Bersaglio MobileCoronavirusPolitica

“COVID: DENUNCIA ALLA PROCURA DI ROMA PER STRAGE DI STATO”. Pesantissimo esposto del biologo Trinca con Tiberti di European Consumers

Nella foto di copertina da sinistra Franco Trinca, Marco Tiberti e il ministro Roberto Speranza

di Fabio Giuseppe Carlo Carisio

Fonte originale: articolo di Gospa News

ENGLISH VERSION HERE

Il copyright della definizione “Strage di Stato” spetta al magistrato siciliano Angelo Giorgianni che ha dato questo titolo al libro scritto insieme al medico legale napoletano Pasquale Mario Bacco, che ha suscitato veementi polemiche soprattutto per la prefazione procuratore di Catanzaro Nicola Gratteri che si è pentito di averla fatta dopo il fuoco incrociato di alcuni piccoli media come Il Foglio e Il Riformista.

Lo stesso concetto sulla “Strage di Stato” che si sarebbe consumata durante la gestione della pandemia è stato espresso nei giorni scorsi in una conferenza stampa alla Camera dei Deputati dal nutrizionista dottor Franco Trinca, affiancato dall’Avvocato Alessandro Fusillo, e dall’associazione European Consumers rappresentata dall’avvocato Francesco Scifo e dal Presidente dottor Marco Tiberti che hanno depositato una circostanziata denuncia alla Procura della Repubblica di Roma e ad altre procure.

 La conferenza stampa tenutasi alla Camera dei Deputati: da sinistra Scifo, Tiberti, Trinca, Fusillo e Cunial

Il libro del magistrato è stato invece capace di far scivolare sulla buccia di banana di una filippica contro i No Vax, quale non sono Giorgianni né Bacco come più volte da loro specificato dicendosi in realtà contro i vaccini ancora sperimentali antiCovid (soprattutto le terapie geniche a RNA messaggero di Pfizer e Moderna) ed opponendosi per questo alla loro imposizione obbligatoria, persino il parlamentare Vittorio Sgarbi. Il funambolo della dialettica drammaturgica è in realtà intervenuto in un video su Youtube, bocciato col pollice verso da quasi tutti coloro che l’hanno visionato, al solo scopo di difendere un suo ex collega di Forza Italia, rinviato a giudizio per concorso esterno in associazione di stampo mafioso nell’inchiesta Rinascita Scott condotta dal procuratore Nicola Gratteri.

Di questi retroscena abbiamo già scritto nell’aricolo Chi tocca Mafia, Massoneria e Big Pharma finisce sotto Tiro Mainstream, ripreso da un sito di controinformazione canadese e da uno francese. Pertanto sarebbe fin troppo onorevole per Sgarbi riprendere il suo delirio che partendo dai vaccini mira a difendere un avvocato che secondo Gratteri sarebbe il crocevia tra gli interessi di Politica, Massoneria e ‘Ndrangheta.

Veniamo dunque ad analizzare la denuncia di Trinca e Tiberti che si muove sulla stessa china giuridica dell’esposto presentato dal gudice Giorgianni, in qualità di presidente dell’associazione L’Eretico, alla Corte Penale Internazionale dell’Aja con l’accusa che i lockdown, oltre a rivelarsi inutili, si sono trasformati in torture psicologiche tali da configurare a suo giudizio dei gravi crimini contro l’umanità.

https://www.gospanews.net/2020/12/05/wuhan-gates-covid-19-il-complotto-del-nuovo-ordine-mondiale-il-libro-in-arrivo/

«Ieri 21 aprile, presso la sala conferenze stampa della Camera dei Deputati, messa a disposizione su iniziativa dell’On. Sara Cunial,  si è tenuta una conferenza stampa per presentare la denuncia inoltrata alla Procura di Roma e inviata ad altre Procure, nelle cui 80 cartelle di documentazione scientifica e di altro genere, sono stati evidenziati fatti e circostanze che evocano il profilo di DOLO a carico delle autorità sanitarie e governative nella gestione  dell’emergenza sanitaria Covid-19, in cui l’Italia più di altri Paesi è sprofondata da più di un anno senza ancora oggi vedere tempi e modalità positive di uscita» ha pubblicato il Trinca sul suo profilo Facebook.

Il dottor Franco Trinca è Biologo Nutrizionista, Specializzato in Scienza dell’Alimentazione all’Università di Perugia; ha inoltre conseguito il Diploma Universitario in Erboristeria presso l’Università di Urbino ed è esperto di Fitoterapia. «SARS-Cov-2, agente della malattia Covid-19 non è arrivato come un “fulmine a ciel sereno”, ma il pericolo imminente di una pandemia da coronavirus  diffusivo e potenzialmente pericoloso (se non curato tempestivamente e opportunamente) era stato ampiamente previsto e denunciato da OMS e dalla comunità scientifica internazionale» scrivono Trinca e Tiberti con il conforto legale degli avvocati Fusillo e Scifo.

Su questo argomento giova ricordare che una delle profetesse delal pandemia fu l’avvocato Avril Haines, già vice direttrice della Central Intelligence Agency quando l’amministrazione USA Obama-Biden finanziò pericolosissimi esperimenti sui ceppi di coronavirus SARS e MERS, infettati con l’HIV-AIDS e potenziati nella carica virale per finalità “dual use” (vaccino – bio-arma) con la tecnica del Guadagno di Funzione, simile al principio dell’arricchimento dell’uranio nelle armi nucleari. La stessa Haines, esperta di armi batteriologiche e nominata direttore di tutta l’intelligence americana dal nuovo presidente Joseph Biden, nei giorni ha ammesso l’ipotesi che il virus sia di origine artificiale in una relazione davanti al Comitato del Senato.

Ciò, sostenuto anche dalla rivista del Massachusset Institute of Technology, ha così avvalorato gli studi pubblicati da alcuni ricercatori indiani, dal virologo francese Luc Montagnier e dal suo connazionale bio-ingegnere Pierre Bricage, pubblicati l’anno scorso da Gospa News nel ciclo WuhanGates da cui è scaturito l’omonimo libro-inchiesta sulla pandemia “pianificata da decenni”, come sostenuto dall’avvocato Robert F- Kennedy junior, nell’ambito di un complotto del Nuovo Ordine Mondiale di cui abbiamo svelato e dimostrato moltissime trame.

Ma veniamo al punto 2 della denuncia di Trinca e dell’Associazione European Consumers di Tiberti: «Le autorità sanitarie e governative italiane non hanno compiuto le azioni dovute per preparare il Paese e il sistema sanitario nazionale (specialmente la medicina di territorio) all’impatto coll’onda pandemica. Ad esempio (ma non solo) non hanno adeguato il Piano Pandemico del 2006; su questo la Procura di Bergamo ha aperto un’inchiesta giudiziaria e, fra l’altro, ha messo sotto accusa Ranieri Guerra, ex dirigente del Ministero della Salute e ora direttore aggiunto dell’OMS mondiale. All’arrivo della pandemia in Italia, il PP 2006 non è stato neanche applicato in uno dei PUNTI CHIAVE: la scelta e la messa a disposizione tempestiva di farmaci antivirali e cure “di supporto”».

Su questo argomento ci sarebbe da scrivere una lunghissima parentesi visto che abbiamo dedicato ben tre reportages al dottor Guerra, ambasciatore scientifico a Washington per il Governo di Matteo Renzi che gettò le basi dei 12 vaccini obbligatori in età scolare divenuti legge con il Governo di Paolo Gentiloni in un piano politico ordito da Barack Obama con Bill Gates in cui mise lo zampino anche George Soros, l’altro megadonor dei Dems USA da decenni partner del PD in Italia.

Il punto 4 della denuncia alla Procura di Roma è la sintesi di altre inchieste di Gospa News sulla messa al bando di terapie efficaci come cortisonici, idrosssiclorichina e vitamina D: «AIFA  e Ministero della Salute hanno vincolato i medici di  base a PROTOCOLLI INEFFICACI per la gestione domiciliare di Covid-19, indirizzando fortemente all’ospedalizzazione i pazienti sintomatici; questo ha causato e causa ancora affollamento dei reparti di malattie infettive e terapie intensive, nonché decine di migliaia di decessi che si potevano evitare» si legge ancora nel testo pubblicato da Trinca su FB.

«Sulla base di un quadro emergenziale determinato da gravissimi errori di governance sanitaria, sono state imposte alla popolazione e al tessuto produttivo e dei servizi, pesanti restrizioni dei movimenti e delle attività» è la considerazione dei denuncianti perfettamente in linea con l’esposto al Tribunale dell’Aja del magistrato Giorgianni.

«Inoltre, le istituzioni sanitarie (AIFA, Ministero della Salute e ISS) hanno inibito i medici ospedalieri dal fare le autopsie sui pazienti deceduti, così ritardando di molto l’acquisizione delle complicazioni trombotiche e di coagulazione intravascolare disseminata (CID) e le relative cure. Inoltre, hanno CONTRASTATO e contrastano ancora sia le “cure di prevenzione, rinforzo del sistema immunitario e di supporto adiuvante in caso di malattia (minerali, vitamine nutraceutici antivirali come la Quercetina, ecc.), sia EFFICACI PROTOCOLLI FARMACOLOGICI utilizzati positivamente da centinaia di medici coraggiosi ed etici che hanno GUARITO migliaia di pazienti».

Ciò è stato ribadito in un’intervista dal professor Giancarlo Isaia, primario di Geriatria dell’ospedale Molinette di Torino, che ha dimostrato l’efficacia della vitamina D, nuovamente bocciata dalla circolare del Ministero della Salute, nonostante l’appello sottoscritto da 156 medici, tra cui noti primari e docenti accademici, ma completamente ignorato da mesi dal ministro Roberto Speranza, proprio come fece per l’appello sull’uso del desametasone proposto dalla neurologa Roberta Ricciardi con altri 33 medici.

«In alternativa a cure dimostratesi efficaci sul campo, le autorità sanitarie e governative vogliono imporre l’uso di massa di vaccini anti covid-19 per nulla efficaci né sicuri, per carenza ammessa e dichiaranti dalle aziende produttrici. Per tutto questo e molto altro ancora, i denuncianti sollecitano la Magistratura ad indagare se per i soggetti fisici a capo delle istituzioni sanitarie ricorrano, fra l’altro, i profili dei reati di STRAGE e TERRORISMO (art. 270 sexies c.p.)» concludono Trinca e Tiberti coi loro avvocati evocando le stesse argomentazioni già inserite nella diffida inviata al Ministero della Salute dal magistrato Giorgianni, contro l’obbligatorietà dei vaccini per gli operatori sanitari.

A breve i denuncianti pubblicheranno su Facebook il pdf del documento di denuncia, con le istruzioni per i cittadini consapevoli su come presentare a propria volta la denuncia alla Procura della propria città.

Leggi inoltre…

Fabio Giuseppe Carlo Carisio
© COPYRIGHT GOSPA NEWS
divieto di riproduzione senza autorizzazione


GOSPA NEWS – WUHAN.GATES REPORTAGE

GOSPA NEWS – INCHIESTE CORONA VIRUS

FACEBOOK – IL COMUNICATO DEL DOTTOR TRINCA

Fabio G. C. Carisio

Fabio Giuseppe Carlo Carisio, classe 1967, è giornalista pubblicista dal 1991. Ha diretto vari giornali locali piemontesi ed è stato corrispondente per i quotidiani Il Giornale e Libero. Nel 2018 ha fondato il webmedia di informazione giornalistica cristiana Gospa News. Dal 2019 è autore sul sito americano di gepolitica ed intelligence militare Veterans Today. Le sue investigazioni internazionali sono state pubblicate su Reseau International, Sputnik Italia, Maurizio Blondet e altri portali di contro-informazione. Alcune inchieste sono state tradotte in varie lingue e pubblicate su siti cinesi, russi, bulgari, mediorientali e latino americani. https://gospanews.net

Articoli correlati

0 0 votes
Article Rating
1 Comment
Inline Feedbacks
View all comments
Ermanno

Se questo sarebbe solo un esperimento di laboratorio, confermerebbe allora in maniera inequivocabile che si tratti di una pura invenzione ,una truffa premeditata e brevettata dal 2019 accreditando la pandemia alla malattia covid-19 della SARS.coV-2, mascherando il mondo intero sotto questa finzione virale, per nascondere il vero fine, cioè un’arma biologica para -militare , ma non come variante di virus naturale, ma come sperimentazione adottata tramite i non vaccini RNA essendo una ” TERAPIA GENICA”, mi sembra a questo punto di stabilire che sono misure e sperimentazioni vietate dal tribunale di NORIMBERGA, DALLA CONVENZIONE DI GINEVRA . DAL TRIBUNALE DEL’AIA, DALLE ISTITUZIONI INTERNAZIONALI SUI DIRITTI UMANI, DALL’O.N.U. ECC. ECC. COME è POSSIBILE CHE SI SVOLGONO IN QUESTI LABORATORI PERICOLOSISSIMI PER L’UMANITA’ E NON SI PERSEGUONO PENALMENTE….!!!!!!!!!

Back to top button

Adblock Detected

Caro Utente, stai utilizzando AdBlock... e ti capiamo! Anche noi lo usiamo. Ma il nostro sito ha bisogno di queste pubblicità per rimanere in vita. Disattiva Ad-Block oppure sottoscrivi un Abbonamento a Database Italia a soli 3€ al mese per rimuovere tutte le pubblicità!