Database Italia

CYBERWAR – IN FIAMME IL DATA CENTER PIÙ GRANDE D’EUROPA

Un incendio distrugge il data center SBG2 di OVHCloud a Strasburgo. Anche SBG1 gravemente danneggiato, SBG3 e SBG4 sono al sicuro ma non si riavvieranno oggi.



Il data center SBG2 di OVHcloud a Strasburgo è stato distrutto da un incendio che ha danneggiato anche SBG1. Nessuno è rimasto ferito nell’incendio, ma oggi tutti e quattro i data center del sito saranno chiusi.

L’incendio è scoppiato poco dopo la mezzanotte, mercoledì mattina, e ci sono volute sei ore per rimetterlo sotto controllo, con più di 100 vigili del fuoco sul posto. Il data center SBG2 a cinque piani e 500 mq è stato distrutto, mentre SBG1 è stato gravemente danneggiato. SBG3 e SBG4 erano protetti dai vigili del fuoco. Il sito è attualmente off-limits e nessuno dei data center sul sito verrà riavviato oggi, secondo il fondatore di OVHcloud Octave Klaba.

Nessuno ferito nell’incendio

Il data center, in Rue du Bassin de l’Industrie al Port du Rhin, ha preso fuoco alle 00:40, secondo un rapporto di Antoine Bonin del sito di notizie locale DNA , che riferisce: “Quando sono arrivati ​​i soccorsi, la struttura è stato completamente avvolta dalle fiamme, con esplosioni e fiammate per diverse decine di metri di altezza “.

L’incendio si è diffuso ad altri due edifici, danneggiando un altro data center del sito. “Una parte di SBG1 viene distrutta”, ha detto in un tweet il fondatore e presidente di OVHcloud Octave Klaba, che ha raccomandato ai clienti di attivare i piani di emergenza, poiché “l’intero sito è stato isolato, il che ha un impatto su tutti i servizi in SBG1-4”.

I servizi di emergenza del Basso Reno hanno inviato 115 vigili del fuoco e 44 macchine, tra cui sei “lanciatori a cannoni” e due scale, secondo il rapporto del DNA. La struttura si trova praticamente al confine con la Francia e altre risorse sono state mobilitate oltre il confine in Germania, secondo un comunicato stampa del Basso Reno. Un battello franco-tedesco, Europa 1, che trasportava un equipaggio tedesco, ha aiutato a spegnere l’incendio, prelevando l’acqua direttamente dal Reno.

OVHcloud aveva tre dipendenti in loco, tutti illesi.

OVHcloud è il più grande provider di cloud in Europa, con strutture in tutta la regione, così come nell’APAC e negli Stati Uniti.

L’incendio è arrivato solo due giorni dopo che OVHcloud ha annunciato di muovere i primi passi verso un’IPO, fluttuante sul mercato azionario di Parigi secondo Reuters . I dettagli del processo devono ancora essere determinati, ma la maggior parte dell’azienda è attualmente di proprietà privata della famiglia Klaba.
Lo stato attuale dei servizi di OVHcloud può essere visto qui .



Segui Database Italia su Google News: Database Italia

Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

0 0 votes
Article Rating
2 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments