Quantcast
Database Italia

George Soros raddoppia la spesa elettorale pur di spazzare via Trump, inviati 40 milioni di dollari.

Il miliardario liberista George Soros è in procinto di raddoppiare la spesa elettorale rispetto al 2016 pur di estromettere il presidente Donald Trump.

I grandi investimenti di Soros nella corsa elettorale del 2020 sono andati nelle casse del PAC Democracy, un super PAC che trasferisce denaro ad altri PAC liberali che lavorano per sconfiggere Trump e i repubblicani.

Il super PAC ha ricevuto $ 40 milioni – il doppio dei $ 20 milioni che Soros ha speso per sostenere gli sforzi democratici durante il ciclo elettorale 2016 – sia da Soros che da un’organizzazione no profit facente parte della sua rete tentacolare.

Il fiume di spese del megadonor evidenzia la misura in cui i donatori liberali si impegnano a far uscire Trump dalla scena.

Molti gruppi sostenuti finanziariamente da Soros hanno lanciato campagne pubblicitarie di attacco da svariati milioni di dollari per raggiungere gli elettori moderati che hanno sostenuto Trump nel 2016.

Una rete di donatori liberali, incluso Soros, ha promesso centinaia di milioni per gli sforzi elettorali per il 2020.

I repubblicani hanno notato che molti candidati democratici che investono grosse cifre in politica beneficiano dei soldi del miliardario. “Mentre i democratici in tutto il paese si battono santamente contro l’influenza del denaro oscuro in politica, i maggiori donatori del loro partito stanno finanziando una massiccia rete di organizzazioni liberali per farsieleggere”.

“La spesa senza precedenti di George Soros evidenzia ulteriormente quanto i democratici dipendano dai contributi dei miliardari, nonostante la loro retorica ipocrita”.

Soros ha fornito direttamente $ 5,5 milioni al suo super PAC. Altri $ 35 milioni provengono dal suo Fondo per la riforma delle politiche, un’organizzazione no profit della sua rete Open Society Foundations che ha riferito di avere $ 750 milioni in banca nell’ultima dichiarazione.

Un escamotage consente a Soros di mantenere fuori il suo nome dalle liste che dovrebbero evidenziare i maggiori donatori ai comitati politici mentre nel frattempo elargisce decine di milioni indirettamente.

Finanziamenti in denaro provenienti dal no profit, la spesa elettorale di Soros eclissa quella di qualsiasi donatore dei repubblicani. Lo mette anche alla pari con il compagno miliardario liberale Tom Steyer, che ha pompato $ 40 milioni nelle elezioni del 2020 ed è classificato come il più grande donatore in questo ciclo.

Democracy PAC ha anche speso molto in campagne statali e ha trasferito denaro a un altro PAC di Soros incentrato sull’elezione dei pubblici ministeri di estrema sinistra. Molti dei gruppi che ricevono denaro da Soros sono coloro che sostengono enormi campagne anti-Trump. Documenti confidenziali della Democracy Alliance mostrano che questi piani includono il finanziamento di numerose iniziative statali. Il club dei donatori ha spinto oltre 1,83 miliardi di dollari in infrastrutture dalla sua fondazione nel 2005, affermano i documenti.

Il portavoce di Soros non ha rilasciato commenti per la stampa.

Fonte: Freebeacon

Leggi di più su George Soros:



Segui Database Italia su Google News: Database Italia

Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

I commenti sono chiusi.