Bersaglio MobileSaluteScienza e Tecnologia

DAGLI USA NUOVO SOS DI KENNEDY. Summit di Emergenza CDC per 226 Infiammazioni Cardiache tra i Giovani dopo Vaccini mRna

L’allarme lanciato dal sito The Defender dell’avvocato Robert F. Kennedy per reazioni avverse con Pfizer e Moderna

ORIGINAL ENGLISH VERSION HERE

I Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) USA hanno annunciato giovedì che convocheranno una riunione di emergenza dei suoi consulenti il ​​18 giugno per discutere di rapporti superiori alle attese di infiammazione cardiaca a seguito di dosi di vaccini Pfizer e Moderna COVID, secondo CBS News.

Secondo il CDC, sono stati registrati un totale di 475 casi di miocardite o pericardite in pazienti di età pari o inferiore a 30 anni. Il CDC ha identificato 226 rapporti che potrebbero soddisfare la “definizione del caso di lavoro” dell’agenzia di miocardite e pericardite a seguito delle inoculazione, l’agenzia ha rivelato giovedì durante un’audizione della FDA. La maggior parte delle persone colpite è guarita, ma 41 avevano sintomi in corso, 15 sono ancora ricoverati in ospedale e tre sono in terapia intensiva.

https://www.gospanews.net/2021/06/11/morire-a-18anni-per-vaccino-covid-camilla-uccisa-dalla-trombosi-dopo-astrazeneca-e-dopo-tanti-decessi-giudicati-senza-correlazione/

Il dott. Tom Shimabukuro, vicedirettore dell’Ufficio per la sicurezza dell’immunizzazione del CDC, ha dichiarato durante l’incontro di giovedì che si è verificato un numero superiore al previsto di casi di infiammazione cardiaca tra i giovani recentemente vaccinati con le loro seconde dosi di vaccino mRNA.

I dati del CDC hanno mostrato 196 segnalazioni di miocardite e pericardite tra i 18 ei 24 anni fino al 31 maggio, rispetto a un tasso previsto compreso tra otto e 83 casi. Tra i 16 ei 17 anni, fino al 31 maggio sono stati segnalati 79 casi di miocardite e pericardite. Il tasso previsto tra le persone in questa fascia di età è compreso tra due e 19 casi, ha detto Shimabukuro durante la sua presentazione.

Shimabukuro ha affermato che i risultati del CDC erano “per lo più coerenti” con i rapporti di rari casi di infiammazione cardiaca che erano stati studiati in Israele e segnalati dal Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti all’inizio di quest’anno.

La miocardite è un’infiammazione del muscolo cardiaco che può portare ad aritmia cardiaca e morte. Secondo i ricercatori della National Organization for Rare Disorders, la miocardite può derivare da infezioni, ma “più comunemente la miocardite è il risultato della reazione immunitaria del corpo al danno cardiaco iniziale”. La pericardite è spesso usata in modo intercambiabile con la miocardite e si riferisce all’infiammazione del pericardio, il sottile sacco che circonda il cuore.

Una ricerca nel Vaccine Adverse Events Reporting System (VAERS) del CDC ha rivelato 900 casi di pericardite e miocardite segnalati negli Stati Uniti, tra tutti i gruppi di età, a seguito della vaccinazione COVID, tra il 14 dicembre 2020 e il 4 giugno 2021. Dei 900 casi segnalati, 59 casi si sono verificati nel gruppo di età compresa tra 12 e 17 anni – tutti tranne un caso sono stati attribuiti a Pfizer.

Il 10 maggio, la Food and Drug Administration (FDA) degli Stati Uniti ha ampliato l’EUA per il vaccino COVID di Pfizer per includere i bambini di età compresa tra 12 e 15 anni. Il 10 giugno, Moderna ha chiesto alla FDA di ampliare l’uso di emergenza del suo vaccino COVID negli adolescenti dai 12 ai 17 anni. Il CDC aveva precedentemente affermato che stava indagando sui rapporti secondo cui alcuni adolescenti e giovani adulti vaccinati contro il COVID potrebbero aver avuto problemi cardiaci, secondo il gruppo consultivo dell’agenzia.

Il comitato consultivo del CDC sulle pratiche di immunizzazione in una dichiarazione ha affermato che le segnalazioni di miocardite fino ad oggi sembravano verificarsi prevalentemente negli adolescenti e nei giovani adulti, più spesso nei maschi che nelle femmine, più spesso dopo la seconda dose e in genere entro quattro giorni dopo la vaccinazione. La maggior parte dei casi sembrava essere “lieve” e il follow-up è in corso.

Il gruppo di lavoro tecnico sulla sicurezza dei vaccini del CDC ha originariamente affermato che i suoi sistemi di monitoraggio non avevano rilevato più casi di miocardite di quanto ci si aspetterebbe nella popolazione, ma i membri del comitato sulle vaccinazioni hanno affermato che gli operatori sanitari dovrebbero essere informati delle segnalazioni del “potenziale evento avverso”. .”

Ma come riportato da The Defender il 10 giugno, il CDC ha successivamente riconosciuto – nelle linee guida aggiornate sul suo sito Web il 1 giugno – un numero di casi di miocardite superiore al previsto tra i giovani adolescenti dopo la seconda dose di un vaccino COVID mRNA. Non è stato fino alla riunione della FDA di giovedì che l’agenzia ha discusso pubblicamente del tasso più alto e ha annunciato l’intenzione di tenere una riunione di emergenza.

UE e Israele indagano sui casi di infiammazione del cuore

Il 2 giugno, i funzionari sanitari israeliani hanno scoperto un “probabile” collegamento tra il vaccino COVID di Pfizer – su cui il paese ha fatto affidamento quasi esclusivamente nella sua campagna di vaccinazione – e dozzine di casi di infiammazione cardiaca nei giovani dopo la seconda dose.

In una dichiarazione, Pfizer ha affermato che non vi sono ancora indicazioni che i casi siano dovuti al suo vaccino. La miocardite è spesso causata da infezioni virali e sono state segnalate infezioni da COVID per causare la condizione, ha affermato il produttore di farmaci. Il partner di Pfizer, BioNTech, ha affermato che più di 300 milioni di dosi del vaccino COVID sono state somministrate a livello globale e il “profilo rischio-beneficio” del vaccino rimane positivo.

Il 7 maggio, le autorità di regolamentazione dell’UE hanno invitato Pfizer e Moderna a fornire ulteriori dati relativi ai vaccini COVID delle aziende e un potenziale collegamento all’infiammazione cardiaca, dopo che l’agenzia ha completato una revisione della sicurezza di tutti e quattro i vaccini COVID autorizzati per l’uso di emergenza nell’UE.

Un rapporto pubblicato dal Comitato di valutazione dei rischi per la farmacovigilanza (PRAC) dell’European Medicines Agency (EMA) ha rivelato che i suoi membri erano a conoscenza di casi di miocardite e pericardite in seguito alla vaccinazione Pfizer. I regolatori hanno affermato di non aver visto un’indicazione che il vaccino abbia causato questi casi, ma come prevenzione, il PRAC ha chiesto a Pfizer di fornire ulteriori dati, inclusa un’analisi degli eventi in base all’età e al sesso nel suo prossimo rapporto di sicurezza riepilogativo sulla pandemia e valuterà se altri è necessaria un’azione normativa.

Fonte originale: The Defender di Robert F. Kennedy Jr. che ritiene la Pandemia da SARS-COV-2 pianificata da decenni da Bill Gates ed Anthony Fauci come svelato anche da Gospa News nell’ultima inchiesta WuhanGates 39 che prova la costruzione dell’agente patogeno potenziato in laboratorio.

Fabio G. C. Carisio

Fabio Giuseppe Carlo Carisio, classe 1967, è giornalista pubblicista dal 1991. Ha diretto vari giornali locali piemontesi ed è stato corrispondente per i quotidiani Il Giornale e Libero. Nel 2018 ha fondato il webmedia di informazione giornalistica cristiana Gospa News. Dal 2019 è autore sul sito americano di gepolitica ed intelligence militare Veterans Today. Le sue investigazioni internazionali sono state pubblicate su Reseau International, Sputnik Italia, Maurizio Blondet e altri portali di contro-informazione. Alcune inchieste sono state tradotte in varie lingue e pubblicate su siti cinesi, russi, bulgari, mediorientali e latino americani.https://gospanews.net

Articoli correlati

Back to top button

Database Italia ha bisogno di te!

Database Italia è finanziato da te, per te. Questo significa  che
ci affidiamo al tuo supporto. Se ti piace
quello che facciamo puoi scegliere di effettuare una sottoscrizione per evitare di visualizzare pubblicità durante la lettura degli articoli.
In alternativa puoi effettuare una donazione tramite debit card o carta di credito.

Le donazioni non sono obbligatorie. Puoi continuare tranquillamente la lettura chiudendo questo popup.

ABBONATI! Con un piccolo contributo di 3 € al mese potrai leggere tutti gli articoli senza fastidiose pubblicità.

Adblock Detected

Caro Utente, stai utilizzando AdBlock... e ti capiamo! Anche noi lo usiamo. Ma il nostro sito ha bisogno di queste pubblicità per rimanere in vita. Disattiva Ad-Block oppure sottoscrivi un Abbonamento a Database Italia a soli 3€ al mese per rimuovere tutte le pubblicità!