Quantcast
Database Italia

Cosa sono gli pseudo stati? “New Nevada” e “New California” si uniscono alla causa in Texas per ribaltare i risultati delle elezioni

“New California State” e “New Nevada State” hanno affermato di essere “influenzati dai cambiamenti arbitrari e capricciosi delle leggi e delle procedure elettorali negli attuali Stati della California e del Nevada.

Venerdì 11 dicembre, due pseudo-stati hanno presentato un amicus brief nella causa intentata dal procuratore generale del Texas Ken Paxton alla Corte Suprema che sta tentando di ribaltare i risultati delle elezioni presidenziali. Questi nuovi stati immaginari sono “New Nevada” e “New California”.

Cosa sono “New Nevada” e “New California”?

New California State e New Nevada State sono movimenti che cercano di formare nuovi stati dalle contee rurali. La Nuova California ha dichiarato la sua indipendenza nel 2018 nel tentativo di diventare il 51 ° stato.

In una memoria di 13 pagine depositata presso la Corte Suprema, “New California State” e “New Nevada State” hanno affermato di essere “direttamente influenzati dai cambiamenti arbitrari e capricciosi nelle leggi e nelle procedure elettorali che si verificano con sfortunata regolarità negli attuali Stati di California e Nevada”.

Il brief è stato presentato dall’avvocato Robert E. Thomas III, che è stato elencato come presidente del movimento del New Nevada State. Nel brief si riferisce a se stesso come “Procuratore dello Stato della New California e del New Nevada”. 

Il brief afferma: “Parte del motivo per la formazione del New California State e del New Nevada Sate è fermare le azioni illegali dei Governatori Newsome (California) e Sisolak (Nevada). Un parere di questa Corte che affermi uno stato di diritto nazionale e uniforme che ristabilisca la supremazia della clausola degli elettori dell’articolo II, § 1 della Costituzione degli Stati Uniti risolverà alcune delle denunce che causano l’istituzione di questi nuovi Stati “.

Sostiene: “Lo Stato della Nuova California e lo Stato del New Nevada sono influenzati perché sia ​​gli elettori di persona che gli elettori assenti sono gestiti in modo diverso da contea a contea negli Stati della California e del Nevada, e in modo diverso dal modo in cui gli elettori sono trattati in California rispetto a come vengono trattati gli elettori in Nevada. Questo diverso trattamento è una violazione della clausola di pari protezione del quattordicesimo emendamento. “

Il 10 dicembre è stato riferito che i procuratori generali repubblicani in 17 stati hanno appoggiato il presidente Donald Trump nella sua disperata campagna legale per invertire i risultati delle elezioni presidenziali del 2020. In precedenza, Trump ha presentato una mozione alla Corte Suprema, chiedendo ai nove giudici di lasciarlo intervenire e diventare attore nella causa intentata martedì 8 dicembre dal Texas governato dai repubblicani contro Georgia, Michigan, Pennsylvania e Wisconsin.

I 17 stati dietro l’amicus brief, secondo il New York Times, rappresentano la maggioranza dei 25 procuratori generali repubblicani in tutto il paese e includono Alabama, Florida, Kansas, Missouri, Louisiana e South Dakota. I due procuratori generali repubblicani dell’Arizona e della Georgia, gli stati che Trump ha perso, non fanno parte del brief.

Secondo quanto riferito, funzionari di Georgia, Michigan, Pennsylvania e Wisconsin hanno definito la causa un attacco sconsiderato alla democrazia. Il senatore John Cornyn, un repubblicano del Texas ed ex procuratore generale dello stato, sembrava sconcertato dalla manovra legale, definendola “straordinaria” e “senza precedenti”. Ha detto al New York Times: “Non ho mai visto qualcosa di simile, quindi non so cosa farà la Corte Suprema”.



Segui Database Italia su Google News: Database Italia

Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

I commenti sono chiusi.