Deep StateEight O’Clock in the MorningIntelPolitica

ECCO PERCHÈ FA BENE LA RUSSIA A DIFENDERE IL DONBASS | LE MENZOGNE DEI MEDIA OCCIDENTALI

La verità è che la Russia non ha avuto altra scelta che riconoscere le repubbliche separatiste di Donetsk e Lugansk. In tal modo, Mosca sta offrendo ai territori una garanzia di sicurezza fondamentale che potrebbe salvarli dall’aggressione criminale del regime di Kiev sostenuto dalla NATO.

Ciò si è reso necessario a causa della crescente offensiva proveniente dal regime di Kiev sostenuto dalla NATO. Dalla scorsa settimana, migliaia di colpi di mortaio e proiettili hanno colpito le sedicenti repubbliche del Donbass, sparate dalle forze ucraine sostenute dagli Stati Uniti e dalla NATO. Molte di queste forze sono aperti sostenitori dei neonazisti che vedono il popolo etnico russo nel Donbass come “Untermenschen”. Se non lo sai già, hai letto troppa disinformazione sui media occidentali. Mosca aveva intrapreso un processo politico per quasi sette anni per dare una possibilità alla pace in Ucraina. Il cosiddetto accordo di Minsk non è mai stato attuato dal regime di Kiev nonostante fosse firmatario di un accordo internazionale giuridicamente vincolante. Alle regioni separatiste di Donetsk e Lugansk non è stata concessa l’autonomia richiesta dall’accordo di Minsk del 2015. Invece, le popolazioni di quelle regioni sono state sotto assedio implacabile per tutti questi anni dal regime di Kiev.

La negazione dei diritti politici e umani al Donbass, come l’uso autorizzato della lingua russa, da parte di Kiev e la sua continua ostilità militare, è stata una campagna di genocidio. Incoraggiato dall’invasione di armi americane e NATO e dalla cecità europea alle violazioni degli accordi di Minsk , il regime di Kiev aveva apertamente ripudiato qualsiasi processo di pace.

Era evidente che l’escalation di violenza contro la popolazione del Donbass stava portando a un bagno di sangue. Fino a 50.000 civili sono fuggiti dalla regione oltre il confine russo nell’ultima settimana. Sia nelle Repubbliche popolari di Donetsk che in quella di Lugansk è stato dichiarato lo stato di emergenza a causa dell’estrema ostilità e costrizione al potere interrotto da atti di terrorismo. Gli atti di terrorismo sponsorizzati dagli Stati Uniti e dalla NATO non sono da meno. Il silenzio dei media occidentali su questi crimini è fonte di vergogna se non di complicità.

È facile essere cinici sulla base della disinformazione e dell’ignoranza. I governi e i media occidentali stanno ora condannando il presidente russo Vladimir Putin per aver riconosciuto l’indipendenza delle repubbliche del Donbass. Sono in arrivo nuovi round di sanzioni occidentali alla Russia. Il gasdotto Nord Stream 2 tra Russia e Germania è ora sospeso .

Approfondimenti:
Mosca giura vendetta se l’UE interromperà il Nord Stream 2
Cosa c’è dietro al Gasdotto Nord Stream 2 e perché l’avvelenamento di Navalny potrebbe interromperne il completamento?
Berlino pensa di portare le minacce degli Stati Uniti sul Nord Stream 2 alle Nazioni Unite
LA GUERRA DEL GAS ACCELERERÀ LA DISSOLUZIONE DELL’EU?

Mosca è accusata di usare il “riconoscimento” e di inviare “truppe russe di mantenimento della pace” come backdoor per l’invasione. Per mesi, gli Stati Uniti e i loro alleati hanno affermato che la Russia stava pianificando di “invadere imminentemente” l’Ucraina. Mosca ha sempre confutato le affermazioni come sciocchezze isteriche. Ora sembra che l’Occidente possa capire che quelle affermazioni sui piani di invasione russa alla fine sono state dimostrate, anche se con il pretesto che Mosca riconosce quello che un tempo era il territorio ucraino come “repubbliche indipendenti”.

Tale punto di vista è reso possibile dal fatto che ci troviamo in uno stato di ignoranza sulla realtà del conflitto in Ucraina e sulle terribili condizioni umanitarie nel Donbass. I media occidentali non hanno mai riferito della situazione con obiettività o giusta preoccupazione. Hanno continuamente mantenuto la narrativa distorta della propaganda secondo cui la Russia “sosteneva una sanguinosa ribellione” nel Donbass come guerra per procura contro l’Ucraina.

Leggi anche:
ERADICAZIONE DEL MALE DALL’UCRAINA. MEDIA ITALIANI SEMPRE PIU’ COMPROMESSI.
RUSSIA | ‘L’Occidente è stato distrutto senza un colpo di arma da fuoco’
MATTARELLA AMBASCIATORE NWO: Annuncia Crisi Gas e Venti di Guerra. Biden & NATO già in Azione in Ucraina e Siria contro la Russia
VENTI DI GUERRA – GLI USA RIVELANO PIANI PER UN MASSICCIO SCHIERAMENTO DI TRUPPE AI CONFINI CON LA RUSSIA

La verità è che il regime di Kiev è salito al potere attraverso un colpo di stato illegale nel 2014, segretamente sostenuto dalle potenze della CIA e della NATO. Il nuovo regime era (ed è tuttora) dominato da fazioni neonaziste che si sono immediatamente rivolte all’aggressione contro le popolazioni russe della Crimea e del Donbass. Fortunatamente, la Crimea è riuscita a fuggire attraverso un referendum nel 2014 e a unirsi alla Federazione Russa che garantisce la sicurezza nazionale. Nei media occidentali ciò viene descritto come “l’annessione illegale della Crimea da parte della Russia”.

Il Donbass ha dovuto sopportare quasi otto anni di aggressione e assedio equivalenti a un genocidio. Con la crescente offensiva del regime di Kiev negli ultimi giorni e il netto ripudio dell’accordo di pace di Minsk, la Russia non ha avuto altra scelta che muoversi per difendere il popolo russo del Donbass.

Questo sarà distorto e diffamato dai media occidentali come una “invasione russa” minando la sovranità e l’integrità territoriale dell’Ucraina. Ma tale distorsione è solo superficialmente sostenibile a causa dell’ignoranza o dell’indifferenza dei media occidentali sulla realtà di ciò che è accaduto in Ucraina negli ultimi otto anni e in particolare nel Donbass.

Approfondimento: PIANO DI GUERRA “NWO” A RUSSIA E CONTRO-INFORMAZIONE. Progetto CEPA con NATO-UE & Industrie Belliche

Governi e media occidentali presumibilmente giusti hanno sostenuto un regime le cui forze sono armate e addestrate dagli Stati Uniti e dalla NATO per condurre una guerra genocida contro il popolo russo del Donbass. Quell’oltraggio doveva essere fermato. La coraggiosa decisione di Mosca questa settimana di riconoscere le repubbliche del Donbass è stata una necessità per fermare la violenza.

Con le Repubbliche popolari di Donetsk e Lugansk che ora hanno il sostegno della Russia e dei suoi militari, il regime di Kiev e i suoi sponsor della NATO avranno subito una seria pausa nel loro nefasto schema. Non satrebbe stato così se gli Stati Uniti e i loro alleati europei non avessero interferito in Ucraina e incoraggiato un regime russofobo a condurre una guerra civile. Ma dal momento che era successo e un accordo di pace era stato vanificato, la cosa migliore da fare era agire per proteggere il popolo russo. Bravo alla Russia. Gli ululati di condanna che sentiamo in Occidente sono la cacofonia di stupidi che sono comunque impotenti.

Video Verità



FONTE

Articoli correlati

[jetpack_subscription_form]

Articoli correlati

Vedi anche
Close
Back to top button

Adblock Detected

Caro Utente, stai utilizzando AdBlock... e ti capiamo! Anche noi lo usiamo. Ma il nostro sito ha bisogno di queste pubblicità per rimanere in vita. Disattiva Ad-Block oppure sottoscrivi un Abbonamento a Database Italia a soli 3€ al mese per rimuovere tutte le pubblicità!