Database Italia

EDWARD SNOWDEN: ATTENZIONE A CREDERE CHE TUTTE “LE TEORIE DEL COMPLOTTO”SIANO FALSE.


  • I fatti: Russell Brand ha recentemente condotto un’intervista con Edward Snowden. Un punto sottolineato da Snowden è che dobbiamo stare attenti, perché non tutto ciò che viene etichettato come una “teoria del complotto” è in realtà una teoria del complotto.
  • Rifletti su: quanto è influenzata, controllata e manipolata la nostra percezione delle principali questioni ed eventi globali?

(Unisciti a noi su Telegram  qui ) Russell Brand ha recentemente condotto un’intervista con l’informatore della NSA Edward Snowden e ne ha rilasciato la prima parte. Nell’intervista, Snowden menziona qualcosa che è stato vero per un certo numero di decenni, ed è il fatto che alcune cose, e secondo me molte cose, che sono definite una teoria del complotto sono in realtà vere. Dobbiamo stare attenti e utilizzare davvero le nostre capacità di pensiero critico. Puoi guardare l’intervista completa in inglese qui sotto.

La stessa frase “teorico della cospirazione” fu usata nel 1967 in un  dispaccio  riservato della CIA che forniva istruzioni su come manipolare e gestire l’opinione pubblica. Questo sembra essere il modo in cui la frase si è fatta strada nel pubblico. Hanno coniato la frase e l’hanno utilizzata per individuare i dissidenti delle opinioni ufficialmente stabilite. Il documento è stato pubblicato a seguito dell’assassinio di JFK quando sono state sollevate molte preoccupazioni, preoccupazioni che, indipendentemente da quanta considerazione fosse giustificata in base a determinate prove all’epoca, sono state ridicolizzate.

Ridicolizzare qualcosa, indipendentemente da quante prove contenga, è stato un luogo comune, soprattutto oggi. Questo è uno strumento di “guerra psicologica” ed è piuttosto dilagante. Un  documento declassificato dagli archivi della CIA sotto forma di una lettera di una task force della CIA indirizzata al direttore della Central Intelligence Agency all’epoca descrive in dettaglio lo stretto rapporto che esisteva tra la CIA, i media tradizionali e il mondo accademico. Immagina com’è oggi. Il documento afferma che la task force della CIA “ora ha rapporti con i giornalisti di tutti i principali servizi di informazione, giornali, settimanali di notizie e reti televisive della nazione” e che “questo ci ha aiutato a trasformare alcune storie di” fallimento dell’intelligence “in” intelligence “,storie di successo e ha contribuito all’accuratezza di innumerevoli altri “. Inoltre, spiega come l’agenzia abbia “persuaso i giornalisti a posticipare, modificare, conservare o persino eliminare storie che avrebbero potuto influenzare negativamente gli interessi  della sicurezza nazionale  o mettere a repentaglio fonti e metodi”.

La sicurezza nazionale oggi, a mio parere, è diventata un termine generico per giustificare le misure adottate, così come la segretezza che le circonda, implementata con la scusa della buona volontà di mantenere segrete le informazioni e di ridicolizzare qualsiasi cosa che minacci certi governi, aziende e / o programmi politici. Questo è il motivo per cui persone come Julian Assange, credo, vengono messe con la museruola e messe in prigione. Sono gli eroi dei giorni nostri. Oggi, le informazioni sono una minaccia, soprattutto le informazioni che rivelano azioni non etiche e immorali intraprese dai governi.

Uno dei migliori esempi di precedenti cospirazioni che si è rivelato vero potrebbe essere la sorveglianza di massa, come trapelato da Snowden e altri prima di lui. L’esempio più recente sarebbe l’  esistenza degli UFO , un altro grande esempio sarebbe il terrorismo sotto falsa bandiera. Ce ne sono molti, e questo tipo di guerra psicologica e il desiderio di manipolare la coscienza degli esseri umani, che può anche essere considerata una “teoria del complotto”, è di nuovo in atto.

La buona notizia è che le persone si stanno “svegliando” a questo tipo di manipolazione della coscienza di cui ho parlato sopra. Proprio come l’11 settembre, la pandemia COVID è davvero servita da catalizzatore per più persone per mettere in discussione l’esperienza umana e perché viviamo nel modo in cui viviamo. Quando si tratta specificamente della pandemia, le persone sono estremamente polarizzate nelle loro opinioni e le misure governative che si introducono e verranno implementate in futuro limitando i diritti e le libertà delle persone di cui godevano in precedenza sono fortemente osteggiate da un’ampia porzione della popolazione. Ciò solleva la domanda, perché diamo a queste entità così tanto potere di limitare determinati diritti e libertà di cui godiamo, specialmente quando le cose non sono così bianche e nere come i media tradizionali e il governo le fanno sembrare. La libertà di scelta non dovrebbe mai essere messa in discussione.

L’informazione libera e indipendente ha bisogno del tuo aiuto. Ora più che mai… Database Italia non riceve finanziamenti e si mantiene sulle sue gambe. La continua censura, blocchi delle pubblicità ad intermittenza uniti agli ultimi attacchi informatici non ci permettono di essere completamente autosufficienti.
Fai una donazione seguendo il link sicuro qui sotto
SOSTIENI DATABASE ITALIA



Segui Database Italia su Google News: Database Italia

Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

fonte Collective News
0 0 votes
Article Rating
1 Comment
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments