IntelPolitica

Il Nuovo Consigliere Supremo Del Pentagono Vuole Che Le Truppe Statunitensi Escano Dalla Siria “Immediatamente”

WASHINGTON, DC – Con Esper fuori dalla porta, il nuovo Segretario alla Difesa di Trump in carica sta già creando mareggiate .

Il nuovo capo del Pentagono ad interim, Christopher Miller, ha appena assunto come consigliere senior Ret. Colonnello dell’esercito Douglas Macgregor. In modo imperativo, Macgregor ha  dichiarato di volere immediatamente le truppe americane fuori dalla Siria (sussulto, orrore!) , E inoltre vuole un rapido ritiro in Afghanistan e in luoghi come la penisola coreana.

“Il nuovo capo del Pentagono ad interim del presidente Trump sta portando un consigliere senior per ribadire che l’amministrazione vuole accelerare il ritiro delle truppe statunitensi dal Medio Oriente prima della fine della sua presidenza a gennaio , hanno detto ad Axios tre persone che hanno familiarità con la mossa”. Scrive  Jonathan Swan .

Sembra che Trump abbia finalmente e molto tardivamente messo al timone qualcuno le cui opinioni riflettono quelle della campagna elettorale di Trump del 2016. Era stato il primo candidato repubblicano nella storia a criticare la guerra in Iraq di Bush come un enorme “disastro” mentre camminava sul filo non interventista “porta le truppe a casa”.

Ovviamente i critici di allora e di oggi hanno descritto erroneamente il presidente come “isolazionista” – che è diventato a lungo un insulto negativo nei circoli di politica estera dell’establishment.

Attualmente si ritiene che ci siano da 800 a forse fino a 2.000 membri del personale statunitense nel nord-est della Siria, dove secondo le precedenti dichiarazioni di Trump sono lì per “mettere al sicuro il petrolio” e garantire la sconfitta permanente dell’ISIS. Sempre più spesso si sono scontrati con pattuglie dell’esercito russo e siriano in una missione che  non sembra avere un obiettivo finale definito o una strategia di uscita .

Ecco come Axios ha presentato la visione apparentemente “preoccupante” e “divisiva”  di Macgregor :

In  un’intervista del 2019  con Tucker Carlson della Fox, Macgregor ha detto che avrebbe consigliato al presidente di lasciare l’Afghanistan “il più presto possibile”, inclusa la rimozione dell’ambasciata americana da Kabul, e che parlare con i talebani non era necessario.

  • Macgregor ha anche affermato che gli Stati Uniti devono ritirare immediatamente le loro truppe dalla Siria e l’America non ha alcun interesse nazionale lì.
  • Ha detto: “Dobbiamo ascoltare molto attentamente gli iraniani … scoprire quali sono i loro interessi e cercare aree in cui possiamo cooperare” e che gli Stati Uniti devono “trasferire militarmente il controllo operativo della penisola [coreana] al Presidente Moon e i coreani. “

Il team di transizione di Biden sta già segnalando con forza che invertirà la rotta su alcuni ritiri di Trump, in particolare la riduzione di circa 12.000 soldati statunitensi dalla Germania.

Nel frattempo, The Intercept ha  pubblicato una storia mercoledì  citando un anonimo funzionario dell’amministrazione che ha detto che l’ultimo scossone del Pentagono sarebbe stata la preparazione per un significativo ritiro di truppe in vari punti caldi.

“Il presidente sta riprendendo il controllo del DoD. È una rinascita della politica estera. Questa è la politica estera di Trump “,  ha detto il funzionario.

Lee Fang di  The Intercept ha  sottolineato che “i cambiamenti di personale, ha affermato il funzionario, aiuterebbero a spianare la strada a un apparato del Pentagono più fedele  per realizzare gli obiettivi di Trump, incluso il ritiro dell’ultimo minuto delle truppe dai conflitti stranieri “.

[jetpack_subscription_form]

Articoli correlati

0 0 votes
Article Rating
2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
antonio

Ma le fonti ufficiali? Si diventa zimbelli e complottisti senza fonti ufficiali, non so possono utilizzare i Twitter come fonti reali e concrete. Se si vuole fare informazione reale ed essere utile a debellare i media odierni, a mio avviso servi dei servi, si dovrebbe essere più ufficiali e non basarsi su Twitter o su la “nostra fonte”, l’occhio di Sauron o opinioni e conclusioni. Non voglio fare polemica, mi piacerebbe solo che queste informazioni vengano verificate, confermate rese attendibili e venga fatta luce sul mare di oscurità e di ignoranza. Senza crearne ulteriore,con dubbi complotti…

Davide Donateo

Io spero vivamente che lei stia scherzando. Punto 1) Un account twitter ufficiale é assolutamente da considerarsi una fonte.
2) Quelle scritte colorate che vede negli articoli sono link ad altre fonti da cui poi un giornalista trae un articolo.
Siamo stufi di questa idiozia del: “e le fonti?”. Il rapporto tra lettore e scrittore si basa anche sulla fiducia che si instaura nel tempo. Perché non va a chiedere le fonti ai giornali del Mainstream? Non ne troverà una. Ma anche se fosse le fonti ci sono e sono numerose, perché non imparate a leggerle? A fare ricerche?

Back to top button

Adblock Detected

Caro Utente, stai utilizzando AdBlock... e ti capiamo! Anche noi lo usiamo. Ma il nostro sito ha bisogno di queste pubblicità per rimanere in vita. Disattiva Ad-Block oppure sottoscrivi un Abbonamento a Database Italia a soli 3€ al mese per rimuovere tutte le pubblicità!