Database Italia

La Cina possiede DOMINION e controlla tutti i funzionari che gestiscono le macchine.

Altre sostituzioni nel comitato consultivo della difesa. –  Tramite Federal News Network :

Il Pentagono ha nominato due stretti alleati del presidente Donald Trump, Corey Lewandowski e David Bossie, in un comitato consultivo per la difesa, continuando un’epurazione post-elettorale nelle ultime settimane dell’amministrazione.

Il segretario alla Difesa in carica, Christopher Miller, che è stato insediato da Trump il 9 novembre dopo aver licenziato l’allora segretario alla Difesa Mark Esper, ha dichiarato venerdì che nove membri del Consiglio di affari della difesa sono stati sostituiti con la nomina di 11 nuovi membri.

Lewandowski e Bossie sono tra i più accesi sostenitori di Trump. Gli altri nove nominati sono Henry Dreifus, Robert McMahon, Cory Mills, Bill Bruner, Christopher Shank, Joseph Schmidt, Keary Miller, Alan Weh e Earl Matthews.

Il Dominion è di proprietà della Cina comunista, che gestisce anche i giganti della tecnologia, i media di sinistra e la maggior parte dei Democratici al Congresso

“La società madre di Dominion organizza un collocamento da 400 milioni di dollari 1 mese prima delle elezioni: deposito SEC”  –  The Epoch Times :

Un deposito presso la US Securities and Exchange Commission (SEC) mostra che UBS Securities LLC ha organizzato un collocamento privato di $ 400 milioni con Staple Street Capital III, LP l’8 ottobre 2020.

Staple Street Capital, una società di private equity con sede a New York, ha acquistato i sistemi di voto Dominion il 17 luglio 2018, per un importo non divulgato.

La società di intermediazione mobiliare che ha organizzato la transazione, UBS Securities LLC, è una divisione di UBS Americas Inc, che alla fine rientra in UBS Group AG, una società quotata alla SIX Swiss Stock Exchange.

Tre dei quattro membri del consiglio di UBS Securities LLC sono cinesi secondo Bloomberg, almeno uno dei quali sembra risiedere a Hong Kong.

Uno di loro è Ye Xiang, un cittadino cinese che è stato anche membro del consiglio della sussidiaria UBS con sede a Pechino.

Questo facilitatore dell’accordo è il vice premier cinese Wang Qishan, considerato il funzionario comunista più esperto di finanza. Era sindaco di Pechino nel 2006 quando incontrò l’allora presidente di UBS Marcel Ospel.

Sidney Powell in un’intervista a Newsmax, sui tempi:

In realtà, con il caso di frode, l’8 dicembre, la scadenza non è rispettata. Abbiamo almeno fino al 14 dicembre. Potremmo presentare più cause, ma oggi un tribunale del Michigan e del Wisconsin ci ha appena dato un grande precedente riconoscendoli. Non si tratta di una pura competizione elettorale che stiamo combattendo, ma di enormi cause di frode che possono mettere all’angolo i risultati delle elezioni.

Il progetto Amistad, tramite TET, sulle scadenze artificiali dell’8 e 14 dicembre :

Il progetto Amistad ha anche intentato contenzioso in diversi stati chiave oscillanti, sostenendo che azioni illegali da parte di funzionari statali e locali hanno portato a più di 1,2 milioni di schede potenzialmente fraudolente. “Attraverso rigorose indagini a sostegno del nostro contenzioso, dimostriamo che i funzionari statali e locali hanno sfacciatamente violato le leggi elettorali in diversi stati altalenanti al fine di promuovere un’agenda politica di parte”, ha affermato Phill Kline, direttore di The Amistad Project, in una dichiarazione. “Di conseguenza, è impossibile per quegli stati determinare i propri elettori presidenziali in linea con la scadenza arbitraria stabilita dallo statuto federale nel 1948, e quindi l’unica scadenza che conta è il 20 gennaio 2021”.

Qui il podcast completo in inglese
http://brighteon.com/caec7189-20c3-42eb-a175-f257dd1ec0f2

Ti andrebbe di contribuire?

L’informazione libera e indipendente ha bisogno del tuo aiuto. Ora più che mai… Database Italia non riceve finanziamenti e si mantiene sulle sue gambe. La continua censura, blocchi delle pubblicità ad intermittenza uniti agli ultimi attacchi informatici non ci permettono di essere completamente autosufficienti.
SOSTIENICI

leggi anche:



Segui Database Italia su Google News: Database Italia

Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

I commenti sono chiusi.