Home Deep State IL CLUB | I bisnonni del premier britannico David Cameron erano banchieri...

IL CLUB | I bisnonni del premier britannico David Cameron erano banchieri legati ai Rothschild

19
0

L’ex primo ministro del Regno Unito David Cameron preferisce essere timido riguardo al suo albero genealogico.

Anche il sionista dichiarato David Cameron ha agito sorpreso quando  è stato rivelato  che i suoi antenati erano banchieri ebrei tedeschi molto potenti da parte materna e banchieri scozzesi legati al traffico di oppio da parte paterna. La sua finta ignoranza è particolarmente ridicola dato che, nel sistema di caste altamente strutturato del Regno Unito, il proprio passaporto nei “club” dell’alta società richiede documenti di pedigree simili a quelli dei cavalli e dei cani della linea di campioni.

Il trisnonno di Cameron, Emile Levita, ottenne la cittadinanza britannica nel 1871. Fu direttore della  Chartered Bank of India, Australia and China , che divenne Standard Chartered Bank. La famiglia proveniva dal Rothschild Frankfurt e dal pozzo nero circostante, vale a dire Mainz, nella Renania-Palatinato, in Germania, e una generazione prima da Bad Orb, nell’Assia, in Germania.

Vedi i post di Database Italia  sui Rothschild

Enid Levita (a destra), figlia di Arthur Levita e nonna paterna di David Cameron, che indossava l’uniforme delle Sussex County Guides, c. 1930

Tuttavia, è il bisnonno di Cameron Arthur Levita (1865-1910) a meritare un’attenzione speciale.

LG Pine, editore di  Burke’s Peerage , scrisse che Arthur era un ottimo esempio di matrimonio misto tra ebrei e aristocrazia. “Gli ebrei  si sono legati così strettamente alla nobiltà britannica  che è improbabile che le due classi subiscano perdite, il che non è reciproco”.

Arthur ha sposato Stephanie Cooper, che è stata descritta da una fonte come “una cugina della famiglia reale”.

Incredibilmente,  non uno ma due  dei bisnonni di Cameron sono stati coinvolti nel finanziamento della guerra della City di Londra e sono menzionati in primo piano insieme alle Case di Rothschild e Jacob Shiff a Londra e a Parigi.

Il suo bisnonno scozzese Sir Ewen Cameron  (1841- 1908) era il primo posto nella scena bankster della City di Londra, servendo come presidente della Hong Kong and Shanghai Bank (HSBC) a Londra. HSBC allora e oggi è stato un perno centrale del riciclaggio di denaro della droga.

Ha anche svolto un ruolo chiave nell’organizzare prestiti dalla  famiglia Rothschild  all’Impero  del Giappone  durante la  guerra russo-giapponese .

Nel 1904, il giapponese Takahashi Korekiyo – che ha servito come governatore della banca centrale, primo ministro e sette volte come ministro delle finanze – si trasferì a Londra. Il suo obiettivo era raccogliere finanziamenti per una guerra con la Russia (8 febbraio 1904 – 5 settembre 1905). I dettagli dei propulsori e degli agitatori di questo profitto di guerra vengono per gentile concessione degli  Archivi Rothschild. 

Il capitalismo dei grandi prestiti al lavoro

Takahashi aveva sentito che l’ebreo tedesco Jacob Shiff di Kuhn, Loeb era interessato a finanziare la guerra con un consorzio di Parr’s Bank e Hong Kong e Shanghai Bank. La motivazione di Schiff per aver accettato di sottoscrivere metà dei titoli di guerra del Giappone era il desiderio di aiutare gli ebrei russi.

Secondo gli archivi, nel 1904, il trisavolo  Ewen Cameron  e altri importanti finanzieri anglo-ebrei londinesi, tra cui Lord Revelstoke della Baring Bros., un secondo bisnonno di David Cameron; Arthur Francis Levita  e WM Koch di Panmure Gordon; Sir Marcus Samuel (poi visconte Bearsted) di Samuel Samuel & Co e Royal Dutch Shell; Sir Carl Meyer e Otto Kahn – hanno preso parte ai negoziati con  Takahashi Korekiyo  per la vendita di titoli di guerra per finanziare lo sforzo bellico giapponese durante la guerra  russo-giapponese del 1904-05.

Il 12 aprile 1904 Takahashi scrisse nel suo diario in lingua inglese: “Mr. Shand è venuto a trovarmi nel pomeriggio su mia richiesta e abbiamo parlato della forma del buono del tesoro e dei mezzi per far sentire bene  Cameron e Rothschild. E il 13 aprile scrisse: “Ho incontrato entrambi i Rothschild (Nathaniel e Alfred) nel loro ufficio”.

Takahashi scrisse di aver incontrato un uomo di nome HR Beeton, che gli raccomandò di arruolare l’aiuto di Sir Ernest Cassel, banchiere del re e insieme a Lord Revelstoke e Rothschild, uno dei tre più importanti finanzieri di Londra. Takahashi ha riferito che Beeton ha detto: “Gli ebrei sono i finanzieri di prim’ordine. E Cassel è il più influente a Londra.  Può invitare Rothschild così come Morgan e così via. Tira fuori un grosso prestito  in modo da creare preoccupazione anglo-americana.

Durante la guerra con la Russia dal 1904 al 1905, questi uomini e le loro banche hanno raccolto 82 milioni di sterline di titoli di guerra giapponesi, quasi la metà del costo della guerra. A Londra, dopo la guerra, dal 1905 al 1907, Takahashi negoziò in Europa l’emissione di altri 48 milioni di sterline in obbligazioni, in gran parte attraverso i Rothschild di Londra e Parigi.

A settembre, Takahashi si è recato a Parigi per parlare con finanzieri francesi e funzionari governativi. Mentre era lì, Takahashi, con una lettera di presentazione di Lord Rothschild e Alfred, fece visita ai loro cugini parigini, che accettarono di partecipare a un’emissione di obbligazioni giapponesi per consentire loro di riorganizzare i loro debiti in tempo di guerra, se anche il ramo londinese della famiglia avesse preso parte. Qui,  il bisnonno Arthur Levita  è menzionato per aver svolto un ruolo chiave nell’intervento e nel persuadere le case dei Rothschild a partecipare.

Estratto dal libro dei visitatori della Halton House di Alfred de Rothschild, datato 16 luglio 1905: “Takahashi era accompagnato da suo figlio; altri ospiti erano  Arthur Levita e sua moglie , la famiglia di Alfred Cooper, il mercante d’arte Charles Davis e il dipendente di NM Rothschild & Sons Jules Ayer.

Cena d’addio per Takahashi al Savoy Hotel. Ewen Cameron (seconda da sinistra) presente con Lord Rothschild e altri banchieri.

Risultato immagine per david cameron panama paperBanksterismo moderno

Le rivelazioni dei Panama Papers hanno rivelato che “il primo ministro ha respinto le domande relative alle sue finanze. L’analisi mostra che la sua ricchezza deriva da una rete di patrimoni ereditari e aziende familiari”.

Vedi ” David Cameron ammette di aver tratto profitto dal fondo offshore del padre “

Vedi ” Le banche devono dichiarare collegamenti allo studio legale Panama Papers Mossack Fonseca “

Il nonno di David Cameron, Ewen Donald Cameron (1906-1958), era una figura della City di Londra che divenne amministratore presso la società di intermediazione mobiliare Panmure Gordon. Suo padre, suo nonno e suo bisnonno erano tutti soci senior dell’azienda. AIan Cameron ha seguito le orme di suo padre ed è diventato amministratore di Panmure Gordon nel 1957. Secondo quanto riferito, i documenti dell’azienda vantavano un legame di 70 anni tra l’azienda e la famiglia Cameron.

Degno di nota è anche l’albero genealogico della moglie di David Cameron, Samantha Gwendoline Sheffield. Include Pamela Harriman, la prima moglie del figlio di Winston Churchill, Randolph; membro conservatore del parlamento Sir Berkeley Sheffield; e Sir Bede Edmund Hugh Clifford, governatore delle Bahamas, Mauritius e Trinidad e Tobago, che era un discendente di Carlo II.


Attenzione genealogisti e storici esperti! 

I legami e le linee di sangue dei banchieri collegati ai Rothschild e di altri agenti, come  Karl Marx ,  August Belmont,  John Jacob Astor,  Henry Kissinger,   Madeleine Albright  e  Frederick Lindemann , per esempio, devono essere studiati più a fondo. La nostra teoria è che ci siano legami familiari artificiali con questo vespaio. Deve essere esaminato sinceramente e confermato o confutato da ricercatori onesti e neutrali rispetto alla rete prevalente di Leak .

Le famiglie Sabatean-Frankiste utilizzate dai Rothschild erano sposate tra loro e tipicamente consanguinee, ma la ricerca dovrebbe riguardare principalmente il XVIII e il XIX secolo. I cambiamenti nei nomi e nelle affiliazioni religiose e l’incorporazione con i massoni gentili hanno offuscato la storia. Ci vorrebbe uno storico/genealogista esperto per rendere giustizia. 

SOSTIENI DATABASE ITALIA (QUI) o sulla pagina dedicata (qui)

Database Italia è attivamente preso di mira da forze potenti che non desiderano che sopravviviamo. Il tuo contributo, per quanto piccolo, ci aiuta a restare a galla. Accettiamo pagamenti volontari peri contenuti disponibili gratuitamente su questo sito Web

SOSTIENI DATABASE ITALIA

Previous articleXi Ping invia un messaggio forte all’Occidente
Next article“Tendenza verso un’escalation incontrollata”: la Russia mette in guardia l’Occidente sul possibile uso di una “bomba sporca” da parte di Kiev
Fondatore e Direttore Responsabile di Database Italia.