Bersaglio MobileCoronavirusDeep State

LOCALI VIETATI AI NON VACCINATI, PASS PURE PER LA SPESA. OK dei Ministri al Diabolico Piano PRO-VAX di Draghi dopo l’Incontro con Schwab (Great Reset)

di Fabio Giuseppe Carlo Carisio

AGGIORNAMENTO DEL 24 NOVEMBRE – ORE 18,30

Gongola uno degli ultimi TG di Mediaset rimasti dopo la chiusura di Studio Aperto e TG4. TGCOM24 ha infatti diffuso in anteprima la notizia che è stato approvato all’unanimità dal Consiglio dei Ministri il piano diabolico del premier Mario Draghi il decreto sul “rafforzamento” del Green pass che andrà operativo dal 6 dicembre fino al 15 gennaio 2022, salvo proroghe. Ecco cosa cambia in maniera sintetica. Il sistema dei colori resta legato a strette ancor più incisive a livello locale, laddove l’incidenza del virus e la situazione ospedaliera lo richiedessero.

Le restrizioni sono state adottate dal premier Draghi proprio dopo l’incontro con Klaus Schwab, presidente del World Economic Forum finanziato da Bill Gates (i particolari nell’articolo sotto). In Zona Bianca e Gialla tutti i locali di svago saranno vietati ai Non Vaccinati (a meno che non siano guariti dal Covid-19 negli ultimi 6 mesi), in zona arancione sarà richiesto un Green Pass anche per fare la spesa o andare in farmacia (in merito mancano però ancora i dettagli dei provvedimenti).

Introdotto dal 6/12 il green pass “rafforzato”: si ottiene solo con vaccinazione o guarigione;

la validità del green pass “rafforzato” scende da 12 a 9 mesi;

dal 6/12/2021 al 15/1/2022 valgono le nuove regole transitorie per le zone colorate;

il green pass “base” sarà obbligatorio dal 6/12 anche per: alberghi, spogliatoi per l’attività sportiva, trasporto ferroviario regionale e trasporto pubblico locale;

l’accesso a spettacoli, eventi sportivi, bar e ristoranti al chiuso, feste e discoteche, cerimonie pubbliche sarà consentito in zona bianca e gialla solo ai possessori di “green pass rafforzato”;

ulteriori limitazioni della zona arancione valide solo per chi non possiede il “green pass rafforzato” (La zona arancione scatta con un’incidenza di oltre i 150 casi ogni 100mila abitanti e se al contempo la soglia delle terapie intensive oltrepassa il 20% con i reparti ordinari al 30%)

vaccinazione obbligatoria estesa a personale amministrativo sanitàdocenti e personale amministrativo scuolamilitariforze di poliziasoccorso pubblico dal 15/12;

richiamo obbligatorio (la terza dose ndr) per professioni sanitarie dal 15/12;

rafforzamento sistema dei controlli: entro 3 giorni dall’entrata in vigore del dl, i Prefetti sentono il Comitato provinciale ordine e sicurezza, entro 5 giorni adottano il nuovo piano di controlli coinvolgendo tutte le forze di polizia, relazionando periodicamente.

Norme che non sono cambiate: la mascherina resta non obbligatoria all’aperto in zona bianca e obbligatoria all’aperto e al chiuso in zona giallaarancione rossa. Sempre obbligatorio in tutte le zone portarla con sé e indossarla in caso di potenziali assembramenti o affollamenti; restano invariate le tipologie e le durate dei tamponi.


GREEN PASS PURE PER FARE LA SPESA, IL FOLLE PROGETTO DI DRAGHI

ARTICOLO DEL 24 NOVEMBRE – ORE 12

«I tecnici di palazzo Chigi e dei ministeri stanno scrivendo il provvedimento ma l’impianto di base è delineato, con il presidente del Consiglio Mario Draghi che sarebbe ormai determinato a seguire il modello tedesco delle 2G, vale a dire il doppio binario per il certificato verde: un super green pass per vaccinati e guariti, che potranno accedere a ristoranti, cinema, teatri, piscine, palestre, stadi, e un pass per chi ha scelto di non immunizzarsi, ottenibile con un tampone antigenico o molecolare, che consentirà di accedere solo ai luoghi di lavoro e ai servizi essenziali come supermercati e farmacie, oltre che a treni ed aerei».

In poche parole, secondo quanto riportato dall’Ansa, in zona arancione (ma qualche governatore regionale vorrebbe restrizioni estreme per i NO CAVIA anche in zona bianca e gialla), chi vorrà andare a fare la spesa per nutrirsi o comperare medicine per curarsi, magari con le terapie domiciliari efficacissime contro il Covid-19 come dimostrato dalle varie denunce per presunta strage di stato depositate dal biologo Franco Trinca e dall’avvocato Alessandro Fusillo, sarà costretto a fare una sorta di Green Pass “Light”. Spetterà agli ingegnosi funzionari ministeriali trovare una soluzione al problema di ottenere i certificati negativi al Covid-19 senza poter andare in farmacia in mancanza di essi… Ma questa non è che l’ennesima farsa grottesca dentro un’opera tragicomica nella drammaturgia dell’assurdo.

https://www.gospanews.net/2021/08/27/cure-covid-ignorate-denuncia-bomba-di-trinca-e-fusillo-ai-pm-farmaco-antisars-finanziato-ue-inutilizzato-in-pandemia/

La necessità di questo intervento, secondo i pennivendoli nazionali, «trova conferma nei dati dell’Agenas: in 8 regioni sale la percentuale dei posti letto occupati nei reparti ordinari dai pazienti Covid e in 6 aumenta quella delle terapie intensive, con il Friuli Venzia Giulia che, con l’incidenza di 317 ogni 100mila abitanti, le rianimazioni al 15% e i ricoveri al 17%, ha superato tutti i parametri che fanno scattare la zona gialla».

Non va però dimenticato che Agenas (Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali) può vantare nel suo gruppo di lavoro, in un palese conflitto d’interessi, il professor Matteo Bassetti, infettivologo del San Martino di Genova e coordinatore del tavolo Agenas per l’appropriatezza dei ricoveri Covid, che ha ricevuto onorari e rimborsi spese dalle Big Pharma dei vaccini (Pfizer-AstraZeneca) per alcuni suoi interventi in convegni medici.

https://www.gospanews.net/2021/08/18/vaccini-covid-presto-pure-ai-neonati-diktat-di-pediatri-sip-fimp-e-medici-sponsorizzati-da-gsk-pfizer-di-gates/

«Chi non vuole vaccinarsi – ha dichiarato il berlusconiano Renato Brunetta, Ministro della Pubblica Amministrazione – dovrà fare casa e lavoro perché altrimenti metterebbe in pericolo gli altri». Nel frattempo, in Trentino è già scattata la morsa del coprifuoco nelle località sciistiche delle Dolomiti.

Si tratta ovviamente di un provvedimento che potrà essere impugnato da qualsiasi cittadino davanti ai giudici perché non solo lede l’articolo 32 della Costituzione Italiana (La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell’individuo e interesse della collettività, e garantisce cure gratuite agli indigenti. Nessuno può essere obbligato a un determinato trattamento sanitario se non per disposizione di legge) ma anche i più elementari diritti umani per una dignitosa sopravvivenza…

La solfa è sempre la stessa. Una nazione sperimenta una nuova misura restrittiva al fine di far vendere i vaccini antiCovid delle Big Pharma come il Comirnaty, che in Germania ed Austria è commercializzato direttamente dalla tedesca Biontech – di cui è azionista Bill Gates –  in accordo con Pfizer, poi gli altri paesi imitano il copione con la scusa che qualcuno ha già adottato la drammatica restrizione. Come ha fatto l’Austria con i No Vax prima di dover chiudere tutto fino a metà dicembre anche ai vaccinati.

E’ stata infatti la regione tedesca dell’Hessen ad adottare per prima la possibilità di vietare l’accesso ai supermercati ai non vaccinati. Ciò accade mentre l’Organizzazione Mondiale per la Sanità lancia un allarme che svela il fallimento colossale della campagna di immunizzazione. Non solo. Ad esso si aggiunge l’altissimo numero di decessi per sospette reazioni avverse ai vaccini (quasi 30mila ormai nei paesi UE) che hanno colpito anche moltissimi giovani sportivi (link a fondo pagina).

«Secondo l’Oms i contagi sono in calo da luglio in Africa, Medioriente e Sudest asiatico. All’interno dell’Europa, secondo quanto riferisce l’Oms, i contagi più alti sono stati registrati in Russia, Germania e Regno Unito, mentre i decessi sono saliti del 67% in Norvegia e del 38% in Slovacchia. Nel suo report settimanale, l’Oms afferma che la scorsa settimana i dati relativi ai morti con Covid-19 in tutte le regioni tranne che in Europa sono rimasti stabili o sono calati, raggiungendo in totale nel mondo 50mila decessi» scrive RAI News che ovviamente, essendo un organo d’informazione totalmente politicizzato dal governo, evita di porsi domande.

Perché il boom di contagi, ricoveri e decessi si sta verificando proprio in uno dei continenti più vaccinati del mondo?

A questa domanda risposero preventivamente i virologi Luc Montagnier e Geert Vanden Bossche (già collaboratore della GAVI Alliance per l’immunizzazione globale di Gates), il biologo Franco Trinca e la biochimica Loretta Bolgan: perchè le vaccinazioni massive durante una pandemia provocano vaccino-resistenza e pertanto, come sostennero Montagnier e Trinca, divengono  “un’arma di distruzione di massa”.

«I decessi legati al Covid-19 in Europa sono saliti del 5% la scorsa settimana, rendendo l’Europa l’unica regione al mondo in cui la mortalità per coronavirus è aumentata. Lo riferisce l’Organizzazione mondiale della sanità (Oms), aggiungendo che i casi confermati a livello mondiale sono aumentati del 6%, spinti dagli aumenti registrati nelle Americhe, in Europa e in Asia. Sono oltre 3,3 milioni le nuove infezioni registrate, 2,1 milioni delle quali in Europa» spiega ancora RAI News.

La previsione dei virologi è stata confermata sia dalle statistiche di vari paesi, tra cui l’Italia e la Scozia, che da autorevoli pubblicazioni scientifiche in riferimento alle varianti del SARS-Cov-2 che possono eludere gli anticorpi generati dai vaccini.

Il complotto del Nuovo Ordine Mondiale, sostenuto da Gates, sta procedendo a ritmo serrato. Viene da chiedersi se sia un caso che il premier italiano Draghi abbia fatto trapelare questi suoi orientamenti, tramite la velina d stato Ansa, a poche ore di distanza dall’incontro con Klaus Schwab, presidente del Wolrd Economico Forum (finanziatore dell’esercitazione Event 201 su una pandemia da coronavirus nell’ottobre 2019, poche settimane prima del disastro sanitario mondiale) nonché teorico del Great Reset che ha sviluppato un piano per la vaccinazione mondiale, ma è anche in sintonia con Gates sul microchip sottopelle per tutti i pagamenti economici.

L’inferno ha ormai spalancato le sue fauci sulla terra. I demoni si sono pure tolti la maschera.

E i politici che si dicevano paladini della Libertà e dei diritti di ogni Italiano sono ormai affetti da diarrea cronicizzata…

Per leggere in sintesi tutti i retroscena del SARS-Cov-2 da laboratorio acquista il libro WuhanGates…

Fabio Giuseppe Carlo Carisio
© COPYRIGHT GOSPA NEWS
divieto di riproduzione senza autorizzazione 
segui Gospa News su Telegram


MAIN SOURCES

GOSPA NEWS – WUHAN.GATES REPORTAGE

GOSPA NEWS – INCHIESTE CORONA VIRUS

ANSA – STRETTA SUI NO VAX

RAI NEWS – ALLARME OMS SOLO IN EUROPA

Fabio G. C. Carisio

Fabio Giuseppe Carlo Carisio, classe 1967, è giornalista pubblicista dal 1991. Ha diretto vari giornali locali piemontesi ed è stato corrispondente per i quotidiani Il Giornale e Libero. Nel 2018 ha fondato il webmedia di informazione giornalistica cristiana Gospa News. Dal 2019 è autore sul sito americano di gepolitica ed intelligence militare Veterans Today. Le sue investigazioni internazionali sono state pubblicate su Reseau International, Sputnik Italia, Maurizio Blondet e altri portali di contro-informazione. Alcune inchieste sono state tradotte in varie lingue e pubblicate su siti cinesi, russi, bulgari, mediorientali e latino americani.https://gospanews.net

Articoli correlati

5 1 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
Inline Feedbacks
View all comments
Gian Franco Zavoli

Invece di fare il Grande Reset, non sarebbe stato meglio di fare il controllo delle nascite 50 anni fa, quando eravamo meno di 4 miliardi sulla terra e non avevamo nessun problema climatico e le miniere dei metalli sarebbero durate qualche secolo ancora, dando il tempo alla scienza di trovare soluzioni ? Non è con la fusione nucleare, che si può creare il ferro, di 200 milioni di tonnellate all’anno, che necessitano oggi e senza i metalli a che servirà l’energia ? Preparatevi al collasso della civilizzazione industriale, andando a vivere in campagna, finché è tempo e createvi il cibo lavorando la terra, perché non arriverà più nelle grandi città. Date ascolto al MIT, invece di ascoltare i politici.

Back to top button

Database Italia ha bisogno di te!

Database Italia è finanziato da te, per te. Questo significa  che
ci affidiamo al tuo supporto. Se ti piace
quello che facciamo puoi scegliere di effettuare una sottoscrizione per evitare di visualizzare pubblicità durante la lettura degli articoli.
In alternativa puoi effettuare una donazione tramite debit card o carta di credito.

Le donazioni non sono obbligatorie. Puoi continuare tranquillamente la lettura chiudendo questo popup.

ABBONATI! Con un piccolo contributo di 3 € al mese potrai leggere tutti gli articoli senza fastidiose pubblicità.

Adblock Detected

Caro Utente, stai utilizzando AdBlock... e ti capiamo! Anche noi lo usiamo. Ma il nostro sito ha bisogno di queste pubblicità per rimanere in vita. Disattiva Ad-Block oppure sottoscrivi un Abbonamento a Database Italia a soli 3€ al mese per rimuovere tutte le pubblicità!