti per la notifica degli atti».

I BLITZ DEI CARABINIERI NEGLI STUDI MEDICI

Da novembre ad oggi i carabinieri dei Nas hanno scoperto 308 medici e operatori sanitari non vaccinati irregolarmente al lavoro. Durante i servizi di controllo, i militari hanno monitorato 6.600 posizioni.

Deferiti alle procure 135 tra medici, odontoiatri, farmacisti, infermieri e altre figure ritenute responsabili di esercizio abusivo della professione per aver proseguito lo svolgimento delle proprie attività nonostante fossero oggetto di provvedimenti di sospensione. Eseguite anche chiusure e sequestri di 6 studi medici e dentistici nonché di 2 farmacie, al cui interno svolgevano l’attività professionisti già sospesi.

Durante l’attività investigativa, i carabinieri hanno sequestrato anche farmaci e dispositivi medici fraudolentemente utilizzati nel corso di attività e pratiche mediche da parte di soggetti non aventi titolo alla loro detenzione ed impiego. Il lavoro dei Nas proseguirà con ulteriori servizi di controllo sull’osservanza delle varie tipologie di Green pass ed il rispetto degli obblighi vaccinali.

Le operazioni che hanno portato all’identificazioni di medici e sanitari non vaccinati al lavoro hanno riguardato in particolare Piemonte, Sicilia, Trentino, Emilia-Romagna, Veneto e Campania.

Le “retate” si sono concluse proprio mentre il generale Francsco Paolo Figliuolo, commissario per l’emergenza Covid e per la campagna vaccinale, è stato nominato comandante del Comando Operativo Vertice Interforze che lo pone al di sopra di tutte le Forse Armate, compresi i Carabinieri. 

CITTA’ AUSTRIACA RECLUTA I VIGILANTES CONTRO I NO VAX

Una città in Austria è alla ricerca di dipendenti che avranno il compito di far rispettare le multe a coloro che non sono disposti a ottenere l’iniezione antiCovid. La campagna di reclutamento arriva settimane prima di un ampio obbligo di vaccino nel paese europeo, a partire dal primo febbraio 2022.

I candidati prescelti emetteranno sanzioni, esamineranno ricorsi e adotteranno misure contro coloro che non pagano la multa per non essere vaccinati, afferma un annuncio di lavoro pubblicato dalla città austriaca di Linz. La linea di apertura dice che il lavoro soddisferà coloro che “si divertono a lavorare con la legislazione e le procedure amministrative”.

Il duro lavoro dei dipendenti sarà retribuito mensilmente con uno stipendio a partire da € 2.774 ($ 3.126). Per qualificarsi per il lavoro, un individuo dovrà possedere la cittadinanza austriaca, essere un diplomato della scuola secondaria, essere resiliente e preparato a fare gli straordinari, non avere precedenti penali e, ultimo ma non meno importante, avere una vaccinazione Covid o un certificato di guarigione valido.

Inoltre, le donne avranno la priorità nella competizione per il posto contro uomini con qualifiche comparabili.

Linz, che ospita 200.000 residenti, è nota per avere il più basso tasso di vaccinazione contro il Covid in tutta l’Austria. Secondo un sito web che monitora l’emissione di certificati di vaccinazione digitale nel paese, solo il 63% della popolazione della città ha ricevuto finora un dosaggio completo di un vaccino contro il Covid.

Ma dal primo febbraio diventerà obbligatorio con multe fino a 7.200 euro e persino il rischio di alcune settimane di prigione per chi non potrà pagarle. Per ora di peggio si registra solo in Australia dove sono già stati istituiti i campi di concentramento per contagiati e persone entrate in contatto con loro.

Per conoscere tutti i retroscena sulla pandemia da SARS-Cov-2 creato in laboratorio acquista il libro WuhanGates…

Redazione Gospa News
© COPYRIGHT GOSPA NEWS
divieto di riproduzione senza autorizzazione 
segui Gospa News su Telegram


MAIN SOURCES

GOSPA NEWS – WUHAN.GATES REPORTAGE

GOSPA NEWS – INCHIESTE CORONA VIRUS

ANSA – NAS SCOPRONO 308 MEDICI E SANITARI NON VACCINATI

GOSPA NEWS ENGLISH – City hiring People-Hunters to Pursue and Fine the Unvaxxed

Fabio G. C. Carisio

Fabio Giuseppe Carlo Carisio, classe 1967, è giornalista pubblicista dal 1991. Ha diretto vari giornali locali piemontesi ed è stato corrispondente per i quotidiani Il Giornale e Libero. Nel 2018 ha fondato il webmedia di informazione giornalistica cristiana Gospa News. Dal 2019 è autore sul sito americano di gepolitica ed intelligence militare Veterans Today. Le sue investigazioni internazionali sono state pubblicate su Reseau International, Sputnik Italia, Maurizio Blondet e altri portali di contro-informazione. Alcune inchieste sono state tradotte in varie lingue e pubblicate su siti cinesi, russi, bulgari, mediorientali e latino americani. https://gospanews.net

Articoli correlati

0 0 votes
Article Rating
1 Comment
Inline Feedbacks
View all comments
Gian Franco Zavoli

Quando fra 6-7 anni tutti quelli vaccinati moriranno, chissà che pace sulla terra per quelli non vaccinati, che si divideranno tutte le ricchezze della terra. Pensate alle ville con piscina, alle Ferrari e Lamborghini, che si potranno avere a gratis perchè prive di proprietari e con le strade ed autostrade tutte libere e senza traffico. Mica male Bill Gates e compagnia. Povera Melinda disperata….

Back to top button

Adblock Detected

Caro Utente, stai utilizzando AdBlock... e ti capiamo! Anche noi lo usiamo. Ma il nostro sito ha bisogno di queste pubblicità per rimanere in vita. Disattiva Ad-Block oppure sottoscrivi un Abbonamento a Database Italia a soli 3€ al mese per rimuovere tutte le pubblicità!