Politica

Elezioni Usa: UPS e FedEx si tirano fuori in caso di elezioni per posta

United Parcel Service e FedEx venerdì hanno respinto la chiamata dal servizio postale degli Stati Uniti circa la possibilità di partecipare alla consegna delle schede elettorali per posta.

“Le schede elettorali statali devono essere timbrate per essere considerate valide e solo l’USPS ha lo status di timbro postale legale. Pertanto UPS, FedEx e altri soggetti privati ​​non possono tecnicamente essere coinvolti nella spedizione delle schede elettorali “, ha dichiarato UPS a Reuters.

Il presidente repubblicano Donald Trump giovedì si è dichiarato contrario allo stanziamento di fondi per il servizio postale in difficoltà per il voto per corrispondenza mentre la pandemia di coronavirus infuria in vista delle elezioni presidenziali del 3 novembre.

Il servizio postale ha scritto a 46 stati e il Distretto di Columbia avverte che c’è un rischio significativo che gli elettori non abbiano abbastanza tempo per completare e restituire le schede.

In un post virale su Twitter qui giovedì, l’autore e conduttore radiofonico David Rothkopf ha dichiarato che c’è una “grande opportunità” per UPS e FedEx di consegnare le schede gratuitamente. “Diventerai dall’oggi al domani l’organizzazione più amata e rispettata in America”, ha scritto.

Diverse leggi e regolamenti vietano per la maggior parte alle società di consegna private di gestire le schede per corrispondenza, hanno detto a Reuters le società e gli esperti. Le eccezioni includono le consegne ritenute “estremamente urgenti” dalla legge e le consegne il giorno e il pomeriggio prima del giorno delle elezioni.

In alcuni stati, la raccolta sarebbe vietata perché sarebbe considerata “raccolta di voti”, ha detto Tammy Patrick, un ex funzionario elettorale dell’Arizona e consigliere senior della fondazione Democracy Fund.

Ci sono altri ostacoli che quelle aziende, già alle prese con un’impennata delle spedizioni di e-commerce legata alla pandemia, dovrebbero superare.

Ad esempio, il servizio postale tocca ogni cassetta postale degli Stati Uniti sei giorni alla settimana. Le aziende private visitano solo quando hanno una consegna o un ritiro prestabilito e non hanno copertura globale nelle aree rurali.

Come alternativa è stato lanciato anche il servizio di consegna upstart di Amazon.com. Quel servizio non fa pickup residenziali.

I rappresentanti di Amazon e del servizio postale non hanno risposto immediatamente alle richieste di un commento.

“Stabilire un protocollo su come raccoglierebbero le schede sarebbe una sfida”, ha detto Patrick.

I costi interni salirebbero alle stelle poiché le società di consegna fanno pagare molto di più per le consegne rispetto al prezzo di un francobollo da 55 centesimi, che è il costo per restituire molte schede.

E i costi internazionali sarebbero “astronomici”, ha detto Patrick.

Fonte: Reuters.com

Davide Donateo

Fondatore e Direttore Responsabile di Database Italia.

Articoli correlati

Back to top button

Database Italia ha bisogno di te!

Database Italia è finanziato da te, per te. Questo significa  che
ci affidiamo al tuo supporto. Se ti piace
quello che facciamo puoi scegliere di effettuare una sottoscrizione per evitare di visualizzare pubblicità durante la lettura degli articoli.
In alternativa puoi effettuare una donazione tramite debit card o carta di credito.

Le donazioni non sono obbligatorie. Puoi continuare tranquillamente la lettura chiudendo questo popup.

ABBONATI! Con un piccolo contributo di 3 € al mese potrai leggere tutti gli articoli senza fastidiose pubblicità.

Adblock Detected

Caro Utente, stai utilizzando AdBlock... e ti capiamo! Anche noi lo usiamo. Ma il nostro sito ha bisogno di queste pubblicità per rimanere in vita. Disattiva Ad-Block oppure sottoscrivi un Abbonamento a Database Italia a soli 3€ al mese per rimuovere tutte le pubblicità!