EconomiaLa Nuova Era EconomicaVideo

IL GLOBALISMO TOTALITARIO, CULMINE DEL PENSIERO LIBERISTA | Pillole di economia 3° puntata | VIDEO

Il fenomeno del globalismo, che pervade ormai quasi ogni realtà, trae la sua linfa vitale dai principi del liberismo. Lo sganciamento dell’individuo da ogni contesto sociale è uno degli assiomi centrali.

L’atomizzazione della società avviene con l’individuazione – l’azione di dividere fino a giungere all’individuus, cioè, all’ indiviso, all’indivisibile, all’ átomos – del consumatore e del percettore di profitto, due entità che perseguono i loro obiettivi secondo il principio della massimizzazione vincolata. Entrambe agiscono come due robot programmati secondo un algoritmo della massimizzazione dell’utilità derivante dai beni, il primo, e della massimizzazione del profitto, il secondo. L’uno rappresenta il vincolo dell’altro, muovendosi all’interno di un contesto prettamente materialistico. 

In questo paradigma non c’è spazio per l’intangible, cioè, per tutto ciò che non si può quantificare, come ad esempio, i valori morali, l’amicizia, l’amore, l’altruismo, etc. Ogni individuo è fine a se stesso, è una monade che spesso si scontra con le altre, seguendo i principi dell’utilitarismo e del darwinismo sociale. Vince il più forte: non c’è posto per i deboli e per chi non produce (inutili mangiatori). Non c’è posto per l’uomo vivo.

Questi principi si sono via via estesi in tutto il mondo e sviluppati fino a raggiungere l’inverosimile. Non si tratta solo della visione lineare di una realtà non lineare. Il processo abusivo di linearizzazione in corso da decenni, oltre ad essere un limite intellettuale, sembra costituire una vera e propria agenda politica. Nonostante il modello neoclassico sia altamente riduttivo (esistono infatti solo due agenti, il consumatore e il percettore di profitto), spesso sembra essere imposto, non solo a livello accademico ma anche politico-sociale. 

Articoli correlati

Linearizzare la società e l’economia, robotizzando le persone e riducendole a consumatori anonimi atomizzati, è il sogno dei grandi oligopolisti che, disponendo così di maggiori capacità di previsione e controllo, sarebbero in grado di massimizzare i loro profitti sempre e ovunque. Data una realtà diversificata, cioè, complessa e difficile da gestire, omologando tutto e tutti se ne riduce il grado di complessità e, quindi, i rischi e i costi che potrebbero intaccare i profitti.

Episodi precedenti:
PILLOLE DI ECONOMIA – INTRODUZIONE | Il video-corso per comprendere il più grande cambiamento economico e sociale che il Mondo abbia mai visto
INFLAZIONE, TASSI DI INTERESSE E LOCKDOWN Pillole di economia 2° puntata | VIDEO

SOSTIENI DATABASE ITALIA

GUARDA LA TERZA PUNTATA DELLE PILLOLE DI ECONOMIA


[jetpack_subscription_form]

Armando Savini

Armando Savini è un economista, saggista, cultore di esegesi biblica e mistica ebraica. Dopo la laurea in Scienze Politiche e un master in HR Management, si è occupato di scienza della complessità e delle sue applicazioni all’economia. Già cultore della materia in Politica economica presso la cattedra del Prof. Giovanni Somogyi alla Facoltà di Scienze Politiche de La Sapienza, è stato docente a contratto di storia economica, economia, HR management e metodi di ricerca per il business. Tra le sue ultime pubblicazioni: Sovranità, debito e moneta. Quello che dovresti sapere e non ti hanno mai detto (‎2021); Miti, storie e leggende. I misteri della Genesi dal caos a Babele (Diarkos 2020); Le due sindoni (Chirico, 2019); Il Messia nascosto. Profezie bibliche alla luce della tradizione ebraica e cristiana (Cantagalli-Chirico, 2019); Maria di Nazaret dalla Genesi a Fatima (Fontana di Siloe, 2017); Risurrezione. Un viaggio tra fede e scienza (Paoline, 2016); Dall’impresa-macchina all’impresa-persona. Ripensare l’azienda nell’era della complessità (Mondadori, 2009).

Articoli correlati

0 0 votes
Article Rating

Rispondi

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Back to top button

Adblock Detected

Caro Utente, stai utilizzando AdBlock... e ti capiamo! Anche noi lo usiamo. Ma il nostro sito ha bisogno di queste pubblicità per rimanere in vita. Disattiva Ad-Block oppure sottoscrivi un Abbonamento a Database Italia a soli 3€ al mese per rimuovere tutte le pubblicità!