Deep StateIl FiccanasoSaluteScienza e Tecnologia

DARPA:PROGETTO VACCINI mRNA

DARPA Nel 2017 sul proprio sito annunciò un nuovo progetto teso a sviluppare una piattaforma integrata end-to-end che utilizza sequenze di acido nucleico per fermare la diffusione delle infezioni virali in sessanta giorni o meno.

Leggi anche: DARPA AMA BIG PHARMA

Negli ultimi anni, i ricercatori finanziati da DARPA hanno sperimentato la tecnologia dei vaccini a RNA, una contromisura medica contro le malattie infettive che utilizza costrutti genetici codificati per stimolare la produzione di proteine virali nel corpo, che a sua volta può innescare una risposta anticorpale protettiva. 

Come sforzo successivo, DARPA ha finanziato la ricerca su costrutti genetici che possono stimolare direttamente la produzione di anticorpi nel corpo. DARPA sta ora lanciando il programma Pandemic Prevention Platform (P3), volto a sviluppare quel lavoro fondamentale in un intero sistema in grado di arrestare la diffusione di qualsiasi focolaio di malattia virale prima che possa degenerare in una pandemia. Una tale capacità offrirebbe un netto contrasto con lo stato dell’arte per lo sviluppo e la distribuzione dei vaccini tradizionali – un processo che non fornisce trattamenti ai pazienti fino a mesi, anni o addirittura decenni dopo che una minaccia virale emerge.

L’obiettivo di DARPA è quello di creare una piattaforma tecnologica che possa mettere un trattamento protettivo nelle mani degli operatori sanitari entro 60 giorni dall’identificazione di un patogeno, e far sì che quel trattamento induca la protezione nei pazienti entro tre giorni dalla somministrazione. Dobbiamo essere in grado di muoverci a questa velocità considerando quanto velocemente le epidemie possono andare fuori controllo“, ha detto Matt Hepburn, il responsabile del programma P3. “La tecnologia deve funzionare su qualsiasi malattia virale, sia che si tratti di una che l’uomo ha già affrontato o meno“.

Le recenti epidemie di malattie infettive virali come Zika, influenza H1N1 ed Ebola hanno messo in evidenza l’incapacità del sistema sanitario globale di contenere rapidamente la diffusione di una malattia utilizzando gli strumenti e le procedure esistenti. Le contromisure mediche allo stato dell’arte richiedono in genere molti mesi o addirittura anni per sviluppare, produrre, distribuire e somministrare. Queste soluzioni spesso arrivano troppo tardi – se mai lo fanno – e in quantità troppo piccole per rispondere alle minacce emergenti. Al contrario, la piattaforma P3 immaginata ridurrebbe il tempo di risposta a settimane e rimarrebbe all’interno della finestra di rilevanza per contenere un focolaio.

La chiave di questa impresa sono le tecnologie basate sugli acidi nucleici – quelle che sono centrate su DNA e RNA – tra cui alcune sviluppate sotto il programma DARPA’s Autonomous Diagnostics to Enable Prevention and Therapeutics (ADEPT). Utilizzando questi strumenti, gli scienziati possono identificare gli anticorpi protettivi da pazienti in via di guarigione e poi, attraverso una versione biologica di ingegneria inversa, produrre costrutti genetici che, quando consegnato, può istruire il corpo di un individuo per produrre anticorpi protettivi simili. Quantità significative di queste “cianografie” di acido nucleico possono essere prodotte rapidamente rispetto ai metodi di produzione di anticorpi allo stato dell’arte.

Ciò che è richiesto ora sono scoperte in tre altre aree tecnologiche per colmare quei risultati passati DARPA e superare i restanti colli di bottiglia che ostacolano la risposta rapida alle minacce pandemiche. Il programma P3 perseguirà le innovazioni in queste tre aree:

  • Far crescere il virus necessario per supportare la valutazione delle terapie nei test di laboratorio;
  • Sottoporre gli anticorpi a rapidi cicli di evoluzione fuori dal corpo per aumentare la loro potenza oltre quella degli anticorpi più efficaci ottenuti da pazienti infetti; e
  • Sviluppare mezzi per consegnare in modo efficiente trattamenti protettivi basati su acidi nucleici, dato che le tecnologie usate per somministrare i vaccini convenzionali non si traducono facilmente.

Raggiungere e integrare le scoperte in tutte queste aree richiederà una cooperazione coreografata tra ricercatori e ingegneri specializzati in aree come immunologia, microbiologia, virologia, malattie infettive mediche, biologia molecolare e sviluppo e produzione di contromisure mediche.

Le squadre finanziate da DARPA dovranno dimostrare le loro piattaforme integrate in cinque simulazioni durante il programma quadriennale previsto; inizialmente testeranno le loro piattaforme usando agenti patogeni di loro scelta, ma alla fine testeranno usando agenti patogeni selezionati da DARPA, comprese due dimostrazioni in cui l’identità dell’agente patogeno rimarrà opaca alle squadre fino all’inizio dei 60 giorni. Per garantire che le piattaforme sviluppate possano produrre un prodotto di qualità con un percorso praticabile per la revisione normativa, ogni squadra sarà tenuta a completare una prova di sicurezza clinica di fase I prima della fine del programma.

Un vantaggio dell’approccio basato sugli acidi nucleici per limitare la diffusione dell’infezione è che i costrutti genetici introdotti nel corpo sarebbero elaborati rapidamente e non si integrerebbero nel genoma di un individuo. Allo stesso modo, gli anticorpi prodotti in risposta al trattamento sarebbero presenti nel corpo solo per settimane o mesi. Questo è coerente con l’intento di DARPA con P3, che è quello di fornire in modo sicuro l’immunità transitoria a un virus, arrestando la diffusione della malattia creando un firewall.

Il nostro paese chiede ai nostri membri del servizio militare di dispiegarsi a livello globale e fornire assistenza umanitaria in tutti i tipi di ambienti ad alto rischio. Lo dobbiamo a loro per sviluppare le migliori protezioni possibili“, ha detto Hepburn, un medico dell’esercito degli Stati Uniti che in precedenza ha servito come direttore della preparazione medica nello staff di sicurezza nazionale della Casa Bianca. “Se abbiamo successo, DARPA potrebbe togliere le epidemie di malattie infettive virali dal tavolo come una minaccia per le truppe statunitensi e come un driver di instabilità globale“.

CHE COS’É Autonomous Diagnostics to Enable Prevention and Therapeutics (ADEPT)

Il programma Autonomous Diagnostics to Enable Prevention and Therapeutics (ADEPT) supporta la prontezza delle singole truppe e la protezione della salute della forza totale sviluppando tecnologie per identificare e rispondere rapidamente alle minacce poste da malattie e tossine naturali e artificiali. Un sottoinsieme di tecnologie ADEPT supporta specificamente l’uso da parte di personale con una formazione medica minima, fornendo capacità di laboratorio centralizzato anche negli ambienti a basse risorse tipici di molte operazioni militari. Il programma fa parte di un portafoglio di ricerca finanziato da DARPA che mira a fornire opzioni per prevenire o mitigare le minacce di malattie infettive in costante evoluzione.

Le quattro spinte del programma ADEPT riguardano la diagnostica semplice da usare e su richiesta per il processo decisionale medico e il monitoraggio accurato delle minacce; nuovi metodi per produrre rapidamente nuovi tipi di vaccini con maggiore potenza; nuovi strumenti per ingegnerizzare le cellule dei mammiferi per la consegna mirata dei farmaci e la diagnostica in vivo; e nuovi metodi per impartire un’immunità quasi immediata a un individuo usando gli anticorpi.

L’ADEPT ha aperto la strada all’uso di tecnologie anti-infettive basate su acidi nucleici, preziose per la loro efficacia e adattabilità. Questi strumenti – principalmente istruzioni genetiche codificate per il corpo su come produrre i propri anticorpi protettivi contro una minaccia specifica – hanno i vantaggi di essere facilmente prodotti su scala utilizzando processi in gran parte sintetici, trasportati e conservati senza molte delle logiche della catena del freddo richieste dalle contromisure mediche tradizionali, consegnati con un’efficacia quasi immediata, ed espressi in modo sicuro nel corpo solo per una durata limitata, senza causare un’alterazione permanente del genoma.

Commento: Ora riuscite a “vedere’ la finalità di questa pandemia e il suo obbiettivo? Ora capite perchè un militare in Italia sta nel governo per gestire la distribuzione dei sieri? La “vaccinazione” o meglio la marcazione è un’operazione militare, mascherata da finta pandemia, sulla popolazione per accelerare la raccolta dei dati dell’esperimento.

FONTI

DARPA:https://www.darpa.mil/news-events/2017-02-06a

DARPA: https://www.darpa.mil/program/autonomous-diagnostics-to-enable-prevention-and-therapeutics

OXFORD ACADEMIC (The Journal of Infectious Diseases): https://academic.oup.com/jid/article/214/3/369/2577330?related-urls=yes&legid=jinfdis;jiw111v1

CISION PR: CUREVAC riceve brevetto per tecnologia RNA Antibody: https://www.prnewswire.com/news-releases/curevac-receives-broad-patent-for-rnantibody-technology-300358819.html

Il Ficcanaso

Il Ficcanaso è un libero cittadino che impegna il proprio tempo ad informarsi sugli eventi che accadano alla costante ricerca della verità per poterla condividere con i propri simili. L'informazione è Libertà, l'ignoranza è schiavitù! Segui i miei articoli : https://www.databaseitalia.it/rubriche/il-ficcanaso/

Articoli correlati

0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Back to top button

Database Italia ha bisogno di te!

Database Italia è finanziato da te, per te. Questo significa  che
ci affidiamo al tuo supporto. Se ti piace
quello che facciamo puoi scegliere di effettuare una sottoscrizione per evitare di visualizzare pubblicità durante la lettura degli articoli.
In alternativa puoi effettuare una donazione tramite PayPal o carta di credito. 

Le donazioni non sono obbligatorie. Puoi continuare tranquillamente la lettura chiudendo questo popup.

Adblock Detected

Caro Utente, stai utilizzando AdBlock... e ti capiamo! Anche noi lo usiamo. Ma il nostro sito ha bisogno di queste pubblicità per rimanere in vita. Disattiva Ad-Block oppure sottoscrivi un Abbonamento a Database Italia a soli 3€ al mese per rimuovere tutte le pubblicità!