CoronavirusSaluteSocietà

Cosa devi sapere sulla settimana “non lavorativa” di Mosca

A partire da giovedì, a migliaia di moscoviti verrà ordinato di rimanere a casa a seguito di un decreto nazionale “non lavorativo” volto a fermare l’impennata dei casi di presunto coronavirus.

Dal 28 ottobre al 7 novembre, solo ai lavoratori essenziali della capitale russa, una città di 12 milioni di abitanti, sarà permesso di andare a lavorare in prima persona.

Database Italia risponde ad alcune delle domande più comuni riguardanti la prossima settimana “non lavorativa”:

Cosa significa “periodo di non lavoro”? 

I periodi di “non lavoro” in Russia sono effettivamente una vacanza retribuita per i lavoratori non essenziali.

Le restrizioni sospendono tutte le attività commerciali e i servizi, i ristoranti, gli sport, le attività ricreative, l’intrattenimento e le proiezioni di film, ad eccezione delle organizzazioni che servono le infrastrutture cittadine e vendono beni essenziali come medicinali e cibo.

Mentre il presidente Vladimir Putin ha affermato che tutti gli stipendi dei dipendenti dovrebbero essere pagati, il sostegno del governo alle piccole e medie imprese per coprire gli stipendi è limitato a prestiti agevolati pari al salario minimo: 12.792 rubli (180 dollari) al mese. 

A differenza delle festività nazionali e dei fine settimana, i “giorni non lavorativi” non sono definiti legalmente nel Codice del lavoro russo. Il termine è stato introdotto per la prima volta la scorsa primavera quando le autorità hanno cercato di arginare l’ondata crescente di positivi al presunto Covid-19.

Chi beneficerà del tempo libero? 

Durante questo periodo, tutti i dipendenti che lavorano per attività non essenziali riceveranno del tempo libero.

Le aziende private decideranno se concedere ai propri dipendenti permessi retribuiti o passarli al lavoro a distanza, con molti che dovrebbero consentire ai dipendenti di lavorare da remoto.

Lo shopping online e le consegne non sono interessate dalle restrizioni. I servizi governativi saranno ancora disponibili online, con i servizi pubblici di persona sospesi.

E gli studenti? 

Le scolaresche della scuola dell’infanzia e della scuola primaria saranno in vacanza, con la sospensione delle attività extrascolastiche e sportive. I bambini in età prescolare i cui genitori o tutori non possono stare a casa con loro potranno trascorrere la giornata negli asili nido cittadini.

Scuole superiori, college e università terranno lezioni esclusivamente a distanza.

E i ristoranti? 

Ristoranti e caffè a Mosca rimarranno aperti solo per consegne a domicilio e da asporto. Le mense degli uffici e dei luoghi di lavoro e i ristoranti degli hotel possono operare con accesso limitato.

Lunedì, il presidente Vladimir Putin ha firmato un decreto che ordina ai leader regionali di vietare a ristoranti, locali notturni e altri luoghi di intrattenimento di operare tra le 23:00 e le 6:00 

Quest’estate, i funzionari di Mosca hanno imposto brevemente regole che richiedono a tutti i commensali del ristorante di dimostrare la loro vaccinazione o il recente recupero da Covid-19, ma le regole sono state rapidamente invertite quando hanno colpito duramente il settore della ristorazione.

E le mascherine? 

Mosca continua a richiedere che le maschere siano indossate all’interno dei trasporti pubblici, dei taxi, dei negozi e di altri spazi pubblici. 

Inoltre, le autorità cittadine utilizzeranno la tecnologia di riconoscimento facciale per monitorare il rispetto delle restrizioni nei supermercati, ristoranti e altrove, con multe fino a 5.000 rubli (71 dollari) per violazioni all’interno della metropolitana e 4.000 rubli (57 dollari) nei negozi. 

Potranno i russi andare a teatri e musei? 

Sì, i teatri e i musei possono rimanere aperti con una capacità di partecipazione del 50% per i visitatori con maschere e codici QR comprovanti la vaccinazione, un recente test PCR negativo o i risultati del test degli anticorpi. Gli eventi di massa, ad eccezione di quelli autorizzati dai funzionari sanitari, saranno vietati.

Ci sarà bisogno di un codice QR? 

Per entrare in teatri, musei e altri spazi pubblici sarà richiesto un codice QR ufficiale che dimostri la vaccinazione negli ultimi sei mesi, i recenti risultati negativi dei test PCR o i risultati dei test sugli anticorpi. 

Possono i russi fare una passeggiata? 

Sì.

Quali restrizioni rimarranno in vigore dopo il 7 novembre? 

Dopo il periodo non lavorativo, codici QR e maschere saranno obbligatori per entrare in teatri e musei, così come per concerti, spettacoli, eventi culturali e sportivi con 500 o più persone presenti, ha affermato il decreto di Mosca. La capacità di questi eventi sarà limitata al 70%.

Davide Donateo

Fondatore e Direttore Responsabile di Database Italia.

Articoli correlati

Back to top button

Database Italia ha bisogno di te!

Database Italia è finanziato da te, per te. Questo significa  che
ci affidiamo al tuo supporto. Se ti piace
quello che facciamo puoi scegliere di effettuare una sottoscrizione per evitare di visualizzare pubblicità durante la lettura degli articoli.
In alternativa puoi effettuare una donazione tramite debit card o carta di credito.

Le donazioni non sono obbligatorie. Puoi continuare tranquillamente la lettura chiudendo questo popup.

ABBONATI! Con un piccolo contributo di 3 € al mese potrai leggere tutti gli articoli senza fastidiose pubblicità.

Adblock Detected

Caro Utente, stai utilizzando AdBlock... e ti capiamo! Anche noi lo usiamo. Ma il nostro sito ha bisogno di queste pubblicità per rimanere in vita. Disattiva Ad-Block oppure sottoscrivi un Abbonamento a Database Italia a soli 3€ al mese per rimuovere tutte le pubblicità!