Database Italia

ISRAELE LANCIA IL “BRACCIALETTO DELLA LIBERTÀ ” PER IL MONITORAGGIO DEL COVID COME ALTERNATIVA ALLA QUARANTENA




Israele non si smentisce mai e svela un braccialetto di tracciamento del coronavirus come alternativa a una quarantena di due settimane per i viaggiatori in arrivo, suscitando preoccupazioni per la privacy. Nel frattempo un tribunale superiore si è mosso per frenare il ruolo dell’agenzia di spionaggio Shin Bet nel tracciamento dei contatti.

Un programma pilota per il braccialetto di localizzazione è iniziato lunedì all’aeroporto Ben Gurion, dove 100 dispositivi sono stati distribuiti ai viaggiatori in arrivo in sostituzione di un soggiorno obbligato in un hotel per la quarantena amministrato dai militari. Invece, coloro che optano per il sistema del braccialetto – che include il braccialetto elettronico, un’app per smartphone e un dispositivo di localizzazione a parete – saranno liberi di tornare a casa per attendere il periodo di isolamento di due settimane.

Mentre il dispositivo avviserà le autorità se i partecipanti si avventureranno troppo lontano dal tracker montato a parete, Ordan Trabelsi, CEO di SuperCom, la società dietro il braccialetto, ha affermato che il dispositivo non raccoglie altre informazioni, insistendo sul fatto che la tecnologia è minimamente invadente.

“Nessuno è costretto a farlo, ma per coloro che sono interessati, offre loro un’altra opzione: maggiore flessibilità”, ha detto.

Lo chiamiamo il “braccialetto della libertà” perché non stiamo rinchiudendo nessuno, ma piuttosto dando loro l’opportunità di tornare a casa.

Il progetto pilota – che Trabelsi spera di estendere a “migliaia di unità” per un “uso su larga scala” – potrebbe innescare ulteriore ansia dato il lavoro passato di SuperCom con un certo numero di governi in tutto il mondo per fornire servizi di “monitoraggio dei criminali” , utilizzando la sua tecnologia di monitoraggio per sorvegliare prigionieri e detenuti. L’azienda ha firmato l’anno scorso un contratto con un’agenzia governativa del Wisconsin per offrire lo stesso servizio e vende anche tecnologia utilizzata per ID elettronici, biometria degli elettori e sicurezza informatica.

Mentre il lancio dei braccialetti di tracciamento è iniziato lunedì, la corte suprema israeliana ha stabilito che l’agenzia di spionaggio nazionale del paese, lo Shin Bet, deve frenare i suoi sforzi di contact tracing per il Covid-19, definendo la sorveglianza “draconiana” e una minaccia per gli israeliani. democrazia. Mentre il governo ha utilizzato lo Shin Bet per il tracciamento dallo scorso marzo, il tribunale ha ripetutamente contestato la pratica, stabilendo infine che l’agenzia può essere utilizzata solo in circostanze speciali a partire dal 14 marzo. 

“Da quel giorno in poi, l’uso dello Shin Bet sarà limitato ai casi in cui un paziente confermato di coronavirus non ha collaborato alla sua indagine epidemiologica, intenzionalmente o meno, o non ha fornito alcun rapporto sui suoi incontri”, il ha detto il tribunale.

Le autorità israeliane hanno già svelato un sistema di “passaporto vaccinale“, che consente a coloro che hanno ricevuto vaccinazioni di accedere ad alcuni spazi pubblici ancora chiusi ai non vaccinati. Idee simili hanno già preso piede altrove, con la Commissione europea pronta ad ascoltare proposte per i passaggi di vaccini a livello dell’UE nei prossimi giorni. Nel frattempo, un certo numero di paesi, come la Corea del Sud e la Thailandia, hanno lanciato programmi di monitoraggio utilizzando app e braccialetti che ricordano la nuova iniziativa in Israele.



Segui Database Italia su Google News: Database Italia

Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

0 0 votes
Article Rating
1 Comment
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments