Deep StateEight O’Clock in the MorningPolitica

Sanzioni della Russia a Joe e Hunter Biden. Le dichiarazioni di Donald Trump

Il governo russo ha notizie sgradite per il presidente Joe Biden e suo figlio Hunter.

L’ex presidente Donald Trump ha risposto dopo che il Cremlino ha sanzionato sia il presidente che suo figlio, insieme al segretario di Stato Antony Blinken, altri funzionari statunitensi e “individui associati a loro”, ha riferito la CNN .

“In risposta a una serie di sanzioni senza precedenti che vietano, tra l’altro, l’ingresso negli Stati Uniti di alti funzionari della Federazione Russa, dal 15 marzo di quest’anno la ‘stop list’ russa include, sulla base della reciprocità, il presidente J. Biden, il Segretario di Stato A. Blinken, il Segretario alla Difesa L. Austin e il Presidente del Joint Chiefs of Staff M. Milley, oltre a un certo numero di capi dipartimento e figure di spicco degli Stati Uniti”, si legge.

Il ministero degli Esteri russo ha affermato che si tratta di “una conseguenza inevitabile del corso estremamente russofobo intrapreso dall’attuale amministrazione statunitense, che, nel disperato tentativo di mantenere l’egemonia americana, ha fatto affidamento, scartando ogni decenza, sulla costrizione frontale della Russia”.

“Allo stesso tempo, non rifiutiamo di mantenere relazioni ufficiali se soddisfano i nostri interessi nazionali e, se necessario, risolveremo i problemi derivanti dallo status delle persone che compaiono nella ‘lista nera’ al fine di organizzare alti- contatti di livello”, ha detto.

L’elenco delle persone sanzionate include il presidente degli Stati Uniti Joe Biden, il segretario di Stato Antony Blinken, il segretario alla Difesa Lloyd Austin, il presidente del Joint Chiefs of Staff generale Mark Milley, il consigliere per la sicurezza nazionale Jacob Sullivan, il direttore della CIA William Burns, il segretario stampa della Casa Bianca Jen Psaki, Daleep Singh, vice consigliere per la sicurezza nazionale di Biden per l’economia internazionale, l’amministratore dell’Agenzia degli Stati Uniti per lo sviluppo internazionale Samantha Power, il figlio del presidente Biden Hunter Biden, l’ex segretario di Stato Hillary Clinton, il vice segretario al Tesoro Wally Adeyemo e Reta Jo Lewis, presidente e presidente del consiglio di amministrazione della Export-Import Bank.

Ha affermato che ulteriori sanzioni che amplieranno l’elenco per includere “alti funzionari statunitensi, funzionari militari, legislatori, uomini d’affari, esperti e persone dei media ritenute russofobe o che contribuiscono a incitare all’odio nei confronti della Russia e all’introduzione di misure restrittive”.

In una e-mail ai suoi sostenitori, il 45 ° Presidente degli Stati Uniti ha risposto alle sanzioni della Russia.

“Ultime notizie: la Russia ha appena sanzionato Joe Biden. Anche se questa è una cosa terribile, in tanti modi, forse ora verrà spiegato perché la famiglia Biden ha ricevuto 3,5 milioni di dollari dalla ricchissima ex moglie del sindaco di Mosca. Durante il nostro dibattito presidenziale, il “moderatore” Chris Wallace, allora della Fox, non mi ha permesso di fare questa domanda. Ha detto che era inappropriato. Forse è per questo che Biden è stato così “lento nel pareggio” con la Russia. Questo è un conflitto di interessi davvero grave che, forse ora, sarà completamente e finalmente rivelato!” Egli ha detto.

La CNN ha riferito :

La mossa è in gran parte simbolica in quanto sembra improbabile che i membri dell’amministrazione di Biden si recheranno in Russia non appena gli Stati Uniti e i loro alleati si muoveranno per punire Putin e i membri delle élite russe per aver invaso l’Ucraina. Biden e la sua amministrazione hanno escluso potenziali incontri con Putin e si sono chiesti se sia seriamente interessato a una soluzione diplomatica della guerra.

L’addetto stampa della Casa Bianca Jen Psaki ha suggerito che le restrizioni non avranno un grande impatto sui loro obiettivi previsti, dicendo ai giornalisti durante la conferenza stampa di martedì: “Non sorprenderà nessuno di voi che nessuno di noi stia pianificando viaggi turistici in Russia, nessuno di noi ha conti bancari a cui comunque non saremmo in grado di accedere, quindi andremo avanti”.

Quando è stato chiesto a Psaki se le nuove sanzioni segnalano un’escalation da parte della Russia, Psaki ha affermato che gli Stati Uniti sono “fiduciosi” che i funzionari statunitensi “avranno la capacità” di continuare le conversazioni dirette e indirette con la Russia.

Fonte https://conservativebrief.com/sanctions-61136/?utm_source=CB&utm_medium=539

La lista dei divieti ingresso si allunga . Dal 15 marzo di quest’anno. la “lista nera” delle persone a cui è vietato l’ingresso nella Federazione Russa comprende il Primo Ministro Justin Trudeau, i Ministri degli Affari Esteri e della Difesa Nazionale Mélanie Joly e Anita Anand

Articoli correlati

Back to top button

Adblock Detected

Caro Utente, stai utilizzando AdBlock... e ti capiamo! Anche noi lo usiamo. Ma il nostro sito ha bisogno di queste pubblicità per rimanere in vita. Disattiva Ad-Block oppure sottoscrivi un Abbonamento a Database Italia a soli 3€ al mese per rimuovere tutte le pubblicità!