Quantcast
Database Italia

La Cina sta per compiere un “colpo di stato diplomatico” con il più grande accordo di libero scambio al mondo

Quindici nazioni dell’Asia-Pacifico, tra cui Cina e Giappone, intendono firmare il più grande accordo di libero scambio al mondo questo fine settimana. L’ALS taglierà le tariffe, rafforzerà le catene di approvvigionamento con regole di origine comuni e codificherà nuove regole di commercio elettronico.

Il partenariato economico globale regionale (RCEP) dovrebbe essere annunciato al vertice dell’Associazione delle nazioni del sud-est asiatico (ASEAN), che il Vietnam ospita virtualmente. Coinvolgerà i dieci Stati membri del blocco ASEAN – Brunei, Cambogia, Indonesia, Laos, Malesia, Myanmar, Filippine, Singapore, Thailandia e Vietnam – nonché i loro partner commerciali Australia, Cina, Giappone, Nuova Zelanda e Sud Corea.

Il nuovo blocco economico rappresenterà quindi circa un terzo del prodotto interno lordo e della popolazione mondiale.

Diventerà il primo accordo di libero scambio in assoluto a includere Cina, Giappone e Corea del Sud, la prima, la seconda e la quarta più grande economia dell’Asia. Uno dei partner originari, l’India, ha dichiarato lo scorso novembre che non avrebbe partecipato ai negoziati a causa della preoccupazione che l’apertura del suo mercato avrebbe fatto aumentare il suo deficit commerciale con la Cina.

Il ministro del Commercio malese Azmin Ali, che ha detto ai giornalisti che l’accordo sarebbe stato firmato domenica, lo ha definito il culmine di “otto anni di trattative con sangue, sudore e lacrime”.

Proposto per la prima volta nel 2011, RCEP eliminerà fino al 90% delle tariffe sulle importazioni tra i suoi firmatari entro 20 anni e l’accordo entrerà in vigore già il prossimo anno. Stabilirà inoltre regole comuni per il commercio elettronico, il commercio e la proprietà intellettuale.

“La Cina ha portato a termine un colpo diplomatico trascinando l’RCEP oltre il limite” , ha detto a Bloomberg Shaun Roache, capo economista dell’Asia-Pacifico presso S&P Global Ratings“Sebbene RCEP sia superficiale, almeno rispetto al TPP, è ampio e copre molte economie e beni, e questa è una rarità in questi tempi più protezionisti”.

Il premier cinese Li Keqiang ha dichiarato venerdì mattina al vertice dell’ASEAN su affari e investimenti ad Hanoi che i leader dell’Asia orientale avrebbero assistito all’approvazione dell’RCEP “a breve”. Ha affermato tramite un webcast che “La firma di RCEP invierà un segnale chiaro, forte e positivo per il progresso dell’integrazione regionale e della globalizzazione economica”.



Segui Database Italia su Google News: Database Italia

Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Ti è piaciuto questo articolo?

Continua a seguirci sui nostri social per restare sempre aggiornato!