Database Italia

Il dossier britannico sull’infiltrazione politica russa: una versione alternativa

INTERFERENZE RUSSE – INCHIESTE IN CORSO PARLANO BORIS JOHNSON E DOMINIC CUMMINGS – articolo di Bill Fairclough

Ieri, 28 ottobre, un gruppo di eminenti parlamentari e colleghi ha intentato un’azione legale contro il governo per non aver “protetto” la democrazia britannica dall’interferenza russa. Il gruppo interpartitico, sostenuto da Lord Ricketts, sta cercando una revisione giudiziaria dell ‘”inazione” del governo sull’interferenza russa ai sensi del rapporto del comitato di intelligence e sicurezza (ISC) del Regno Unito nel luglio 2020. Perché Boris Johnson e Dominic Cummings ne saranno spaventati? Una risposta a questa domanda è leggere l’originale “Alternative ISC Report” (cfr il link sotto) pubblicato il 6 novembre 2019 (da allora aggiornato). Nomina dozzine di loro associati russi / russofili che li hanno influenzati nel corso degli anni.

introduzione

All’inizio di novembre 2019, Boris Johnson è stato accusato di aver ordinato un insabbiamento mentre rinviava la pubblicazione di un rapporto da parte dell’Intelligence & Security Committee (ISC) del Regno Unito sull’infiltrazione russa nella politica britannica da parte del popolo di Putin (“agenti attivi” russi e “agenti di influenza”). . Il rapporto ISC verrà ora pubblicato solo dopo le elezioni.

Di conseguenza, in assenza del rapporto ISC, noi di Faire Sans Dire abbiamo deciso di pubblicare questa “versione alternativa” del rapporto ISC nell’interesse pubblico. (Per ulteriori informazioni sul rapporto ISC, pubblicato a luglio 2020, vedere gli aggiornamenti alla fine di questo articolo.)

Questa “versione alternativa” ha una portata estremamente limitata e si concentra principalmente su chi potrebbe aver influenzato o potrebbe influenzare, direttamente o in altro modo, Boris Johnson e / o Dominic Cummings. A scanso di equivoci, influenzare i politici ei loro consiglieri è perfettamente legittimo, da qui la crescita dell’industria del lobbismo politico nel Regno Unito negli ultimi decenni.

L’ironia è che la decisione di Boris Johnson di posticipare la pubblicazione del Rapporto ISC ha fatto il gioco di Putin e ha causato ancora più divisioni nel Regno Unito. Quelle accese divisioni furono persino alimentate dall’intervento di Hillary Clinton. Altri come The Bureau of Investigative Journalism e Marina Litvinenko (vedova dell’ex agente dell’FSB Alexander Litvinenko) hanno tentato di intraprendere un’azione legale ma in seguito hanno abbandonato per contestare il ritardo nella pubblicazione del rapporto ISC. Nel frattempo, al 5 ° Forum degli affari russo-britannico del 27 novembre 2019, il nuovo ambasciatore russo nel Regno Unito, Andrei Kelin, ha affermato che la Russia non aveva interferito nella politica britannica (o statunitense) .

Il partito laburista ha poco da temere perché i “rossi sotto i letti” sono ormai fenomeni fantasma, dato che la Russia ha lasciato molti dei suoi dogmi sovietici a morire in un fosso. Tuttavia, i laburisti e in particolare i sindacati britannici rimangono di interesse per il popolo di Putin, ma ciò esula dallo scopo di questo articolo che si concentra sulle macchinazioni Brexit di Boris Johnson e Dominic Cummings e altri. Inoltre, sebbene anche fuori dal campo di applicazione, va detto che l’Occidente usa tecniche simili per cercare di influenzare ciò che accade in Russia (e in altri paesi).

Si prega di notare che tutti i nomi di persone e luoghi elencati in questo articolo che sono senza collegamenti ipertestuali possono essere trovati su Wikipedia e / o in questo Brexit Uncovered Blog .

Mettendo da parte i dettagli degli attacchi dei bot e degli impianti di disinformazione sul web, gran parte dell’assurda quantità di influenza che il popolo di Putin sta esercitando sul Partito Tory può essere vista nascosta in bella vista nel pubblico dominio. È assurdo perché è assolutamente sproporzionato rispetto ai tentativi di influenzare la politica britannica da parte del resto del mondo. Non c’è nulla di illegale nella maggior parte di ciò che lo rende ancora più difficile da contrastare. In effetti, la sovversione e l’influenza sono di per sé ingredienti essenziali della democrazia. Quindi, esaminiamo ciò che Boris Johnson e Dominic Cummings potrebbero pensare che sarebbe meglio restasse nascosto.

Negli ultimi anni, come ampiamente riportato dalla stampa britannica, Johnson (e i suoi amici Brexiteers) hanno ricevuto milioni di sterline in donazioni da fonti filo-russe di tutti i colori, alcune con legami profondi con Vladimir Putin, altre no. Alcune di queste donazioni possono essere facilmente controllate facendo riferimento al Registro degli interessi dei membri o ai registri della Commissione elettorale . 

È quindi comprensibile che i servizi di intelligence non si fidino di Boris Johnson più di quanto lo facessero la Regina, suo fratello Jo Johnson MP, le sue ex mogli, ex fidanzate e alcuni dei suoi precedenti datori di lavoro. Perché? Come riportato nell’ottobre 2016 sul Daily Mail , l’MI6 ha confermato di considerare Johnson come un rischio per la sicurezza quando era ministro degli Esteri tanto da avergli nascosto informazioni per timore che “spifferasse”. Poiché molti nella cerchia ristretta di Johnson all’epoca erano quasi completamente filo-russi, tali precauzioni sembravano sagge. Tuttavia, Johnson è ora Primo Ministro ei servizi di intelligence devono affrontare problemi ancora più complessi, simili a quelli affrontati dall’intelligence statunitense quando hanno a che fare con Donald Trump e il suo entourage.

Infatti, mai nella storia della Gran Bretagna l’influente cerchia ristretta di un Primo Ministro è stata così bloccata da fedeli devoti di qualsiasi altra nazione. Sotto quel tipo di pressione persuasiva, non sorprende che lo stesso Boris Johnson soffra probabilmente di un ceppo di russofilia! Il suo atteggiamento adulatorio verso tutto ciò che è russo è onnipresente nonostante i suoi occasionali sbandamenti alla teoria della “democrazia gestita” di Putin, più appropriatamente chiamata dittatura.

Boris Johnson e Dominic Cummings – Inner Circles (Over The Decades)

L’attuale cerchia ristretta di Boris Johnson comprende Stanley Johnson (suo padre, un noto russofilo), Carrie Symonds (suo partner e noto russofilo), Sir Lynton Crosby (noto come “La lucertola di Oz”) di CTF Partners (consulente di fatto di lunga data del Primo Ministro che ora gestisce la campagna elettorale dei Tory), Dominic Cummings (il suo consigliere speciale capo e noto russofilo), Alexander Temerko (il suo amico oligarca e proprietario di Aquind Limited ) e tutti i loro familiari e amici russofili.

In altre parole, non è strano? I cittadini britannici più importanti potrebbero contare su quanti russi e russofili conoscono al massimo da una parte, ma i circoli interni ed esterni di Boris Johnson nel corso dei decenni ne contenevano dozzine. Alcuni di questi potrebbero non essere pro-Putin. Potrebbero anche essere anti-Putin come affermano di essere Alexander Temerko e Alexander Lebedev. Tuttavia, hanno ancora o hanno avuto forti legami con la Russia o l’URSS.

Non diversamente, la cerchia ristretta di Dominic Cummings è stata riempita di russofili sin dai tempi dell’Università di Oxford. Quando all’Università di Oxford, all’inizio degli anni novanta, il suo tutor Norman Stone e della moglie di Norman Christine of BHHRG erano apparentemente i principali agenti di influenza sul suo pensiero. Forse con il senno di poi Cummings avrebbe voluto elencare Vladislav Surkov come confidente anche negli anni Novanta!

Ovviamente scherziamo, ma circolano accuse sui media secondo cui tra il 1994/97 Cummings ha incontrato Surkov, divenuto poi il “cardinale grigio” del Cremlino. Se Cummings avesse incontrato Surkov, potrebbe essere stato quando Surkov stava apparentemente lavorando direttamente per Mikhail Khodorkovsky, presumibilmente come guardia del corpo. Tuttavia, è più probabile che Cummings abbia incontrato Surkov quando quest’ultimo era un dirigente pubblicitario junior in Bank Menatep.

Menatep è stata fondata da Mikhail Khodorkovsky e ha avuto una storia colorata di presunto coinvolgimento in scandali di riciclaggio di denaro negli anni novanta. È improbabile che eventuali incontri Cummings / Surkov fossero “consequenziali” dal punto di vista dell’intelligence, ma non sappiamo con certezza se Cummings e Surkov si siano effettivamente incontrati e, in tal caso, se abbiano stabilito un qualche tipo di rapporto. Se c’è stato un rapporto e si sono incontrati successivamente, direttamente o tramite intermediari, questo è un altro piranha.

La combinazione di Boris Johnson e Dominic Cummings circondati da russofili e russi deve essere un enorme mal di testa per i Cinque Occhi. Noi (Faire Sans Dire) abbiamo dragato migliaia di articoli di stampa e altri dati di pubblico dominio negli ultimi anni e abbiamo prodotto un lungo “Elenco di persone” di cui eravamo amici, con cui avevamo lavorato, con cui avevamo rapporti finanziari o di altro tipo. o aveva incontrato Johnson e / o Cummings. Abbiamo quindi ridotto l’elenco per cercare di includere solo coloro che potrebbero aver avuto una qualche influenza su ciò che Johnson e / o Cummings potrebbero pensare o fare. Ciò che è rimasto è interessante.

Inutile dire che influenzare gli altri non è illegale ed essere filo-russo, di discendenza russa o russofilo e / o avere influenza sui politici britannici non è un crimine così come essere britannici non è un crimine in Russia.

È una coincidenza che tutti i russi, i russofili e i sostenitori della politica di destra elencati di seguito abbiano presumibilmente conosciuto o avuto legami di un tipo o dell’altro con Boris Johnson e / o Dominic Cummings? Supponendo che la vastità di questa influenza filo-russa sia in qualche modo citata nel rapporto ISC, non sorprende che Johnson non volesse che il rapporto fosse pubblicato prima delle elezioni.

L ‘”Elenco delle persone” che segue contiene dozzine di nomi che abbiamo trovato interessanti, ma non implica che nessuno di loro abbia commesso alcun crimine, violato le leggi o fatto qualcosa di sbagliato.

Molti nella lista si conoscono o si conoscevano bene e molti di loro sono apparsi su stazioni televisive o radiofoniche russe (come Russia 1, RT International (Russia Today) o Sputnik) e / o hanno scritto articoli pubblicati sul web da varie armi della macchina di propaganda russa di Putin. Quelli indicati come parlamentari o deputati al Parlamento europeo non possono necessariamente continuare a ricoprire tali cariche. Alcune brevi descrizioni di ogni persona elencata sono fornite a scopo di disambiguazione.

Persone influenti

Aleksandr Torshin (banchiere russo) (noto a Vladimir Putin)

Alexander Knaster (filantropo statunitense [russo]) (noto a Vladimir Putin)

Alexander Lebedev (oligarca russo) (noto a Vladimir Putin ma vedi * sotto)

Alexander Temerko (Oligarca russo) (Conosciuto da Vladimir Putin ma vedi # sotto)

Alisher Usmanov (Oligarca russo) (noto a Vladimir Putin)

Andrei Borodin (banchiere russo) (noto a Vladimir Putin)

Andrew Rosindell MP (Fondazione europea) (Amici conservatori della Russia) (Legatum)

Andrew Wigmore (Leave.EU) (Uno dei cattivi ragazzi della Brexit)

Anne-Marie Trevelyan MP (Gruppo di ricerca europeo) (Votazione congedo)

Arron Banks (Leave.EU) (Uno dei cattivi ragazzi della Brexit)

Bernard Sunley (uomo d’affari deceduto) (BHHRG)

Bill Cash MP (Fondazione europea) (Maastricht Rebellion)

Carl Thompson (amici conservatori della Russia)

Carrie Symonds (partner di Boris Johnson) (amici conservatori della Russia)

Christine Stone (BHHRG)

Christopher Chandler (Legatum Group) (Sovereign Capital)

Daniel Hannan MEP (European Research Group) (Votazione congedo)

Darius Guppy (Fraudster) (Piers Gaveston Society) (The Bullingdon Club)

Dimitro Firtash ( Firtash Foundation ) (British Ukrainian Society)

Douglas Carswell MP (Voto congedo) (Gruppo di ricerca europeo)

Elizabeth Bilney (Leave.EU) (Co-regista di Arron Banks)

Evgeny Lebedev (proprietario del giornale) (noto a Vladimir Putin)

Gavin Williamson MP (licenziato per fughe di notizie dal Consiglio di sicurezza nazionale)

Gisela Stuart MP (Voto congedo) (Partito laburista)

Gottfried Leopold von Bismarck (Junkie deceduto) (Piers Gaveston Society) (The Bullingdon Club)

Harry Cole (Blog di Guido Fawkes) (Amici conservatori della Russia)

Humphry Wakefield (suocero di Cummings)

Jack Wakefield (cognato di Cummings) ( Firtash Foundation )

Jag Singh (Conservative Friends of Russia) (WESS Digital)

James Wharton MP (Johnson for PM Campaign Manager) ( Aquind Limited )

John Laughland (Institute of Democracy and Cooperation) (Conservative Friends of Russia)

John Whittingdale MP (Conservative Friends of Russia) (Gruppo di ricerca europeo)

Joseph Mifsud (accademico e influencer maltese) (come nel rapporto Mueller)

Lubov Chernukhin (Moglie di Vladimir Chernukhin) (Conosciuta da Vladimir Putin)

Ludmilla Laughland (Centro per lo studio dell’interventismo)

Lynton Crosby (CTF Partners) (Lobbista) (Dead Cat Theory) (The Lizard of Oz)

Malcolm Rifkind MP (Ex Intelligence and Security Committee) (Valdai Club Contributor)

Mark Almond (Conservative Friends of Russia) (BHHRG)

Martin Callanan MEP ( Aquind Limited ) (House of Lords)

Mary Wakefield (Moglie di Cummings) (Spettatore)

Matthew Elliott (Conservative Friends of Russia) (Vota congedo) (WESS Digital)

Maxim Akimov (vice primo ministro russo) (noto a Vladimir Putin)

Michael Gove MP (Brexiteer) (Ducato di Lancaster) (Gruppo di ricerca europeo)

Mikhail Khodorkovsky (oligarca russo) (Bank Menatep) (noto a Vladimir Putin)

Nat Rothschild (banchiere svizzero) (RUSAL di Oleg Deripaska)

Nigel Farage MEP (Uno dei cattivi ragazzi della Brexit)

Norman Stone (deceduto) (Conservative Friends of Russia) (BHHRG)

Owen Matthews (Autore) (Esperto russo)

Paul Staines (Guido Fawkes Proprietario) (WESS Digital)

Richard Tice MEP (Uno dei cattivi ragazzi della Brexit) (Leave.EU)

Robin Lane Fox (storico) (professore di Oxford)

Rodney Leach (politico deceduto) (House of Lords)

Sergei Morozov (politico russo) (noto a Vladimir Putin)

Sergey Lavrov (ministro degli Esteri russo) (noto a Vladimir Putin)

Sergey Nalobin (diplomatico e agente russo) (amici conservatori della Russia)

Shanker Singham (Legatum Group) (Brexiteer)

Stanley Johnson MEP (padre di Boris Johnson)

Vladimir Chernhukhin (oligarca russo) (noto a Vladimir Putin)

Vladislav Surkov (burattinaio politico russo) (noto a Vladimir Putin)

Se qualcuno si oppone a essere nominato in questo articolo o a qualsiasi riferimento in esso contenuto, è incoraggiato a contattare Bill Fairclough tramite FaireSansDire.org o LinkedIn per richiedere la modifica o la rimozione di qualsiasi riferimento ecc. A questo proposito, negli ultimi tempi, Putin e colleghi hanno fatto riferimento ad articoli degni di nota come questo sul rapporto ISC come isteria dei media, quindi forse questo articolo è semplicemente isterico. Inoltre, il numero 10 di Downing Street ha apparentemente respinto questo e altri articoli rilevanti sul rapporto ISC come “roba del triangolo delle Bermuda” quindi forse, oltre ad essere isterico, questo articolo alimenta anche una teoria del complotto e / o una superstizione.

Tuttavia, vale la pena notare cosa è successo e cosa non è successo la sera dopo che i risultati delle elezioni generali sono stati annunciati in anticipo venerdì 13 dicembre 2019. Durante quella storica serata, il Primo Ministro del popolo britannico con la fidanzata al seguito ha partecipato a una festa, non con i suoi sostenitori in un pub inglese, ma nella villa Mayfair del magnate dei media russi Evgeny Lebedev. Inutile dire che molti altri Tory degni di nota erano presenti tra cui David e Samantha Cameron, anche se è da notare che Evgeny Lebedev non è mai stato un donatore del Partito Tory e apparentemente non è menzionato nel Rapporto ISC.

Organizzazioni influenti

Per anni, il Partito Tory ha preso confidenza nel flirtare o peggio con i propagandisti di Putin, i broker di soft power e persino i membri dei servizi di sicurezza di Putin. Una rapida occhiata per vedere quali donazioni in contanti e prestiti senza interessi (non rimborsabili) e altri sono stati offerti ai politici Tory da quelli con legami russi produce risultati sbalorditivi. Tali donazioni da filo-russi al Partito Tory o alle organizzazioni gestite dai suoi membri chiave ammontano a milioni di sterline negli ultimi anni. Non siamo riusciti a trovare nessun altro raggruppamento per paese o ideologia che avesse donato direttamente o in altro modo vicino a tale importo a qualsiasi partito politico nella storia della Gran Bretagna.

Una ricerca nel registro degli interessi finanziari dei membri è illuminante. Nomi come Aquind (di proprietà di Alexander Temerko) o JC Bamford Excavators Ltd (JCB) e il suo proprietario Anthony Bamford compaiono frequentemente. JCB ha interessi significativi in ​​Russia, uno dei mercati in più rapida crescita per le macchine edili con una crescita del 28% nel 2018, citato nell’ultimo bilancio certificato di JCB. Almeno donazioni e altri da artisti del calibro di JCB, CTF Partners, Temerko e Aquind sono divulgate.

# È interessante notare che il 19 novembre 2019 la BBC ha riferito che Alexander Temerko ha affermato che il rapporto ISC dovrebbe essere pubblicato “per motivi di democrazia”. Temerko ha detto alla BBC di non essere “mai” considerato un “amico” del Cremlino o del presidente russo Vladimir Putin e che era “contro [il] Cremlino” essendo fuggito dalla Russia circa 15 anni fa. #

* Inoltre, il 20 novembre 2019 , l’ Agence France-Presse (AFP) ha riferito che Alexander Lebedev (ex KGB ma critico del Cremlino) voleva che il rapporto ISC fosse pubblicato prima o poi. Alexander Lebedev ha sottolineato all’AFP di non aver mai fatto una donazione al Partito Tory e per quanto riguarda Boris Johnson ha detto “Conosco Johnson, non più di questo, non sono suo amico”. *

Ma chissà se le donazioni da altre fonti derivino effettivamente da dove si dice siano venute? Ad esempio, una filiale britannica di una banca svizzera può essere nominata donatrice perché ha pagato un politico di Flash Harry per parlare a una delle sue conferenze, ma la banca in questione è solo una facciata e in qualche modo viene rimborsata da un cliente pro-Putin? Molto probabilmente, nessuno lo saprà mai.

In effetti, dopo così tanti scandali finanziari che hanno coinvolto i politici britannici, come possiamo fidarci che tutti loro si prendano la briga di rivelare tutte le donazioni che ricevono o tutti i servizi che ottengono direttamente o in altro modo (ad esempio tramite un’organizzazione con cui sono collegati) che non sono addebitati, come l’affitto gratuito dei locali?

A questo proposito, come recentemente notato in Wired , il Cremlino è noto per essere all’avanguardia nelle attività di criptovaluta, ma se si cerca Bitcoin o altre criptovalute nel Registro degli interessi finanziari dei membri , non sorprende che nulla venga visualizzato. Ancora una volta, molto probabilmente, nessuno conoscerà mai l’entità completa di tali pagamenti o sotto il supporto del tappeto attraverso la fornitura di servizi non quantificati e altri “benefici in natura”.

Una volta pubblicato da HMG, il rapporto ISC potrebbe persino diventare un “must read” proprio come lo era il rapporto Mueller. Fortunatamente, il rapporto britannico è di sole 50 pagine circa. Si dice che ci siano così tante redazioni nel rapporto ISC che potrebbe anche non essere stato scritto, figuriamoci pubblicato.

Dubitiamo che il Rapporto ISC menzionerà anche organizzazioni filo-russe come: il defunto Gruppo britannico di Helsinki per i diritti umani (BHHRG); i Conservatori Amici della Russia ora conosciuti come il Forum Russia di Westminster; e il Legatum Institute o il Legatum Group.

Poi ci sono le imprese degli oligarchi come Offshore Group Newcastle Limited ( OGN) di Alexander Temerko e Aquind, che controllava attraverso società nelle Isole Vergini britanniche (BVI). Oltre alle donazioni personali di Alexander Temerko al Partito Tory, anche le sue aziende hanno fatto donazioni. Ad esempio, OGN donato £ 249.450 per il partito conservatore nell’esercizio chiuso 30 giugno 2015, nonostante esso ha registrato una perdita post-tax per quell’anno di £ 25.000.

OGN , attualmente in liquidazione, è stata di proprietà in diversi periodi di Yoli Holdings Limited (Cipro), Equity Trust (BVI) Limited e OGN Investment Partners Limited (BVI). Aquind è stata di proprietà di varie società delle BVI in base ai suoi conti legali dal 30 giugno 2009 al 30 settembre 2018. I proprietari delle BVI di Aquind dal 2009 includono OGN Enterprises Limited, TMF (BVI) Limited ed Equity Trust (BVI) Limited.

Deloitte LLP è revisore di Aquind dal 2013. A seguito di un’azione di applicazione della Commissione per i servizi finanziari delle Isole Vergini britanniche, il 4 agosto 2015 la Commissione ha imposto una sanzione amministrativa di $ 60.000 a TMF (BVI) Limited per violazioni di varie sezioni dell’Anti- Codice di condotta contro il riciclaggio di denaro e il finanziamento del terrorismo, 2008 come evidenziato da questo record .

I profili di Dominic Cummings

Per quanto riguarda lo stesso Dominic Cummings, c’è una citazione irritante dal suo profilo sul sito web di ConservativeHome che dice: 

“Dopo aver lasciato l’università, la sua avventura ha trovato il suo primo sfogo andando in Russia per tre anni. Ha contribuito a creare una nuova compagnia aerea che vola da Samara, sul Volga, a Vienna. Il KGB ha lanciato minacce, la compagnia aerea ha ottenuto un solo passeggero e il pilota purtroppo è decollato senza quel passeggero. Cummings è un russofilo, parla russo e … “.

Questa citazione si riferisce alle attività di Dominic Cummings nel 1994/97 ed è in linea con la maggior parte degli altri riassunti della sua vita e dei suoi tempi. Tuttavia, oltre a confermare che è un russofilo, non ha senso ei suoi ricordi sembrano essere alquanto sfocati. Detto senza mezzi termini, sono fondamentalmente sciocchezze.

La compagnia aerea a cui si fa riferimento è Samara Airline. Cummings non lo ha istituito perché era stato fondato nel 1961 come Aeroflot, ha cambiato nome in Samara Airline nel 1992 ed è stato lanciato / nazionalizzato nel 1993 (presumibilmente con un piccolo aiuto dalla criminalità organizzata) tutto prima che Cummings mettesse piede in Russia. Cummings sembra essere stato nient’altro che un impiegato consulente che lavora nel back office di una società di consulenza statunitense che aiuta a stabilire una nuova rotta di volo per Samara Airline, ma questo è tutto.

Presumibilmente, quando all’estero durante il 1994/97 ha lavorato solo per una società di consulenza statunitense ( Dixon, Morozov, Inc – una Delaware Corporation No. 2317145 ) con sede a Vienna, non in Russia. Quando non partecipava a corsi di formazione, trascorreva la maggior parte del tempo a Vienna lavorando come apprendista o consulente junior per rivedere le procedure amministrative / contabili di Samara Airline come i sistemi di prenotazione della compagnia aerea. Inoltre, poiché il KGB è stato chiuso nel 1991, i suoi ricordi di loro nel 1994/97 devono essere stati davvero confusi o è stato tutto un sogno da ubriaco!

Infine, per quanto riguarda l’inesattezza del profilo di Dominic Cummings, secondo il London Times , Adam Dixon (il capo di Cummings) dubitava che Cummings fosse stato reclutato “come futura risorsa dell’intelligence” nel 1994/97. Dixon, curiosamente ex Chatham House, il cui coinvolgimento con Dixon, Morozov, Inc non compare nel suo profilo Zoominfo , ha detto di Cummings che “beveva decisamente troppo ed era ostinato …”.

Per quanto riguarda la padronanza della lingua russa da parte di Cummings, Dixon ha detto che le sue abilità linguistiche erano “scarse”. Quindi, quasi tutto ciò che è stato scritto sulle attività di Dominic Cummings ecc. Nel 1994/97 come descritto da ConservativeHome sembra essere un mucchio di sciocchezze. Altri che conobbero Cummings in Russia nel 1994/97 includevano Denis Smyslov (un russo con legami con l’asilo nido elitario per agenti dell’intelligence russa (i cui alunni includono Sergei Lavrov) allora noto come Istituto per le relazioni estere, ora MGIMO (МГИМО) ) e Sergey Samokhin (un uomo d’affari russo legato a Samara Airlines). Entrambi ritenevano che Cummings fosse troppo spesso ubriaco per essere una risorsa dell’intelligence; attenzione, è una buona copertura per aspiranti agenti dormienti o responsabilità … con postumi di una sbornia.

Conclusione

Come ha affermato Alex Younger (attuale capo dell’MI6) nel dicembre 2016, “Non è compito dell’MI6 avvisare delle minacce interne”. Presumibilmente, si riferiva alla Brexit e alle persone ad essa collegate. Inoltre, potrebbe benissimo essere stato un colpo sugli archi del GCHQ o dell’MI5.

Se qualcuno voleva che la Brexit fosse fatta e spolverata, era Vladimir Putin. In un colpo solo la Brexit indebolirebbe l’UE, il Regno Unito, la NATO e la più ampia alleanza USA / Regno Unito / UE e non gli costerebbe a caro prezzo. Come ha detto Eliza Manningham-Buller (Direttore generale dell’MI5 – 2002/07) nel gennaio 2019, “Sono piuttosto turbato dal fatto che il presidente russo Vladimir Putin sia così favorevole alla Brexit – penso che questo dovrebbe farci riflettere tutti”.

Putin non ha ancora finito con la Brexit. Dato il suo curriculum nell’influenzare sia il team Johnson / Gove / Cummings Vote Leave che il team Farage / Banks Leave.EU, senza dubbio coprirà nuovamente le sue scommesse. Questa volta, su coloro che stanno finendo le attuali elezioni nel Regno Unito.

Non lo sapremo mai esattamente come Putin influenzi il risultato, ma è scandaloso che Boris Johnson abbia rinviato la pubblicazione del Rapporto ISC. Innegabilmente, la decisione miope di Johnson è ironica perché è diventata la benzina di un inferno e ha contribuito a rendere la politica britannica ancora più incendiaria e divisiva di quanto Putin avrebbe potuto pregare.

Bill Fairclough (FaireSansDire.org) 6 novembre 2019

Aggiornamenti e rapporto ISC – luglio 2020

Questo rapporto è stato aggiornato in occasioni fino al 23 dicembre 2019; avrebbe dovuto essere aggiornato una volta pubblicato il rapporto ISC, se il rapporto ISC avesse contenuto una ricerca significativa e pertinente. Il rapporto ISC è stato pubblicato nel luglio 2020 ma conteneva straordinariamente poche “nuove” informazioni rilevanti. Alcuni di quelli a cui si fa riferimento nel nostro rapporto sono stati menzionati nel rapporto ISC (principalmente nelle note) ma l’ISC ha confermato che non si erano proposti di fare nomi.

L’ISC non ha trovato prove che l’interferenza russa avesse influenzato il referendum sulla Brexit, sebbene confermasse ciò che questo rapporto afferma: cioè che c’erano prove sostanziali di ricorrenti interferenze russe nella politica britannica. Tuttavia, l’ISC ha anche trovato prove che il referendum sull’indipendenza scozzese del 2014 era stato interferito da agenti russi.

L’ISC ha dichiarato che HMG non aveva autorizzato alcuna indagine sull’interferenza russa nella politica britannica (incluso il referendum sulla Brexit) a causa del fatto che qualsiasi tentativo di questo tipo sarebbe stato al di fuori della sfera di competenza dei servizi di intelligence di HMG perché qualsiasi azione del genere da parte dei servizi di intelligence stessi potrebbe è stato visto come un’interferenza di per sé, minando così la democrazia stessa. Quindi, è giusto concludere che il rapporto ISC costituì un imbiancamento molto completo, se mai ce ne fu uno. Il rapporto ISC e molti articoli di interesse correlati possono essere consultati tramite questo collegamento web a Wikipedia.

Articoli e articoli correlati

Bill Fairclough è un agente dell’intelligence che ha vissuto una straordinaria doppia vita anticonformista per gran parte della sua carriera. Lavorando di nascosto nell’intelligence, si è specializzato in infiltrazioni e incarichi investigativi. E’ un rispettato direttore nel settore regolamentato dei servizi finanziari internazionali e un affermato dottore commercialista specializzato nella prevenzione e individuazione delle frodi. Nel 1978 ha fondato Faire Sans Dire che è diventata un’organizzazione di intelligence di nicchia con portata globale. Nel 2014, “Beyond Enkription” è stato pubblicato come primo romanzo in The Burlington Files, una serie di sei romanzi biografici basati sulla sua vita.

La biografia di Bill può essere trovata su:http://bit.ly/Bill_Faircloughhttp://bit.ly/JWPF-Biographyhttp://bit.ly/Wiki-Intel-Link

#Agents #BeyondEnkription #BillFairclough #BritishIntelligence #CIA #Cyber ​​#DCS #DueDiligence #Espionage #FaireSansDire #FBI #Forensics #FSB #GCHQ #GRU #Infiltration #Intelligence #Investigations #KGB # MIATO5 #Lobbying #Polizia #Risk #Screening #Security #Spies #Spooks #Subversion #Surveillance #SVR #TheBurlingtonFiles #Vetting



Segui Database Italia su Google News: Database Italia

Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

I commenti sono chiusi.