Database Italia

Donald Trump: “Il Deep-State nell’FDA sta rallentando i test sui vaccini e le terapie contro il Coronavirus”

Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump sabato ha accusato membri del “Deep-State” presso la Food and Drug Administration, di lavorare per rallentare i test dei vaccini COVID-19 fino a dopo le elezioni presidenziali di novembre.

In un post su Twitter, Trump ha affermato che il “Deep-State” nella FDA sta rendendo molto difficile per le aziende farmaceutiche iscrivere persone a studi clinici per testare vaccini e terapie per il nuovo coronavirus. 

Il commento è arrivato dopo che Reuters ha riferito in esclusiva giovedì che un alto funzionario della FDA ha detto che si sarebbe dimesso se l’amministrazione Trump avesse approvato un vaccino prima che si dimostrasse sicuro ed efficace.

“Ovviamente sperano di ritardare la risposta a dopo il 3 novembre. Dobbiamo invece essere veloci e salvare vite umane! ” Trump ha scritto, taggando il commissario della FDA Stephen Hahn nel tweet.

Il presidente della Camera degli Stati Uniti Nancy Pelosi ha comunicato che questa è una “dichiarazione pericolosa” e che il presidente ha “superato il limite” per aver accusato la FDA di fare politica.

Non è stato possibile raggiungere immediatamente la FDA per un commento.

I produttori di farmaci in coordinamento con la FDA e il National Institutes of Health stanno aumentando la produzione mentre sono in corso i test per rispondere il prima possibile con un vaccino per COVID-19.

Trump usa spesso Twitter per criticare le agenzie federali, a volte accusandole di essere controllate dallo “Deep State” in un apparente riferimento al personale di lunga data che, agli occhi di Trump, è determinato a minare la sua agenda.

Il suo tweet aumenta la pressione sulla FDA dopo che Peter Marks, direttore del Center for Biologics Evaluation and Research, la scorsa settimana ha detto in una teleconferenza con funzionari governativi, dirigenti farmaceutici e accademici che si sarebbe dimesso se l’agenzia avesse timbrato un vaccino non testato .

Marks, la cui divisione regola trattamenti biotecnologici all’avanguardia, vaccini e terapie geniche, ha detto a Reuters di non aver affrontato alcuna pressione politica e che la FDA sarebbe guidata solo dalla scienza. Se questo dovesse cambiare, ha detto giovedì, “mi sentirei obbligato (a dimettermi) perché così facendo indicherei al pubblico americano che c’è qualcosa che non va”.

Fonte: Reuters



Segui Database Italia su Google News: Database Italia

Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

I commenti sono chiusi.