Database Italia

IL CDC MENTE SUI DATI PER SPINGERE GLI ADOLESCENTI ALLA VACCINAZIONE.


Scritto da Daniel Horowitz tramite TheBlaze.com, Tradotto da Davide Donateo

Per giustificare la vaccinazione forzata dei bambini, i poteri forti dovrebbero in qualche modo ribaltare 15 mesi di osservazioni secondo cui il COVID è una minaccia per i bambini meno dell’influenza e che i bambini non vaccinati sono  meno a rischio  degli adulti vaccinati (100 volte meno a rischio rispetto agli anziani), anche se dovremo dare per buoni i dati di efficacia di Pfizer.

Leggi: ADESSO TOCCA AI BAMBINI ANCHE IN ITALIA! Ma Kennedy jr denuncia casi di adolescenti con trombosi…

“Il direttore del CDC segnala un picco di ricoveri di adolescenti, esorta i genitori a vaccinare i bambini sopra i 12 anni”, come recita il  titolo  di venerdì al The Hill, riferendosi al nuovo studio del CDC sui ricoveri.

Naturalmente, ha attirato la mia attenzione perché sappiamo tutti che i ricoveri in tutte le fasce d’età sono crollati ai minimi storici in tutto il paese nelle ultime settimane.

Si scopre che insieme al suo Morbidity and Mortality Weekly Report (MMWR), il CDC ha  pubblicato  uno “studio” che pretende di mostrare un aumento dei ricoveri tra i 12 ei 17 anni, con un terzo di loro in terapia intensiva e il 5% posizionato su ventilatori.

Il direttore del CDC Rochelle Walensky si lancia.

“Sono profondamente preoccupato per il numero di adolescenti ricoverati e rattristato nel vedere il numero di adolescenti che hanno richiesto cure in unità di terapia intensiva o ventilazione meccanica”, ha affermato Walensky in una nota.

Certo, la soluzione è la grande terapia genica sperimentale.

” Fino a quando non saranno completamente vaccinati, gli adolescenti dovrebbero continuare a indossare maschere e prendere precauzioni quando sono intorno ad altri [sic] che non sono vaccinati per proteggere se stessi, la loro famiglia, gli amici e la comunità”, ha affermato Walensky.

La CNN ha diligentemente fatto eco ai dati falsi e alla premessa che genera senza indagare su di essi.

Ma c’è un problema. I dati del CDC mostrano che i ricoveri in tutti i gruppi sono crollati nelle ultime sei settimane.

Si scopre che hanno scelto punti di inizio e fine arbitrari – un vecchio trucco che hanno usato con gli studi sulle maschere – che coincide con un periodo di aumento dei ricoveri in tutte le fasce d’età, compresi quelli con alti tassi di vaccinazione.

Il periodo di studio del rapporto del CDC è stato dal 1 marzo 2020 al 24 aprile 2021. Si dà il caso che il 24 aprile sia stato all’incirca il periodo di punta per TUTTI i gruppi di età!

La maggior parte di questo mini aumento (dopo la maggiore diffusione invernale) è stata dovuta alla diffusione finale primaverile nel nord-est e nel Midwest superiore. Sulla base dei titoli del CDC, si potrebbe pensare che i ricoveri infantili si stiano diffondendo ora e che stiano aumentando rispetto ad altri gruppi di età. In realtà, sono crollati e sono aumentati solo leggermente da una linea di base vicina allo zero all’inizio di quest’anno insieme ad altri gruppi.

Semmai, il tasso di ospedalizzazione “picco” del 24 aprile tra gli adolescenti è stato inferiore al picco durante l’inverno, eppure nessuno ha mai sentito che ci fosse una situazione emergente con i ricoveri per adolescenti COVID durante i mesi peggiori dell’inverno.

Questa è la stessa cosa che hanno fatto il CDC e altri quando hanno  scelto punti di inizio e fine arbitrari  l’anno scorso, mostrando un calo dei casi dopo l’istituzione degli obblighi per le maschere, ignorando il massiccio aumento successivo durante l’inverno in questi stessi luoghi.

Quindi, non c’è modo di attribuire a quell’aumento superficiale un punto iniziale e finale arbitrario alla mancanza di vaccinazione. È semplicemente un riflesso di un periodo in cui i casi aumentano leggermente in una minoranza del paese (mentre precipitavano nel sud e nell’ovest). Qualunque sia la piccola linea di base di ricoveri tra i bambini è aumentata in modo proporzionale all’aumento di base durante qualsiasi altro periodo di diffusione. Certo, oggi i ricoveri sono più bassi che mai. Non ci sono prove che i tassi di vaccinazione abbiano avuto un ruolo in questa tendenza.

Infine, numerosi studi, inclusi i dati del CDC , mostrano che c’è un tasso molto più alto di ricoveri falsi per COVID tra i bambini rispetto agli adulti, ovvero quando non ci sono prove che siano stati ricoverati in ospedale a causa di COVID. Secondo questo stesso rapporto di venerdì, il 46% di quei presunti ricoveri per adolescenti non era “chiaramente correlato al COVID-19”.

Quel che è peggio, quasi la metà di quegli adolescenti nello studio osservazionale in cui la causa non era chiara sembra essere stata ammessa per ragioni psichiatriche!

Leggi: Le Crudeltà Che Abbiamo Inflitto Ai Bambini Sotto La Bandiera Del Covid-19 Non Sono Etiche Ma…

In altre parole, è probabile che la depressione indotta dal panico stesso che il CDC sta cercando di esacerbare tra i bambini abbia generato un declino della salute mentale che ha portato al ricovero in ospedale, non il virus stesso.

Leggi: Il blocco è un disastro per la salute mentale dei bambini e hanno bisogno di supporto, ma non…

Secondo il Daily Mail del Regno Unito, un recente sondaggio sulle organizzazioni umanitarie ha rilevato che “più di un quarto dei 75 enti di beneficenza intervistati ha affermato che alcuni bambini hanno espresso pensieri suicidi, mentre il 41% ha affermato che alcuni sono stati abusati in casa durante il blocco”. Negli Stati Uniti, il CDC riporta 1.139 decessi per COVID di età inferiore ai 25 anni, ma ammette che il 30% di tali decessi inclusi potrebbe non essere plausibilmente collegato al virus. Allo stesso tempo, ci sono stati oltre 2.500 decessi in eccesso non COVID per quella coorte di età, il che significa che il panico, l’isteria, le overdose di droga e i suicidi hanno probabilmente ucciso 3,5 volte più adolescenti e giovani adulti del virus.

Non ci vuole un investigatore forense per rendersi conto che c’è stata una pletora di adolescenti in ospedale a causa delle bugie che esagerano la minaccia del virus per loro. Naturalmente, in un momento in cui il COVID sta aumentando in tutte le fasce d’età, una certa percentuale di quei giovani risulterà positiva al virus. Di conseguenza, qualsiasi morte successiva di qualsiasi adolescente risultato positivo, indipendentemente dal fatto che sia morto per droga o suicidio, verrà registrata come morte per COVID.

Leggi: LA DEGENERAZIONE MORALE DEL SACRIFICIO DEI BAMBINI SULL’ALTARE DEL COVID

A maggio, la rivista di New York ha pubblicato una storia che metteva in evidenza nuovi studi che dimostrano che i numeri di ospedalizzazione pediatrica per COVID sono stati probabilmente notevolmente gonfiati in tutto il paese. Il primo studio, pubblicato sulla rivista ufficiale dell’American Academy of Pediatrics, è stato condotto da ricercatori di Stanford e ha esaminato 117 presunti ricoveri per COVID tra i minori di 18 anni in un ospedale pediatrico nel nord della California. Hanno scoperto che solo il 7,7% mostrava una malattia grave e il 12,8% una malattia critica. Nel complesso, il 45% è stato classificato come “improbabile che sia causato da SARSCoV2” e sembra che la maggior parte degli altri non soffrisse di malattie potenzialmente letali.

Il secondo studio, pubblicato sulla stessa rivista , ha rilevato nel quinto ospedale più grande d’America che, tra i pazienti di età inferiore ai 22 anni, il 40% aveva “infezione accidentale”, solo il 47% era “potenzialmente sintomatico” e solo il 14% era “significativamente sintomatico”. .” Hanno inoltre scoperto che “il cinquantacinque percento dei pazienti incidentali e il 47% dei pazienti potenzialmente sintomatici aveva almeno una comorbidità identificata, mentre il 90% dei pazienti sintomatici significativamente ne aveva almeno una”.

Leggi: I SIERI COVID STANNO PORTANDO A PIÙ RICOVERI E INFEZIONI, ECCO LE PROVE

L’ironia contorta è che il CDC sta mentendo sulle tendenze dei ricoveri per COVID al fine di convincere i bambini a vaccinarsi quando, in effetti, i ricoveri legati al vaccino sono davvero in aumento oggi. La dott.ssa Monica Gandhi, specialista in malattie infettive presso l’UCSF, ha raccolto i dati di un solo effetto collaterale grave riportato nel Vaccine Adverse Events Reporting System (VAERS), la miocardite, e ha scoperto che il ricovero per miocardite post-vaccinazione tra i 12-17 anni è attualmente 12 volte maggiore del ricovero per COVID . Perché i nostri “esperti di salute pubblica” non trovano allarmante questa tendenza attuale ?

È abbastanza evidente che la pandemia in America è finita e non ha mai colpito i bambini, anche durante il suo picco. Tuttavia, la pandemia di bugie, paura, panico e abuso emotivo continueranno indefinitamente fino a quando Pfizer e Moderna non sazieranno il loro rapace appetito per il sangue dei bambini. Chi difenderà i nostri figli?

L’informazione libera e indipendente ha bisogno del tuo aiuto. Ora più che mai… Database Italia non riceve finanziamenti e si mantiene sulle sue gambe. La continua censura, blocchi delle pubblicità ad intermittenza uniti agli ultimi attacchi informatici non ci permettono di essere completamente autosufficienti.
Fai una donazione seguendo il link sicuro qui sotto
SOSTIENI DATABASE ITALIA



Segui Database Italia su Google News: Database Italia

Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

I commenti sono chiusi.