Deep StateEconomiaEight O’Clock in the MorningPolitica

DECODIFICA DAVOS – THE GLOBAL ENDGAME



Trascrizione

Decodifica Davos: The Global Endgame

La frase agghiacciante di George Orwell su “uno stivale che ti calpesta in faccia per sempre” dal suo libro  1984  è molto vicina al suo massimo adempimento. Vedi, le persone che hanno annunciato coraggiosamente che  entro il 2030 non avrai nulla e sarai felice  e che semplicemente  “affitterai tutto ciò di cui hai bisogno” si sono  incontrate durante la settimana del 25 gennaio 2021 per discutere i piani per un rimodellamento totale del pianeta. Esatto, sto parlando del  World Economic Forum  noto anche come Davos Class.

La conferenza è iniziata con le osservazioni di Klaus Schwab, fondatore e presidente esecutivo del World Economic Forum, che ha affermato che il 2021 è “un anno cruciale” per il nostro futuro.

Alla conferenza di una settimana hanno partecipato rappresentanti del governo, delle banche, delle imprese, del mondo accademico, dei media, di Big Tech e di Big Pharma. Alcuni degli altoparlanti più importanti includevano:

  • Anthony S. Fauci,  Direttore, Istituto nazionale di allergie e malattie infettive (NIAID)
  • Bill Gates,  Presidente, The Bill & Melinda Gates Foundation
  • Tedros Adhanom Ghebreyesus,  Direttore generale, Organizzazione mondiale della sanità (OMS)
  • Kristalina Georgieva,  Amministratore delegato, Fondo monetario internazionale
  • Al Gore,  ex vicepresidente degli Stati Uniti
  • John F. Kerry,  Inviato speciale presidenziale degli Stati Uniti per il clima
  • Christine Lagarde,  Presidente, Banca centrale europea
  • Angela Merkel,  Cancelliere federale della Germania
  • Sundar Pichai,  amministratore delegato, Alphabet; Amministratore delegato, Google Inc.
  • Rajiv Shah , Presidente, The Rockefeller Foundation

    C’erano anche indirizzi speciali consegnati da:
  • António Guterres,  Segretario generale, Nazioni Unite
  • Emmanuel Macron,  Presidente della Francia
  • Benjamin Netanyahu,  Primo Ministro di Israele
  • Vladimir Putin,  Presidente della Federazione Russa
  • Ursula von der Leyen,  presidente della Commissione europea
  • e  Xi Jinping,  presidente della Repubblica popolare cinese

I 7 temi principali degli incontri di Davos di quest’anno sono stati:

  1. Come salvare il pianeta
  2. Economie più giuste
  3. Tech for Good
  4. Società e futuro del lavoro
  5. Affari migliori
  6. Futures sani
  7. Oltre la geopolitica

Suona bene, vero? Bene, se desideri che tutto nella tua vita sia deciso da una cabala di addetti ai lavori ricchi, autocompiacenti e ben collegati, sono sicuro che suona meraviglioso. Per il resto di noi, che apprezza l’indipendenza, la libertà e la privacy, gli obiettivi di Davos di salvare il pianeta e trasformare la società suonano più come grida di battaglia autoritarie di cui persino George Orwell sarebbe inorridito.

Nessun ritorno alla normalità

Il front man di Davos, Klaus Schwab, ha dichiarato apertamente che la pandemia COVID-19 era l’occasione perfetta per  “reimmaginare il nostro mondo”  e ha persino scritto un intero libro su come farlo chiamato  COVID-19:  The Great Reset . Infatti, Schwab ha proclamato con orgoglio che il mondo non sarebbe mai tornato alla normalità dopo la pandemia come se fosse una cosa orribile.

In  COVID-19:  The Great Reset , Schwab ha raddoppiato la sua posizione di non tornare alla normalità, affermando:

Molti di noi stanno riflettendo su quando le cose torneranno alla normalità. La risposta breve è: mai. Nulla tornerà mai al senso di normalità “spezzato” che prevaleva prima della crisi perché la pandemia di coronavirus segna un punto di svolta fondamentale nella nostra traiettoria globale. – Klaus Schwab

Com’era prevedibile, Schwab non era l’unico a sentirsi in questo modo. È stato raggiunto da molti leader del governo e degli affari che hanno iniziato stranamente a fare eco quasi le stesse identiche dichiarazioni sui media.

È stato il World Economic Forum di Schwab insieme alla Bill and Melinda Gates Foundation e al John’s Hopkins Center for Health Security a sponsorizzare l’  Evento 201  nell’ottobre 2019. Questo esercizio di preparazione alla pandemia ha presentato una copia quasi carbone di ciò che sarebbe accaduto nella vita reale solo pochi mesi dopo.

Lasceremo per un’altra volta l’argomento delle vere origini e della natura del virus. Ma come predetto dal gruppo di esperti durante l’Evento 201, tutto è cambiato e molto rapidamente una volta che l’Organizzazione mondiale della sanità ha dichiarato una pandemia l’11 marzo 2020. Lo stesso giorno, il Forum economico mondiale ha annunciato la creazione della sua  piattaforma d’azione COVID , al servizio come modello per rimodellare la risposta economica globale alla pandemia di coronavirus.

È stata inoltre rilasciata la  Strategic Intelligence Platform  sviluppata per “esplorare e monitorare i problemi e le forze che guidano il cambiamento trasformazionale nelle economie”, nei settori e nelle questioni globali. In altre parole, prendere il controllo di tutto ciò che è vitale per la vita del pianeta e della sua popolazione.

Con questi sforzi e altro ancora, la Classe Davos non ha perso tempo con i suoi piani per rimodellare il mondo. Come ha affermato una volta l’ex sindaco di Chicago Rahm Emanuel (e fratello del dottor Zeke Emanuel “nessun ritorno alla normalità”),

Non vuoi mai che una crisi seria vada sprecata. E quello che intendo con questo è un’opportunità per fare cose che non pensavi di non poter fare prima.

Ma il vero problema è sempre stato quello di portare avanti un’agenda per creare un governo globale. La pandemia è stata la scusa usata per accelerare questo schema. 

Ma lasciamo ancora una volta che il fantoccio globalista Klaus Schwab abbia preparato il terreno per il vero meccanismo che sarebbe stato utilizzato per portare avanti tutti i cambiamenti desiderati della Classe Davos. La Paura!

Ancora una volta, è stato Schwab a riconoscere che,

La diffusione di malattie infettive ha una capacità unica di alimentare la paura, l’ansia e l’isteria di massa.
– Schwab, Klaus. COVID-19: Il grande ripristino

In effetti, l’isteria indotta dalla paura da una crisi di salute pubblica ha causato gli scenari esatti a cui l’Evento 201 si era svolto pochi mesi prima. COVID-19 è servito come una palla da demolizione scatenata per ribaltare ogni aspetto della vita. Questo esperimento mondiale di ingegneria sociale si è rivelato ampiamente riuscito poiché le società di tutto il mondo sono state trasformate in un paio di mesi in regimi totalitari che chiedevano il rispetto di misure draconiane emanate per “fermare la diffusione del virus”.

Negli Stati Uniti come in Italia, tutto è iniziato con la richiesta di ” 15 giorni per rallentare la diffusione “. I cittadini hanno acconsentito a misure che prima dell’epidemia sarebbero state considerate impensabili come l’allontanamento sociale, la copertura del viso, la ricerca di contatti, la chiusura di attività commerciali e le restrizioni di viaggio. Tutti gli aspetti della vita sono stati completamente ribaltati. Fortunatamente, il tasso di mortalità per il virus non era affatto vicino a quanto previsto nell’Evento 201. Tuttavia, i tassi di suicidio, la violenza domestica, la depressione e l’abuso di sostanze sono aumentati poiché il blocco stesso si è rivelato più minaccioso del virus.

Ma indovinate un po? Tutta questa sofferenza umana è stata predetta dalla classe di Davos. Sapevano che sarebbe stato particolarmente difficile per i paesi in via di sviluppo e le minoranze. Erano pienamente consapevoli che una crisi di questa portata avrebbe ulteriormente ampliato il divario di ricchezza tra ricchi e poveri. Avevano preconoscenza del danno estremo che sarebbe stato fatto e del prezzo che avrebbe avuto sulla salute umana, la ricchezza, il benessere emotivo e spirituale. Ma questi vampiri malati, contorti e assetati di potere userebbero tutto questo caos come parte del loro gioco finale. La loro speranza è che rendendo queste iniquità più visibili, accetterete più prontamente le loro soluzioni pre-pianificate. Ed è così che intendono farlo.

 Creare fiducia per la governance globale

Uno dei temi principali degli incontri di Davos di gennaio era incentrato sulla “costruzione della fiducia”. In effetti, Schwab ritiene che una delle questioni più critiche per il successo dei loro piani sia il rinnovamento della fiducia.

La classe Davos sta facendo tutto il possibile per farti accettare i loro piani. Non possono farlo senza problemi se non hanno prima la tua fiducia. Vedi, questo gioco globale funziona producendo il tuo consenso attraverso una propaganda sofisticata, una programmazione predittiva e un lavaggio del cervello a tutto campo. A meno che tu non dica esplicitamente di no e fai qualcosa per resistere ai piani della classe di Davos, prenderanno il tuo silenzio e la tua compiacenza come permesso per procedere con la loro agenda.

Questo è il motivo per cui amano usare parole come  inclusivo ,  equo ,  resiliente ,  sostenibile ,  multipolare ,  collaborativo  e  giustizia sociale  per far sembrare che tu sia invitato al tavolo per aiutare a prendere decisioni. In realtà, tutte le decisioni sono già state prese per te. E nessuna di loro è veramente a tuo vantaggio.

Ma la classe Davos non è stupida. Si rendono conto che molti stanno seguendo i loro piani e hanno anche ammesso che The Great Reset suona come una nefanda cospirazione globale. Quindi, stanno ricorrendo a tattiche di gaslight come  questo video  su The Great Reset per farti dubitare dei tuoi sospetti e dipingere chiunque contraddica la loro narrativa come un ciarlatano.

Sì, amano liquidare qualsiasi rapporto sul loro malvagio programma come “teorie del complotto”. Ma questo tipo di propaganda non è altro che un trucco magico. È un gioco di prestigio all’angolo della strada con video, rapporti e marketing intelligente prodotti in modo professionale.

Vogliono disperatamente che tu creda che si preoccupano profondamente per te e sono sconvolti da qualsiasi resistenza. Come osi anche solo pensare di metterli in discussione e cercare risposte da solo!

Fidati degli esperti. Fidati del governo. Fidati dei banchieri. Fidati della scienza. Fidati del piano. Affidati alla classe Davos!

La pandemia COVID è solo la prima fase del piano per farti arrendere ai loro obiettivi. Cos’altro hanno in serbo?

Agenda 21/2030 e Collettivismo

Alla ricerca di un nuovo nemico che ci unisca, abbiamo avuto l’idea che l’inquinamento, la minaccia del riscaldamento globale, la scarsità d’acqua, la carestia e simili sarebbero adatti al conto … Tutti questi pericoli sono causati dall’intervento umano ed è solo attraverso atteggiamenti e comportamenti modificati che possono essere superati. Il vero nemico, quindi, è l’umanità stessa.
– Dr Alexander King, Co-fondatore del Club of Rome The First Global Revolution,  A Report by the Council of the Club of Rome di Alexander King e Bertrand Schneider 1991

I piani diabolici per formulare un governo globale sono stati fomentati molto tempo fa. Il Club di Roma ha svolto un ruolo enorme fin dal 1972 con la pubblicazione del suo rapporto,  The Limits to Growth,  che essenzialmente incolpa tutti i problemi della società al fatto che troppe persone consumano troppe cose. Uno dei modi principali in cui questo sindacato globale di magnati bancari, intellettuali, scienziati, burocrati e loro amici ha pianificato di raggiungere il loro Nuovo Ordine Mondiale è stato promuovere la minaccia del  riscaldamento globale , che oggi si è trasformato in  cambiamento climatico . È lo stratagemma del cambiamento climatico che sta dando ai tecnocrati globali il pretesto per cambiare il mondo chiedendo  emissioni nette di carbonio zero ciò distruggerebbe l’industria dei combustibili fossili e altererebbe completamente il modo in cui opera il mondo.

La minaccia della crisi ambientale sarà la “chiave del disastro internazionale” che sbloccherà il Nuovo Ordine Mondiale.
– Mikhail Gorbachev

Dopo secoli di gestione di tutte le industrie che inquinano la terra e la riempiono di veleni, ora vogliono che tu creda che hanno un piano per correggere tutti questi torti. Ma il Club di Roma, il Forum economico mondiale e le Nazioni Unite non sono gli unici gruppi che promuovono questo schema. C’è anche il World Government Summit (WGS), tra una sfilza di altre organizzazioni e thinktank che lavorano per realizzare il loro sogno di governo globale.

Le moderne propaggini del   rapporto Limiti alla crescita sono l’Agenda 21 e gli  Obiettivi di sviluppo sostenibile dell’Agenda 2030  sviluppati dalle Nazioni Unite. È una semplice coincidenza che una pandemia globale si sia verificata all’inizio del 2020 giusto in tempo per “inaugurare un decennio di azioni ambiziose” nel tentativo di assumere il controllo completo del pianeta? È per caso che questa pandemia sia stata utilizzata anche per spingere al massimo l’agenda del cambiamento climatico?

Un’altra domanda rilevante è chi ha dato alle Nazioni Unite questa autorità? Non ho mai votato per António Guterres l’attuale Segretario generale delle Nazioni Unite o per nessuno dei precedenti e sono sicuro che non lo hai fatto neanche tu. Ma nel 1992,   alla Camera dei rappresentanti degli Stati Uniti fu approvato un disegno di legge per impegnare il paese ad attuare l’Agenda 21. Era sponsorizzato nientemeno che dall’attuale presidente della Camera Nancy Pelosi e sostenuto dall’attuale leader della maggioranza al Senato Chuck Schumer e dal senatore Bernie Sanders. Sebbene questo disegno di legge non sia mai passato al Senato, molti dei suoi principi sono stati messi in atto nel corso degli anni. Non importa dove vivi, è probabile che il tuo paese abbia promulgato leggi simili senza il tuo consenso.

Concetti come la giustizia sociale, il reddito di base universale (UBI) e le politiche del Green New Deal derivano tutti dall’Agenda 21 e quando saranno pienamente attuati faranno molto più male che bene.

Pensando che la maggior parte delle persone sia d’accordo con questi piani o ancora bloccata nella matrice della falsa realtà, le Nazioni Unite hanno persino avuto l’audacia di  creare un sito web che dichiari un Nuovo Ordine Mondiale  con “felicità, benessere e libertà di tutta la Terra entro il 2050 “ha portato così tanti contraccolpi che alla fine l’hanno rimosso.

La classe di Davos e i suoi seguaci globalisti amano fingere che i loro piani andranno a beneficio di tutta l’umanità, pur continuando a mantenere la maggior parte della ricchezza e delle risorse del mondo nelle proprie casse. Sebbene promettano equità globale, non rivelano mai che ciò significa e cioè che tutti saranno ugualmente poveri e dipendenti da signori tecnocratici per ogni briciola sul tavolo.

Negli anni molte anime coraggiose come Rosa Koire, autrice di  Behind the Green Mask  e Patrick Wood, autore di  Technocracy Rising,  hanno smascherato i loro tentativi di tirare un’esca e lasciare il 99% senza assolutamente nulla.

Al centro di  Agenda 21 ,  Agenda 2030 ,  Build Back Better ,  Climate Change e  The Great Reset  c’è il collettivismo. In qualità di pioniere della ricerca sui piani per il governo globale,  G. Edward Griffin  ha anche spiegato come il collettivismo non sia altro che uno stratagemma di marketing per indurre le persone a rinunciare ai loro diritti individuali e per i paesi a rinunciare alla loro sovranità alle élite globali.

L’insidiosità dei partenariati pubblico-privato

In effetti, lo scopo principale del World Economic Forum è quello di funzionare come un’istituzione socializzante per l’emergente élite globale, la “mafiocrazia” della globalizzazione di banchieri, industriali, oligarchi, tecnocrati e politici. Promuovono idee comuni e servono interessi comuni: i propri.
– Andrew Marshall,  World Economic Forum: una storia e un’analisi

Uno dei più grandi suggerimenti da Davos 2021 è stato il costante appello alle partnership pubblico-privato per aprire la strada al raggiungimento del cambiamento globale. Questa parola d’ordine “ppp” è solo un modo elegante per dire fascismo, o la fusione di corporazioni e governo in un unica entità totalitaria.

Cosa potrebbe andare storto fondendo gli sforzi di società globali come Bank of America, BlackRock, Facebook, Goldman Sachs, Google, JPMorgan Chase, Microsoft, Palantir Technologies, Pfizer, Thompson Reuters e VISA con agenzie governative e società civile? Dopotutto, secondo il CEO di Salesforce Marc Benioff, i CEO erano gli eroi della pandemia! La parte spaventosa di tutto questo è che uomini di Davos come Benioff ci credono davvero e insistono perché ci crediate anche voi. Dopotutto, sono davvero i “bravi ragazzi” in tutto questo.

Collaborando con i governi, queste e molte altre società transnazionali hanno completamente preso il controllo della nostra fornitura di cibo, dei nostri sistemi economici, dei trasporti, della tecnologia, dei media, dei servizi pubblici, delle risorse naturali, dei sistemi sanitari e delle industrie dell’intrattenimento. Queste potenti società multimilionarie e miliardarie sono cresciute fino a diventare un sistema di controllo bestiale che detta le regole del gioco in ciascuna delle loro industrie e sono intenzionate a distruggere gli operatori indipendenti.  

Entra nel capitalismo degli stakeholder

Se siamo i nuovi schiavi americani, allora chi è il nostro padrone? Il Nuovo Maestro, come un mostro scappato dai laboratori di un nobile esperimento chiamato sogno americano, è la somma totale di un accoppiamento amorale tra governo e affari. Si profila come un ibrido monolite che non è né governo né affari ed è composto da singoli filoni di potere che includono il presidente, il Congresso, i tribunali, una moltitudine di uffici e agenzie governative e un immenso gruppo di multinazionali, alcune ricche come grandi nazioni. – Gerry Spence,  dammi la libertà!

Per far fronte al crescente contraccolpo all’avidità e al controllo esercitato dalla classe Davos di potenti amministratori delegati e burocrati, Klaus Schwab ha inventato un nuovo modello economico chiamato  Stakeholder Capitalism , in  cui alle società private viene concesso il ruolo di fiduciari della società.

È qui che viene fuori di nuovo la parola “fiducia”. Insieme al nuovo libro, Schwab ha scritto  Il Manifesto di Davos , ridefinendo il ruolo di un’azienda per svolgere un ruolo più ampio nel raggiungimento degli obiettivi ambientali, sociali e di buona governance.

Schwab tenta ancora una volta di convincere il pubblico a credere che le aziende possano diventare altruiste, difendere i diritti umani e creare parità di condizioni per raggiungere l’uguaglianza. È come cercare di convincere le persone che un leopardo può davvero cambiare le sue macchie. Stanno cercando di persuaderci che il club dei miliardari è stanco di far funzionare macchine senz’anima, che accaparrano denaro, distruggendo l’ambiente e davvero, sì, vuole davvero aiutare il piccoletto. Attenzione però, perché, come dice la Bibbia, i ministri di Satana amano trasformarsi come angeli di luce!

E seguendo questo modello, avidi globalisti come John Rockefeller, Andrew Carnegie e, naturalmente, Bill Gates si sono trasformati tutti in “amati filantropi”. Sembra che questo sia anche  il percorso futuro  dell’attuale uomo più ricco vivente Jeff Bezos di Amazon.

Ma come può qualcuno sano di mente credere a questo dato che la società di Bezos ha cospirato con Google e Apple per rimuovere un’intera piattaforma di social media (Parler) da Internet? Le aziende Big Tech hanno cancellato la libertà di parola e non ha nulla a che fare con la divisione Democratici / Repubblicani, ma dipendentemente dal fatto che tu sia d’accordo o meno con i principi dell’agenda di Davos.

In superficie, il capitalismo degli stakeholder suona bene, ma scava un po’ più a fondo e tutto ciò che troverai è uno schema a piramide con un adesivo con faccina sorridente e tu sei ancora in fondo. Il capitalismo degli stakeholder e il Manifesto di Davos serviranno solo ad aumentare il controllo che le società ei loro proprietari miliardari esercitano su ogni area dell’esperienza umana. Gli schemi appena rifiniti di Davos avrebbero completamente inaugurato l’era del pieno dominio tecnocratico. Hanno già proclamato di desiderare che il 99% non abbia più nulla. Perché qualcuno sano di mente dovrebbe credere a questa nuova ondata di propaganda che promette che le mega-aziende diventeranno strumenti di bene?

Quarta rivoluzione industriale e utopia promessa

Il mondo è a un bivio. I sistemi sociali e politici che hanno sollevato milioni di persone dalla povertà e hanno plasmato le nostre politiche nazionali e globali per mezzo secolo ci stanno deludendo …

La fiducia del pubblico negli affari, nel governo, nei media e persino nella società civile è scesa al punto che più della metà del mondo sente che l’attuale sistema sta fallendo …

È in questo precario contesto politico e sociale che affrontiamo sia le opportunità che le sfide di una serie di potenti tecnologie emergenti – dall’intelligenza artificiale, alle biotecnologie, dai materiali avanzati al quantum computing – che guideranno cambiamenti radicali nel nostro modo di vivere , e che ho descritto come comprendente la Quarta Rivoluzione Industriale.
– Klaus Schwab,  Plasmare la quarta rivoluzione industriale

La vera agenda di Davos è incentrata sull’uso della frode del cambiamento climatico per inaugurare una quarta rivoluzione industriale tecnocratica, transumana, completa di veicoli autonomi, Internet delle cose, intelligenza artificiale avanzata, città intelligenti e un Internet di corpi con cui connettere tutti gli esseri umani. macchine. Sì, Schwab ha dichiarato apertamente che ” il futuro metterà alla prova la nostra comprensione  di cosa significhi essere umani, da un punto di vista sia biologico che sociale “. 

La classe Davos vuole controllare la terra, l’aria, l’acqua e ogni risorsa del pianeta, compresi gli esseri umani. È per questo che tu, io e tutte le risorse del pianeta siamo chiamati “capitale” nello Stakeholder Capitalism. È anche il motivo per cui COVID-19 ha fornito il gateway perfetto per far avanzare l’agenda per digitalizzare tutto e accelerare il controllo autoritario. Senza l’apparenza di una pandemia, in cui le persone dovevano temere per le loro vite, non sarebbero mai state in grado di arrivare così lontano, così velocemente. Valute digitali, ID digitali, copertura 5G in tutto il mondo, sicurezza biometrica e uno stato di sorveglianza globale avanzato sono il vero risultato finale. La truffa di Davos non può essere pienamente implementata senza di essa.

Parlando di quanto tempo libero avranno gli esseri umani una volta che i robot e l’intelligenza artificiale si saranno occupati dei compiti umili che le persone erano solite svolgere, molti hanno creduto alla menzogna che la Quarta Rivoluzione Industriale porterà libertà e una nuova era utopica. Forse questo accadrà per la classe Davos, ma cosa ne sarà dei milioni e persino miliardi che perderanno il lavoro e il sostentamento grazie a tutta questa automazione? Forse più future pandemie pianificate risparmieranno loro l’umiliazione di diventare un servo o un semplice bene al servizio della classe dominante. Bill Gates sembra sicuramente essere entusiasta delle possibilità (di un’altra pandemia).

Forse nessuno ha definito la vera agenda della Classe Davos meglio del compianto Aaron Russo,  che ha dichiarato :

L’obiettivo finale è quello di ottenere tutti i chip, di controllare l’intera società, di avere i banchieri e le persone d’élite che controllano il mondo. 

Questo viaggio ci ha portato nelle menti subdole di coloro che credono di essere migliori, più intelligenti e degni di prendere decisioni per il resto di noi. Decisioni che porteranno via tutte le libertà che Dio ci ha dato e ci immergeranno nelle profondità della schiavitù e del genocidio.

Ma siamo noi che dobbiamo ricordare di usare gli strumenti che Dio ci ha dato per sconfiggere il male dentro di noi e in questo mondo. Anche se questa non è una favola, le lezioni di uno dei racconti più iconici sono ancora vere. Per superare il crescente dispotismo, dobbiamo smetterla di rannicchiarci nella paura e trovare il coraggio come il leone codardo. Dobbiamo disimpegnarci dalla propaganda e utilizzare la piena capacità del nostro cervello come lo Spaventapasseri. Dobbiamo smetterla di permettere loro di dividerci e di avere i nostri cuori rinnovati e pieni d’amore come il Tinman. Dobbiamo risvegliarci dallo stato onirico in cui siamo come Dorothy e renderci conto di ciò che è accaduto. Quando ci alziamo dal torpore indotto dagli scagnozzi dei media e dalle entità globaliste che tirano i fili, vedremo che sono solo semplici uomini e donne dietro un sipario che cercano di manipolarci come il Mago di Oz.

L’unico modo per vincere è con l’inganno, la paura e la fiducia mal riposta.

Traduzione a cura di Davide Donateo

Davide Donateo

Sono il fondatore e direttore (editor se preferite) di Database Italia. Il mio indirizzo e-mail è: [email protected]ail.com

Articoli correlati

0 0 votes
Article Rating
1 Comment
Inline Feedbacks
View all comments
il Ficcanaso

stronzate! C’è acqua per tutti e cibo per tutti, sono le colture intensive di cereali che dannegginao l’ecosistema, I cerelai come il grano non crescono in natura Ma necessitano di continue cure..pertanto cereali, grano se non crescono in natura..chi li ha creati??? da dove vengono? come hanno fatto ad arrivare sino al 2021 se madrea natur anon li ha creati? sono OGM?? qudini sono artificiali! e allora chi li ha creati?perchè ai bovini danno da amngiare cereali polverizzati anzichè farli pascolare per brucare o del fieno? Perchè la produzione di cereali permette di dar da mangiare all’uomo ed ai bovini..basso investimento alto profitto..poca importa se consuma il triplo dell’acqua. SVEGLIA!!!!!!!!! Si i vaccini mRNA rendono sterili, e gli effetti collaterali NON sono momentanei bensì PERSISTENTI perchè appunto il filamenot di mRNA modifca il DNA permanentemente! si studia a scuola 2 media e biennio superiori, ma se la gente studiava a scuola per il voto piuttosto che per capire e ricordare (=istruzione) allora DEVE VACCINARE e morire e togliersi dai coglioni. Così alla fine quelli che si informano diventeranno la maggioranza perchè quelli che si fanno abbindolare dalla TV si suicideranno con il proprio cervello ormai atrofizzato, e ce la vedremo direttamente con l’elite globalista che sarà la minoranza contro la maggioranza non più ignorante e disinformata..e così la smetteranno di vincere facile..bonci bonci vaffan.

Back to top button

Database Italia ha bisogno di te!

Database Italia è finanziato da te, per te. Questo significa  che
ci affidiamo al tuo supporto. Se ti piace
quello che facciamo puoi scegliere di effettuare una sottoscrizione per evitare di visualizzare pubblicità durante la lettura degli articoli.
In alternativa puoi effettuare una donazione tramite PayPal o carta di credito. 

Le donazioni non sono obbligatorie. Puoi continuare tranquillamente la lettura chiudendo questo popup.

Adblock Detected

Caro Utente, stai utilizzando AdBlock... e ti capiamo! Anche noi lo usiamo. Ma il nostro sito ha bisogno di queste pubblicità per rimanere in vita. Disattiva Ad-Block oppure sottoscrivi un Abbonamento a Database Italia a soli 3€ al mese per rimuovere tutte le pubblicità!