AmbienteEconomiaPoliticaSocietà

IL PRINCIPALE FORNITORE DI CEREALI LIMITA LE ESPORTAZIONI

L’Argentina sta limitando le esportazioni di mais e grano per contrastare l’inflazione alimentare interna.

“ È una risoluzione che l’industria alimentare ritiene necessaria per garantire la prevedibilità. E per salvaguardare ciò di cui gli argentini hanno bisogno per il proprio consumo ” , ha affermato il ministro dell’Agricoltura Julian Dominguez in una dichiarazione di questa settimana, come citato da Bloomberg.

Secondo una risoluzione pubblicata venerdì sul sito web del governo, le autorità intendono calcolare prima la quantità di grano di cui l’Argentina ha bisogno per il consumo interno, quindi limitare i registri delle esportazioni che potrebbero influire su queste forniture.

Ultimamente l’inflazione alimentare nel paese è aumentata vertiginosamente, raggiungendo attualmente circa il 51%, mentre il tasso di povertà si aggira intorno al 40%. Nelle ultime settimane, l’Argentina ha bloccato alcune delle sue esportazioni di mais e grano per stabilizzare i prezzi alimentari in patria. Secondo Dominguez, il Paese potrà ancora esportare 12,5 milioni di tonnellate di grano e 41,6 milioni di tonnellate di mais.

All’inizio di quest’anno, la nazione sudamericana ha anche ridotto le esportazioni di carne bovina del 50%, ma la scorsa settimana ha allentato quei limiti sotto la pressione degli agricoltori, rimuovendo le restrizioni alle esportazioni verso i mercati emergenti.

L’Argentina è un importante fornitore globale di carne bovina, nonché il primo esportatore mondiale di soia trasformata, il secondo esportatore di mais e uno dei principali produttori di grano. Ciò significa che qualsiasi modifica al volume delle sue esportazioni agricole può influenzare i mercati globali e le catene di approvvigionamento alimentare, che hanno già sofferto a causa della pandemia di Covid-19, con conseguente aumento dei prezzi alimentari a livello globale.

[jetpack_subscription_form]

Articoli correlati

Back to top button

Adblock Detected

Caro Utente, stai utilizzando AdBlock... e ti capiamo! Anche noi lo usiamo. Ma il nostro sito ha bisogno di queste pubblicità per rimanere in vita. Disattiva Ad-Block oppure sottoscrivi un Abbonamento a Database Italia a soli 3€ al mese per rimuovere tutte le pubblicità!