Quantcast
Database Italia

Come J.D. Rockefeller ha spazzato via le cure naturali e creato Big Pharma

John D. Rockefeller (1839-1937) 

Pensavamo che Big Oil fosse il male, ma la famiglia Rockefeller ha anche posto le basi per Big Pharma che ha distrutto le cure naturali. L’autore, Chris Kanthan, ne ha scritto a suo tempo in un articolo straordinario su come la famiglia Rockefeller ha minato la società moderna in innumerevoli modi, ma è in particolar modo utile capire in questo momento storico come siano riusciti a spazzare via le cure naturali. Il nome della famiglia è dietro le quinte in tutte le fasi della soppressione della medicina naturale per fondare grandi aziende farmaceutiche e fare soldi.

Ecco cosa ha scritto Chris per  World Affairs :

Le persone in questi tempi ti guardano come se fossi un po’ sciroccato se parli delle proprietà curative delle piante o di qualsiasi altra pratica olistica. Proprio come qualsiasi altra cosa, c’è molta politica e denaro dietro il nostro moderno sistema medico.

Tutto inizia con John D. Rockefeller (1839-1937) che era un magnate del petrolio, un barone rapinatore, il primo miliardario americano e un monopolista nato.

Alla fine del 20 ° secolo, controllava il 90% di tutte le raffinerie di petrolio negli Stati Uniti attraverso la sua compagnia petrolifera, la Standard Oil, che in seguito fu sciolta per diventare Chevron, Exxon, Mobil ecc.

Allo stesso tempo, intorno al 1900, gli scienziati scoprirono i “prodotti petrolchimici” e la capacità di creare tutti i tipi di sostanze chimiche dal petrolio. Ad esempio, la prima plastica – chiamata  Bakelite  – fu prodotta con il petrolio nel 1907. Gli scienziati scoprirono le vitamine e ipotizzarono che molti prodotti farmaceutici potessero essere prodotti partendo ​​dal petrolio.

Questa ben presto si tramutò in una meravigliosa opportunità per Rockefeller che ha visto la capacità di monopolizzare contemporaneamente l’industria petrolifera, chimica e medica!

La cosa migliore dei prodotti petrolchimici era che tutto poteva essere brevettato e venduto per alti profitti.

Ma c’era un problema con il piano di Rockefeller per l’industria medica: le medicine naturali / a base di erbe erano molto popolari in America a quel tempo. Quasi la metà dei dottori e dei college di medicina negli Stati Uniti praticava la medicina olistica, usando le conoscenze dell’Europa e dei nativi americani.

Rockefeller, il monopolista, dovette trovare un modo per sbarazzarsi della sua più grande concorrente. Quindi usò la classica strategia della “soluzione del problema-reazione”. Cioè, creare un problema e spaventare le persone, quindi offrire una soluzione (pre-pianificata). (Come fecero con il terrorismo, seguito dal “Patriot Act”).

Andò dal suo amico Andrew Carnegie – un altro plutocrate che fece soldi  monopolizzando l’industria siderurgica  – che ideò un piano. Dalla prestigiosa Carnegie Foundation, mandarono un uomo di nome Abraham Flexner a viaggiare per il paese e riferire sullo stato delle scuole mediche e degli ospedali in tutto il paese.

Ciò portò alla stesura del  Rapporto Flexner , che ha dato alla luce la medicina moderna così come la conosciamo.

Inutile dire che il rapporto parlava della necessità di rinnovare e centralizzare le nostre istituzioni mediche. Sulla base di questo rapporto, più della metà di tutti i college medici furono presto chiusi.

L’omeopatia e le medicine naturali furono derise e demonizzate; e i dottori furono persino incarcerati.

Per aiutare la transizione e far cambiare idea ad altri dottori e scienziati, Rockefeller donò oltre 100 milioni di dollari a college, ospedali e fondò un gruppo filantropico chiamato “General Education Board” (GEB). 

In pochissimo tempo, le università mediche furono tutte unificate, semplificate e omologate. Tutti gli studenti avrebbero imparando la stessa cosa e la medicina avrebbe da quel momento riguardato l’esclusivo uso di farmaci brevettati.

Gli scienziati ricevettero enormi sovvenzioni per studiare come le piante potessero curare le malattie, ma il loro obiettivo era innanzitutto identificare quali sostanze chimiche nella pianta erano efficaci, quindi ricreare una sostanza chimica simile – ma non identica – in laboratorio che potesse essere brevettata.

Una pillola per un malato divenne il mantra della medicina moderna.

E pensavi che i fratelli Koch fossero malvagi?

Quindi, ora, 100 anni dopo, stiamo sfornando medici che non sanno nulla dei benefici della nutrizione o delle erbe o di qualsiasi pratica olistica. Abbiamo un’intera società schiavizzata dalle corporazioni per il suo benessere.

L’America spende il 15% del suo PIL per l’assistenza sanitaria. Si concentra  non  sulla cura, ma solo sui  sintomi , creando così clienti abituali. Non esiste una cura per il cancro, il diabete, l’autismo, l’asma o persino l’influenza.

Perché dovrebbero esserci cure reali? Questo è un sistema fondato da oligarchi e plutocrati, non dai dottori.

Per quanto riguarda il cancro, oh sì, l’  American Cancer Society è  stata fondata da Rockefeller nel 1913.

Vi lascio con una citazione di John D. Rockefeller che riassume la sua visione per l’America:

Io non voglio una nazione di pensatori. Voglio una nazione di lavoratori…



Segui Database Italia su Google News: Database Italia

Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

I commenti sono chiusi.