Deep StateIntel

Indagava sul “Deep State”, arrestata la giornalista di Infowars Millie Weaver

Secondo quanto riferito, la giornalista investigativa Millie Weaver e suo marito sarebbero stati arrestati nello stesso momento in cui il documentario sul “governo ombra” degli Stati Uniti veniva pubblicato su YouTube.

“L’arresto ” di Weaver a casa della coppia – che deve ancora essere confermato dalle autorità – è stato inizialmente segnalato da Infowars venerdì, poco dopo la prima su YouTube del suo film documentario ” ShadowGate ” “Il film pretende di esporre i segreti del massiccio apparato di intelligence” Deep State “che manipola la politica all’interno degli Stati Uniti e oltre i suoi confini, sulla base dei rapporti di due informatori di intelligence privata.

Il video dell’apparente arresto della coppia, girato dalla stessa Weaver, è stato pubblicato su Twitter dal suo collega di Infowars Adan Salazar.

Lei e suo marito Gavin Wince sono stati poi presumibilmente presi in custodia dopo essere stati informati di essere stati accusati di ” furto con scasso. “La clip termina bruscamente con Weaver che esorta gli spettatori a” condividere. 

Alcuni sostendgono che il “furto” riguarderebbe presunti documenti governativi relativi al film, ma finora non è stata rilasciata alcuna conferma ufficiale.

Secondo l’informatore di Google Zach Vorhies, Weaver è stata effettivamente arrestata prima che potesse pubblicare il documentario, ma uno degli informatori coinvolti, ” Tore “, lo ha rilasciato invece. Il suo account Twitter @Tore_Says sarebbe stato sospeso immediatamente dopo.

Tore ha subito attivato un altro account, accusando lo stato dell’Ohio di essere seduto su ” FALSE CHARGE INDICTMENTS ” contro la Weaver – suggerendo che l’accusa era vecchia di mesi e l’arresto era stato deliberatamente programmato in concomitanza con l’uscita del film.

https://twitter.com/TweetWordz/status/1294377828645928960

” ESPORREMO ogni singola persona coinvolta che ha usato un tossicodipendente per incastrare millie “, ha twittato l’informatore. In un altro tweet, ha affermato che i database del sistema giudiziario statale si erano simultaneamente ” bloccati “, impedendole di trovare ulteriori informazioni sul caso di Weaver.

[jetpack_subscription_form]

Davide Donateo

Fondatore e Direttore Responsabile di Database Italia.

Articoli correlati

Back to top button

Adblock Detected

Caro Utente, stai utilizzando AdBlock... e ti capiamo! Anche noi lo usiamo. Ma il nostro sito ha bisogno di queste pubblicità per rimanere in vita. Disattiva Ad-Block oppure sottoscrivi un Abbonamento a Database Italia a soli 3€ al mese per rimuovere tutte le pubblicità!