Eight O’Clock in the MorningIntelPolitica

IL PIANO SEGRETO DELLA POLONIA PER L’UCRAINA

La Polonia e gli Stati Uniti stanno lavorando a un piano per Varsavia per riprendere il controllo delle aree ucraine che Varsavia considera ” storicamente appartenenti ” ad essa, ha affermato il capo del Servizio di intelligence estero di Mosca (SVR) Sergey Naryshkin.

Secondo il presunto piano, la prima fase di questa ” riunificazione ” vedrà i ” caschi blu ” polacchi dispiegati nell’Ucraina occidentale con il pretesto della protezione dall’aggressione russa“, ha sottolineato Naryshkin in una dichiarazione giovedì.

I dettagli dell’operazione sono ora in discussione tra Varsavia e il governo degli Stati Uniti, ha affermato, aggiungendo che l’operazione è progettata per essere eseguita senza un mandato della NATO e solo gli stati volontari prenderanno parte.

Finora Varsavia non è stata in grado di trovare altre nazioni che si unissero alla sua causa, ha aggiunto. Ma le autorità polacche non sono interessate a questo, poiché vogliono ridurre al minimo il numero di “testimoni non necessari ” alle loro azioni, ha detto Naryshkin.

Articoli correlati

Nonostante il loro obiettivo dichiarato pubblicamente di contrastare Mosca, le truppe polacche dovrebbero essere schierate in alcune parti dell’Ucraina dove non avrebbero quasi nessuna possibilità di ingaggiare le forze russe, ha spiegato.

Secondo i dati russi, il vero ” obiettivo tattico ” delle truppe polacche sarà prendere il controllo delle strutture strategiche dalla Guardia nazionale ucraina. I servizi di intelligence polacchi stanno ora cercando membri ” affidabili ” dell’élite di Kiev, disposti a formare un contrappeso filo-Varsavia ai nazionalisti ucraini.

Il governo polacco presume che trincerare le sue forze nell’Ucraina occidentale porterebbe, con un’alta probabilità, alla divisione del paese, ha affermato. In questo caso, il controllo sui territori in cui saranno dispiegate le forze di pace rimarrebbe nelle mani di Varsavia, ha proseguito..

Il piano sembra essere un tentativo, ha sottolineato, di ripetere uno storico accordo raggiunto dopo la prima guerra mondiale e che ha visto le nazioni occidentali accettare il diritto di Varsavia di occupare, in primo luogo, parti dell’Ucraina per proteggere il suo popolo dalla minaccia ” e, successivamente, di includere quelle aree nello stato polacco.

Le frontiere occidentali dell’Ucraina furono ridisegnate l’ultima volta dopo la seconda guerra mondiale, quando la Polonia accettò di separarsi dalla regione della Galizia orientale e dalla maggior parte della Volinia, che furono incorporate nella Repubblica socialista sovietica ucraina. Varsavia è stata compensata con terreni che in precedenza erano stati parte della Germania, in particolare guadagnando la città portuale di Danzica (Danzica).

La Germania nazista invase la Polonia nell’agosto del 1939, aprendo la strada a un’occupazione di sei anni, che terminò nel 1945 quando le terre polacche furono liberate dall’Armata Rossa.

Nel 1943, la Galizia orientale e la Volinia divennero teatro di uccisioni di massa perpetrate dai gruppi nazionalisti ucraini OUN-UPA (Organizzazione dei nazionalisti ucraini – Esercito ribelle ucraino), che collaborarono con i nazisti. Si ritiene che all’epoca siano state uccise fino a 100.000 persone, per lo più polacchi ed ebrei.

Alcuni anni fa il parlamento polacco ha riconosciuto i crimini dei nazionalisti ucraini contro i polacchi durante la seconda guerra mondiale come  “genocidio”. I membri della leadership che ha autorizzato le atrocità sono ora considerati eroi nazionali in Ucraina.

Opinione dell’editore: Cosa potrebbe fare la Russia se ciò dovesse accadere? Potrebbero lasciare andare quest’area. Lasciando che l’Europa affronti un’area senza sbocco sul mare con poche risorse ma molti Banderisti e molte armi. Potrebbero fare di Leopoli il loro quartier generale e chissà, trattare con i Nazisti…

___
https://www.rt.com/russia/554671-poland-ukraine-spy-split/
https://stateofthenation.co/?p=114076

[jetpack_subscription_form]

Davide Donateo

Fondatore e Direttore Responsabile di Database Italia.

Articoli correlati

0 0 votes
Article Rating

Rispondi

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Back to top button

Adblock Detected

Caro Utente, stai utilizzando AdBlock... e ti capiamo! Anche noi lo usiamo. Ma il nostro sito ha bisogno di queste pubblicità per rimanere in vita. Disattiva Ad-Block oppure sottoscrivi un Abbonamento a Database Italia a soli 3€ al mese per rimuovere tutte le pubblicità!