Home Coronavirus La medicina moderna si basa sulla politica e sul dogma, NON sulla...

La medicina moderna si basa sulla politica e sul dogma, NON sulla scienza

0
Harold Hillman con sua moglie

Ormai la pericolosità e l’inefficacia dei “vaccini” COVID-19 sono acclarati dal susseguirsi quotidiano di prove inespugnabili. Purtroppo non tutti hanno realizzato come questi stiano letteralmente distruggendo la vita di una numero enorme di persone disinformate che hanno consentito e consentono volontariamente l’iniezione per se stesse e per i loro figli di pericolosi sieri sperimentali che prima del 2020 non avrebbero nemmeno soddisfatto i requisiti scientifici minimi per essere definiti “vaccini”. È molto importante capire cosa dico ormai da molti mesi, ovvero che non è stato il COVID-19 a corrompere il sistema medico. Il sistema medico corrotto, ha consentito il nascere della truffa COVID-19 ora responsabile di genocidio.

Il mio non è un punto di vista popolare, me ne rendo conto, soprattutto visto il numero di personale impiegato nel sistema medico e nell’industria farmaceutica, i quali probabilmente impiegano più persone di qualsiasi altro settore. Siamo sempre molto attenti nel presentare i “dottori superstar” che si oppongono agli obblighi sul vaccino COVID-19 ma che nel frattempo traggono profitto dal sistema medico. Parlo soprattutto di quei medici che prima di parlare della frode Covid ci tengono a specificare di essere pro-vaccino ma non quello Covid.
Quale di questi attuali “medici superstar”, ad esempio, ha denunciato con la stessa forza le vaccinazioni antinfluenzali? Eppure la frode è sempre frode.

Le campagne di vaccinazione antinfluenzale ogni anno utilizzano tutte le stesse tecniche utilizzate per il COVID per vendere i vaccini antinfluenzali (numeri gonfiati per promuovere la paura, test PCR difettosi, un vaccino che non offre vantaggi ma solo rischi di danni passeggeri, permanenti e morte, ecc.) e che vanno avanti da decenni.

Se non si vuole continuare ad essere maltrattati dalla tirannia medica, allora bisogna capire che il sistema medico e farmaceutico sono completamente corrotti, politicizzati e si basano poco o niente sulla scienza.

Le origini: Come J.D. Rockefeller ha spazzato via le cure naturali e creato Big Pharma

È molto raro incontrare qualcuno che scriva di come l’intero sistema sia corrotto, e non solo parti di esso, motivo per cui sono lieto di vedere il defunto biologo britannico Harold Hillman ottenere qualche riconoscimento per i suoi sforzi nel cercare di smascherare questo sistema corrotto.

Medicina moderna: un castello costruito sulla sabbia?

di PATRICIA HARRITY
The Exposé

Da uno scienziato biomedico

Dogmi pericolosi

Tutta la ricerca scientifica si basa su dogmi particolari, tra cui, o forse soprattutto, la biomedicina. È più facile per alcuni “scienziati” perpetuare falsità che ammettere di aver sbagliato, abbandonare idee di vecchia data e ricominciare da zero. Molti scienziati preferirebbero perseguire aree di ricerca alla moda per ottenere riconoscimenti e assicurarsi sovvenzioni piuttosto che mettere in discussione credenze e dogmi di lunga data.

Questo è esattamente ciò che è successo con la medicina moderna perché sono in gioco troppi soldi e troppe reputazioni. Se non ti è permesso metterlo in discussione, allora non è vera scienza.

Teorie errate in medicina hanno sprecato miliardi e causato danni indicibili. Immagina se dovessero ammettere che così tanti anni di ricerca e innumerevoli carriere accademiche sono stati sprecati perseguendo idee che non hanno fondamento nella realtà.

Grazie alla pseudo pandemia covid, lo stato corrotto dell’establishment medico non è mai stato così evidente per così tante persone.

Non vedere il male, non sentire il male, non parlare del male

Potrebbe essere difficile per alcuni credere che il castello della medicina sia costruito su fondamenta di sabbia. Tuttavia, lo scienziato di Stanford John PA Ioannidis ha pubblicato uno studio nel 2005 dimostrando che la maggior parte dei risultati delle ricerche pubblicate sono false.

Marcia Angell, la prima donna a ricoprire il ruolo di redattore capo del New England Journal of Medicine, ha indagato a fondo sulla corruzione della medicina da parte delle compagnie farmaceutiche.

Richard Horton, editore di The Lancet, ha scritto che:

“Il caso contro la scienza è semplice: gran parte della letteratura scientifica, forse metà, potrebbe semplicemente non essere vera. Afflitta da studi con campioni di piccole dimensioni, piccoli effetti, analisi esplorative non valide e flagranti conflitti di interesse, insieme all’ossessione di perseguire tendenze alla moda di dubbia importanza, la scienza ha preso una svolta verso l’oscurità.

Ci sono innumerevoli vittime di malattie iatrogene in innumerevoli gruppi di supporto online che una volta si fidavano che i loro medici avessero a cuore i loro migliori interessi e che rispettassero il giuramento di “prima non nuocere”.

128.000 americani muoiono ogni anno a causa di farmaci prescritti correttamente, rendendo i farmaci da prescrizione una delle principali cause di morte.

Correlati:
LA PROVA DEFINITIVA CHE L’ISOLAMENTO DEI VIRUS È UNA FARSA
53 ISTITUZIONI SCIENTIFICHE / SANITARIE IN TUTTO IL MONDO non sono riuscite a fornire o citare alcun record di isolamento / purificazione “SARS-COV-2
L’UOMO ZOMBIE

Il dottor Harold Hillman diventa un rinnegato

Nel suo ultimo articolo, il famigerato biologo britannico Harold Hillman ha affermato che “la biologia cellulare è in gravi difficoltà”. Quel documento è stato pubblicato nel 2011 e riassume il lavoro della sua vita iniziata negli anni ’70. Ha avvertito biologi e fisiologi cellulari che c’è qualcosa di gravemente sbagliato nelle loro idee sul corpo umano.

Leggi anche: Uno sguardo più da vicino ai guardiani della ricerca medica

Negli anni ’70 questo citologo e neurobiologo iniziò a mettere in discussione la biologia cellulare tradizionale e presentò prove che il modello accettato della cellula era completamente sbagliato. Suggerì che le gravi difficoltà della biologia cellulare fossero la ragione per cui la ricerca medica non è riuscita a determinare la causa e fornire la cura per la maggior parte delle malattie.

“Durante una carriera di ricerca durata più di 50 anni, ho concluso che le seguenti procedure non sono adatte allo studio della biologia delle cellule viventi in animali e piante intatti: frazionamento subcellulare; istologia; istochimica; microscopio elettronico; studi vincolanti; uso di leganti; immunocitochimica; fette di tessuto; disidratazione; surgelazione; liofilizzazione; bollitura; uso di marcatori extracellulari; studi sui recettori; misurazioni del patch clamp; calibrazioni inadeguate.
 Le principali obiezioni a queste procedure sono: (i) cambiano le proprietà dei tessuti studiati in modo grossolano e significativo; (ii) ignorano la seconda legge della termodinamica; (iii) producono artefatti, molti dei quali sono bidimensionali; (iv) per loro non sono mai state pubblicate adeguate procedure di controllo”. Il Dottor Harold Hillman ha sfidato i principi fondamentali della biologia. Era un rinnegato che metteva la ricerca della verità al di sopra di ogni altra cosa.

Non sorprende che le sue opinioni fossero impopolari tra molti nel mainstream e questo ha avuto un impatto sulla sua carriera e reputazione. Ha avuto difficoltà a pubblicare il suo lavoro. Le riviste scientifiche tradizionali hanno rifiutato i suoi articoli senza motivo e si sono rifiutati di recensire i suoi libri.

“Il motivo per cui sono così determinato è perché loro (il mainstream) non si impegneranno. E se non si impegneranno, a mio avviso ciò dimostra che probabilmente ho ragione”. Il dottor Harold Hillman

Molti scienziati erano d’accordo con le idee convincenti di Hillmans in privato, ma non lo avrebbero sostenuto pubblicamente per paura di perdere i loro finanziamenti o di offuscare la loro reputazione. Molti importanti biologi si rifiutarono di incontrarlo per discutere la sua ricerca. Il suo obiettivo era avviare una discussione e promuovere un dibattito produttivo per migliorare e approfondire le conoscenze scientifiche. Invece di ricevere una piattaforma per condividere il suo lavoro, è stato ridicolizzato oltre che silenziato. Suona familiare?

I veri scienziati apprezzano la verità al di sopra della reputazione e del guadagno finanziario. I veri scienziati sono disposti a rischiare tutto per smascherare falsità e teorie errate. Gli scienziati che ignorano palesemente le opinioni impopolari o si rifiutano di discutere non sono veri scienziati.

“Vorrei attirare l’attenzione sul fatto che considero le mie opinioni impopolari, piuttosto che eretiche, poiché non credo che gli scienziati dovrebbero parlare in termini di dogma ed eresia. Nel migliore dei mondi possibili, i buoni scienziati che ascoltano le sfide alle loro convinzioni, ipotesi, ipotesi, procedure o conclusioni, dovrebbero esaminare tali critiche con la dovuta attenzione. Dovrebbero rispondere entrando in un dialogo civile con i loro critici. Dovrebbero essere pronti ad ammettere gli errori, se necessario, e a cambiare le loro opinioni. Tali reazioni non si sono verificate”. 
Dottor Harold Hillman

Hillman ha affermato che le procedure di routine utilizzate per studiare le caratteristiche e la composizione delle cellule sono completamente inadatte allo scopo. Era fermamente convinto che queste procedure avrebbero cambiato le proprietà delle cellule più di qualsiasi differenza esaminata, quindi tutte le conclusioni tratte sulla base di queste procedure non erano valide.

Ha affermato che la microscopia elettronica è uno “spreco di tempo e denaro” che va contro la stragrande maggioranza dell’establishment biomedico che considera l’invenzione del microscopio elettronico un punto cardine nella ricerca biomedica. Solo il tessuto morto può essere esaminato al microscopio elettronico e non le cellule viventi. 

I risultati basati sulla microscopia elettronica sono rilevanti per gli organismi viventi?

Il lavoro di Hillman include prove convincenti per suggerire che molti degli organelli subcellulari a cui alcuni scienziati hanno dedicato la loro vita sono solo artefatti di preparazione per l’istologia e la microscopia elettronica. Ciò include sia il corpo del Golgi che il reticolo endoplasmatico.

Ha anche affermato che i recettori cellulari e i canali proteici transmembrana non esistono nel senso comune accettato. Uno dei motivi è che questi recettori cellulari non possono essere visti al microscopio elettronico, nonostante le loro dimensioni rientrino nell’intervallo di visibilità.

Ha coraggiosamente difeso quella che credeva essere la verità. Nonostante la sua carriera e la sua reputazione abbiano avuto un enorme successo, ha continuato a pubblicare le sue idee fino alla sua morte.

“Se sbaglio, solo la mia reputazione è stata danneggiata. Se ho ragione, quei colleghi che si sono rivelati in errore potrebbero aver sprecato tempo e carriera e utilizzato ingenuamente risorse pubbliche o di beneficenza. Potrebbero aver usato il loro tempo e le loro risorse per svolgere ricerche più produttive”. 
Dottor Harold Hillman

Se si considera lo stato attuale della medicina, sembra proprio che ci sia bisogno di una “ricerca più produttiva”. Ricerca che non segue dogmi e non è finanziata dall’industria farmaceutica che ha un interesse acquisito nel perpetuare idee errate come l’errore “un germe, una malattia”.

“È assolutamente straordinario quanto sia stato infruttuoso questo tipo di ricerca. Se si conoscessero i meccanismi di base, il cui disordine ha indotto la malattia, si potrebbero quindi progettare interventi logici per prevenirne lo sviluppo”. 
Dottor Harold Hillman

Siamo portati a credere che la medicina moderna sia molto avanzata, ma la causa della maggior parte delle malattie apparentemente rimane “sconosciuta”. La maggior parte dei medici ha una visione meccanicistica e riduzionista della malattia, spesso credendo che la malattia insorga a causa della “genetica” o che il corpo sia solo incline a commettere errori.

“È opinione diffusa che la ricerca medica dalla seconda guerra mondiale abbia avuto molto successo… È assolutamente straordinario quanto questo tipo di ricerca sia stata infruttuosa. Se si conoscessero i meccanismi di base, il cui disordine ha indotto la malattia, si potrebbero quindi progettare interventi logici per prevenirne lo sviluppo… è vero che il costo del fallimento finora è stato elevato. L’aspetto più paradossale della ricerca scientifica è che si ritiene che sia obiettiva…” Dr Harold Hillman

Hillman ha anche criticato la mancanza di esperimenti di controllo sufficienti eseguiti nella ricerca biomedica. Esperimenti di controllo adeguati sono la pietra angolare di una buona scienza che garantisce che le variabili, diverse da quella testata, non influenzino i risultati dell’esperimento.

“Gli esperimenti di controllo per gli effetti dei reagenti e le manovre utilizzate sui risultati degli esperimenti sono stati grossolanamente inadeguati”. Dottor Harold Hillman

Hillman ha anche messo in dubbio l’uso delle colture di tessuti per l’analisi istologica con una logica convincente. Le cellule in coltura hanno morfologia, biochimica e ambiente significativamente diversi rispetto alle cellule da cui provengono.

“Le colture tissutali sono simili al tessuto da cui provengono in un certo senso e molto diverse in altri modi. È chiaro che sebbene ci siano alcune proprietà in comune, ci sono differenze sostanziali. Questa è una delle domande più importanti, rispetto all’utilità delle colture di tessuti come fonti di informazioni sulle cellule negli animali intatti”. Il dottor Harold Hillman

Virologia: Scientismo Voodoo

Il lavoro di Hillman sfida la virologia tanto quanto la biologia cellulare e la neurobiologia. Il mondo si sta lentamente risvegliando alla natura pseudoscientifica della virologia a causa della pseudo pandemia inflitta a tutti noi.

I “virus” possono essere visti solo al microscopio elettronico utilizzando procedure che coinvolgono metalli pesanti, disidratazione, bassa pressione, bombardamento di elettroni e irradiazione di raggi X. I virus sono vere strutture naturali o sono artefatti di queste condizioni difficili?

Gli effetti dei “virus” vengono studiati sulle colture cellulari e la maggior parte delle colture cellulari vengono coltivate da tessuto embrionale, tessuto canceroso, cellule staminali o cellule di scimmia le cui proprietà sono completamente diverse da quelle del tessuto umano adulto. Tutto questo è rilevante per comprendere l’infettività del virus negli esseri umani?

I coronavirus sono presumibilmente assemblati all’interfaccia reticolo endoplasmatico-Golgi, ma se Hillman ha ragione e il reticolo endoplasmatico e il corpo di Golgi sono artefatti della preparazione istologica e si presume che la microscopia elettronica abbia una comprensione dell’assemblaggio del virus completamente sbagliata?

Diverse colture cellulari vengono preparate con procedure diverse in diverse soluzioni chimiche per coltivare “virus”. Questo potrebbe spiegare perché solo alcune cellule possono far crescere “virus” ma altre no? SARS-CoV2 non può infettare molte linee cellulari umane ma può infettare le cellule renali delle scimmie, il che non è quello che ti aspetteresti da un presunto patogeno umano.

Si suppone che i virus si leghino ai recettori delle cellule ospiti come primo passo per entrare, ma se Hillman ha ragione, i recettori delle cellule macromolecolari non esistono davvero.

Non sono stati eseguiti controlli adeguati per testare gli effetti delle condizioni di laboratorio, fluidi corporei, antibiotici e altre sostanze chimiche sulle colture cellulari, quindi come possono i virologi essere sicuri che sia il “virus” a causare gli effetti citopatici osservati e non le sostanze chimiche e le condizioni stesse ?

L’establishment biomedico ha scelto di ignorare tutte queste domande cruciali. Purtroppo, il livello di pensiero critico e di interrogazione radicale di Hillman sono rari e spesso completamente assenti nella moderna scienza biomedica.

Il suo intelletto acuto e le capacità di pensiero critico erano una minaccia per l’establishment scientifico. Ha messo in gioco la sua carriera e la sua reputazione per esporre le debolezze delle conoscenze biomediche consolidate.

Ma se avesse ragione? E se il castello della medicina moderna fosse davvero costruito su fondamenta di sabbia? Il suo lavoro sarà dimenticato o altri saranno abbastanza coraggiosi da riprendere da dove si era interrotto?

Leggi l’articolo completo su The Exposé .

Riferimenti

1) John PA Ioannidis “Perché i risultati della ricerca più pubblicati sono falsi”. PLoS Med. 2005 agosto; 2(8): e124.

2) Marcia Angell MD “La verità sulle compagnie farmaceutiche: come ci ingannano e cosa fare al riguardo”.

3) Richard Horton “Offline: qual è il 5 sigma della medicina?” Lancet
| Volume 385, NUMERO 9976, P1380, 11 aprile 20154) Harold Hillman “La biologia cellulare è attualmente in difficoltà”.

5) Harold Hillman “Una carriera in neurobiologia”.

6) Uno scienziato biomedico “Lo scientismo voodoo della virologia non è una vera scienza”. 

Previous articleIL TERZO MONDO NON È POVERO! Video
Next articleMacron e Zelensky, attori sotto la regia di McKinsey. I collegamenti negli eventi recenti
Fondatore e Direttore Responsabile di Database Italia.