Quantcast
Database Italia

IL “MASSACRO SILENZIOSO” NELLE RSA



La pandemia ha messo in luce politiche di salute pubblica disumane e guidate dall’eugenetica. La prova scioccante è che quelle politiche di salute pubblica sono state attuate nei paesi più sviluppati ed economicamente ricchi. Quelli con il più alto tenore di vita hanno negato le cure mediche ai residenti delle case di cura per anziani, condannandoli essenzialmente a morte. 

La metà di tutte le morti europee correlate al COVID-19 si è verificata tra i residenti in case di cura: un rapporto della London School of Economics ha rilevato che in Italia, Francia, Irlanda, Spagna e Belgio  tra il 42% e il 57%  dei decessi dovuti al virus si sono verificati in case di cura. [2]  Un “massacro silenzioso”. [3]

Nel Regno Unito, più di 20.000 residenti di case di cura sono morti a causa del Covid-19 durante la prima ondata di pandemia. Probabilmente da biasimare la decisione di dimettere migliaia di pazienti ospedalieri in case di cura in primavera, al fine di liberare letti ospedalieri e proteggere il Servizio Sanitario Nazionale. Alcuni parlamentari hanno accusato il governo di dare le case di cura in pasto “ai lupi”. [4]

Negli Stati Uniti, 2,1 milioni di persone vivono in case di cura e strutture di residenza assistita. Costituiscono lo 0,6% della popolazione. Tuttavia, più di  174.000   anziani residenti e il personale delle strutture di case di cura sono morti a marzo 2021. [5] Le  loro morti rappresentano il 34% dei decessi per Covid-19. Un  rapporto  dell’American Association of Retired People (AARP) ha rilevato che molte di queste morti avrebbero potuto essere prevenute. [6]  Diversi fattori hanno contribuito: la struttura legale, finanziaria e burocratica delle case di cura finanziate dal governo. Medicare paga per la riabilitazione a breve termine, ma non per l’assistenza a lungo termine. La restrizione del finanziamento federale rende le case di cura l’unica opzione per la maggior parte delle persone che hanno bisogno di cure a lungo termine.

  • Poiché il 70% delle case di cura sono a scopo di lucro, sono chiaramente redditizie.

Le case di cura a corto di personale e poco attrezzate erano completamente impreparate. In risposta al furore dell’opinione pubblica per le crescenti morti, il governo federale ha inviato oltre  21 miliardi di dollari in fondi federali di soccorso alle case di cura, secondo CMS. Ma solo 2,5 miliardi di dollari sono stati specificamente assegnati per il controllo delle infezioni.

  • Più di 18,5 miliardi di dollari di denaro dei contribuenti sono stati distribuiti ai proprietari di case di cura – senza vincoli, senza responsabilità.

Noi italiani lo chiamiamo il “massacro silenzioso”. Politico riporta il caso delle 34 famiglie italiane che hanno unito le forze e hanno  intentato una causa  contro una casa di cura per tentato omicidio e maltrattamento, dopo che 150 residenti sono stati ricoverati in ospedale e 66 sono morti. [7]

Una donna milanese racconta gli ultimi giorni della madre:

“Nei giorni precedenti ci hanno detto che le avevano dato ossigeno, ma poi una persona che lavorava all’interno della struttura ha inviato a mia sorella un video di nostra madre a letto. Nel video non aveva ossigeno, era senza coperte e le sue braccia erano blu … “


COME LA GATES FOUNDATION HA SEMINATO LA CATASTROFE NELLE RSA


“Fuoco sull’erba secca”

Andrew Cuomo

Cinque governatori degli Stati Uniti – tutti democratici – hanno  emesso ordini esecutivi che essenzialmente condannavano a morte gli anziani nelle case di cura  – alcuni l’hanno chiamato il massacro delle case di cura .

  • Sono: il governatore Andrew Cuomo di New York, Phil Murphy del New Jersey, Gretchen Whitman del Michigan, Cavin Newsom della California e Tom Wolf della Pennsylvania. [8]

Il Governatore Cuomo è stato il primo ad emettere un ordine esecutivo il 25 marzo °  in cui ha ordinato agli ospedali di evitare di trattare pazienti anziani. Ha ordinato loro di inviare pazienti anziani infetti e non infetti nelle case di cura, a cui era vietato rifiutarsi di accettare anziani infetti da Covid. La crisi ha spinto il presidente Trump a inviare la nave ospedale “salvavita galleggiante” della Marina, Norfolk, che era dotata di 80 letti di terapia intensiva, 12 sale operatorie, una banca del sangue, un laboratorio medico, una farmacia, un laboratorio di optometria e uno scanner CT. Aveva una capacità di 1.000 posti letto. [9]  L’Agenzia federale per la gestione delle emergenze (FEMA) è stata incaricata di creare un secondo grande ospedale di emergenza presso il Javits Center. Aveva anche una capacità di 1.000 posti letto. [10]

  • Entrambi gli ospedali di emergenza: il Norfolk e Javits Center sono rimasti vuoti al 90% – anche dopo che i manager delle case di cura e gli amministratori del centro assistenza agli anziani hanno  supplicato  il Governatore Cuomo per consentire loro di inviare i pazienti coronavirus-infetto a questi ospedali di emergenza piuttosto che ammetterli nelle RSA con pazienti molto più suscettibili di contrarre la malattia.

Un rapporto investigativo di  ProPublica  (giugno 2020) ha documentato prove schiaccianti che il Governatore Cuomo ha compreso la minaccia che il Covid-19 rappresentava per i residenti delle case di cura, che ha descritto come  ” Fuoco nell’erba secca “ . [11]  Cuomo ha emesso un ordine esecutivo che ordinava agli ospedali di trasferire i pazienti anziani in case di cura che sapeva essere mal preparate a trattare o per contenere la diffusione dell’infezione. ProPublica ha riferito di aver emesso l’ordine DOPO aver esentato ospedali e case di cura da ogni responsabilità, i suoi maggiori contributori alla campagna. Il Dipartimento della Salute dello Stato di New York ha sottostimato il numero di vittime nelle case di cura.

Janice Dean, una meteorologa di Fox News, i cui suoceri sono morti dopo essere stati infettati dal virus in una casa di cura di New York, ha scritto un saggio per  foxnews.com , affermando:

“ Li abbiamo persi entrambi a causa di COVID la scorsa primavera quando il virus ha devastato le loro strutture di assistenza a lungo termine.

La loro condanna a morte è stata firmata come ordine esecutivo dal governatore di New York Andrew Cuomo

Hanno messo i pazienti infetti nei luoghi in cui risiedevano i nostri più vulnerabili “.

L’insensibile disprezzo di Andrew Cuomo per il valore intrinseco della vita umana racchiude l’essenza dell’Eugenetica.

Più di 15.000 anziani newyorkesi sono morti in case di cura, rappresentando quasi la metà di tutti i decessi per Covid nello Stato di New York.

Perché è stato vietato l’uso dell’idrossiclorochina, un efficace farmaco antimalarico contro il Covid-19?

“A New York, i medici non erano in grado di prescrivere l’idrossiclorochina. E il trattamento principale a New York City era essenzialmente quello di intubare i pazienti.

si sono davvero rifiutati di provare qualsiasi trattamento alternativo anche se hanno avuto successo in altri stati.

La risposta di Cuomo all’epidemia di virus all’inizio di marzo è stata quella di richiedere 30.000 ventilatori. L’uso di questi ventilatori ha portato ad aumentare, piuttosto che diminuire, il numero di decessi. 

Come faceva a sapere all’inizio di marzo che avrebbero avuto bisogno di 30.000 ventilatori? 

Un’indagine di Letitia James, procuratore generale dello Stato di New York, ha confermato il rapporto di ProPublica. Il 28 gennaio ° La  conclusione  è stata devastante.

Cuomo e la sua amministrazione avevano mentito e nascosto il 50% del numero effettivo di esseri umani che aveva condannato a morte così crudelmente. [15] 

La risposta di Andrew Cuomo al rapporto schiacciante dell’AG:
“A chi importa se sono morti nella casa di cura o in ospedale? Sono morti / ” [16]

A partire dal 19 gennaio °  almeno 12.743 residenti assistenza a lungo termine sono morti per il virus – di gran lunga superiore al conteggio ufficiale degli 8505 risultanti quel giorno. Melissa DeRosa, principale assistente del governatore Cuomo, si è scusata privatamente con i legislatori democratici per aver  trattenuto il bilancio  delle vittime delle case di cura statali dal COVID-19. Ha detto che ” ci siamo congelati ” per paura che i numeri veri sarebbero stati ” usati contro di noi ”  dai pubblici ministeri federali . [17]

Secondo la US COVID Tracker a partire dall’ 11 febbraio sono morti più di  174.000   residenti e il personale di case di cura e altre strutture di assistenza a lungo termine.

” Facts About Covid-19 “, una panoramica di Swiss Policy Research (febbraio 2021) documenta il bilancio delle vittime degli anziani nelle strutture di assistenza a lungo termine in Nord America, Europa occidentale, Israele e Australia. I fatti si basano sulle analisi dei dati del Wall Street Journal e della Johns Hopkins University. [21]

Lo straordinario alto tasso di mortalità, per gli anziani nelle case di cura, è il risultato delle politiche di sanità pubblica – non della natura !

In Canada, il 72% dei decessi da Covid-19 sono anziani in case di cura, in Spagna il 59% dei decessi da Covid sono in case di cura; in Belgio il 57%; nei Paesi Bassi il 49%; in Svezia il 47%; e in Australia, dei 908 decessi per Covid-19, il 75% erano residenti in case di cura. [22]

L’informazione libera e indipendente ha bisogno del tuo aiuto. Ora più che mai… Database Italia non riceve finanziamenti e si mantiene sulle sue gambe. La continua censura, blocchi delle pubblicità ad intermittenza uniti agli ultimi attacchi informatici non ci permettono di essere completamente autosufficienti.
SOSTIENI DATABASE ITALIA



Segui Database Italia su Google News: Database Italia

Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

fonte ahrp.org
0 0 votes
Article Rating
1 Comment
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments