Quantcast
Database Italia

Chi é Elon Musk? La sua vita e i suoi business

Elon Musk , (nato il 28 giugno 1971, Pretoria, Sud Africa), Originario del Sud Africa, imprenditore americano, ingegnere, designer industriale, imprenditore tecnologico e filantropo.

È il fondatore, CEO, CTO e chief designer di SpaceX, early investor, CEO e product architect di Tesla, Inc., fondatore di The Boring Company; co-fondatore di Neuralink; e co-fondatore e primo co-presidente di OpenAI.

È stato eletto Fellow della Royal Society (FRS) nel 2018. Nel 2018, si è classificato al 25 ° posto nell’elenco di Forbes delle persone più potenti del mondo ed è stato classificato al primo posto nell’elenco di Forbes dei leader più innovativi del 2019. Al 2 settembre 2020, il suo patrimonio netto è stato stimato da Forbes in 93,3 miliardi di dollari, rendendolo la quinta persona più ricca del mondo.

Primi anni di vita

Elon Reeve Musk è nato il 28 giugno 1971 a Pretoria, Transvaal, Sud Africa.

Sua madre è Maye Musk (nata Haldeman), una modella e dietista nata a Saskatchewan, in Canada, e cresciuta in Sud Africa. Suo padre è Errol Musk, un ingegnere elettromeccanico sudafricano, pilota, marinaio, consulente e promotore immobiliare. Ha un fratello minore che è stato uno dei suoi primi soci in affari, Kimbal (nato nel 1972), e una sorella minore, Tosca (nata nel 1974), CEO del sito di streaming video Passionflix. Suo nonno materno, il dottor Joshua Haldeman, era un canadese nato in America. Sua nonna paterna aveva origini britanniche e olandesi della Pennsylvania.

Dopo che i suoi genitori divorziarono nel 1980, Musk visse principalmente con suo padre nella periferia di Pretoria, una scelta che fece due anni dopo la separazione dei suoi genitori ma di cui in seguito si pentì. Musk si è allontanato da suo padre, che ha descritto come “un essere umano terribile … Quasi ogni cosa malvagia a cui potresti pensare, lui l’ha fatta”. Ha anche una sorellastra e un fratellastro da parte di padre.

Durante la sua infanzia, Musk era un avido lettore. All’età di 10 anni, ha sviluppato un interesse per l’informatica durante l’utilizzo del Commodore VIC-20. Ha imparato la programmazione del computer utilizzando un manuale e, all’età di 12 anni, ha venduto il codice di un videogioco basato su BASIC che ha creato chiamato Blastar a PC e alla rivista Office Tecnology per circa $ 500. Le sue letture infantili includevano la serie della Fondazione di Isaac Asimov, da cui ha tratto la lezione che “dovremmo cercare di intraprendere l’insieme di azioni che potrebbero prolungare la civiltà, minimizzare la probabilità di un’età oscura e ridurre la durata di un’età oscura se ne stiamo vivendo una”.

Musk è stato vittima di bullismo durante la sua infanzia e una volta è stato ricoverato in ospedale dopo che un gruppo di ragazzi lo ha gettato giù da una rampa di scale. Ha frequentato la Waterkloof House Preparatory School e la Bryanston High School prima di diplomarsi alla Pretoria Boys High School.

Sebbene il padre di Musk insistesse affinché Elon andasse al college a Pretoria, Musk divenne determinato a trasferirsi negli Stati Uniti, dicendo: “Ricordo di aver pensato e visto che l’America è dove sono possibili grandi cose, più di qualsiasi altro paese al mondo”. Musk sapeva che sarebbe stato più facile arrivare negli Stati Uniti dal Canada e si trasferì lì contro il volere di suo padre nel giugno 1989, poco prima del suo diciottesimo compleanno, dopo aver ottenuto un passaporto canadese tramite sua madre canadese.

Formazione scolastica

In attesa della documentazione canadese, Musk ha frequentato l’Università di Pretoria per cinque mesi. Una volta in Canada, Musk è entrato alla Queen’s University nel 1989, evitando il servizio obbligatorio nell’esercito sudafricano.

Ha lasciato nel 1992 per studiare economia e fisica presso l’Università della Pennsylvania, si è laureato nel 1997 con un Bachelor of Arts in economia alla Wharton School e un Bachelor of Arts in fisica presso il College of Arts and Sciences.

Nel 1994, Musk ha tenuto due stage nella Silicon Valley durante l’estate presso una start-up di accumulatori di energia chiamata Pinnacle Research Institute, che ricercava ultracondensatori elettrolitici per lo stoccaggio di energia, e presso la start-up Rocket Science Games di Palo Alto. Bruce Leak, l’ex ingegnere capo dietro QuickTime di Apple che aveva assunto Musk, ha osservato: “Aveva un’energia illimitata. I bambini di questi tempi non hanno idea dell’hardware o di come funzionano le cose, ma aveva un background da hacker per PC e non aveva paura di andare a capire le cose “.

Nel 1995, Musk è stato ammesso a un dottorato di ricerca. programma in fisica energetica / scienza dei materiali presso la Stanford University in California. Tuttavia, desideroso di cogliere le opportunità del boom di Internet, decise di lanciare una startup di Internet.

Relazione

Musk ha incontrato la sua prima moglie, l’autrice canadese Justine Wilson, mentre entrambi erano studenti della Queen’s University dell’Ontario. Si sono sposati nel 2000 e si sono separati nel 2008. Il loro primo figlio, Nevada Alexander Musk, è morto di sindrome della morte in culla (SIDS) all’età di 10 settimane.

Successivamente hanno avuto cinque figli attraverso la fecondazione in vitro: due gemelli nel 2004 (Griffin e Xavier), seguiti da tre gemelli nel 2006 (Kai, Saxon e Damian). Condividono la custodia di tutti e cinque i figli.

Nel 2008, Musk ha iniziato a frequentare l’attrice inglese Talulah Riley e nel 2010 la coppia si è sposata. Nel gennaio 2012, Musk ha annunciato di aver concluso la sua relazione di quattro anni con Riley, twittando a Riley, “Sono stati quattro anni fantastici. Ti amerò per sempre. Un giorno renderai qualcuno molto felice “.

Nel luglio 2013, Musk e Riley si sono risposati. Nel dicembre 2014, Musk ha chiesto un secondo divorzio da Riley; tuttavia, l’azione è stata ritirata. I media hanno annunciato nel marzo 2016 che la procedura di divorzio era di nuovo in corso, questa volta con Riley che chiedeva il divorzio da Musk. Il divorzio è stato finalizzato alla fine del 2016.

Il 7 maggio 2018, Musk e la musicista canadese Grimes hanno rivelato di aver iniziato a frequentarsi. L’8 gennaio 2020, Grimes ha annunciato di essere incinta del loro primo figlio.

Business Quest

Nel 1995, Musk e suo fratello Kimbal fondarono Zip2, una società di software web, con i soldi raccolti da un piccolo gruppo di angel investor. Ospitarono l’impresa in un piccolo ufficio in affitto a Palo Alto. La società ha sviluppato e commercializzato una guida della città in Internet per il settore dell’editoria di giornali, con mappe, indicazioni stradali e pagine gialle con la mappatura grafica vettoriale e il codice di direzione implementati da Musk in Java. Prima che la società avesse successo, era necessaria una fonte migliore, Musk non poteva permettersi un appartamento, invece dormiva sul divano dell’ufficio e faceva la doccia all’YMCA.

Inoltre, potevano permettersi un solo computer e, di conseguenza, secondo Musk, “Il sito web era attivo durante il giorno e lo scrivevo di notte, sette giorni su sette, tutto il tempo”. I loro sforzi si sono concretizzati quando i fratelli Musk hanno ottenuto contratti con il New York Times e il Chicago Tribune e hanno convinto il consiglio di amministrazione ad abbandonare i piani per una fusione con CitySearch. I tentativi di Musk di diventare CEO sono stati vanificati dal consiglio di amministrazione. Compaq ha acquisito Zip2 per 307 milioni di dollari in contanti nel febbraio 1999. Musk ha ricevuto 22 milioni di dollari per la sua quota del 7% derivante dalla vendita.

X.com e PayPal

Nel marzo 1999, Musk ha co-fondato X.com, una società di servizi finanziari online e pagamenti tramite posta elettronica, con 10 milioni di dollari dalla vendita di Zip2. Un anno dopo, la società si è fusa con Confinity, che aveva un servizio di trasferimento di denaro chiamato PayPal. La società risultante dalla fusione si è concentrata sul servizio PayPal ed è stata ribattezzata PayPal nel 2001.

Musk è stato estromesso nell’ottobre 2000 dal suo ruolo di CEO (anche se è rimasto nel consiglio di amministrazione) a causa di disaccordi con altri dirigenti dell’azienda sul suo desiderio di spostare l’infrastruttura basata su Unix di PayPal in una Microsoft.

Nell’ottobre 2002, PayPal è stata acquisita da eBay per 1,5 miliardi di dollari in azioni, di cui Musk ha ricevuto 165 milioni di dollari. Prima della sua vendita, Musk, che era il maggiore azionista della società, possedeva l’11,7% delle azioni di PayPal. Nel 2017, Musk ha acquistato il dominio X.com da PayPal per un importo non rivelato, spiegando che aveva un valore sentimentale per lui.

SpaceX

Musk era da tempo convinto che, affinché la vita sopravviva, l’umanità dovrà diventare una specie multi-pianeta. Tuttavia, era insoddisfatto della grande spesa per dei lanciare i razzi nello spazio. Nel 2002 ha fondato Space Exploration Technologies (SpaceX) per realizzare razzi più convenienti. I suoi primi due razzi furono il  Falcon  1 (lanciato per la prima volta nel 2006) e il più grande Falcon 9 (lanciato per la prima volta nel 2010), progettati per costare molto meno dei razzi concorrenti.

Un terzo razzo, il Falcon Heavy (lanciato per la prima volta nel 2018), è stato progettato per trasportare 117.000 libbre (53.000 kg) in orbita, quasi il doppio del suo più grande concorrente, il Delta IV Heavy della Boeing Company, per un terzo del costo. SpaceX ha annunciato il successore del Falcon 9 e del Falcon Heavy: il sistema Super Heavy – Starship.

Il primo stadio Super Heavy sarebbe in grado di sollevare 100.000 kg (220.000 libbre) nell’orbita terrestre bassa. Il carico utile sarebbe la Starship, un veicolo spaziale progettato per fornire un trasporto veloce tra le città sulla Terra e la costruzione di basi sulla Luna e su Marte. SpaceX ha anche sviluppato la sonda Dragon, che trasporta rifornimenti alla Stazione Spaziale Internazionale (ISS).

Dragon può trasportare fino a sette astronauti e aveva un volo con equipaggio che trasportava gli astronauti Doug Hurley e Robert Behnken sulla ISS nel 2020. Musk ha cercato di ridurre la spesa del volo spaziale sviluppando un razzo completamente riutilizzabile che potesse decollare e tornare sulla pad da cui è stato lanciato. A partire dal 2012, il razzo Grasshopper di SpaceX ha effettuato diversi voli brevi per testare tale tecnologia. Oltre ad essere CEO di SpaceX, Musk è stato anche capo progettista nella costruzione dei razzi Falcon, Dragon e Grasshopper.

A questo si aggiunge la rete di satellitari per il 5G StarLink di cui abbiamo scritto qui

Tesla

Musk era da tempo interessato alle possibilità delle auto elettriche e nel 2004 è diventato uno dei principali finanziatori di Tesla Motors (in seguito ribattezzata Tesla), un’azienda di auto elettriche fondata dagli  imprenditori  Martin Eberhard e Marc Tarpenning.

Nel 2006 Tesla ha introdotto la sua prima auto, la Roadster, che poteva percorrere 394 km con una singola carica. A differenza della maggior parte dei veicoli elettrici precedenti, che Musk pensava fossero noiosi e poco interessanti, era un’auto sportiva che poteva andare da 0 a 60 miglia (97 km) all’ora in meno di quattro secondi.

Nel 2010 l’offerta pubblica iniziale della società ha raccolto circa $ 226 milioni. Due anni dopo Tesla ha introdotto la berlina Model S, che è stata acclamata dalla critica automobilistica per le sue prestazioni e il design. L’azienda ha ottenuto ulteriori elogi per il suo SUV di lusso Model X, che è stato lanciato sul mercato nel 2015. Il Model 3, un veicolo meno costoso, è entrato in produzione nel 2017.

Musk ha espresso riserve sul fatto che Tesla fosse quotata in borsa e  nell’agosto  2018 ha scritto una serie di tweet sulla società, sottolineando che aveva “ottenuto finanziamenti”. Il mese successivo la Securities and Exchange Commission (SEC) degli Stati Uniti ha citato in giudizio Musk per frode sui titoli, sostenendo che i tweet erano “falsi e fuorvianti”.

Poco dopo il consiglio di Tesla ha respinto la proposta di accordo della SEC, secondo quanto riferito perché Musk aveva minacciato di dimettersi. Tuttavia, la notizia ha fatto precipitare le azioni Tesla e alla fine è stato accettato un accordo più duro. I suoi termini includevano che Musk si dimettesse da presidente per tre anni, sebbene gli fosse permesso di continuare come CEO.

Insoddisfatto del costo previsto ($ 68 miliardi) di un sistema ferroviario ad alta velocità in California, Musk nel 2013 ha proposto un sistema alternativo più veloce, l’Hyperloop, un tubo pneumatico in cui un pod che trasporta 28 passeggeri avrebbe viaggiato per 350 miglia (560 km) tra Los Angeles e San Francisco in 35 minuti ad una velocità massima di 760 miglia (1.220 km) all’ora, quasi la velocità del suono. Musk ha affermato che l’Hyperloop costerebbe solo 6 miliardi di dollari e che, con i pod che partono in media ogni due minuti, il sistema potrebbe ospitare i sei milioni di persone che percorrono quella rotta ogni anno. Tuttavia, ha affermato che, tra l’esecuzione di SpaceX e Tesla, non poteva dedicare tempo allo sviluppo di Hyperloop.

Tesla, Inc.

Tesla, Inc. , precedentemente (2003–17)  Tesla Motors , produttore americano di automobili elettriche. È stata fondata nel 2003 dagli imprenditori americani   Martin Eberhard e Marc Tarpenning e prende il nome dall’inventore serbo americano Nikola Tesla.

Tesla Motors è stata costituita per sviluppare un’auto sportiva elettrica. Eberhard era l’amministratore delegato (CEO) di Tesla e Tarpenning il suo chief financial officer (CFO). Il finanziamento per la società è stato ottenuto da una varietà di fonti, in particolare il cofondatore di PayPal Elon Musk, che ha contribuito con oltre $ 30 milioni alla nuova impresa ed è stato presidente della società, a partire dal 2004.

Nel 2008 Tesla Motors ha rilasciato la sua prima auto, la Roadster completamente elettrica. Nei test aziendali, ha raggiunto 245 miglia (394 km) con una singola carica, un’autonomia senza precedenti per un’auto elettrica di serie. Ulteriori test hanno dimostrato che le sue prestazioni erano paragonabili a quelle di molte auto sportive a benzina: la Roadster poteva accelerare da 0 a 60 miglia (96 km) all’ora in meno di 4 secondi e poteva raggiungere una velocità massima di 125 miglia (200 km). ) all’ora. Il corpo vettura leggero era realizzato in fibra di carbonio. La Roadster non produceva emissioni dallo scarico, poiché non utilizzava un motore a combustione interna.

Tesla Motors ha scoperto che l’auto ha raggiunto livelli di efficienza equivalenti a un chilometraggio della benzina di 135 miglia per gallone (57 km per litro). Il motore elettrico del veicolo è stato alimentato da cellule a ioni litio spesso utilizzati nelle batterie di laptop computer per essere ricaricate da una presa elettrica standard. Nonostante un credito fiscale federale di $ 7.500 per l’acquisto di un veicolo elettrico, il costo della Roadster di $ 109.000 lo ha reso un oggetto di lusso.

Alla fine del 2007 Eberhard ha rassegnato le dimissioni da CEO e presidente della tecnologia ed è entrato a far parte del comitato consultivo dell’azienda. Nel 2008 ha annunciato di aver lasciato la società, sebbene fosse rimasto azionista. Tarpenning, che era anche vicepresidente dell’ingegneria elettrica, supervisore dello sviluppo di sistemi elettronici e software per la Roadster, ha lasciato l’azienda nel 2008. Musk ha assunto la carica di CEO. Nel 2010 l’offerta pubblica iniziale di Tesla ha raccolto circa $ 226 milioni .

Nel 2012 Tesla ha interrotto la produzione della Roadster per concentrarsi sulla sua nuova berlina Model S, che è stata acclamata dalla critica automobilistica per le sue prestazioni e il suo design. È stato fornito con tre diverse opzioni di batteria, che hanno fornito un’autonomia stimata di 235 o 300 miglia (379 o 483 km). L’opzione batteria con le prestazioni più elevate ha fornito un’accelerazione da 0 a 60 miglia (96 km) all’ora in poco più di 4 secondi e una velocità massima di 130 miglia (209 km) all’ora. A differenza della Roadster, che trasportava le batterie nella parte anteriore dell’auto, la Model S aveva le sue sotto il pavimento, che dava spazio di stivaggio extra davanti e migliorava la maneggevolezza grazie al suo baricentro basso. Il Tesla Autopilot, una forma di guida semiautonoma, è stato reso disponibile nel 2014 sulla Model S (e successivamente su altri modelli).

A partire dal 2012, Tesla ha costruito stazioni chiamate Superchargers negli Stati Uniti e in Europa progettate per caricare le batterie rapidamente e senza costi aggiuntivi per i proprietari di Tesla. Le versioni successive di quelle stazioni furono chiamate Tesla Station e avevano anche la capacità di sostituire completamente il pacco batteria Model S.

Tesla ha rilasciato il Model X, un veicolo “crossover” (cioè un veicolo con caratteristiche di un SUV ma costruito sul telaio di un’auto), nel 2015. Il Model X aveva un’autonomia massima della batteria di 295 miglia (475 km) e fino a sette posti a sedere. A causa della domanda di un veicolo più economico, la Model 3, una berlina a quattro porte con un’autonomia di 220 miglia (354 km) e un prezzo di $ 35.000, ha iniziato la produzione nel 2017.

L’azienda si è estesa anche ai prodotti a energia solare. Una linea di batterie per immagazzinare energia elettrica da energia solare da utilizzare nelle case e nelle aziende è stata presentata nel 2015. Tesla ha acquistato la società di pannelli solari SolarCity nel 2016. Nel 2017 la società ha cambiato il suo nome in Tesla, Inc., per riflettere che no più vendute solo auto.

Solar City

Musk ha fornito il concetto iniziale e il capitale finanziario per SolarCity, che è stata poi co-fondata nel 2006 dai suoi cugini Lyndon e Peter Rive. Entro il 2013, SolarCity era il secondo più grande fornitore di sistemi di energia solare negli Stati Uniti. Nel 2012, Musk ha annunciato che SolarCity e Tesla avrebbero collaborato per utilizzare le batterie dei veicoli elettrici per attenuare l’impatto del solare sul tetto sulla rete elettrica, con il programma che sarà attivo nel 2013.

Nel giugno 2014, Musk si è impegnato a costruire un impianto di produzione avanzato SolarCity a Buffalo, New York, che triplicherebbe le dimensioni del più grande impianto solare degli Stati Uniti. Musk ha affermato che l’impianto sarà “uno dei più grandi impianti di produzione di pannelli solari al mondo” e sarà seguito da uno o più impianti ancora più grandi negli anni successivi.

La fabbrica Tesla Giga 2 è una fabbrica di celle fotovoltaiche (PV), affittata dalla sussidiaria di Tesla SolarCity a Buffalo, New York. La costruzione della fabbrica è iniziata nel 2014 ed è stata completata nel 2017. Tesla ha accettato 750 milioni di dollari di fondi pubblici dal governatore di New York Andrew Cuomo come parte del progetto Buffalo Billion, un piano per investire denaro per aiutare l’economia dell’area di Buffalo, New York —Per costruire la fabbrica e le infrastrutture. La fabbrica è stata gestita come una joint venture con Panasonic fino all’inizio del 2020.

Tesla ha acquisito Solar City per oltre 2 miliardi di dollari nel 2016 e l’ha convertita nella sua divisione solare; l’annuncio dell’accordo ha comportato un calo di oltre il 10% del prezzo delle azioni di Tesla. A quel tempo, SolarCity stava affrontando problemi di liquidità; tuttavia, gli azionisti di Tesla non sono stati informati. Di conseguenza, più gruppi di azionisti hanno intentato una causa contro Musk e gli amministratori di Tesla, sostenendo che l’acquisto di SolarCity è stato fatto esclusivamente a beneficio di Musk ed è avvenuto a spese di Tesla e dei suoi azionisti.

Durante una deposizione in tribunale del giugno 2019, Musk ha riconosciuto che la società ha riallocato ogni possibile dipendente della divisione solare per lavorare sul Modello 3 e, secondo Musk, “di conseguenza, il solare ha sofferto”. Questo non era stato precedentemente divulgato agli azionisti. I documenti del tribunale non sigillati nel 2019 hanno confermato che Musk era anche a conoscenza dei problemi di liquidità dell’azienda. I direttori di Tesla hanno risolto la causa nel gennaio 2020. Fino all’estate 2019, la divisione solare non aveva creato un prodotto commercialmente valido.

OpenAI

Nel dicembre 2015, Musk ha annunciato la creazione di OpenAI, una società di ricerca senza scopo di lucro sull’intelligenza artificiale (AI). OpenAI mira a sviluppare l’intelligenza artificiale generale in modo sicuro e vantaggioso per l’umanità.

Rendendo l’IA disponibile a tutti, OpenAI vuole “contrastare le grandi aziende che potrebbero guadagnare troppo potere possedendo sistemi di super-intelligence dedicati ai profitti, così come i governi che potrebbero usare l’IA per ottenere potere e persino opprimere i loro cittadini”. Musk ha dichiarato di voler contrastare la concentrazione del potere. Nel 2018 Musk ha lasciato il consiglio di OpenAI per evitare possibili conflitti futuri con il suo ruolo di CEO di Tesla poiché Tesla è stata sempre più coinvolta nell’intelligenza artificiale attraverso Tesla Autopilot.

In un’intervista con Joe Rogan nel settembre 2018, Musk ha espresso le sue preoccupazioni sui pericoli dello sviluppo indiscriminato dell’intelligenza artificiale. Nel gennaio 2019 Mark Harris di The Guardian ha osservato che il 23 gennaio 2019, la fondazione Musk “ha aggiunto una riga al suo sito web, affermando il suo sostegno allo” sviluppo di un’intelligenza artificiale sicura a beneficio dell’umanità “.

Neuralink

Nel 2016, Musk ha co-fondato Neuralink, una start-up di neurotecnologie per integrare il cervello umano con l’intelligenza artificiale. L’azienda è incentrata sulla creazione di dispositivi che possono essere impiantati nel cervello umano, con lo scopo finale di aiutare gli esseri umani a fondersi con il software e tenere il passo con i progressi dell’intelligenza artificiale. Questi miglioramenti potrebbero migliorare la memoria o consentire un’interfacciamento più diretto con i dispositivi informatici.

Musk vede Neuralink e OpenAI come correlati: “OpenAI è un’organizzazione no profit dedita a ridurre al minimo i pericoli dell’intelligenza artificiale, mentre Neuralink sta lavorando su modi per impiantare la tecnologia nel nostro cervello per creare interfacce mente-computer”.

In una dimostrazione dal vivo nell’agosto 2020, Musk ha descritto uno dei loro primi dispositivi come “un Fitbit nel tuo cranio” che potrebbe presto curare paralisi, sordità, cecità e altre disabilità. Alcune delle affermazioni di Musk sono state criticate dal MIT Technology Review, che le descrive come “altamente speculative”.

The Boring Company

Nel gennaio 2017, Musk ha lanciato The Boring Company, una società dedita alla trivellazione e alla costruzione di tunnel per ridurre il traffico stradale. Ha iniziato con uno scavo di prova nella proprietà SpaceX a Los Angeles.

Alla fine di ottobre di quell’anno, Musk ha pubblicato la prima foto dei progressi della sua azienda sulla sua pagina Instagram. Ha detto che il tunnel di 500 piedi, che generalmente correrebbe parallelamente all’Interstate 405, raggiungerebbe una lunghezza di due miglia in circa quattro mesi.

Nel maggio 2019 la società, ora nota come TBC, ha ottenuto un contratto da 48,7 milioni di dollari dalla Las Vegas Convention and Visitors Authority per costruire un sistema Loop sotterraneo per trasportare le persone intorno al Las Vegas Convention Center.

Forse potrebbero interessarti anche altri articoli su Elon Musk:



Segui Database Italia su Google News: Database Italia

Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

I commenti sono chiusi.