Analisi Geo-Politiche non convenzionaliIntel

GIA’ PARTITA L’INCHIESTA SUI 400 MILIONI DI DOLLARI INVIATI DA OBAMA IN ITALIA PER AGEVOLARE LA FRODE ELETTORALE USA, SOTTO L’OMBRA OCCULTA DEL VATICANO

Continuano ad arrivare notizie sempre più circostanziate sul Coinvolgimento dell’ Italia nei brogli elettorali americani. Per capire meglio la prima evoluzione potete leggere il mio articolo di ieri al seguente link FRODE ELETTORALE USA: “IL POTERE ITALIANO TREMA” – Database Italia

L’ex agente CIA Bradley Johnson in queste ore fa un elenco preciso di italiani coinvolti in questo scandalo. Dal Generale Graziano, al diplomatico Stefano Serafini inviato in Italia per impostare la truffa.

C’è già in corso un’indagine che vede il già noto Arturo D’Elia, ex capo del Dipartimento Informatico di Leonardo SpA, che è stato accusato dalla Procura della Repubblica di Napoli per manipolazione dei dati tecnologici e impianto di virus nei principali computer di Leonardo SpA nel dicembre 2020.

D’Elia è indagato dal giudice del Consiglio a Napoli e in testimonianza giurata il 4 Novembre 2020, su istruzione e direzione di persone statunitensi che lavorano presso l’Ambasciata degli Stati Uniti a Roma, avrebbe intrapreso l’operazione per trasferire i dati delle elezioni statunitensi del 3 novembre 2020 spostando il significativo margine di vittoria di Donald Trump a Joe Biden in un certo numero di stati in cui Joe Biden stava perdendo i voti.

L’imputato ha dichiarato che stava lavorando nella struttura di Pescara della Leonardo SPA e ha sfruttato le capacità di crittografia della guerra informatica di livello militare per trasmettere voti tramite satellite militare della Torre del Fucino a Francoforte, in Germania. L’imputato giura che i dati in alcuni casi potrebbero essere stati scambiati per rappresentare più del totale degli elettori registrati.

L’imputato ha dichiarato che testimonierà su tutti gli individui e le entità coinvolte nel passaggio dei voti da Donald Trump a Joe Biden quando sarà in totale protezione per se stesso e la sua famiglia.

L’imputato afferma di aver assicurato in una posizione segreta il backup dei dati originali e dei dati scambiati, in quanto gli è stata data istruzione di fornire prove in tribunale su questo argomento.

Di seguito il suo Affidavit.

Emerge quindi ancora di più il coinvolgimento della società Leonardo Spa, compartecipata e gestita di fatto dallo Stato Italiano ma posseduta e  quindi con una stretta connessione, dalla Santa Sede, portando alla luce sorprendentemente il coinvolgimento anche del Vaticano in questa operazione.

Quindi i dati della società Dominion partiti dai server tedeschi sono stati criptati e poi sono stati inviati tramite questi satelliti, verso gli USA con la benedizione da parte di alti prelati.
(https://www.youtube.com/watch?v=TxDTypLz_P4&t=617s )

Un’altra fonte conferma queste informazioni, aggiungendo che l’ex Presidente Obama, negli ultimi giorni della sua presidenza ha inviato circa 400 milioni di dollari, a persone ben note in Italia, per minare le future elezioni del 2020.

Questo enorme scandalo travolgerà inesorabilmente il Governo Italiano, ma anche l’Opposizione che è ormai da tempo assente, non interessata a questi scabrosi eventi, o addirittura collusa o negligente nel ricoprire il ruolo che normalmente gli dovrebbe competere.

Articoli correlati

#Italydidit #ConteComeClean

L’informazione libera e indipendente ha bisogno del tuo aiuto. Ora più che mai… Database Italia non riceve finanziamenti e si mantiene sulle sue gambe. La continua censura, blocchi delle pubblicità ad intermittenza uniti agli ultimi attacchi informatici non ci permettono di essere completamente autosufficienti.
Fai una donazione seguendo il link sicuro qui sotto
SOSTIENI DATABASE ITALIA

Dott. Luca La Bella Ph.D

Esperto analista economico e finanziario, impegnato da anni nel contrasto all’Usura Bancaria e tutela del Cittadino.

Articoli correlati

2.5 2 votes
Article Rating
9 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
beppe pal

ale un “povero imbecille” di un Regime imbecille e golpista e se lo pubblicate mentre censurate siete suoi pari.
saluti

beppe pal

Egr. dott. La Bella
Senza sapere la fonte dell’agente Cia (?) tutte le conseguenziali congetture sono nebulose… e voglia iddio che invece siano solari. Di Francoforte invece si sa la genesi e il fine. Poi se più ci si agita (Francoforte cucina, invia a Roma, invio al satellite, invio al seggio) più si lascia traccia a fronte del fatto che meno ci si agita meno tracce si lasciano (Francoforte cucina e tramite dark web invia al seggio). In più c’è sempre che di Francoforte si sa la genesi e il fine.  
Nella cultura anglosassone un affidavit è un atto asseverato da un Pubblico Ufficiale e solo così ha valore in tribunale. Si presume che chi fa l’affidavit pretenda copia certificata… così sembra essere una dichiarazione priva di valore (v. https://treccani.it/vocabolario/affidavit/) ma se ci fosse dell’altro non è detto.
L’Italia è invischiata da molto prima e lo è col Russia Gate ed è cosa certa… e su Matrice Digitale c’è pure la risposta a FaceBook che perpetua la censura a Trump e che assevera, non perpetuando la censura su chi scrivei, la vittoria di Trump ben prima del voto (v. https://www.matricedigitale.it/notizie_192/post/esclusiva–occhionero-la-vendetta-di-trump-fa-tremare-politica-magistratura-ed-intelligence-italiana_853.html)  
Se si discute del fatto che l’opposizione è appiattita a Renzi e Conte non si può poi dire che Berlusconi sia una vittima (o come oggi lui “consiglia” a nome della “destra” a Trump di fare un passo indietro perché pure lui ha subito un torto ed ha fatto un passo indietro).  
Il 02 novembre 2010 tutti i giornali italiani ed esteri diedero la notizia che secondo Bruti Liberati la questura di Milano aveva ben operato per il caso Ruby Love. Qui https://www.corriere.it/politica/10_novembre_02/ruby-affidamento-bruti-liberati_7ebee7de-e698-11df-a903-00144f02aabc.shtml sul Corriere della Sera si legge che Maroni e Ghedini (all’epoca uno ministro l’altro avvocato di Berlusconi)… definirono che tutta la vicenda era una montatura e che a certificarlo era proprio il Procuratore di Milano Bruti Liberati.
Poi il 17 gennaio 2011 lo stesso Bruti Liberati disse che Berlusconi andava processato e ciò perché, è implicito, la questura non aveva ben operato.
Qui https://www.ilfattoquotidiano.it/2011/01/17/la-procura-di-milano-andiamo-avanti-legge-uguale-per-tutti/  nella notizia di FQ. Anche in questo caso tutti i giornali nazionali ed esteri diedero la notizia. Se della “stampa” si può dire che furono “sbadati” lo stesso non si può dire del diretto interessato che avrebbe quantomeno dovuto “pompare” la contraddizione inconciliabile tra il 02 novembre 2010 e 17 gennaio 2011. Ma non successe neanche questo.
Foss’anche che in tal modo egli abbia voluto tutelare le sue aziende emerge chiaramente chi è l’arbitro politico (v. ora “il caso Palamara”) e il fallimento totale della cd “Informazione” … in due parole fu “tutto combinato” altro che “subire un torto”. Il presente è figlio di quel passato prossimo fatto di “governi tecnici” voluti dai Mondialisti d’oltreoceano e oltre manica.
Trump seguirà idealmente il consiglio di Berlusconi pompato dalla televisione Foa-Berlusconi-Cairo e galassia GEI, che dicono pure che ha accettato come “torto” il Russia Gate, le elezioni taroccate… ed ha riconosciuto la vittoria di Biden?  
Veniamo a Renzi e al Russia Gate: il suo tentato golpe in Italia è in attuare la costituzione… https://www.attuarelacostituzione.it/2018/05/31/il-debito-ingiusto-o-detestabile-o-odioso-e-la-impossibilita-della-prestazione/#comment-98.
La dimostrazione della riedizione del Referendum (e si pensi che a sfruculiare non sono mezze calzette di biblioteca etc.) qui parte 1 https://blog.movimentoroosevelt.com/blog/2165-povera-patria.html e qui parte 2 https://blog.movimentoroosevelt.com/blog/2188-povera-patria-ultimate.html?tmpl=component&print=1&layout=default.
Quanto a Draghi …. Qui https://blog.movimentoroosevelt.com/blog/2216-federico-caffe-e-domanda-a-galloni.html è scritto (ironicamente) che a salire sul Britannia fu Federico Caffè.
È ciclico, ma ora più insistentemente di prima, e sono d’accordo tutti e più di tutti il Golpista Renzi, il ritorno di Draghi nella scena nazionale. Tutto questo parlare nel web di responsabilità di Conte nell’affaire Leonardo è figlio delle rivelazioni dell’agente CIA e veicola come una finestra di Overton nel web il ritorno i Draghi.
Sono anni che cerco di fissare dei punti e non le dico la repressione che ho subito.
Questi sono fatti certi: ce ne sono altri e di migliori… ben vengano.
Mi scuso per la lunghezza e la franchezza.

Ale

Se citi fonti quali “corriere della sera”, “fatto quotidiano”, mancano solo “repubblica, huffington, wired, avvenire”, con magari “berlinguer, fazio, compagnia bella-ciao” ed ecco che hai citato le fonti più di parte, corrotte ed avvezze di sinistra estrema ove la censura di crimini di sinistra/clandestini è all’ordine del minuto (neanche del giorno…) mentre “uno starnuto” fatto da un chiunque non allineato al “pensiero unico obbligatorio” equivale ad un attentato nazi-fascista-negazionista-ecc-ecc.

QUESTO governo italiano di sinistra è il più corrotto della storia italiana, ed è il secondo peggiore dall’unità d’Italia (non dal dopoguerra!). Il primo è quello prodi, anni ’90 che, senza alcun referendum, ci ha obbligati ad entrare nell’euro/europa scavalcando completamente il popolo italiano, portandoci da 6a potenza economica al mondo, ad una posizione vicina alle TRE cifre, anche sotto a paesi che dieci anni fa, erano del terzo mondo ma che oggi, grazie ai soldi italiani mangiati (aziende italiane, pagate con soldi italiani per stare in Italia, dopo aver incassato milioni, hanno migrato nell’est europa), ci hanno superato. Segue sul podio il governo amato (il quale ha RUBATO in una notte dai conti correnti degli italiani, cifre spropositate per “tappare dei buchi creati dalle mangiatoie di sinistra negli anni precedenti”)

P.s.: le minuscole ai nomi propri non sono né errori, né sviste. Certe persone e certi luoghi non meritano il rispetto di avere una maiuscola.

beppe pal

cito a campione e se leggi bene tutti i giornali significa che è pleonastico citarli. E se pensi che la Destra sia insorta neanche nel paese delle banane ci crederebbero.
sono tutti complici ma a suo parere Berlusconi e la Destra ci avrebbe salvato. Io sono di sinistra ma voi di destra non conoscete la storia se definite questi cialtroni di sinistra, come non conoscete la storia che l’Italia non è mai uscita dal fascismo. Per iniziare si legga la prima sentenza della corte costituzionale del 1956.
Il resto che scrive è acqua fresca.

beppe pal

egr. dr. La Bella
ho scritto che tale ale(x) è l’ultimo dei troll ed è significativo che la risposta tra virgolette che segue pur scritta da un internetpoint non sia comparsa.
Dico pure questo: Tor da cui cerco di postare apre la pagina esclusivamente con Feccia da Libro anche se il sito non è Feccia da Libro. Dopo due azzeramenti finalmente apre la pagina corretta.  
A fronte di quanto scritto e documentato (sinistro non è pure Bruti Liberati?), e a cui costui risponde
«cito a campione e se leggi bene tutti i giornali significa che è pleonastico citarli. E se pensi che la Destra sia insorta neanche nel paese delle banane ci crederebbero.
sono tutti complici ma a suo parere Berlusconi e la Destra ci avrebbe salvato. Io sono di sinistra ma voi di destra non conoscete la storia se definite questi cialtroni di sinistra, come non conoscete la storia che l’Italia non è mai uscita dal fascismo. Per iniziare si legga la prima sentenza della corte costituzionale del 1956.
Il resto che scrive è acqua fresca» (fresca perché già scritta).

Ale

Il mio nome è Ale e non ale(x), “caro” beppe pal”.

Inoltre nessuno ha scritto che “Berlusconi ci avrebbe salvato”, tra l’altro dalle cronache “palamara” si sa bene quanto (cit) “deve essere condannato a propri anche se ha ragione”, identiche parole additate a Salvini (sull’immigrazione ha perfettamente ragione ma va condannato lo stesso in ogni modo possibile). E mattarella ZITTO! Ti ricordo che egli fu definito, quando ai tempi era ancora un semplice politico (cit da un suo “socio” di partito, ai tempi sinistra) “un incompetente che non sa fare il suo lavoro, non merita di avere una carica di stato importante o porterebbe il paese alla rovina”… E guarda un po’ a che punto ci ha portati?!

Ribadisco: dagli anni 45 abbiamo una democrazia (che fu rubata, poiché molti voti alla monarchia furono fatti sparire per essere ritrovati solo una decina di anni fa) e solo 4 governi di destra. Zero presidenti della repubblica di destra. Eppure… Proprio quando ci fu un governo di destra, il PIL era aumentato, per poi venire azzerato dal suddetto governo prodi, renzi, monti, letta, ed ora conte.

Preferisco un governo di destra ad uno di sinistra?! Certo!!! Almeno, debito o non debito, NON REGALANO l’Italia alla cresta franco-germanico-cinese-africana!!

Per concludere, o citi fonti imparziali (e ribadisco, fatto quotidiano, repubblica, avvenire NON LO SONO!) o non citare fonti, che è meglio.

beppe pal

non conosci la storia e una x di svista non muta il ragionamento e l’opinionone che ho di lei…: troll. sempre che accattano la dialettica

andrea

A. D’Elia è già in carcere, ma per un altro reato cyber risalente al 2015 https://www.ildenaro.it/cyber-attacco-a-leonardo-confermato-larresto-per-i-due-indagati/

Back to top button

Database Italia ha bisogno di te!

Database Italia è finanziato da te, per te. Questo significa  che
ci affidiamo al tuo supporto. Se ti piace
quello che facciamo puoi scegliere di effettuare una sottoscrizione per evitare di visualizzare pubblicità durante la lettura degli articoli.
In alternativa puoi effettuare una donazione tramite PayPal o carta di credito. 

Le donazioni non sono obbligatorie. Puoi continuare tranquillamente la lettura chiudendo questo popup.

Adblock Detected

Caro Utente, stai utilizzando AdBlock... e ti capiamo! Anche noi lo usiamo. Ma il nostro sito ha bisogno di queste pubblicità per rimanere in vita. Disattiva Ad-Block oppure sottoscrivi un Abbonamento a Database Italia a soli 3€ al mese per rimuovere tutte le pubblicità!