Home Coronavirus Come dissuadere amici e parenti più anziani dal tornare dai vaccinatori in...

Come dissuadere amici e parenti più anziani dal tornare dai vaccinatori in autunno

0

I vaccinatori sono in letargo estivo, ma molto presto saranno di nuovo con noi, a vendere un nuovo set di merci. Il blitz mediatico ricomincerà e i burocrati medici torneranno a forzare interventi medici superflui e potenzialmente dannosi a milioni di persone che non ne hanno bisogno. Un giorno, tutto questo verrà riconosciuto per l’assurdo panico ipocondriaco che è, ma non poche persone saranno danneggiate, e molte moriranno, prima di arrivarci. Quello che segue sono alcuni pensieri che ho su come avvicinarmi soprattutto ai conoscenti più anziani, che saranno al punto zero della prossima campagna di propaganda e che probabilmente non hanno bisogno di una quinta dose del magico elisir miracoloso dell’mRNA.

Era l’agosto del 2020 quando pubblicammo questo primo articolo sul “New Normal” e devo dire con il senno di poi che alla fine è andata esattamente così:

Conosci le persone di cui parlo. Alcuni di loro sono probabilmente tuoi amici e familiari, persone che conosci da anni e che ti sono sempre sembrate completamente razionali, ma che ora sono convinte che sia necessario modificare radicalmente il tessuto della società umana per proteggerci da un virus che causa da lievi a moderati sintomi simil-influenzali (o assolutamente nessun sintomo) in oltre il 95% degli infetti e a cui oltre il 99,6% sopravvive, il che, ovviamente, è totalmente folle.

Lo slogan è stato ripetuto inesorabilmente (in un modo totalitario da manuale) negli ultimi sei mesi. L’abbiamo sentito ripetere così tante volte che molti di noi hanno dimenticato quanto sia folle, l’idea che la struttura fondamentale della società debba essere drasticamente e irrevocabilmente alterata a causa di un virus che non rappresenta una minaccia per la stragrande maggioranza degli esseri umani.

…E, non vi sbagliate, questo è esattamente ciò che il movimento “New Normal” intende fare. Il “New Normalism” è un movimento totalitario classico (anche se con una svolta patologica), ed è l’obiettivo di ogni movimento totalitario di trasformare radicalmente, completamente la società, di ricostruire il mondo nella sua immagine mostruosa.

Questo è il totalitarismo, questo desiderio di stabilire il controllo completo su tutto e tutti, ogni pensiero, emozione e interazione umana. Il carattere della sua ideologia cambia (cioè nazismo, stalinismo, maoismo, ecc.), Ma questo desiderio di controllo completo sulle persone, sulla società e, in definitiva, sulla vita stessa, è l’essenza del totalitarismo … e ciò che ha preso il sopravvento nelle menti dei New Normals.

Nella società New Normal che vogliono stabilire, come in ogni società totalitaria, la paura e il conformismo saranno pervasivi. La loro ideologia è un’ideologia patologizzata (al contrario, diciamo, dell’ideologia razzializzata dei nazisti), quindi la sua simbologia sarà patologica.

Innanzitutto, alcune note sulla psicologia delle norme:

Devi capire che pensano che i vaccini siano le cose migliori di sempre. Credono che Pfizer e Moderna abbiano quasi da soli ribaltato l’intera pandemia e ridato loro la vita. Se mai un dubbio dovesse insinuarsi nelle loro menti al riguardo, torneranno a credere che essere vaccinati sia la cosa giusta pro-sociale da fare e che non essere vaccinati sia malvagio, egoistico e stupido. Sono i non vaccinati i responsabili delle varianti, che diffondono il Corona e che stanno prolungando la pandemia. I normies hanno “La Scienzah” dalla loro parte e traggono grande conforto dall’acquistare e sposare la mitologia che è stata loro venduta. Ecco come funziona la propaganda sofisticata e la gestione delle informazioni. Informazioni contraddittorie li metteranno estremamente a disagio e cercheranno qualsiasi motivo per non crederci.

Leggi anche: LA NUOVA REALTÀ MANIPOLATA (NEW NORMAL)

Sarà molto difficile guadagnare terreno qui e il tuo obiettivo non dovrebbe essere la vittoria totale. Vuoi solo indurli a pensare da soli, considerare le proprie esperienze come informazioni valide e reali sul mondo e rompere i modelli di pensiero limitati del culto dei vaccinatori abbastanza a lungo da riflettere su quanti stimoli vogliono davvero sopportare .

La cosa più importante è presentare uno scetticismo rilassato e gioviale sui punti chiave. L’obiettivo non è discutere, ma sfidare in modo obliquo, disinvolto, dando tanto quanto si prende. A meno che non stiamo parlando di qualcuno che si fida assolutamente di te e cerca seriamente la tua opinione, non dovresti programmare conversazioni approfondite o sederti per un discorso serio. Vuoi sollevare domande e piantare piccoli semi di dubbio, prima che si rendano conto di cosa sta succedendo, e poi puoi svanire prima che si accorgano che li stai incoraggiando ad avere pensieri eretici.

Previous articleLa Russia accusa gli Stati Uniti di nascondere i dati sui biolab
Next articleSOSTIENI DATABASE ITALIA – RACCOLTA FONDI
Fondatore e Direttore Responsabile di Database Italia.