Database Italia

ECCO I RISULTATI SCONCERTANTI DELLA SPERIMENTAZIONE CLINICA CON PFIZER SUI RAGAZZI DAI 12-15 ANNI.


La FDA ha concesso l’autorizzazione all’uso di emergenza del vaccino Pfizer mRNA Covid per l’uso sui bambini di età pari o superiore a 12 anni negli Stati Uniti il ​​10 maggio 2021. L’EMA ha recentemente seguito l’esempio, raccomandando la somministrazione del vaccino Pfizer a bambini di età pari o superiore a 12 anni nei paesi dell’UE.

Per questo motivo non c’è dubbio che l’MHRA seguirà l’esempio della FDA e dell’EMA e concederà anche l’autorizzazione all’uso di emergenza del vaccino Pfizer per l’uso nei bambini di età pari o superiore a 12 anni.

Forse non tutti sanno però che gli studi clinici condotti da Pfizer su bambini di età compresa tra 12 e 15 anni rivelano che l’86% dei bambini a cui è stata somministrata almeno una dose di vaccino ha subito una reazione avversa da lieve a grave



Le informazioni sono pubblicamente disponibili e contenute in una scheda informativa FDA che può essere visualizzata  qui  ( vedi pagina 25, tabella 5 in poi ).

Quella scheda informativa contiene due tabelle che descrivono in dettaglio il tasso allarmante di effetti collaterali e danni subiti dai bambini di età compresa tra 12 e 15 anni a cui è stata somministrata almeno una dose del “vaccino” Pfizer mRNA ( terapia genica ).

Le tabelle mostrano che a 1.127 bambini è stata somministrata una dose di mRNA, ma solo 1.097 bambini hanno ricevuto la seconda dose. Questo fatto di per sé solleva interrogativi sul motivo per cui 30 bambini non hanno ricevuto una seconda dose del vaccino Pfizer e dubitiamo che la risposta sia carina.

Dei 1.127 bambini che hanno ricevuto una prima dose del vaccino, uno scioccante 86% ha avuto una reazione avversa. Dei 1.097 bambini che hanno ricevuto una seconda dose del vaccino, uno scioccante 78,9% ha avuto una reazione avversa.

La tabella 6 all’interno della scheda informativa della FDA mostra che il 20,3% dei 1.127 bambini che hanno ricevuto una prima dose del Pfizer ha avuto la febbre, mentre il 39,3% dei 1.097 bambini che hanno ricevuto una seconda dose ha avuto la febbre.

Anche un altro 60,1% dei bambini che hanno ricevuto la prima dose ha manifestato affaticamento contro il 66% di coloro che hanno ricevuto una seconda dose.

Anche un altro 55,3% dei bambini che hanno ricevuto la prima dose ha avuto mal di testa e 64,5% di coloro che hanno ricevuto una seconda dose.

Il 27,6% dei bambini che hanno ricevuto la prima dose ha avuto anche brividi, mentre il 41,5% dei bambini che hanno ricevuto una seconda dose. Il 2,8% dei bambini che hanno ricevuto una prima dose ha manifestato vomito, contro il 2,6% dei bambini che hanno ricevuto una seconda dose.

L’ultima reazione avversa specifica che la FDA elenca è la diarrea. Dei 1.127 bambini che hanno ricevuto la prima dose, l’8,0% ha sofferto di diarrea. Dei 1.097 bambini che hanno ricevuto una seconda dose, il 5,9% ha manifestato diarrea.

È scioccante scoprire che anche dopo che l’86% dei bambini ha riportato una reazione avversa dopo la prima dose, allo studio è stato permesso di procedere e agli stessi bambini è stata somministrata una seconda dose.

Il documento della FDA afferma inoltre che lo 0,04% ha subito una reazione avversa estremamente grave ma non entra nei dettagli sul tipo di reazioni che si sono verificate. Lo 0,04% può sembrare piccolo, ma mettiamo questo in prospettiva. Nel Regno Unito ci sono circa 4 milioni di bambini di età compresa tra i 12 ei 15 anni. Se ognuno di questi bambini dovesse ricevere una sola dose di Pfizer mRNA, secondo lo studio possiamo aspettarci di vedere 1.600 persone che subiranno una reazione avversa estremamente grave che potrebbe includere la morte.

Ma se questo si estende ai bambini di età inferiore ai 12 anni e si verifica un tasso simile di reazioni avverse estremamente gravi, allora possiamo aspettarci di vedere quel numero aumentare fino a circa 5.200.

Tuttavia non possiamo dimenticare che lo studio mostra che l’86% dei destinatari ha subito una reazione avversa. Ciò significa che se solo a 12-15 anni viene somministrata una dose del vaccino Pfizer, possiamo aspettarci di vedere 3,4 milioni di loro subire una reazione avversa.



Quando si confronta questo tasso con il rischio effettivo che i bambini possano contrarre anche lontanamente la presunta malattia di Covid-19, siamo sconcertati da come i regolatori abbiano concluso che i benefici di questi vaccini sperimentali superano i rischi.

E questi sono vaccini sperimentali, il documento della  FDA  lo dice persino al pubblico in cui afferma quanto segue:
‘ La Pfizer-Biontech COVID-19 è un vaccino  non approvato che può prevenire il COVID-19. Non esiste  un vaccino approvato dalla FDA  per prevenire il COVID-19. La FDA ha autorizzato l’  uso  di emergenza del vaccino Pfizer-BioNTech COVID-19 per prevenire il COVID-19 in individui di età pari o superiore a 12 anni in base a un’autorizzazione all’uso di emergenza (EUA). 

La FDA conferma anche nella loro scheda informativa che il vaccino Pfizer (insieme a tutti gli altri colpi Covid) è ancora in fase di sperimentazione clinica –

‘Possono verificarsi effetti collaterali gravi e imprevisti. Il vaccino Pfizer-BioNTech COVID-19 è  ancora in fase di studio negli studi clinici. 

Stanno venendo per i tuoi figli. Il tuo silenzio e il tuo rispetto hanno permesso che ciò accadesse. Qualunque persona razionale, dopo aver letto questa “scheda informativa” della FDA, troverebbe sicuramente il coraggio di dire “Quando è troppo è troppo”?

Approfondimenti Pfizer

L’informazione libera e indipendente ha bisogno del tuo aiuto. Ora più che mai… Database Italia non riceve finanziamenti e si mantiene sulle sue gambe. La continua censura, blocchi delle pubblicità ad intermittenza uniti agli ultimi attacchi informatici non ci permettono di essere completamente autosufficienti.
Fai una donazione seguendo il link sicuro qui sotto
SOSTIENI DATABASE ITALIA

FONTE: THE DAILY EXPOSE



Segui Database Italia su Google News: Database Italia

Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

0 0 votes
Article Rating
1 Comment
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments