Home Coronavirus Come ammettere di aver sbagliato sul COVID e riconciliarsi con amici e...

Come ammettere di aver sbagliato sul COVID e riconciliarsi con amici e familiari

0

Se non lo sapevi già, l’iniziativa COVID ha finito per essere, per usare un eufemismo, un disastro. Come posso andare avanti, ti chiederai, alla luce di tutto quello che è successo? Ora che è finita, ecco come ammettere di aver sbagliato sul COVID e riconciliarsi con amici e familiari.

I modelli iniziali erano del tutto fuori luogo, e la pandemia più pericolosa della storia umana non ha lasciato milioni di cadaveri sul ciglio della strada. Ora possiamo affermare con sicurezza che luoghi come Svezia, Florida, Bielorussia e South Dakota, solo per citarne alcuni, sono luoghi reali in cui non è mai stato richiesto quasi nessun blocco, non sono luoghi mistici che esistono oltre l’armadio. Ciò dimostra che non è grazie alle rigide normative imposte dai governi se siamo ancora vivi.

Se sei canadese, potresti aver sentito parlare degli Stati Uniti d’America, dove anche nelle aree più chiuse hanno quasi abbandonato le rigide normative circa un anno prima di praticamente ogni provincia del Canada.

Se ricordiamo correttamente, la morte di massa non si è mai verificata neanche in Texas, nonostante il dottor Fauci fosse certo che lo Stato della Stella Solitaria sarebbe morto quando le cose sarebbero tornate alla normalità nell’aprile 2021.

In ogni caso, la maggior parte delle testate giornalistiche e i nostri governi hanno ingannato il pubblico sul COVID. Ci è stata data una falsa impressione e tutto semplicemente non torna, che si tratti di previsioni sui tassi di mortalità, sull’efficacia delle vaccinazioni o sulle profezie in continua evoluzione del dottor Anthony Fauci.

Ora, potresti già esserne consapevole o potresti aver realizzato solo di recente cosa stava effettivamente succedendo fino a pochi giorni fa. Forse hai pensato tra te e te: “Non ricordavo di dover fare i vaccini ogni sei mesi per tutte le altre piaghe…” quando ti hanno consigliato di fare il tuo quarto richiamo.

Forse hai informato la tua famiglia che non avresti fatto loro visita fino a quando i casi non fossero diminuiti, e poi fino a quando non saresti stato completamente vaccinato, e poi fino a quando non avessi ricevuto il tuo primo richiamo, o fino a quando non fossero stati tutti vaccinati.

Qualunque sia la situazione, sai che hai consumato troppo o troppo a lungo del proverbiale Kool-Aid. Ora potresti voler smettere o desiderare di non aver mai acconsentito in primo luogo. In ogni caso, sei bloccato, hai legami tesi con i membri della famiglia che ora vivono separati l’uno dall’altro e hai perso più di due anni di vita.

Come vai avanti?

“Come posso mai andare avanti?” ti chiedi, visto tutto quello che è successo.

Sfortunatamente, come molti altri, hai sperimentato accesi disaccordi e liti con familiari e amici che hai liquidato come negligenti perché non pensavano che coprirsi la bocca con un tessuto sudicio avrebbe scongiurato la fine del mondo. O, peggio ancora, hai bollato come “No-vax” tutti coloro che hanno scelto di non vaccinarsi perché erano a disagio all’idea di ricevere un’iniezione che è stata disponibile per molto meno del mandato di Trudeau come primo ministro.

Forse hai ripetuto dentro di te come un mantra i miti sulla ” pandemia dei non vaccinati “, ma poi ti sei imbattuto in dati reali del governo che hanno dimostrato il contrario.

Il problema è che ora desideri andare avanti ma non sai come fare.

Non parlarne

Se non hai distrutto alcun ponte o lanciato oscenità o accuse ai tuoi cari scettici sul COVID, allora prova ad andare avanti e la riconciliazione potrebbe richiedere semplicemente di presentarti a un barbecue senza mascherina e comportarti come se fosse il 2019.

La maggior parte delle persone che ti sono mancate non intendono essere vendicative; invece, è probabile che abbiano sentito la tua mancanza e sarebbero felici di vederti.

Se ti sei allontanato dai “No-Vax” e ti manca la loro compagnia, comportati normalmente e non parlare del COVID quando li incontri.

L’ironia è che la maggioranza di quelli classificati come estremisti marginali dai media e dai politici si è opposta alle politiche sanitarie obbligatorie perché pensano che le persone possano e debbano fare le proprie scelte.

Normalmente non hanno avuto problemi con te che ti mascheravi, ma hanno avuto problemi con misure obbligatorie con cui non erano d’accordo.

Le motivazioni di alcuni di noi includevano un senso di libertà, il desiderio di andare in chiesa o il fatto di non essere d’accordo con un intervento farmaceutico diffuso. Persone normali, per dirla semplicemente.

Finché non hai bruciato alcun ponte, agisci normalmente e probabilmente tutto sarà semplicemente acqua sotto il ponte.

Non è così semplice

E se hai insultato i membri della tua famiglia o ti sei rifiutato di invitarli a Natale? Forse hai pubblicato qualcosa sui social media che vorresti poter annullare… ma non puoi.

In tal caso, il COVID o una vaccinazione non sono rilevanti. Riguarda la moralità.

Se hai appoggiato la discriminazione sui vaccini, hai anche appoggiato la segregazione, che non è etica indipendentemente dalla vaccinazione. In tal caso, l’eventuale riconciliazione sarà subordinata al rapporto.

Potresti trovare difficile riconciliarti con coloro che sono stati fatti sentire come lebbrosi, in particolare se quei sentimenti sono stati esacerbati dalle parole e dagli atti di intimi membri della famiglia.

Se ti trovi in ​​una situazione in cui sai che è tempo di fare ammenda con amici e familiari estranei, ti invitiamo a muoverti rapidamente. Dopotutto, quelli di noi che sono stati banditi dalle persone che amavano hanno per lo più fatto i conti con la verità…che alcune relazioni non potranno mai essere riparate.

GGI

SOSTIENI DATABASE ITALIA (QUI) o sulla pagina dedicata (qui)

Database Italia è attivamente preso di mira da forze potenti che non desiderano che sopravviviamo. Il tuo contributo, per quanto piccolo, ci aiuta a restare a galla. Accettiamo pagamenti volontari peri contenuti disponibili gratuitamente su questo sito Web

SOSTIENI DATABASE ITALIA

Previous articleVolodin sul regime terroristico di Kiev: il calice della pazienza è traboccato
Next articleLa Cina ha istituito dozzine di stazioni di polizia non ufficiali in tutto il mondo – Quattro in Italia
Fondatore e Direttore Responsabile di Database Italia.