CoronavirusSalute

CI SI PUÒ FIDARE DELL’EMA? EMER COOKE, LA SCALATA AL VERTICE DI UN INSIDER DELLE LOBBY FARMACEUTICHE

L’informazione libera e indipendente ha bisogno del tuo aiuto. Ora più che mai… Database Italia non riceve finanziamenti e si mantiene sulle sue gambe. La continua censura, blocchi delle pubblicità ad intermittenza uniti agli ultimi attacchi informatici non ci permettono di essere completamente autosufficienti.
Fai una donazione seguendo il link sicuro qui sotto
SOSTIENI DATABASE ITALIA

La sig.ra Cooke si trasferisce  all’EMA da un ruolo di direttore del dipartimento di regolamentazione e prequalificazione dell’OMS , che ha ricoperto dal 2016, e subentrerà dopo la scadenza del mandato dell’attuale direttore esecutivo  Guido Rasi  il 15 novembre. È stata nominata per la carica dal consiglio di amministrazione dell’EMA e sarà nominata formalmente dopo aver rilasciato una dichiarazione alla commissione per l’ambiente, la sanità pubblica e la sicurezza alimentare del Parlamento europeo il 13 luglio. La signora Cooke ha iniziato la sua carriera nell’industria farmaceutica in Irlanda e ha conseguito una laurea in farmacia e un master in scienze e amministrazione aziendale presso il Trinity College di Dublino.

In precedenza ha lavorato nell’unità farmaceutica della Commissione europea e in diversi ruoli presso l’EMA tra il 2002 e il 2016 prima di passare all’OMS.  L’ente per i medicinali è stata una delle due principali agenzie dell’UE che si è trasferita da Londra a causa della Brexit insieme all’Autorità bancaria europea. L’offerta del governo irlandese di portare l’agenzia a Dublino alla fine ha perso contro Amsterdam, nei Paesi Bassi.

 
Irish Times  del giugno 2020  
Emer Cooke , capo dell’EMA da novembre 2020:

E come chiarisce l’articolo di seguito, è stata una grande insider della lobby farmaceutica, lavorando presso la  Federazione europea delle industrie e associazioni farmaceutiche ( EFPIA ). Crediamo che questo sia ciò che si intende per “Logistica di Amazon” poiché ha lavorato presso l’  EFPIA / FBA  negli anni ’90.

Per quanto a nostra conoscenza, non è né un medico né in possesso di un dottorato di ricerca. La sua formazione è in farmacia.

C’è un enorme conflitto di interessi con la sua nomina, soprattutto perché  AstraZeneca viene messa da parte  a favore di Pfizer / BioNTech e Moderna in termini di vaccinazioni Covid:

Questo significa che i vaccini Pfizer e Moderna Inc sono “sicuri” rispetto a quelli di Astrazeneca?

Sebbene AstraZeneca sia stata oggetto di sospensione,  le morti e le lesioni legate al vaccino Pfizer sono significativamente maggiori.   Oltre 100.000 reazioni avverse e il 64% dei decessi (relativi al vaccino Pfizer) (Vedi dati sotto).

Com’è che AstraZeneca è stata oggetto di restrizioni da parte di 18 governi europei mentre nessuna limitazione è stata considerata per quanto riguarda Pfizer e Moderna Inc?  Le morti e i feriti legati al vaccino Pfizer non hanno fatto notizia.

Queste aziende di vaccini di Big Pharma sono in competizione tra loro?

L’EMA è in conflitto di interessi?

Secondo il direttore esecutivo dell’EMA  Emer Cooke : “Il rischio di mortalità da COVID è molto maggiore del rischio di mortalità da questi rari effetti collaterali”.

Emer Cooke è stata nominata a capo dell’EMA a metà novembre 2020 in coincidenza con il lancio del vaccino mRNA. In precedenza ha lavorato per  la Federazione europea delle industrie e associazioni farmaceutiche (EFPIA ) che  rappresenta le principali aziende farmaceutiche.

********

L’Agenzia europea per i medicinali è essenzialmente un gruppo di lobbismo per Big Pharma

Membro del parlamento austriaco per l’FPÖ [Freiheitliche Partei Österreichs], il Partito della libertà austriaco ha detto di Emer Cooke: “un ex lobbista per l’industria farmaceutica che ora è nel consiglio dell’agenzia dell’UE che regola i medicinali, tra cui il famigerato “vaccino” di AstraZeneca, attualmente all’epicentro di una grande controversia.

FREEWEST MEDIA

VIENNA – Il  deputato Gerald Hauser FPÖ ha  osservato  che l’Agenzia europea per i medicinali è responsabile del monitoraggio e della valutazione dei medicinali nell’UE ed è anche responsabile della loro approvazione.

Prima ancora che ci fosse qualsiasi discussione sulle vaccinazioni e l’approvazione delle vaccinazioni, una certa  dottoressa Emer Cooke è  stata nominata il 16 novembre 2020 presidente dell’EMA, responsabile di un budget nel 2020 di circa 306 milioni di euro.

Il processo di revisione dell’Agenzia europea per i medicinali in merito a questioni mediche è stato criticato per la sua  mancanza di trasparenza e questioni di conflitto di interessi . In una confutazione di una revisione EMS che includeva il suo lavoro, Louise Brinth, un medico danese, ha osservato che gli  “esperti” che esaminano i dati rimangono senza nome e sembrano essere vincolati alla segretezza.  Non vengono rilasciati verbali e non vengono riportate opinioni divergenti , suggerendo che tutti gli “esperti” sono della stessa opinione. A suo avviso, il processo è antiscientifico e antidemocratico.

L’Agenzia ha decentralizzato la propria valutazione scientifica dei medicinali operando attraverso una rete di circa 4.500 “esperti”. Uno di questi “esperti” è  Lynora Saxinger . Secondo il suo  profilo Twitter  (inquietante si definisce ‘AntibioticDoc’) , “offre opinioni informate sul Covid-19 nei media”.

“Chiunque ha una storia di coaguli di sangue potrebbe avere un aumento del rischio di coaguli di sangue in qualsiasi momento in ogni caso,” Saxinger, uno specialista in malattie infettive presso l’Università di Alberta a Edmonton,  ha dichiarato  in una recente intervista CBC News sulla sicurezza per quanto riguarda la   Vaccino AstraZeneca . ” Ma non credo che ci sarebbe un fondamento logico per fare una raccomandazione contro l’uso del vaccino “, ha aggiunto.

Ciò può presentare un enorme  conflitto di interessi  perché “il 91% di questo budget [EMA] proviene dalle tasse pagate dalle società farmaceutiche”, ha sottolineato Hauser. “E se ora guardi al curriculum della dottoressa Emer Cooke, dal 1985 lavora in diversi ruoli nell’industria farmaceutica. È interessante notare che dal 1991 al 1998 è stata direttrice dell’FBA  (ER: EFPIA) “.

L’FBA sembra essere l’organizzazione di lobbying per i più grandi conglomerati farmaceutici europei. Cooke ha fatto pressioni per otto anni per i Big 30 dell’industria farmaceutica europea.

“I suoi clienti erano Pfizer, AstraZeneca, Novatis, Johnson e Johnson e così via e così via”, secondo Hauser. “Quindi, questa dottoressa Emer Cooke, nominata a metà novembre del 2020 nel consiglio di amministrazione dell’EMA, ha lavorato per tutta la vita per l’industria farmaceutica. Ha fatto pressioni a titolo esecutivo per l’industria farmaceutica ed è ora responsabile dell’approvazione, del controllo e dell’efficacia di vaccini come  AstraZeneca “.

Hauser ritiene che questo sia un ottimo esempio di “accordi interni diretti, nepotismo e corruzione”. Ha aggiunto: “Pensaci quando in futuro utilizzerai l’EMA come prova della correttezza dei test sui farmaci”.

fonte 1

L’informazione libera e indipendente ha bisogno del tuo aiuto. Ora più che mai… Database Italia non riceve finanziamenti e si mantiene sulle sue gambe. La continua censura, blocchi delle pubblicità ad intermittenza uniti agli ultimi attacchi informatici non ci permettono di essere completamente autosufficienti.
Fai una donazione seguendo il link sicuro qui sotto
SOSTIENI DATABASE ITALIA

Pubblicato su The Liberty Beacon

Articoli correlati

Back to top button

Database Italia ha bisogno di te!

Database Italia è finanziato da te, per te. Questo significa  che
ci affidiamo al tuo supporto. Se ti piace
quello che facciamo puoi scegliere di effettuare una sottoscrizione per evitare di visualizzare pubblicità durante la lettura degli articoli.
In alternativa puoi effettuare una donazione tramite debit card o carta di credito.

Le donazioni non sono obbligatorie. Puoi continuare tranquillamente la lettura chiudendo questo popup.

ABBONATI! Con un piccolo contributo di 3 € al mese potrai leggere tutti gli articoli senza fastidiose pubblicità.

Adblock Detected

Caro Utente, stai utilizzando AdBlock... e ti capiamo! Anche noi lo usiamo. Ma il nostro sito ha bisogno di queste pubblicità per rimanere in vita. Disattiva Ad-Block oppure sottoscrivi un Abbonamento a Database Italia a soli 3€ al mese per rimuovere tutte le pubblicità!