Quantcast
Database Italia

CANADA – PERDE PATRIA POTESTÀ PER “NEGAZIONISMO” COVID – LA SENTENZA CREA UN MOSTRUOSO PRECEDENTE

  • LA STORIA: Il cosiddetto “negazionismo COVID” è stato il fattore decisivo in un recente caso in cui un giudice ha negato i diritti di custodia di un padre a causa delle sue idee sul COVID che ritiene essere una bufala.
  • LE IMPLICAZIONI: Ciò costituisce un precedente giurisprudenziale in Canada e ha gravi implicazioni per i diritti intrinseci e la libertà per tutti. Stiamo entrando in un mondo in cui puoi perdere i tuoi diritti unicamente a causa di come pensi?



Negazione COVID

Un termine ampio rivolto a coloro che hanno visto attraverso le bugie riguardanti il COVID – è stato sancito nella storia legale e nella giurisprudenza, almeno in Canada. Questo è un altro passo orrendo ma tristemente prevedibile dell’agenda COVID, che non è altro che l’agenda per rubare i tuoi diritti e la tua libertà. La CBC ha riferito la scorsa settimana di come un giudice abbia privato un uomo (che rimane anonimo in questa fase) dei suoi diritti di custodia in un caso di divorzio a causa della convinzione che il COVID fosse una bufala con la conseguente decisione di sfidare le regole sociali di allontanamento e di indossare la mascherina. In altre parole, è stato privato di alcuni dei suoi diritti a causa del suo negazionismo COVID. Il caso è stato affrontato alla fine del 2020 presso la Corte superiore dell’Ontario, tuttavia il giudice George W. King ha emesso la decisione scritta alla fine di gennaio 2021 e la storia è stata appena ripresa da The Free Thought Project .

Fonte: https://www.cbc.ca/news/canada/windsor/windsor-covid-19-custody-decision-1.5937278

Il giudice ritiene che la convinzione dell’uomo che il COVID sia un inganno sia un fattore determinante per determinare la sua dignità come padre

Non sono stato in grado di individuare il collegamento alla sentenza originale e l’articolo della CBC non si collega ad esso, tuttavia l’articolo riportava che il giudice aveva esplicitamente scritto che la promozione pubblica delle sue opinioni da parte dell’uomo avrebbe potuto influenzare la salute e il benessere dei suoi figli:

“Il giudice della Corte Superiore dell’Ontario George W. King ha negato a un uomo di Windsor la custodia provvisoria dei suoi figli perché le fervide convinzioni anti-mascheramento dell’uomo significano che non avrebbe intrapreso azioni appropriate per tenerli al sicuro dal COVID-19. La decisione rileva che l’uomo crede che il COVID-19 sia una bufala vantandosi pubblicamente di aver infranto le restrizioni sanitarie come il mascheramento e l’allontanamento sociale.

“La salute e il benessere dei bambini (e per estensione il loro principale caregiver) non dovrebbero essere messi a repentaglio a causa del [suo] comportamento pubblico nel promuovere le sue opinioni”, ha scritto. “

Questa è una cosa abbastanza sbalorditiva da scrivere per un giudice, poiché mostra come il giudice abbia fatto suo l’amo, la linea e il piombino della narrativa COVID ufficiale. Il giudice sta dicendo che se metti in discussione la teoria (cioè la propaganda del lavaggio del cervello) secondo cui il COVID è una malattia altamente letale e pericolosa, che può essere contenuta o evitata solo con un allontanamento sociale e un mascheramento obbligatori, stai quindi “mettendo a repentaglio” la salute dei tuoi figli . Wow. È davvero scioccante che un giudice possa essere così estraneo alla realtà scientifica. Tuttavia, fa di peggio. La CBC riferisce infatti:

“ Ho concluso che il comportamento dell’intervistato è dettato dalla sua visione del mondo. Tutto il resto è subordinato a questo punto di vista, incluso, ma non limitato a, l’ amore per i suoi figli “, si legge nella decisione del giudice King”.

Questa è un’opinione estremamente arrogante. L’amore di quest’uomo per i suoi figli è subordinato alla prospettiva che il COVID sia una bufala?  Dubito seriamente che ciò sia vero per qualsiasi genitore, che la fede intellettuale o la prospettiva del mondopossano superare l’amore amore per i propri figli. Inoltre, sta fornendo un’immensa cura per il loro benessere RIFIUTANDO di mettere mascherine ai suoi figli o permettendo loro di avere una paura sconsiderata del COVID. Sta dimostrando il suo valore di padre dando l’esempio ed essendo un buon modello nel mostrare ai suoi figli che bisogna difendere la verità, la libertà e i diritti intrinseci piuttosto che essere vittime di bullismo da parte delle autorità corrotte. Farebbe un grande danno alla “salute e al benessere” dei suoi figli costringendoli ad accettare l’assurdo, antiscientifico e schiacciante privazione delle libertà che il COVID impone al pubblico.

Il giudice accusa l’uomo per negazionismo COVID quando le politiche di blocco sono il vero colpevole

Infine, si scopre che questa decisione giudiziaria influirà sulla possibilità che i suoi figli vengano vaccinati:

“Justice King ha definito alcune delle cose che l’uomo aveva pubblicato sul COVID-19 come non reali, come errate, sottolineando l’aumento dei ricoveri e dei decessi a causa del virus, nonché l’effetto che ha avuto sugli operatori sanitari che hanno dovuto ritardare altre procedure mediche a causa della tassa che il virus ha immesso nel sistema. 

“Gli effetti a lungo termine della pandemia e dei trattamenti ritardati su persone con altre condizioni di salute non sono attualmente misurabili”, ha scritto il giudice King.

“Tutto questo è accaduto mentre una percentuale della nostra popolazione, compreso l’uomo, continua a negare l’esistenza, il significato e / o l’impatto del COVID-19”.

La sentenza include il dare alla madre il potere di prendere decisioni in merito alla vaccinazione. Ma ha notato che la custodia provvisoria è stata assegnata interamente nel contesto della pandemia e può essere rivista una volta che si sarà placata “.



Segui Database Italia su Google News: Database Italia

Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

I commenti sono chiusi.