Quantcast
Database Italia

LA DEMOLIZIONE CONTROLLATA DELLA SOCIETA’

Dustin scrive su  www.thecogent.org e il suo Twitter è  TheCogent1 .

La demolizione controllata della società, chiamata COVID-19, ci pone alle porte dell’inferno, da qualche parte tra libertà e schiavitù, combattendo una battaglia per l’umanità contro un governo che è diventato rischio per la natura umana.

In poco meno di otto mesi, coloro che vanno sotto il soprannome di  protettori della libertà individuale dalla tirannia , hanno assunto il manto di oppressori . Mettersi al di sopra degli individui, prendere il controllo legale sulle nostre vite, rimuovere le nostre agenda personale, dettare dove possiamo andare e chi possiamo incontrare. Indipendentemente da queste storiche infrazioni alla nostra libertà, obbediamo piuttosto che disturbare il nido di vespe e ascoltiamo diligentemente il richiamo dei politici showman che ci hanno  arruolato , ignari che la colpa è stata trasmessa dai signori alle vittime della loro tirannia.

“We are all in this togheter” è un altro lamento di molti Ministri tra cui Boris Johnson. Nonostante la sua cerchia ristretta governa questo paese con decreti ministeriali da marzo. Lanciare la legislazione più dannosa della storia, senza ricorrere a controlli, dibattiti o votazioni in Parlamento, impegno con la società civile, o addirittura valutazione del rischio dell’impatto di queste leggi, a cui nemmeno i legislatori obbediscono. Nella antica tradizione di  una regola  per  coloro  che  stabiliscono le regole ,  un’altra  regola  per  tutti gli  altri .

Dopo una manciata di  sessioni inattive  alla Camera dei Comuni, le libertà più vecchie del Parlamento stesse sono state confiscate sulla base di una malattia con un’età  media di mortalità di 82 anni . Ciò che è stato realizzato su questa base dagli architetti di questa apocalisse non è solo riprovevole, è ingegnoso. Unendo milioni di persone dietro il culto del COVID. Trascendendo decenni della solita propaganda, ingegneria comportamentale, fabbricazione del consenso. Mitigare le spese della guerra, del terrorismo o di qualsiasi imbroglio a disposizione di chi detiene il potere, preparandoci verso una destinazione controllata. In questo particolare spartiacque, un punto di controllo permanente della nostra democrazia per emanare i termini della nostra servitù, chiamato  stato di biosicurezza .

Il cavallo di Troia del COVID

Certo, questo non rientra tra gli allarmi standard di acquisizione della società globalizzata e industrializzata. Perché dovrebbe? Il fascismo ha fatto molta strada da quando c’era Hitler. Oggigiorno la popolazione è troppo intelligente, riconoscerebbe il volto della tirannia e non questo impostore. O almeno così pensiamo. Inoltre, “senza gli alleati che sbarcano sulle spiagge della Normandia, come potremmo essere sotto assedio?” Ci rassicuriamo prima di tornare in cattività in un accomodante confronto di conforto con le nazioni meno fortunate. L’adattamento è una cosa meravigliosa, ma forse non per noi. In linea con la natura opaca di questo trucco della fiducia politica, nemmeno questa è percepibile come la tipica dittatura. Invece è la risposta dell’Inghilterra a una vera giunta militare, che porta le lettere del marchio del governo di Sua Maestà per legittimare la sua pirateria, corteggiata dalle torri d’avorio della scienza e della medicina, ed esaltata come una forza del bene da una popolazione sonnambula verso il limite del disastro. Nel frattempo la società brucia franando rovinosamente e ritualisticamente al suolo. Ma va bene, possiamo ricostruire meglio  dalle ceneri. O almeno così ci viene detto.

Questo viaggio verso il lato sbagliato della storia è reso possibile da sottili sfumature di controllo, confusione e paura che la maggior parte non riesce a comprendere. Innescando l’abbandono totale della logica e della ragione per un culto apparentemente benevolo che offre protezione contro il giorno della resa dei conti. La minaccia di morte colpisce una corda sensibile e la nostra capacità di adattamento ci rende deboli. Ma chi avrebbe potuto prevedere che il fascismo sarebbe stato così ordinario dall’interno del Panopticon? Una volta che siamo collegati a un comune digitale condiviso, uno stato di emergenza può contaminare rapidamente il consenso, fino a quando il collettivismo fiorisce a macchia d’olio. Nel frattempo, la prospettiva misurata diventa un atto di guerra. Chi vuole essere dalla parte sbagliata del culto, quando chi non riesce a piegare un ginocchio al COVID, è, per dissociazione, colpevole, con il sangue sulle mani? L’intero processo funziona perché il terreno fertile per la prosperità di qualsiasi dittatura è la paura. Uno stato di emergenza ci unisce a uno scopo comune. E cosa potrebbe esserci di più convincente di una pandemia? La morte, come il comunismo, livella il campo di gioco di tutte le distinzioni. Indipendentemente da classe, età, sesso o razza, la morte è indiscriminata. Riaffermare la normalità della nostra partenza da un luogo di relativa sicurezza a un altro è abbastanza semplice. La sicurezza, dopotutto, è relativa al contesto dell’emergenza. Maggiore è il livello di allerta, più ci sentiamo al sicuro nella mandria, indipendentemente da piccole questioni come il numero di sbarre della prigione che ci tengono prigionieri. In una corrente abbastanza forte le persone sono come legni che cercano di attraccare tra le canne. Ricorda il motto di questa cosa dall’inizio: “The New Normal?” Uno stato di emergenza ci unisce a uno scopo comune. 

La pandemia si concentra sul Blitz spirit del popolo britannico. Boris interpreta Churchill, Vallance e Whitty fiancheggiano il generale, e i propagandisti intrappolano una nazione sotto l’ipnosi di massa, che mettono la museruola ai loro sensi e applaudono i loro rapitori. Questioni importanti della battaglia in prima linea sono prerogativa di Johnson, che lavora 24 ore su 24 per smorzare, deprimere e demoralizzare lo spirito pubblico, criminalizzando quasi ogni forma di espressione umana concepibile. In questa interpretazione kafkiana della realtà, una tosse all’arsenico, la stretta di mano dell’assassino sono i crimini contro l’umanità, mentre la nostra igiene personale e le nostre associazioni di volontariato sono soggette a improvvisati processi di Norimberga.

Il COVID è la più grande operazione per dividere e governare nella storia umana. Dividere in fazioni i membri della famiglia, separare ciascuno dal potere della ragione e armare la società come la Morte Nera, la cui panacea è un inesorabile assalto alle gioie fondamentali della vita e ad altre  libertà fuorvianti , che ci viene detto, sono gli agenti della nostra sofferenza.

Il racconto ammonitore della storia dovrebbe insegnarci che rinunciare ai nostri diritti per paura di qualche minaccia esistenziale non è mai una buona idea. Tipicamente è una minaccia ordita da un governo che cerca di attraversare il Rubicone da protettore della libertà individuale a regolatore della nostra attività psico-sociosessuale. Determinare con chi  possiamo e non possiamo procreare  è ancora un’altra compulsione dell’ideologia del culto. Il che dovrebbe essere sufficiente per convincere la maggior parte che stiamo vivendo sotto la tirannia. O così sembrerebbe.

Al contrario, quelli con i biglietti in prima fila, prostrati in esilio autoimposto, corrotti con tangenti del governo e mascherando la propria paura della morte con compassione per gli altri, non sarebbero d’accordo. Affermando (tra le altre banalità), “” È solo per altri sei mesi … Anche se significa salvare solo una vita … il 2020 è l’anno che è stato cancellato … Indossi una cintura di sicurezza ma non una mascherina per il viso … “. Ciò, nonostante l’enorme quantità di prove che non siamo vittime di violazioni indiscriminate ed estemporanee delle nostre libertà, ma piuttosto i nostri diritti vengono definitivamente smantellati attraverso una sequenza di eventi attentamente pianificata, in cui la precedente imposizione lascia il posto al successivo inasprimento. Le linee guida volontarie per il settore dell’ospitalità per tracciare e rintracciare i nostri movimenti sono state prevedibilmente aumentate fino a diventare obbligatorie su voli internazionali  e supermercati. Per coloro che si rifiutano di conformarsi, allora è “niente biglietto, niente lavanderia”. E l’emergere della COVID-apartheid.

Alla fine, se non sei riuscito a respingere il tracciamento dei contatti, non hai alcuna possibilità di resistere alle vaccinazioni obbligatorie. Fino a quando i megalomani al potere, con i loro secondi fini e complessi divini, rivendicheranno finalmente il controllo normativo sui nostri corpi. E non ti illudere, le  nostre menti saranno le prossime .

Le avanguardie della sanità pubblica

La demolizione controllata della nostra economia è stata fondata sotto la bandiera della protezione del nostro Sistema Sanitario. Quando paradossalmente, il nostro Sistema Sanitario è stato costruito per proteggerci (non il contrario). Di conseguenza, a migliaia di pazienti malati terminali continuano a essere negate le cure intensive. Notare la parola “continuano”. Ci sono state morti vertiginose  per Alzheimer e malattie cardiache . Gli studi medici restano chiusi, mentre i fuori licenza sono reperibili. Più recentemente gli ospedali stanno allontanando  i bambini malati , per fare spazio a potenziali casi di COVID. Nota la parola “potenziale”. Stai iniziando a ottenere l’immagine?

Sebbene “nessuna misura per una buona salute possa adattarsi ad una società profondamente malata”, la popolazione generale continua a fingere che tutto non sia eccezionalmente grave, invece di affrontare l’elefante nella stanza e alzare una bandiera rossa per le inclinazioni di questo governo, poiché  privano anche i nostri cittadini anziani dei loro diritti fondamentali . Ai pensionati tenuti agli arresti domiciliari, in case di cura a corto di personale e con fondi insufficienti, è  vietato vedere i propri cari per 12 mesi ; come ci si aspetterebbe, molti hanno  perso la voglia di vivere .

Dov’è l’indignazione del pubblico?

Ricorda, mettiamo le garanzie della nostra libertà per proteggere i nostri ranghi vulnerabili. Abbiamo portato il giogo dell’esilio autoimposto, della disoccupazione, della separazione dai membri della famiglia, del mascherarci in pubblico, per proteggere un solo gruppo demografico: i nostri cittadini anziani. Questo governo, nel frattempo, ha eguagliato la nostra posta costringendo gli anziani a lasciare gli ospedali e ad entrare nelle case di cura al culmine di questa pandemia. Se fossimo davvero una società sana, prima che l’inchiostro si fosse asciugato sugli  ordini di non rianimare , le seguenti domande avrebbero ricevuto prontamente risposta dalla Public Health England.

Quale gruppo sociale era più a rischio? Per chi abbiamo risparmiato le capacità ospedaliere? Per chi continuiamo a rinunciare alla nostra libertà? Il cadavere di  Harold Shipman è  stato dissotterrato e posto a capo del Dipartimento della Salute? O è sempre stato per  qualcos’altro?  (Tutti i grafici possono essere cliccati per ingrandirli.)

Lockdown 2.0

Secondo le proiezioni di questo governo  , il blocco finirà per uccidere più  persone sane  di quanto possa fare il COVID. La cura è indiscutibilmente peggiore della malattia:

Il 31 ottobre il Primo Ministro ha consultato le trivelle, ha regolato l’impostazione della sua palla da demolizione sul “secondo round” prima di scatenare un altro carico utile di missili devastanti contro il germe postumo. Usando la stessa vista cieca che ha fallito catastroficamente la prima volta. Infatti, coloro che ignorano la storia sono condannati a ripetere i suoi errori.

Dobbiamo quindi chiederci: cosa sta spingendo queste politiche devastanti sull’orlo del collasso sociale?

Con la parola “sopraffatto” passata come un brutto soldo dai pulpiti politici, stiamo assistendo a un aumento dei ricoveri ospedalieri? Per niente. Le presenze di  pronto soccorso per infezioni respiratorie acute sono in corso al  75% della capacità, rispetto al basale, e ci sono stati significativamente più ricoveri ospedalieri legati alle vie respiratorie nel dicembre 2019, pre-COVID. Questo fatto da solo suggerirebbe che il governo è un prevaricatore, ingannevole, fuorviante, fraudolento, narratore di falsità.

Stiamo assistendo a un’ondata di morti? Certamente no. Secondo i dati ONS , nella settimana 41 i decessi sono stati solo  dell’1,5% sopra la media quinquennale  (in linea con la crescita della popolazione). COVID ha rappresentato solo il 4,4% di tutti i decessi contro influenza e polmonite al 16,3%. Ancora più allarmante è  questo  documento dell’Oxford University Centre for Evidence-Based Medicine (CEBM), che rivela che il COVID-19  non era  la causa di morte alla base del 30% di tutti i decessi recenti attribuiti alla malattia. 30%. Tuttavia, Johnson ha assecondato l’opposizione (in mancanza di una parola migliore) e ha consegnato un altro blocco. Nonostante  quarantamila scienziati e professionisti medici implorano la fine di questa follia istituzionale. Tuttavia, sordi alla ragione comune e senza scrupoli, i nostri leader politici continuano a calpestare il principio democratico quando c’è sempre stato un altro modo. Guarda la Svezia:

Inoltre, quando sovrapponiamo i decessi per milione in Svezia al Regno Unito, è chiaro che il virus segue la propria traiettoria, indipendentemente da blocchi inefficaci.

Nonostante questi dati siano prontamente disponibili per il governo e SAGE, continuiamo su questo percorso tortuoso verso l’orlo del collasso.

Quando esaminiamo i ricoveri ospedalieri, i decessi COVID e i decessi in eccesso per questo periodo dell’anno, non c’è nulla di eccezionale nei dati. Pertanto,il COVID è una influenzale stagionale un po’ più forte? Beh,  un econdo ONS , fino al 23 novembre 2020, c’erano 56,073 morti in eccesso oltre 9 mesi in Inghilterra e Galles (anche se solo 45.224 di questi erano morti Covid). Mentre nell’inverno 2017/2018 – su un periodo più breve di 3 mesi –  ci sono stati 50.100 morti in eccesso . [ HD: va notato che ciò che ONS intende per “eccesso” in “morti invernali in eccesso” è qualcosa di molto diverso da ciò che significa “eccesso” in relazione ai dati generali sulla mortalità per tutte le cause, ma è un ragionevole proxy per questo: più  qui .] Il 2017-2018 ha visto il maggior numero di morti in eccesso dall’inverno 1975/1976:

Infine, Rick Hayward,  scrivendo per Hector Drummond,  ha estrapolato la mortalità inverno-primavera per tutte le cause che risale al 1993, e aggiustato per la crescita della popolazione, il 2019-20 è in effetti l’ottava stagione peggiore degli ultimi ventisei:

Vaccinazioni obbligatorie

Le regole per i medici sulla  definizione dei casi COVID  affermano chiaramente la necessità della “presenza di sintomi”. Ma contrariamente a queste regole,  oltre l’80% di quelli testati non ha avuto sintomi.  Allora perché questo governo conta i casi non sintomatici come casi? Perché si rifiutano di pubblicare o addirittura riconoscono l’impatto dei falsi positivi? E, soprattutto, perché COVID è la causa di morte più politicizzata nella storia?

Per rispondere a queste domande è importante capire che coloro che guidano questa demolizione controllata hanno la  pelle nel gioco . Soprattutto il governo di Sua Maestà. Il Regno Unito è l’investitore numero uno in immunologia tra tutti i paesi del G7. La British Society for Immunology è la più grande d’Europa. L’industria delle scienze della vita, di cui l’immunologia è una parte importante, valeva 70 miliardi di sterline per l’economia britannica nel 2019. Il Regno Unito è il più grande donatore del paese all’Organizzazione mondiale della sanità. E il Regno Unito è il finanziatore numero uno dell’alleanza del vaccino, GAVI. È ben chiaro che un programma di vaccinazione obbligatorio globale sarebbe uno dei prodotti più redditizi al mondo. Fate i conti: il costo medio di un vaccino x 7,8 miliardi di persone x ogni anno della loro vita.

L’immunizzazione rappresenta quindi un’opportunità d’oro per la Gran Bretagna per ripristinare la sua eredità di impero, attraverso un’ingerenza quasi imperialistica negli affari delle nazioni in via di sviluppo, con un programma di vaccinazione obbligatorio globale che fornirebbe al vecchio impero un’influenza significativa sulla politica globale di salute e istruzione. Nonostante lo stesso governo abbia ammesso che  il vaccino antinfluenzale del Regno Unito è stato efficace solo per il 15%  per il 2017-18. Pagheresti il ​​prezzo intero per un’auto che fosse operativa al 15%? O un pranzo al 15% di cibo? No. Ma se quei prodotti fossero obbligatori non avresti scelta.

Il grande ripristino

Nessuna accusa per la risposta alla pandemia sarebbe completa senza menzionare l’acquisizione tecnocratica dei nostri beni comuni culturali, predicata da decisori non eletti, attraverso programmi come The Great Reset, con cui il Regno Unito è saltato a bordo almeno dal 2017, quando Matt Hancock è stato  ministro del digitale . Nel 2019 il governo britannico ha esposto la sua roadmap verso la Quarta Rivoluzione Industriale in  questo  white paper. Notare questa affermazione:

È caratterizzato da una fusione di tecnologie – come l’intelligenza artificiale, l’editing genetico e la robotica avanzata – che sta sfumando i confini tra il mondo fisico, digitale e biologico.

Suona familiare?

Con un background nel digitale piuttosto che nella salute, non è un caso che il nostro ministro della Salute mascherato, Matt Hancock, sia al timone della più grande risposta di salute pubblica della storia. Un ruolo che riprende molte delle tecnologie che Hancock stava portando sul mercato durante il suo mandato come Ministro del digitale, che il COVID fornisce la spavalderia necessaria per implementare, tra cui tracciamento dei contatti, passaporti immunità e altri apparati di controllo e sorveglianza digitali implementati sotto il  Joint Biosecurity Center , prefigurando la fusione umana, digitale e smart grid.

Un altro fantoccio che si candida ufficiosamente per un’élite globale verso un grande ripristino è il nostro affabile dittatore, Johnson. Un discepolo del culto della tecnocrazia  sin dal suo discorso all’ONU nel 2019 . Così impegnato infatti, ha escluso, in ogni circostanza,  un ritorno alla normalità , mai. A prescindere da come si svolge la pandemia, al di là delle vicissitudini della sua sfera di cristallo.

Secondo la visione del Great Reset, entro il 2030 “non avremo nulla”; tutti i prodotti diventeranno servizi. ‘ A quel punto assisteremo allo  sfollamento sismico di miliardi di lavoratori in tutto il mondo , con la revisione di un’intelligenza artificiale più economica per sostituire  arbitraria e costosa manodopera umana. Le persone e le comunità saranno sacrificate sull’altare aziendale poiché il diritto di una società a margini più elevati ha la precedenza sul diritto di una persona di lavorare e mantenere l’indipendenza finanziaria. L’umanità diventerà ausiliaria dei diritti della natura, con l’allineamento della Quarta Rivoluzione Industriale, del Cambiamento Climatico e degli SDG dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite. Una sorta di comunismo mondiale pervaderà lo spettro sociale e trasformerà i cittadini del mondo in una sorta di taglia unica che va bene per tutti, mentre quelli al vertice della piramide trarranno vantaggio esclusivamente da un sistema capitalista diventato canaglia. Il sistema dei crediti sociali, che valuta i cittadini in base al loro ” comportamento ”, è già un incubo distopico per milioni di cittadini cinesi, ai quali è  vietato viaggiare su treni e aerei. Questo apparato di controllo sociale è già sbandierato  sui  pulpiti politici australiani come piano di uscita per il COVID, qualora i cittadini australiani desiderassero rientrare nell’economia nel 2021. Le increspature di questo nuovo ordine mondiale si stanno avvicinando rapidamente alle coste della Gran Bretagna continentale, con il sistema Universal Living Wage in  fase di prova viene eseguito nelle città britanniche .

Come il Circolo degli sciacalli

Non sorprende quindi che il 30 settembre il Coronavirus Act sia stato rinnovato dagli shills di Westminster. Nonostante i colpi di tamburo di parlamentari apparentemente dissenzienti, alla fine tutti questi ammutinati (solo di nome) potevano radunarsi era una sorta di vago accordo tra gentiluomini sui voti “ove possibile” su “misure significative”. Qualsiasi cosa significhi. Ancora più inquietante è stata la scarsa affluenza alle urne il giorno in cui solo un criminale 54% dei parlamentari poteva essere disturbato ad alzare la mano per votare – incluso un fragile 3% di tutti i parlamentari laburisti – su quello che è forse il pezzo di legislazione più importante nella storia.

Di conseguenza ci troviamo ora a un bivio, in quello che è destinato a diventare il momento più importante della storia. Affacciarsi su un orizzonte tetro, dove la libertà umana diventerà un ricordo del passato, con due possibili scenari da considerare andando avanti. Perché sappiamo tutti cosa sta arrivando.

Il primo scenario prevede che ogni dissenziente decida attentamente dove vuole rimanere intrappolato. Perché tra pochi mesi, una volta attuato il “vaccino-apartheid”, chi rifiuta il jab avrà un accesso molto limitato all’economia e sarà impossibile fuggire attraverso viaggi internazionali.

Il secondo scenario prevede che l’umanità riemerga da dietro il divano. Organizzarsi in un potente consorzio di parti interessate, verso un movimento di opposizione nazionale, con un mandato chiaro e mirato: rivendicare la nostra cittadinanza, attuare un’indagine indipendente condotta pubblicamente per esaminare la scienza contro i rischi, portare questo governo a rendere conto dei loro illeciti, e cambiare il corso della storia. Perché con la stragrande maggioranza dei deputati in carriera complici di questo programma o privi delle vertebre per opporsi, il peso della responsabilità ora grava sulle spalle delle persone. In questo momento critico, è nostro dovere civico respingere, resistere, dissentire, disobbedire. Che la disobbedienza civile dilani questo paese, finché non ritorna a una parvenza di normalità. Anche se abbiamo ancora la nozione di democrazia da difendere, dobbiamo rimanere saldi sui suoi principi di base. Dobbiamo toglierci la maschera, infrangere le regole, organizzarci e riunirci in grandi gruppi e, cosa importante, dobbiamo protestare e lasciare che le nostre voci rabbrividiscano in tutta Westminster. Se c’è un lato positivo in questa storica debacle, ora che il fumo dei cannoni si è posato sul campo di battaglia, possiamo vedere chiaramente i serpenti messi a nudo nell’erba.

Dustin Broadbery: The Controlled Demolition of Society

Ti andrebbe di contribuire?

L’informazione libera e indipendente ha bisogno del tuo aiuto. Ora più che mai… Database Italia non riceve finanziamenti e si mantiene sulle sue gambe. La continua censura, blocchi delle pubblicità ad intermittenza uniti agli ultimi attacchi informatici non ci permettono di essere completamente autosufficienti.
DONA CON PAYPAL



Segui Database Italia su Google News: Database Italia

Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

I commenti sono chiusi.