CoronavirusSaluteSocietà

Il Tar chiede al governo relazione con evidenze scientifiche su obbligo mascherina a scuola per bambini

La Presidenza del consiglio dei ministri dovrà consegnare al Tar del Lazio una “sintetica relazione” per chiarire le evidenze scientifiche alla base dell’imposizione dell’uso della mascherina anche durante l’orario scolastico per i bambini fra i 6 e gli 11 anni. L’ha deciso il Presidente della prima sezione del tribunale amministrativo, nell’ambito di un ricorso proposto contro il Dpcm del 3 dicembre scorso nella parte in cui “non prevede l’esenzione o le circostanze di esenzione per i minori infradodicenni come previsto dalle indicazioni internazionali Oms e Unicef”. 

Il giudice, pur considerando che nello specifico “non sussistono le condizioni per disporre l’accoglimento” della richiesta di sospensione cautelare urgente del decreto contestato “nelle more della celebrazione della camera di consiglio” già fissata il 27 gennaio prossimo, ha ritenuto di accogliere la richiesta istruttoria proposta, ordinando alla Presidenza del consiglio dei ministri di depositare in giudizio, nel termine di quindici giorni: “Copia della dichiarazione di emergenza di sanità pubblica internazionale dell’organizzazione mondiale della sanità del 30 gennaio 2020, con cui venivano attivate le previsioni dei regolamenti sanitari internazionali e della successiva dichiarazione dell’11 marzo 2020, con la quale l’epidemia da Covid 19 è stata valutata come ‘pandemia’; copia del verbale n. 133 della seduta del 3 dicembre 2020 del comitato tecnico-scientifico di cui all’ordinanza del capo della protezione civile 3 febbraio 2020 n. 630; una sintetica relazione ed ogni altro elemento utile a chiarire le evidenze scientifiche poste alla base dell’imposizione dell’uso della mascherina anche ai bambini di età ricompresa fra i 6 e gli 11 anni, anche durante l’orario scolastico”. 

Fonte: Rainews

Ti andrebbe di contribuire?

Articoli correlati

L’informazione libera e indipendente ha bisogno del tuo aiuto. Ora più che mai… Database Italia non riceve finanziamenti e si mantiene sulle sue gambe. La continua censura, blocchi delle pubblicità ad intermittenza uniti agli ultimi attacchi informatici non ci permettono di essere completamente autosufficienti.

[jetpack_subscription_form]

Articoli correlati

Back to top button

Adblock Detected

Caro Utente, stai utilizzando AdBlock... e ti capiamo! Anche noi lo usiamo. Ma il nostro sito ha bisogno di queste pubblicità per rimanere in vita. Disattiva Ad-Block oppure sottoscrivi un Abbonamento a Database Italia a soli 3€ al mese per rimuovere tutte le pubblicità!