Quantcast
Database Italia

IL MINISTERO DELLA DIFESA RUSSO: “IL COVID E’ UN PROGETTO DEI GLOBALISTI”

Stavamo aspettando una dichiarazione come questa, che indichi le  preoccupazioni della Russia per la plandemia covida. Russia che ha combattuto con le unghie e con i denti per preservare e rafforzare se stessa come stato nazione. 1999, Quando Putin ha preso il posto di Eltsin. Putin ha capito perfettamente ciò che le élite occidentali volevano dalla Russia: la sua continua distruzione e sottomissione, per essere solo un’enorme massa continentale di preziose materie prime da cui le transnazionali potevano trarre vantaggio, non una nazione autonoma funzionante..Dato che sembra che Biden e il suo team globalista siano effettivamente dementi il rischio è che potrebbero entrare alla Casa Bianca il mese prossimo. Perché gli amici aiutano gli amici.  Il presunto attacco informatico alle agenzie governative degli Stati Uniti, come osserva Zerohedge , potrebbe essere un tentativo di far risorgere la narrativa del Russiagate in tempo perché il team di Biden intervenga e alzi ancora una volta la posta. 

Andrey Ilnitsky: Il Covid è un progetto dei globalisti

Andre Ilnitsky, consigliere speciale di Sergei Shoigu, ministro della Difesa

Il 16 dicembre, il Consiglio della Federazione ha tenuto una   tavola rotonda   della Commissione provvisoria del Consiglio della Federazione per la protezione della sovranità statale e la prevenzione delle interferenze negli affari interni della Russia (Presidente, Andrey Klimov) sul tema  “Tentativi esteri di utilizzare lo spazio post-sovietico / vicino all’estero per destabilizzare il sistema politico della Russia ” .

Alla riunione della tavola rotonda hanno partecipato senatori, membri della Commissione provvisoria del Consiglio della Federazione: Elena Afanasyeva, Aleksandr Vaynberg, Margarita Pavlova, Vladimir Poletayev, membro del Presidium del Consiglio per la politica estera e di difesa e il servizio di intelligence estera, colonnello Andrey Bezrukov, membro della Camera Pubblica della Federazione Russa Maria Butina, Primo Ministro dell’Ucraina nel 2010-2014 Nikolay Azarov, Presidente della Commissione Permanente della Camera dei Rappresentanti dell’Assemblea Nazionale della Bielorussia Andrey Savinykh, Vice Presidente della ONG  ” Belaya Rus ”  Aleksandr Shatko, presidente del partito bulgaro  ” Revival of the Motherland “  (creato sulla base del movimento nazionale  ” Russophiles “) Nikolay Malinov, direttore delle comunicazioni di  “Rossiya Segodnya”  Pyotr Lidov-Petrovsky e altri.

Ma il discorso del consigliere, scienziato, pubblicista, consigliere di Sergey Shoigu, membro del Consiglio per la politica estera e di difesa Andrey Ilnitsky, ha avuto il maggiore impatto:

Destabilizzare le economie e i sistemi sanitari degli stati nazionali è il compito principale del progetto coronavirus, che è stato portato a termine con successo, ha affermato Andrey Ilnitsky, consigliere del ministro della Difesa russo.

La democrazia dovrebbe essere stabilita in tutto il mondo, ovviamente nella forma che interessa gli organizzatori dell’impresa. E chi vuole preservare i propri stati nazione dovrebbe essere privato di ogni beneficio:  “Non permetteremo il ritorno del mondo pre-coronavirus, faremo pressione ai politici…”  E chi sono?  Corporazioni transnazionali.  Pongono richieste sulle misure di deterrenza, da cui ne consegue che il “covid non è la minaccia, ma le misure che vengono prese in tutto il mondo” , ha spiegato Ilnitsky.

Secondo Ilnitsky, le multinazionali occidentali considerano il coronavirus come un proprio progetto. Il compito è avere un impatto su larga scala sugli stati di tutto il mondo e trasformare completamente la vita delle persone attraverso rigide restrizioni anti-coronavirus.

Andre Ilnitsky ha incluso nel suo rapporto punti che indicavano tentativi di  fare pressione sul nostro paese e su altri paesi del mondo che hanno deciso di preservare la loro sovranità . Tra le altre cose, ha parlato del noto forum chiuso di Davos, dove si è parlato dell’attuazione del piano dei globalisti. È stato apertamente annunciato che la pandemia di coronavirus dovrebbe diventare uno strumento per un   reset globale   e nessuno dovrebbe tornare alla vita precedente ..

Ha ricordato la formula di combattimento del virus nella guerra biologica. Il principale indicatore del virus nell’attacco biologico del nemico è la virulenza, cioè la capacità di infettare il corpo umano. Le tesi delineate da Ilnitsky sono contenute nel libro di Klaus Schwab  “Covid-19: The Great Reset” . Schwab, va detto, ha organizzato il Forum di Davos. Nel suo libro, invoca  un mondo governato dalle corporazioni.

“E in questo mondo non ci sarà posto per gli stati nazione. Non ci sono. Citazione: “Se la democrazia e la globalizzazione si espandono, non ci sarà posto per uno stato nazione”. Naturalmente,  in primo luogo non ci sarà posto per la Russia sovrana.  Il progetto covid ha messo paura nelle persone, ha demolito l’amministrazione di Donald Trump, ha agitato gli stati nazionali, ha messo a dura prova i loro sistemi sanitari … A proposito, la formula di combattimento del virus, e non è diventata nota oggi … Non è un virus killer. La caratteristica principale del virus è la virulenza, deve destabilizzare i sistemi sanitari del nemico.  E dopo vengono lanciati i virus killer. Queste sono semplicemente informazioni … Quindi, per continuare a smantellare il vecchio mondo, i globalisti hanno bisogno di piattaforme. 

In particolare, tali piattaforme dovrebbero essere la   agenda verde, ”  la digitalizzazione e vari tipi di simulatori ideologici – da LGBT a BLM, che “penetrano” gli Stati nazionali e mettono radici.

L’esperto ha sottolineato il pericolo rappresentato dalle multinazionali nei confronti degli Stati indipendenti. Ilnitsky ha invitato i deputati e i senatori del Consiglio della Federazione a  respingere i progetti di legge che potrebbero persino contenere una potenziale minaccia per la sicurezza nazionale della Russia.

Ti andrebbe di contribuire?

L’informazione libera e indipendente ha bisogno del tuo aiuto. Ora più che mai… Database Italia non riceve finanziamenti e si mantiene sulle sue gambe. La continua censura, blocchi delle pubblicità ad intermittenza uniti agli ultimi attacchi informatici non ci permettono di essere completamente autosufficienti.



Segui Database Italia su Google News: Database Italia

Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

fonte The Liberty Beacon
5 1 vote
Article Rating
2 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments